I Forum di Amici della Vela

Versione completa: Pozzetto ancora Alpa 6.70
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
buongiorno a tutti, vorrei un consiglio e un suggerimento da Voi su come procedere per ricavare un gavoncino per l'ancora a prua della mia Alpa 6.70. Pensavo di utilizzare lo spazio in estrema prua, accessibile al momento solo dall'interno, rendendolo prima stagno (come?), rinforzando successivamente la parte alta con un pannello di compensato marino in cui taglierò la forma dell'apertura del pozzetto verso l'alto. Non so come procedere per tagliare la vtr esterna e sinceramente è un'operazione che un pò mi inquieta però mi rendo conto della comodità di avere l'ancora fissata direttamente a prua e non dover portarla ogni volta con la sua catena da poppa a prua.
Spero posssiate aiutarmi
grazie
azzardo una risposta sulla base della mia esperienza
io non farei quella modifica
non è un grosso lavoro ma neanche è da poco, dovresti curare bene dei rinforzi, inoltre, per quanto può interessarti, è facile che il risultato sarebbe eseticamente insoddisfacente.
io farei così (ho fatto così ai tempi, con un metro in più):
con la dimensione di quella barca che è un pezzo di storia e avrà intorno ai 1000 kg tutto incluso possiamo pensare ad una buona ancora sui 5 kg e una decina di m di catena del 6 più cima
una decina di kg da portare a prua, li metti in un secchio e vai su e giù, è semplice e maneggevole
ancora più facile ancorchè non ortodosso, cali l' ancora sopravento dal pozzetto, fili la catena e mentre vai a prua fili la cima, la barca scarroccerà lentamente, metti in tensione, con quella massa e dimensione è fattibile ( io facevo così nache il recupero Blush
in caso di tempo molto robusto salpi a prua e butti il secchio nel tanmbuccio asulla tuga e buonanotte se si bagna qualcosa
con un salmone diciamo sui 7 kg o poco più che maneggi separatamente sei tranquillo senza modifiche

saluti velici
sarastro
Ti ringrazio per i suggerimenti, il problema è che il più delle volte questa operazione di portare catena e ancora da poppa a prua la effettua la mia ragazza, non senza imprecare nei confronti del sottoscritto. In effetti l'idea di calarla sopravento dal pozzetto è buona e non ci avevo pensato... ogni tanto penso a questi lavori che effettivamente meglio si adatterebbero ad una barca di otto nove metri senza pensare a quelle soluzioni che magari sono più pratiche e meno invasive, come quella che mi hai suggerito. L'anno prossimo comunque sicuramente rinforzeremo la coperta a prua perchè comincia a cedere un pochettino (classico problema Alpa) per cui pensavo di fare il pozzetto in quell'occasione ma credo che metterò in pratica i tuoi consigli.
io farei così (ho fatto così ai tempi, con un metro in più):
con la dimensione di quella barca che è un pezzo di storia e avrà intorno ai 1000 kg tutto incluso possiamo pensare ad una buona ancora sui 5 kg e una decina di m di catena del 6 più cima
una decina di kg da portare a prua, li metti in un secchio e vai su e giù, è semplice e maneggevole
ancora più facile ancorchè non ortodosso, cali l' ancora sopravento dal pozzetto, fili la catena e mentre vai a prua fili la cima, la barca scarroccerà lentamente, metti in tensione, con quella massa e dimensione è fattibile ( io facevo così nache il recupero Blush
in caso di tempo molto robusto salpi a prua e butti il secchio nel tanmbuccio asulla tuga e buonanotte se si bagna qualcosa
con un salmone diciamo sui 7 kg o poco più che maneggi separatamente sei tranquillo senza modifiche

saluti velici
sarastro



[/quote]
Io così faccio,
ancora da 10kg 10mt di catena 30 di tessile
filo e recupero da poppa.
A prua ci vado con solo un pezzo di cima più o meno 10mt dopo aver bloccato la cima alla galloccia di poppa. Una volta fissato a prua, sciolgo a poppa...
si certo scarrocci un po, ma basta saperlo.
Non tagliare nulla Smile
Io non farei nessuna apertura specie in prua estrema dove rischi comunque di imbarcare acqua seppur stagni al meglio, puoi utilizzare il gavone per la catena dell'ancora mettendo un tubo a pipa da cui far uscire la catena la mia barca ha questo sistema . bv Otto.
Vi ringrazio, ok per il momento allora non taglierò nulla e proverò ad ancorare come mi avete detto, ma... il tubo a pipa entra nel gavoncino di prua? in quel caso dovrei renderlo stagno?
Citazione:nicoloco ha scritto:
Vi ringrazio, ok per il momento allora non taglierò nulla e proverò ad ancorare come mi avete detto, ma... il tubo a pipa entra nel gavoncino di prua? in quel caso dovrei renderlo stagno?
Il mio gavone non e' stagno l'acqua che puo imbarcare pochissima se capita finisce in sentina direttamente come quella sgocciolata della catena e cima d'ancora il tubo a pipa e' fatto come un gancio capovolto non posso mostrartelo perche era vecchio ed eroso e l'ho buttato poiche' la barca e' in fase di restauro ma lo puoi vedere sul catalogo http://WWW.SVB.DE ciao OTTO.
Si può fare e non è difficile.
Il guaio è che bisogna saperlo fare.
Non costa propriamente due lire, valuta se il gioco vale la candela.
Si tratta di creare una paratia a prua e renderla solida e stagna, questo è il delicato; per fare ciò bisogna grattare, arivare alla VTR, ancorarla con appropriate fazzolettature, isolare, gel coat, verniciare, eccetera.
Forare la ruota per avere lo scolo dell'acqua.
Poi si deve aprire la coperta, ci sono piccoli boccaporti apribili dai due lati già fatti che possono essere adatti, metterli non e difficile, ma si deve saper fare, rendere ben stagno, eccetera.
Ma c'è anche un altro sistema, spesso c'è un altro sistema.Big Grin
Alla bisogna, si porta a prua un bel secchio, un mezzo bidone quadrato magari, ben legato al pulpito o ai tientibene, dentro la catena e l'ancora, un paio di elastici per rizzare tutto, il cavo abbisciato di fianco.
Non è bellissimo, ma semplice, pratico ed economico.
Lo esponi all'inizio della navigazione se prevedi di dare fondo, nel gavone quando non serve.
Vi ringrazio, viste le ristrettezze economiche per i prossimi tempi opterò per il sistema 'da poppa a prua' e nel frattempo proseguirò gli studi su come fare, il più possibile in economia, questo lavoro... magari il prossimo anno quando prevedo anche un intervento alla coperta che cede potrei realizzare il gavone
grazie
buon vento e buon finesettimana
quando avevo l'alpa dodi...anzi era la barca di mio padre, avevamo realizzato un sistema per tenere l'ancora a poppa sul pulpito e catena in un secchio con cima addugliata.....quando si doveva dare fondo (spesso andavo da solo in barca o....quasi soloWink).....non facevo alrtro che dare fondo all'ancora seguita dalla catena e parte della cima....poi andavo a prua con la sola cima e mettevo in forza......

n.b. avevamo una danforth da 5-6 chili e una decina di mt di catena del 6
Grazie! Adottero questo metodo
URL di riferimento