I Forum di Amici della Vela

Versione completa: elastico di ritenuta delle volanti
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Pagine: 1 2
(22-10-2018 08:33)poiuuuu Ha scritto: [ -> ].... crea comunque una frizione e in bolina ti costringe a tenere la volante più lasca di quanto non avresti fatto....


nel mio caso, se non lasco la volante sottovento, la randa si appoggia sulla volante e si altera la curvatura della vela venendosi a formare una specie di cuspide lineare, a te non succede?
Certamente si, ma normalmente la terrei una decina di centimetri distante dalla randa, invece con l'elastico sono costretto a lascarla molto di più.
(21-10-2018 10:12)bullo Ha scritto: [ -> ]Sgarbare la randa? Significa?
Ciao.-
Oh, Bullo, non ti sfugge niente? Intendevo che un elastico troppo teso
disturba la forma della randa alle portanti.
(22-10-2018 09:02)oudeis Ha scritto: [ -> ]Oh, Bullo, non ti sfugge niente? Intendevo che un elastico troppo teso
disturba la forma della randa alle portanti.

ah, ecco, allora se non lasco la volante mi si sgarba la randa 19
Se ho capito sgarbare significa deformare.
La volante deve stare vicino all'albero e passare sotto al boma, parlo per i frazionati volanti strutturali.
(22-10-2018 08:49)GianniB. Ha scritto: [ -> ]nel mio caso, se non lasco la volante sottovento, la randa si appoggia sulla volante e si altera la curvatura della vela venendosi a formare una specie di cuspide lineare, a te non succede?
Bisogna lascare quanto basta, le vele costano! E lo scorrimento dell'aria?
Cmq provate, non esiste la soluzione unica, quel che va bene a me Smiley57
Per sapere quale è il sistema che funziona sulla propria barca bisogna chiarire innanzitutto se lascando la randa a volante cazzata la varea del boma passerà sopra o sotto la volante.

Se passa sotto, il richiamo deve essere fatto sul paterazzo (a meno che questo non sia sdoppiato e volante), tramite un bozzellino ed un elastico di lunghezza tale che quando una volante è cazzata, il bozzello dell’altra sia richiamato in alto e dunque la volante starà appoggiata sulla balumina. In virata e soprattutto abbattuta la volante da cazzare sarà veramente poca ... provare per credere. Quando all’ormeggio si cazzano entrambe le volanti si sgancia da una l’elastico e ci si mette un testimone per recuperarla poi quando serve.

Se il boma invece è lungo e interferisce con le volanti (o se il paterazzo è sdoppiato e volante a causa della randa square top) la volante a riposo deve passare sotto il boma e deve essere richiamata all’albero.
L’elastico va fatto passare sopra la crocetta da un lato e sotto quella del lato opposto. Purtroppo in questo caso la volante deve avere una corsa più lunga e il volantista in manovra deve essere più “sveglio”. All’ormeggio non si possono cazzare entrambe le volanti altrimenti si snerva l’elastico.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
(23-10-2018 18:52)albert Ha scritto: [ -> ]..... Quando all’ormeggio si cazzano entrambe le volanti si sgancia da una l’elastico e ci si mette un testimone per recuperarla poi quando serve....

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

approfitto per chiedere una cosa, forse finora ho sbagliato, non ho mai dato importanza alle volanti con barca all'ormeggio; cosa è preferibile fare: lasciarle lasche, puntarle, cazzarle, entrambe o solo una? Si teme la possibilità che l'albero vada in avanti a causa del beccheggio?
91
io appunto paterazzo e entrambe le volanti. nel senso che non gli do una pressione eccessiva, le volanti le pifferino a mano dando un bello strattone. la tensione comunque è molto meno di cazzarle con la manovella, ma non è eccessiva. evito, insomma, che l'albero si "abbanani" troppo all'ormeggio, lo ritengo uno stress inutile.
"le pifferino" è eccezionale. ovviamente mi ha cambiato c@zz0 Big Grin
io il paterazzo mai, già l'amantiglio lo imbanana.
Per le volanti volevo capire se era una questione di ordine o di sicurezza
Se si lasciano le volanti in bando, i martelletti e le sedi dei martelletti, si consumano per sfregamento.
Un po' come si consuma la trozza , se si lascia il boma libero di oscillare.

Lavoro "perpetuo" da ormeggio.
(25-10-2018 11:45)Temasek Ha scritto: [ -> ]Se si lasciano le volanti in bando, i martelletti e le sedi dei martelletti, si consumano per sfregamento.
Un po' come si consuma la trozza , se si lascia il boma libero di oscillare.

Lavoro "perpetuo" da ormeggio.

si, concordo, infatti le volanti le ho sempre mantenute legate tra loro e non in bando ma ciò che ho fatto finora è diverso dal metterle in tensione, seppur poco. Il discorso dello sfregamento giustifica il puntarle entrambe.
(25-10-2018 12:02)GianniB. Ha scritto: [ -> ]si, concordo, infatti le volanti le ho sempre mantenute legate tra loro e non in bando ma ciò che ho fatto finora è diverso dal metterle in tensione, seppur poco. Il discorso dello sfregamento giustifica il puntarle entrambe.

puntate a mano, sia per pulizia visiva che per non farle lavorare passivamente.
a me sembrano puntate troppo a centro poppa , sul diavolone sono puntate sulla falchetta dietro i winch
Ce le avevo ai lati della poppa e tutti ci superavano. (correzione col timone), le ho portate a poppa ed adesso la barca va dritta, senza toccare il timone, spostando solo il peso dell'equipaggio.
Pagine: 1 2
URL di riferimento