I Forum di Amici della Vela

Versione completa: stuccatura scafo Alpa Brise
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Pagine: 1 2
Salve, possiedo un' Alpa Brise ed ogni volta che esco, al rientro dal tappo di poppa escono circa tre litri di acqua. Mi hanno consigliato di resinare lo scafo per stuccare eventuali microfessure, ma non ho idea di come fare. Vorrei un vostro consiglio per un intervento più rapido possibile, poco costoso e se possibile, che mantiene il colore giallo dello scafo senza doverlo riverniciare. Se invece ritenete che la perdita sia gestibile senza necessità d' intervenire, ne sarei ben lieto. GrazieCool
Ciao, non conosco la barca sarebbe utile qualche foto. Il lavoro andrebbe e/o si può fare all'interno? presumo dal tuo annuncio di no. dacci qualche dettaglio di più
non ti preoccupare non affonda. per derive vecchiotte è normale che faccia un po' di acqua. controlla il tappo, se riesci a ridurre le infiltrazioni bene, altrimenti lascia stare.
buon vento
tre litri sono un po' troppi, controlla per prima cosa la tenuta del tappo, della sede, viti; non dovresti avere altri buchi in carena.
sei sicuro che non entri dal portello o dall'interno (scassa, tappo interno, etc)?
controlla e dicci nuovamente.
tre litri in quanto tempo?
la Brise era una costruzione piuttosto robusta, il consiglio di resinare alla cieca
non ha molto senso. Cerca di capire dove è il pertugioDisapprovazione, probabilmente lo stesso tappo,
o da qualche fessura poco appariscente, nascosta nella scassa della deriva.
Controlla bene ogni vite e giuntura, e poi se ne riparla.
Controlla bene la scassa della deriva e soprattutto la guarnizione della stessa....spesso nelle derive un pò datate è un pò rovinata e non svolge bene la sua funzione di isolamento dall'acqua. Comunque anche la mia (un FJ di oltre 20 anni) quando torno e tolgo il tappo perde la sua bella acqua, e questo con uno scafo in condizione più che buona....non mi preoccuperei troppo insomma. Ciao.
Lievemente OT.

GOLeM = Gruppo Ottico e Lenti Merate

Il gruppo dove attualmente Lavoro.
tema....siete otici e lenti??????
messi male eh42424242
In effetti tre litri d'acqua non sono poi pochi. Dovrebbe trattarsi della tenuta dei due tappi sull'alpa brise perche' la scassa di questa deriva è fatta piuttosto bene su questa barca e non credo che possa passare acqua da li'.Ma se non entrasse acqua dai tappi potrebbe venire dalla carena dello scafo solitamente a prua. Di solito quando è un po' consumata fa in controluce trasparire qualcosa. In tal caso dovrai trattare la barca con dei prodotti sopecifici.
Ringrazio per gli interventi, ma i tappi posteriori sono nuovi e sembra tengano bene, forse come dice Okram dalla prua può venire qualche infiltrazione, essendo rovinata da qualche urto passato e quando la tiro sul carrello e si inserisce nella V blocca prua; come posso fare per individuare il problema ed eventualmente intervenire? E se lasciassi stare, visto che per adesso la utilizzo per andare a pesca col motore elettrico, avendo montata una vela latina che mi rende difficile uscire di bolina stretta? A Trevignano Romano il vento viene sempre da prua!!
Secondo me puoi anche lasciar stare tranquillamente....comunque giusto per curiosità una controllatina alla guarnizione della scassa della deriva la darei (insisto: anche se la scassa è fatta bene ciò non significa che la guarnizione possa essere usurata...)
la scassa della deriva è l'unica cosa che sull'alpa brise non può dare problemi, da come è fatta.
tre litri sono un po' troppini, non perché la barca affondi, ma perché la vetrioresina si inzuppa d'acqua.
se entra acqua, da qualche parte entra; quindi, ricontrolla bene quelle otto dieci viti/bulloni che ci sono e non puoi sbagliare.
Guarda, l'Alpa Brise ce l'ho anch'io da una vita (quasi 35 anni). Ti confermo che se non passa acqua dai tappi potrebbe essere una infiltrazione dalla chiglia specialmente a prua. Quel che puoi fare è sfilare i tappi e siliconali di nuovo facendo un lavoretto certosino e senza fretta o in alternativa od entrambe, passare sia internamente allo scafo che esternamente una mano di isolante. A parer mio la scassa della deriva credo c'entri poco.Ciao
L'Alpa Brise con vela latina?
no, ha una randa marconi con fiocco.
forse ti riferisci all'alpa tris? http://www.paiardi.com/index.php?option=...&Itemid=27
Lascia perdere quelli che ti hanno consigliato di rivestire la barca con fibra di vetro.
Mettere uno strato di fibra sopra una carena verniciata non ha proprio senso.

Inoltre vorrei precisare a tutti quelli che ti hanno consigliato di controllare la 'scassa' della deriva che quella della deriva è la 'cassa'
La scassa è l'alloggiamento dove poggia o è inserto l'albero.
...giusto per precisare eh!!Big Grin
Citazione:stefano702 ha scritto:


Inoltre vorrei precisare a tutti quelli che ti hanno consigliato di controllare la 'scassa' della deriva che quella della deriva è la 'cassa'
La scassa è l'alloggiamento dove poggia o è inserto l'albero.
...giusto per precisare eh!!Big Grin

allora questa e' una 'scassa da morto'? Big GrinBig GrinBig Grin

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Caro alx......mi hai fatto morir dal ridere.
'Scassa da morto' mi è piaciuta un mondo.
giusto; mi è partita la mano; cassa e non scassa.
anche perché l'alpa brise non ha la cassa vera e propria.
Tranquillo Beppe, avevo scritto la stessa cosa anch'io, ma era evidente di cosa stavamo parlando.Ciao un saluto, marco.
Pagine: 1 2
URL di riferimento