I Forum di Amici della Vela

Versione completa: canoa in strip planking
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Ciao, mi sta frullando l'idea di costruire una canoa mono/biposto in strip planking per andare a pescare i boccaloni al lago di viverone, qualcuno si è gia cimentato in un progetto del genere?
Premetto che ho tutte le attrezzature necessarie, faccio il falegname.
bè se sei falegname non dovresti avere problemi di sorta.
basta trovarsi un disegno per la costruzione e via.
sul tubo ci sono tutorial che aiutano.
Una volta c'era un forum di costruttori di kayak in legno. Non lo trovo più, forse è questo, ma il mio firewall non mi lascia entrare. Comunque uno dei più esperti ha un riferimento sia su internet: Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI . che su facebook: Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI ..
Sentilo perchè è una persona molto disponibile e magari ti darà le coordinate giuste che io non trovo più.
Non sono in strip planking ma li trovo belli e semplici.
http://www.nautikit.com/kayak.htm
(09-01-2018 10:14)Argo74 Ha scritto: [ -> ]Ciao, mi sta frullando l'idea di costruire una canoa mono/biposto in strip planking per andare a pescare i boccaloni al lago di viverone, qualcuno si è gia cimentato in un progetto del genere?
Premetto che ho tutte le attrezzature necessarie, faccio il falegname.

Era un'idea che ha frullato a lungo nel mio cervelletto, poi mi sono rinsavito Big Grin
Quelli che ho visto in rete sono mezzi bellissimi.
Petrell potrebbe aiutarti... vedrai che riva...
m'e' sempre piaciuto pescare i boccaloni, in molti laghi e' proibito pescarli dalla barca, in generale direi che i lucci dalla canoa li puoi anche pescare il boccalone "nonno" quando comincia a saltare fuori dall' acqua dalla canoa e' dura tirarlo fuori.
direi che e' meglio la classica barca da lago, quella col fondo piatto e le murate verticali, e' piu stabile e ti consente di pescare in piedi.

http://www.cherini.eu/etnografia/Italia4...onali.html
(09-01-2018 15:12)ZK Ha scritto: [ -> ]m'e' sempre piaciuto pescare i boccaloni, in molti laghi e' proibito pescarli dalla barca, in generale direi che i lucci dalla canoa li puoi anche pescare il boccalone "nonno" quando comincia a saltare fuori dall' acqua dalla canoa e' dura tirarlo fuori.
direi che e' meglio la classica barca da lago, quella col fondo piatto e le murate verticali, e' piu stabile e ti consente di pescare in piedi.

http://www.cherini.eu/etnografia/Italia4...onali.html

(12-01-2018 23:49)andros Ha scritto: [ -> ]piccolo spunto:
http://www.kayakinlegno.com/forum/viewto...f=12&t=798


intanto grazie a tutti per le dritte.
Però perdio, da falegname "classico" (ho ancora macchinari in ghisa piu vecchi di me) non le riesco a guardare le barche in compensato, e poi, volete mettere la porca figura della canoa in strip planking sul tetto della macchina rispetto a quella della barca da pesca?
Comunque diciamo che la pesca è piu una scusa per andare a metterla in acqua e farci un giro, poi giò che si è li due lanci si fanno.

A viverone avere la barca è l'unico modo per pescare a spinning, ci son tanti di quei canneti e alghe vicino a riva da rendere impossibile l'approccio.

Ho visto che ci son progetti anche definiti "da pesca", mi si sa dire in realtà in cosa differiscono dagli altri? Immagino per una questione di stabilità...
Bel progetto.
Per il look:
la pagaia deve essere strettamente un "beaver tail".
Meglio la doppia perche' il look migliore e' quando in canoa ti porti anche il cane... Smile

Pix from web.
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Se e' da lago e pesca e non devi fare portages personalmente preferirei una 2 posti, almeno 17 piedi con poco rocker, quasi dritta, poi aspetterei di installare il seggiolino di prua, vai fuori da solo, giri la canoa e vedi dove e' il miglior compromesso di dove piazzarlo longitudinalmente cosi' avrai una bella canoa sia da due che da uno.



.
Grazie delle info!
Escludo di "camallarmela " (termine ligure che indica il trasportare oggetti ingombranti solitamente bestemmiando nel mentre") in giro per i boschi anche perchè nei dintorni (dintorni per modo di dire, sempre quasi due ore ci vanno) di casa ho laghi facilmente accessibili e non grandi.
Punterò quindi su un 17/18 piedi, cosi carico anche il cane (che vabbe pesa 5 kg..)
Probabilmente userò del cedro, appena ho un attimo passo dai miei spacciatori lignei chiedendo info.
devo solo capire bene che telo di fibra di vetro si usa e che resina, immagino poi sia da verniciare, poluretanica bicomponente data a spruzzo andrebbe bene? Ho anche l'airless se dovesse essere fondamentale.

Ora devo decidere se farla in laboratorio o nel giardino di casa previo montaggio di due gazebo per copertura.
Se non lo sai, ti avviso di considerare assolutamente delle riserve di galleggiamento per rendere la canoa inaffondabile. Di solito si usano dei sacchi punta o dei rulli di alaggio, ma su una bella canoa in legno...
Come resina, meglio se usi epossidica. È più impermeabile. Tanto non è lì il costo. Per il materiale ho visto usare della fibra di vetro, quella normale trama-ordito; non ti saprei dire la grammatura, ma insomma, quella normale. Una volta data diventa quasi trasparente e si vede il legno sotto.,se la dai anche internamente diventa un sandwich rigidissimo.
Ancora per il look:
Se fai una cedar strip canoe e la porti da solo urge assolutamente imparare lo stile canadese, fai un figurone. Smile


Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .


Le riserve di galleggiamento sono fondamentali, o le fai con polistirolo o ci sono in commercio amovibili cosi' non le integri durante la costruzione. Ce ne sono di tutti i tipi e misure:
https://www.google.com/search?q=canoe+en...36&bih=759
Non so come sono le regole da voi ma da noi una canoa non puo' essere omologata se non ha le riserve.
(23-01-2018 22:43)mlipizer Ha scritto: [ -> ]Come resina, meglio se usi epossidica. È più impermeabile. Tanto non è lì il costo. Per il materiale ho visto usare della fibra di vetro, quella normale trama-ordito; non ti saprei dire la grammatura, ma insomma, quella normale. Una volta data diventa quasi trasparente e si vede il legno sotto.,se la dai anche internamente diventa un sandwich rigidissimo.

Diciamo sui 100grammi.
(23-01-2018 22:43)mlipizer Ha scritto: [ -> ]Come resina, meglio se usi epossidica. È più impermeabile. Tanto non è lì il costo. Per il materiale ho visto usare della fibra di vetro, quella normale trama-ordito; non ti saprei dire la grammatura, ma insomma, quella normale. Una volta data diventa quasi trasparente e si vede il legno sotto.,se la dai anche internamente diventa un sandwich rigidissimo.

leggo in giro che si susano anche dei tessuti con trama e ordito a 45 gradi, però c'è tempo, grazie per le dritte

(24-01-2018 00:07)crafter Ha scritto: [ -> ]Ancora per il look:
Se fai una cedar strip canoe e la porti da solo urge assolutamente imparare lo stile canadese, fai un figurone. Smile

Le riserve di galleggiamento sono fondamentali, o le fai con polistirolo o ci sono in commercio amovibili cosi' non le integri durante la costruzione. Ce ne sono di tutti i tipi e misure:

Non so come sono le regole da voi ma da noi una canoa non puo' essere omologata se non ha le riserve.


ecco si lo stile canadese ci sta Smiley53

da quel che ho letto qui non sono previste riserve di galleggiamento dato che son equiparate ai natanti a propulsione primitiva, però essendo gonfiabili ed essendo costata la canoa tempo e fatica io mi sa che le metterò...
prevedo due coperture in legno per le punte sotto cui infilo i gonfiabili, estetico ed efficace!

Ora devo decidere che modello e acquistare il progetto. merci a todos
(24-01-2018 00:07)crafter Ha scritto: [ -> ]Non so come sono le regole da voi ma da noi una canoa non puo' essere omologata se non ha le riserve.

Ma quali regole?! Da noi la autocostruisci e diventa natante, al limite natante da spiaggia a seconda di come la vede la GC.
Come federazione abbiamo cercato di inserirci nel nuovo codice del diporto, ma poi la cosa non è andata a buon fine.
Le riserve di galleggiamneto servono per la tua sicurezza, non per salvare l'imbarcazione che comunque è di legno e galleggia.
URL di riferimento