I Forum di Amici della Vela

Versione completa: Green teak Nord Compensati
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Pagine: 1 2
Ciao a tutti
Qualcuno ha notizie delle doghe Green Teak proposte da una nota società lombarda di legnami ?
Grazie
Alberto
guarda questo link http://www.teaknotek.com/galleria io l'ho visto dal vero ed è fantastico!
zero manutenzione e se te lo monti da solo costa 110€ più iva compreso di colle!
ciao
comunque leggendo i post di discussioni recenti (05/2012) anch'io sono sempre più convinto di farmelo da solo
BV Marco
Citazione:dinonicola ha scritto:
Abbiamo già detto e detto e detto e ridetto e ridetto cosa la maggioranza pensa sul polimero plastico gommoso che si vuole autodefinire teak sintetico.
Non è teak, è plastica gommosa, e se uno vuole questa montagna di chewingum marrone sulla propria coperta è libero di installarlo, come io di sconsigliarlo.

Senza un vero motivo tecnico ma solo perché non è quello che vuole sembrare

E' esattamente quello che volevo sostenere io, solo che non riuscivo a trovare le parole giuste!!!BlushBig GrinBig Grin
Scusate ma non stiamo parlando di finto teak
Alberto
Curiosate nel sito nord compensati
Praticamente listelli fatti con gli scarti del teak!
E poi spessore massimo 15mm, ma neanche in teak vero me la farei fare così sottile!

http://www.nordcompensati.com/decking/green-teak

Ma se non volete spendere per una coperta in teak (vero!), perchè non la lasciate con un normalissimo gel coat antisdruciolo che è comunque bella e non fa 'vorrei ma non posso'.

BV
la mia è solo un opppppinione dettata dal fatto che guadagno 1200€ al mese e se voglio rifare una coperta in teak vero non posso permettermela. certo che il teak vero è tutta un'altra cosa come è un altra cosa il mio comet 303 e uno swan 64.
noi comuni mortali ci sappiamo accontentare
BV
Citazione:tilaeMCP ha scritto:
la mia è solo un opppppinione dettata dal fatto che guadagno 1200€ al mese e se voglio rifare una coperta in teak vero non posso permettermela. certo che il teak vero è tutta un'altra cosa come è un altra cosa il mio comet 303 e uno swan 64.
noi comuni mortali ci sappiamo accontentare
BV
Concordo con te non è una gara a chi c'è l'ha piu spesso o più lungo......

Desideravo solo sapere se qualcuno aveva avuto modo di vederlo dal vivo e se conosceva il prezzo
Citazione:dinonicola ha scritto:
Teaknoteak= NO
Green Teak=NO
Coperta con antistrucciolo= SI SI & SI

Teak vero= ovviamente si ma solo quello vero, senno non fa nulla.

Treadmaster ?
Maglio il TBS....del treadmaster....adesso vado a vedere nel sito Nord Compensati.....si stanno prostituendo pure loro.....15mm di spessore?????Ma e' tantissimo....al max con il teak vero si fa 12........che strane ideeBig Grin
Citazione:dinonicola ha scritto:
Teaknoteak= NO
Green Teak=NO
Coperta con antistrucciolo= SI SI & SI

Teak vero= ovviamente si ma solo quello vero, senno non fa nulla.

Quoto e aggiungo, indipèendentemente dalla barca, sia che sia uno Swan che un Comet quello detto da dinonicola vale per tutte, almeno per me.
Green teak....non nasce assolutamente da sfridi di teak ma e' un precomposto....il teak viene lavorato in piallacci dello spessore di 1-2,5 mm e incollati tra di loro diritti invece di fare dei lamellari curvi....quindi praticamente e' un lamellare diritto....ho dei seri dubbi.
Citazione:Giorgio ha scritto:
Green teak....non nasce assolutamente da sfridi di teak ma e' un precomposto....il teak viene lavorato in piallacci dello spessore di 1-2,5 mm e incollati tra di loro diritti invece di fare dei lamellari curvi....quindi praticamente e' un lamellare diritto....ho dei seri dubbi.
Grazie Giorgio spiegaci i tuoi dubbi
Il TBS e' ineguagliabile come tenuta.....e' sullo stesso piano del teakBig Grin
Citazione:Solete ha scritto:
Citazione:Giorgio ha scritto:
Green teak....non nasce assolutamente da sfridi di teak ma e' un precomposto....il teak viene lavorato in piallacci dello spessore di 1-2,5 mm e incollati tra di loro diritti invece di fare dei lamellari curvi....quindi praticamente e' un lamellare diritto....ho dei seri dubbi.
Grazie Giorgio spiegaci i tuoi dubbi
I miei dubbi derivano dal fatto che questo lamellare sta insieme non per la sua struttura ma per della colla....nel tempo non so quale effetto puo' dare....mai usato e non lo conosco....quindi solo pensieri all'aria nessun riscontro pratico.....magari ci avro' a che fare prima o poi....Big Grin
Dimenticavo finora i compensati precomposti li ho visti solo su barche di grande serie...ma li e' all'interno...........bho.Big Grin
Citazione:dinonicola ha scritto:
Però vorrei spiegare meglio il mio punto di vista, la mia posizione.
Io non sono contro i materiali sintetici anzi, mi fa impazzire positivamente la coperta degli Amel, sono il massimo della praticità. Quello che non mi fa impazzire è il desidero di avere qualche cosa e non potendolo avere se ne deve cercare il surrogato.
Un po' come comprarsi il Rolex falso o mettere i terminali in acciaio alla Autobianchi A112. Ho un piccolo barchino, perfetto fortunato me, nasce in un certo modo? Così deve rimanere.

Ho un piccolo barchino del 1969 con la coperta in teak vero, bellissimo ma tra un paio di anni sarà da rifare, ahimé costerà più del valore della barca però o la rifaccio originale con teak vero oppure vendo la barca oppure me la tengo così.

Non mi va di farmi pigliare per il posteriore da gente che spaccia un pezzo di gomma usando il nome 'TEAK', ma quale teak, ma quale abete, ma quale rovere: é un estruso polimerizzato di gomma del valore equivalente a ZERO venduto sentitè un po' sentite un po' per il 30% in meno del vero teak.

ma andassero a dar via 'e ciap

sulla parter evidenziata concordo in pieno il teak sintetico è esageratamente caro per quello che è... dovrebbe costare 5 volte meno... e in quel caso la discussione sarebbe ben diversa.., sul resto non concordo...

Il nostro amico ha il diritto di mettersi in ordine la sua barca come può ... e non lo fa per ingannare la gente che passa in banchina.. questo è il pensiero del 'velista modaiolo che va sempre a motore' mette il teak sintetico perchè gli piace e può permetterselo....
Secondo te dovrebbe tenersi la barca rotta o venderla come alternative???????

Io ho fatto e faccio gran parte dei lavori a bordo da solo... secondo te poichè non posso permettermi un cantiere dovrei vendere la barca?? Pensi che forse così facendo prendo per il posteriore le persone che passano in banchina alle quali faccio credere di essere ben più ricco di quello che sono?? mi suggerisci di esporre copia della denuncuia dei redditi?? (sarebbe comunque se la esponessero tutti moooolto interesssssanteBig GrinBig GrinBig Grin)

Io non riesco a comprendere questo diffuso pensiero qui sul furum molto S.NOB.. alla fine cerchiamo ognuno conni suoi mezzi di esercitare la propria passione
Non 'litigate' io ho semplicemente chiesto se qualcuno ha avuto modo di visionare toccare provare questo nuovo prodotto presentato da nord compensati che visto che non sono gli ultimi arrivati nel settore credo non abbiamo messo in vendita una schifezza. Curiosità che è aumentata dopo la telefonata che ho fatto oggi per conosce i prezzi .costa di più del teak !!!!

A riguardo della polemica nata a volte ci sono dei commenti fuori luogo considerato il contesto in cui sono scritti. Entrando nei porti vediamo barche da mille euro e altre da dieci milioni di euro quello che le accomuna ( spero ) e' la passione per il mare ma credo che comunque tutti meritino lo stesso rispetto anche perché non sempre la lunghezza della barca corrisponde alle possibilità dell'armatore ( ho amici molto benestanti che girano con banchine per loro scelta e altri che hanno barconi e non pagano le rate del leasing...)

Io da poco ho acquistato una vecchia barca non come ha scritto, poco simpaticamente un adv, perché non ho soldi ( che può essere anche vero....) ma perché con un piccolissimo budget ho acquistato una brutta solidissima barca (Giorgio l'ha definita uno scoglio....) e quello che non ho speso in barca è destinato ai progetti ambiziosi che spero di realizzare con Lei (la barca) con la quale ritirata il 3 luglio ho già percorso 1.500 miglia che sono convinto è la navigazione di anni per tanti navigatori da banchina.

Anch'io come te caro Dino amo le cose belle e se non posso permettemele ne faccio tranquillamente a meno ma ritengo ingiusto commentare con i 'vorrei ma non posso'... A proposito complimenti per la tua bella barca.
Ciao a tutti e bv io stanotte navigo....
Alberto
Avere definito una barca....uno scoglio...non ha nulla a che vedere con la domanda che hai fatto....spero di essere stato sufficientemente chiaro sul contesto del materiali del quale parlavi...che ho detto non conosco assolutamente.
Pagine: 1 2
URL di riferimento