I Forum di Amici della Vela

Versione completa: Rilavatore di gas, utile?
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Ciao,
probabilmente l'ansia irrazionale non è un'esclusiva della mamma italiana, infatti ora che mi accingo a navigare con prole mi sorgono dubbi che non mi avevano mai sfiorato.
I rilevatori di gas secondo voi sono utili?
L'avete istallato?
Che tipo?
Rilevano solo gpl o anche scarico motore e webasto?
Altro?
Grazie a tutti.
Massimo
In barca non l'ho mai installato ma a casa sì. Sono sensibili a diversi gas in percentuale diversa, mi ricordo che uno scattava quando periodicamente scarivavamo l'aria dai termosifoni e quando facevamo evaporare del vino durante la cottura di qualche piatto.

Direi che sono efficaci, il gas di bombola dovrebbe essere più pesante dell'aria quindi devi installare il rilevatore in basso in modo che rilevi la presenza con maggiore efficacia.
Chiudere sempre la bombola dopo l'uso.Big GrinBig Grin
Io ho installato un rilevatore di gas e uno di CO2 associati ad un elettrovalvola che chiude il gas subito dopo la bombola .

Apro l'elettrovalvola quando cucino e quando ho finito la chiudo.
Se non si è molto disciplinati e scrupolosi è l'unico modo per chiudere il gas quando non lo si usa.
L'ho comprato in inghilterra via internet http://www.seath-haztec.com/
Grazie Lorenzo
l'elettrovalvola da dove la comandi? era già istallata dal cantiere?
L'elettrovalvola la comando con un pulsante installato vicino alla cucina.
Il sensore del gas è installato al livello del pavimento sotto la cucina, mentre quello Co2 è installato in alto.

L'installazione l'ho fatta da solo, bisogna stare attenti a fare bene le giunzioni dei tubi di rame in modo
che non abbiano perdite. Per testare dopo aver fatto la giunzione bisogna bagnarle con dell'acqua saponata e verificare che non facciano le bolle.
io le bombole le ho messe all'esterno, le apro per cucinare e quando ho finito lascio i fornelli accesi e vado a chiudere le bombole, cosi brucia anche quello contenuto nel tubo... rientro, aspetto che la fiamma si spenga e chiudo i rubinetti dei fornelli!!!
Il propano purtroppo è un gas decisamente pericoloso, essendo piu pesante dell'aria,ha il brutto vizio di infilarsi in sentina E DA LI NON SE NE VA...!!! per cui meglio evitare di lasciare gas nel tubo bombole-fornelli perchè se il tubo, o una giunzione, ha anche una piccolissima perdita, col tempo il gas s'accumula e prima o poi fa BOOOMMMmmm....!!!! ottimi i rivelatori specifici... ma ricordatevi di metterli nel punto piu basso della vs. barca... è lì che il gas va a finire...
Sono sicuramente da consigliare sia in barca che a casa, quelli per il gas vanno scelti in base al combustibile usato.
Le cose più importanti sono:

-che il gavone dove c'è la bombola abbia scarichi in basso verso l'esterno e non verso l'interno o il pozzetto.

-che il tubo di rame dal gavone alla valvola di radice vicino alla cucina non abbia assolutamente altre giunzioni
.

Il tubo di rame regge almeno un centinaio di atmosfere per cui, se il percorso è protetto da urti o piegature non costituisce fonte di rischio anche se resta alla pressione del riduttore.

Anche se le cucine nautiche hanno normalmente per ogni fuoco dispositivi che arrestano il flusso del gas in assenza di fiamma è buona norma chiudere sempre la valvola di radice per scongiurare perdite per cedimento del flessibile in gomma, delle giunzioni con e nella cucina e soprattutto per la possibilità di incrementi anomali di pressione per cattivo funzionamento del riduttore (specie se posizionato nel gavone ancora e quindi soggetto al salso - tenerne sempre di scorta e sostituirlo se si nota che all'apertura dei fuochi la fiamma è molto più forte del normale).

Le valvoline di regolazione dei fuochi in genere sono a maschio conico premuto da una molletta non sufficiente a trattenere il gas ad elevata pressione.

Quindi chiudere sempre la valvola di radice. Se poi si vuole mettere una elettrovalvola alla fonte la sicurezza non cambia, bisogna ricordarsi di chiuderla!

I rilevatori di gas possono essere utili purchè non facciano da alibi all'osservanza di tre semplici principi basilari:

-tenere sempre sotto controllo la cucina accesa
-tenere sempre ben arieggiato il locale
-chiudere subito la valvola di radice quando non è in uso


Teniamo poi presente che il gas butano o il GPL utilizzato è sempre, per legge, odorizzato con mercaptani, i più fetenti prodotti esistenti, per cui qualsiasi minima perdita si sente!.

Big GrinBig Grin
premetto che le procedure che mi avete segnalato, riguardo l'utilizzo in sicurezza del gas, le ho 'quasi' sempre osservate tutte.
Comunque avere un allarme mi darebbe più tranquillità mentre l'inserimento dell'elettrovalvola penso possa costituire un ulteriore punto di debole dell'impianto, tra l'altro ho visto che alcuni rilevatori hanno un comando che aziona l'lettrovalvola.

Nella scelta del rilevatore è meglio orientarsi su un modello specifico per la nautica?

Se è dotato di elettrovalvola questa andrà montata direttamente nel gavone della bombola in modo che il tubo in rame non abbia giuzioni tra valvola e cucuna?

Massimo
Si i rilevatori sono collegati all'elettrovalvola e se rilevano gas o Co2 o se si stacca la tensione l'elettrovalvola chiude.

L'elettrovalvola va montata nel gavone a 'valle' del riduttore di pressione.

Se il rilevatore è nautico probabilmente avra contatti stagnati e sarà più resistente all'ambiente salino
forse è stato già postato, devo dire che il botto non è niente male.

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
e ogni tanto testarlo ....
URL di riferimento