I Forum di Amici della Vela

Versione completa: topi a bordo
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Pagine: 1 2
qual è secondo voi l'aggeggio più efficace da mettere sulle cime per tenere i topi fuoribordo?
Forse due grossi imbuti rovesciati, ma mi rattrista pensare che ti possono essere entrati i topi in barca. Se la barca è regolarmente vissuta ed è pulita i topi non ci dovrebbero entrare
per fortuna i topi non sono mai entrati, ma ancorando con cime a terra in alcune isole della Croazia il rischio c'è eccome. Ho visto tanti rimedi, imbuti, piatti di plastica bucati al centro che preferirei considerato che si possono stivare meglio in un gavone. Volevo sapere se sono efficaci. Ciao
Considerando che rispetto tutti gli animali, anche quelli 'randagi' ed apparentemente molesti, preferisco sempre sistemi dissuasori che sterminatori.

I dissuasori a forma tronco conica li puoi fare ritagliando fogli di 'resina' che trovi mei migliori negozi di plastica. Tali laminati sono la versione sottile e flessibile del materiale con cui fanno i tetti ondulati.
Quando non li usi, li 'apri' e riponi in un gavone. Ingombro zero.
D'altra parte le navi utilizzano tuttora tale sistema. Semplice, economico ed infallibile. Se sono abbastanza grandi, non esiste roditore che abbia l'agilità di scavalcarli.

DICONO (con beneficio d'inventario) che siano funzionanti certi apparecchi che emettono ultrasuoni che disorientano i roditori.
Ma se parli di tempi lunghi...

Io utilizzavo un sistema 'tutto mio'.
Avevo comprato del tubo di plastica rigido con diametro interno più largo del diametro del cavo, e avevo fatto dei 'manicottu' di cinque centimetri ciascuno, e li avevo infilati per un metro dalla banchina verso la barca.
Quando i roditori tentavano di salire sulla cima, il manicotto 'ruotava' sul suo asse a rullo, ed essendo scivoloso non permetteva alle loro unghie di aggrapparsi ne alla plastica che al cavo.
Se hai la possibilità lascia le cime in bando in modo che tocchino l'acqua, da quello che so i topi sanno nuotare ma non camminano su una cima che va in acqua ad ogni onda.

Altrimenti la soluzione di Guest mi sembra la migliore.

Kermit, mi interessa il tuo punto di vista, potesti spiegare meglio cosa intendi? DA quel che so i topi sono attratti dal cibo (non dalla sporcizia)
Intendo dire che se la barca è regolarmente frequentata dalle persone, in genere il topo non ama 'essere disturbato' e preferisce altri ambienti più tranquilli e privi di umani.
Riguardo alla pulizia mi riferisco a quello che le nostre brave mamme e nonne fanno nella casa. Se le sentine sono prive di briciole o avanzi di cibo, se le superfici sono pulite con prodotti disinfettanti si crea in genere un ambiente ostile al topo ai cui da fastidio nell'olfatto l'ambiente pulito e sterilizzato.

E' più o meno come in casa dove è ovvio che non manchi il cibo, ma se si tiene pulito e si lavano i pavimenti regolarmente è difficile che entrino i topi. Anche a casa può capitare che se la si abbandona per lunghi periodi possono entrare i topi
I topi salgono,quello che troveranno si vedrà...
Ci sono posti in Croazia dove 'sanno leggere e scrivere'Big Grin.

Meglio che non capiti,stanare un topo in barca è un vero casinoSad
bè mo date la spalla per la rilettura di un ormai leggendario 3DBig Grin
http://forum.amicidellavela.it/showthrea...page=1#top
I coni dei cantieri stradali vanno benissimo, poi sono sufficentemente morbidi da poterli riporli dovunque.
In effetti sono proprio dei furbacchioni...

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .


E sono un problema per molti mezzi di trasporto.

[u]PROBLEMI AERONAUTICI E RELATIVE SOLUZIONI[u]
Dopo ogni volo, i piloti della Qantas riempiono un modulo, chiamato foglio delle lamentele, che riporta ai meccanici i problemi incontrati dall'aereo durante il volo, che necessitano una riparazione o una correzione.
Gli ingegneri leggono e correggono il problema, poi rispondono, scrivendo nella metà inferiore del modulo che rimedio è stato adottato e il pilota rilegge il foglio prima del volo successivo.
Qui sono riportate alcune lamentele realmente registrate, come effettivamente riportate dai piloti Qantas, e le soluzioni in risposta degli ingegneri della manutenzione.
C'è da dire che la Qantas è l'unica compagnia aerea tra le maggiori che non ha mai avuto un incidente.

(P = problema sottoposto dal pilota) (S = soluzione ed azione adottate dagli ingegneri)

P: Il pneumatico interno sinistro principale richiede quasi la sostituzione S: Pneumatico interno sinistro principale quasi sostituito
P: Volo di prova ok, eccetto auto-atterraggio molto ruvido S: Auto-atterraggio non installato sul velivolo
P: Qualcosa di allentato in cabina S: Stretto qualcosa in cabina
P: Il pilota automatico, in modalità mantieni altitudine, produce una discesa di 200 piedi al minuto S: Impossibile riprodurre il problema a terra
P: Segni di perdite nel carrello principale di destra S: Segni rimossi
P: Volume del DME incredibilmente alto S: Volume del DME settato a livelli più credibili
P: I blocchi a frizione fanno attaccare le manette del gas S: E' per quello che stanno lì
P: IFF non operativo S: IFF mai operativo in modalità OFF
P: Sospetta crepa nel vetro S: Sospetto che hai ragione
P: Motore numero 3 mancante S: Motore trovato sotto l'ala destra dopo una breve ricerca
P: Il velivolo si comporta in maniera strana S: Avvertito il velivolo di rigare dritto, volare normalmente, ed essere serio
P: Il radar mugugna S: Radar riprogrammato con spartiti
P: Topo in cabina S: Installato gatto
Citazione:GT ha scritto:
I coni dei cantieri stradali vanno benissimo, poi sono sufficentemente morbidi da poterli riporli dovunque.
Purtroppo no. Il raggio del cono deve essere almeno di Un TOPO E MEZZO. O tre Topi di diametro. Big Grin
Altrimenti riescono a scavalcarlo, alzandosi sulle zampe posteriori sulla cima e issandosi su quelle anteriori.
Scherzi a parte, stiamo parlando di animali agili ed intelligenti.
Che senza la presenza sul territorio dei gatti, avrebbero il sopravvento.
Nella penisola di Manhattan, dove i gatti non hanno un habitat ideale, nel sottosuolo vi sono 80 MILIONI di topi.
Contattare le maestranze che stanno costruendo la subway, per referenze...
Se un topo decide di salire in barca non credo esistano davvero rimedi efficaci x impedirglielo. Riescono ad aggirare facilmente imbuti e dischi posti sulle cime ed inoltre essendo buoni nuotatori, possono salire anche dalla catena dell'ancora se è filata a prua. Parlo x esperienza diretta. Quest'estate a paxos un topo è entrato nella barcadi un francese ormeggiata accanto alla mia (con tutti gli imbuti sulle cime di poppa).
Credo che l'unico rimedio per non avere topi in barca è disinteressarli dal venirci a trovare in primis tenendo tutto chiuso (Osterigi, gavoni, oblò,ecc.) ma soprattutto non lasciando residui di cibo in pozzetto.
Citazione:Guest ha scritto:
Citazione:GT ha scritto:
I coni dei cantieri stradali vanno benissimo, poi sono sufficentemente morbidi da poterli riporli dovunque.
Purtroppo no. .........................Che senza la presenza sul territorio dei gatti, avrebbero il sopravvento....
Nel nostro parco abbiamo molti gatti e in questo periodo ci sono sempre delle cucciolate. Se serve apriamo le adozioni...
Attenzione al sistema per cacciarli.
Anni fa ne fu visto salire uno sul motoschifo del personaggio più in vista del pontile. Il proprietario del pontile corse a casa e tornò con degli aggeggi che più che trappole per topi sembravano tagliole per lupi. Dispose tutto in barca sperando di trovarci il topo la mattina dopo prima dell'arrivo dell'illustre. La notte ci rimise il piede l'escort di turno!
Grazie a tutti dei contributi, all'amico Guest in particolare dico che la soluzione da lui suggerita sembra semplice e con il vantaggio di non ingombrare i gavoni. Altrimenti motore comandato da una bussola giroscopica che mantiene la barca sul posto senza bisogno di ormeggi o ancoraggi!! Buon vento a tutti
Pensa che sono talmente furbi che per riuscire a prenderli bisogna lasciare la trappola non caricata con il formaggio. Dopo qualche giorno che lo hanno mangiato per diverse volte potrai caricare la trappola e prenderli!

Un augurio sincero

Gianfranco
a malta abbiamo cacciato un grosso topo che stava sulla cima di ormeggio pronto ad entrare dentro.....si è tuffato in acqua e cercando di seguirlo, abbiamo visto che ha nuotato per circa 20 m ad 1 metro di profondità
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

BV
Pest Repeller: oggetto poco costoso che emette ultrasuoni disturbanti, consuma 0,n Amperé, a barca aperta lo lascio sempre in funzione, perché pare funzioni (almeno fino a quando le furbissime bestioline non troveranno cuffie antirumore delle loro dimensioni).
Chiusura totale: sistema pratico d'impedire l'ingresso ad intrusi anche di piccola taglia.
Retine di protezione d'acciaio: se fitte e robuste creano qualche problema all'intruso, tanto che, come per i 'topi d'auto', appunto, i nostri preferiscono indirizzare le loro attenzioni alla barca vicina, più facilmente agibile (se a trama abbastanza fitta, funzionano anche con le zanzare).
Gatto: simpatico animale di una vicina di barca, che ogni tanto invito a passeggiare per una mezza giornata sulla mia barca.
Pulizia: cosa che noi facciamo spesso ed accuratamente.
Cibi: comodissime utilities, dette anche generi di conforto, che teniamo chiuse in confezioni di vario tipo per preservarne più a lungo le qualità organolettiche, e per distrarle dall'attenzione di altri utilizzatori abusivi.
Imbuti, dischi, cinesini (coni) stradali, tubi, ecc.: oggetti che rendono solo più divertente l'avventura al tipico topo di darsena, che pare giri con cappello e frusta alla Indiana Jones, e che noi ci ostiniamo a definire 'deterrenti', ancor quando dimostratisi inutili.
Fortuna: simpatica Signora, mai estranea alle vicende umane e, credo, anche murili.

A parte tutto, ben due barche del nostro pontile sono state affettuosamente e con meritevole attaccamento visitate dai vispi roditori e difficile è stato allontanarli.
Su di una salumi e formaggi erano diligentemente conservati in un gavone ben areato, come nella più classica delle cantine.
Sull’altra……non pareva di essere proprio in una farmacia.
Le soluzioni adottate sulla prima non le conosco, ma a lungo abbiamo assistito a lamentazioni ed esperimenti dei più strani, colle, strisce, trappole improponibili ed altre amenità sul tema, messe in atto dalla proprietaria (direi armatrice, ma in quattro anni non si è mai mossa dall’ormeggio…..), con alterni risultati.
Credo che la seconda, rimessa un po’ (parecchio) in ordine ed allietata dall’adozione di un simpatico cucciolo di labrador, non sia più stata onorata dagli già abituali ospiti.

Dice un mio conoscente che ha una ditta di derattizzazioni che i topi ci amano, ci seguono ovunque, godono della nostra compagnia, ingrassando e prosperando sulle nostre negligenze e trascuratezze.
proprio un bel trattato di topologica.Big Grin
Pagine: 1 2
URL di riferimento