I Forum di Amici della Vela

Versione completa: lavori passatore
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Ciao a tutti,
mi sto accingendo ad acquistare un passatore.... è più la realizzazione di un sogno che una cosa razionale..... sono qui a chiedere il vs aiuto in merito a 2 questioni.

1) Coperta. Camminando a prua sulla destra si ha la sensazione di camminare su una "mattonella sollevata".... si tratta di un' area molto limitata. Qualcuno conosce come è realizzata la coperta dei questa barca? qualcuno ha già realizzato interventi manutentivi di questo tipo? anche su barche diverse ma costruttivamente simili (per la coperta intendo)? se si, mi sapete dare un idea di tempi e costi? vorrei precisare che sotto coperta NON si vedono aloni di umidità o cose del genere.... sembrerebbe che, per adesso , non passi acqua....per adesso.
2) Il motore. Sembra monti un Faryman/Nanni da 19 HP raffreddato ad acqua di mare. In giro ne sento parlare malissimo. E' vero? Che cosa devo aspettarmi?

Grazie a tutti anticipatamente per l'aiuto.
Una curiosità : a quanto viene via il barco?
ha ragione andros, bisognerebbe sempre avere la boccia ben ferma e parlare prima di vil danaro
bisognerebbe ...
ma anch'io ho comperato una barca "a pelle"
allora
per la barca, il discorso è di una semplicità disarmante
se ho capito bene la barca dovrebbe essere in compensato lamellare, ma non ho trovato indicazioni precise per la coperta
magari qua sul forum se qualcuno ha un "passatore" potrà essere più preciso
se è confermata la costruzione in lamellare, bisogna che te parli con qualcuno che è realmente competente e che veda quello che ha sotto i piedi
un falegname, un perito ... insomma, questa gente qua. Però devono vedere cosa calpestano
nell'immediato, stai tranquillo, la barca non affonda.
nel tuo profilo non dici di dove sai, e quindi non so quali mari navighi, ma il passatore con tutti i suoi problemi ti darà comunque tante gioie ... e qualche problema. Destino comune a tutti noi che navighiamo le nostre tinozze.
per il motore ... più è vecchio e più è facile ripararlo
nel senso che tutto è meccanico, e quindi basta un bravo artigiano - nella peggiore delle ipotesi - per ricostruirti un pezzo
certo, anche te dovrai imparare a "gestirlo"
se non vuoi problemi allora devi cercare un motore più moderno, ed affrontarne i costi.
certo, tutto è più semplice fino a quando tutto funziona, ma al primo problema serio rimpiangerai il vecchi motore tutta meccanica e zero elettronica
BV
(29-11-2015 12:57)alex28vela Ha scritto: [ -> ]Ciao a tutti,
mi sto accingendo ad acquistare un passatore.... è più la realizzazione di un sogno che una cosa razionale..... sono qui a chiedere il vs aiuto in merito a 2 questioni.

1) Coperta. Camminando a prua sulla destra si ha la sensazione di camminare su una "mattonella sollevata".... si tratta di un' area molto limitata. Qualcuno conosce come è realizzata la coperta dei questa barca? qualcuno ha già realizzato interventi manutentivi di questo tipo? anche su barche diverse ma costruttivamente simili (per la coperta intendo)? se si, mi sapete dare un idea di tempi e costi? vorrei precisare che sotto coperta NON si vedono aloni di umidità o cose del genere.... sembrerebbe che, per adesso , non passi acqua....per adesso.
2) Il motore. Sembra monti un Faryman/Nanni da 19 HP raffreddato ad acqua di mare. In giro ne sento parlare malissimo. E' vero? Che cosa devo aspettarmi?

Grazie a tutti anticipatamente per l'aiuto.
Passatore di Sartini. In lamellare incrociato m 8,5 x 3,5. Molto larga per i suoi tempi, buona tenuta di mare; anche la coperta se non ricordo male è in lamellare incrociato salvo il rialzo della tuga. Può darsi che nel punto dove avvalla abbia perso la resina, magari già scarsa in partenza. Riparazione? Proverei con delle iniezioni di resina e se possibile con l'aiuto di una pompa per il vuoto. Motore non eccellente, ma insomma bisogna vedere il prezzo del tutto. Sul "nostro" avevamo un Lombardini monocilindrico da 6 cv. Una delle tante regate: Livorno-Porto Cervo regata di trasferimento propedeutica alla settimana delle Bocche. Due giorni e mezzo di navigazione, con carta, log e bussola (non era ancora arrivato il Lran), CB al posto del VHF. Abbiamo passato le Bocche di notte (la prima volta) con un ponente da 35 kn lasciando a destra il faro dell'Isola Perduta, quello di Corcelli, quello dei Monaci. Mi aiutavo con il portolano per riconoscere i fari in base al codice dei segnali luminosi. Nell'ultimo tratto mi ha aiutato una ragazza di Palau che avevo trovato su un canale del CB. Scusa la digressione, comunque ottima barca, da amare!
URL di riferimento