I Forum di Amici della Vela

Versione completa: Cedro canadese per gli interni
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Pagine: 1 2
Salve!
Mi sono appena iscritto e vi pongo una domandina su questo tipo di legno per fare gli interni di uno Starry 26 appena preso. La barca non ha il controstampo e vorrei sfruttare lo spazio il meglio possibile senza esagerare ma fare un lavoretto semplice ed essenziale.
Stamattina ero da un mio amico che ha una rivendita di legname abbastanza conosciuto a Pisa e domandadogli quali tipo di legname potevano andare bene per questo tipo di applicazione lui mi ha caldamente consigliato il cedro canadese.
Avevo pensato di usare il compensato marino, classico per questi tipi di lavoro ma in effetti le caratteristiche del cedro sono a favore, leggerezza, mancanza di resina e di nodi, venatura dritta e lavorabilità eccellente e indifferente ai tarli.
Per finire mi consigli di lasciarlo al naturale o al limite trattarlo ad olio.
....Che mi dite?...
Il titolo parla di coperta, lo svolgimento degli interni!? ... cmq il tuo 'amico' ti ha anche detto cosa costa il cedro del Canada, notoriamente usato per fare le canoe per la sua splendida fibra e resistenza al acqua, verso un multistrato di mogano?

P.S. se lo riteni puoi cambiare il titolo selezionando l'icona 'Modifica Messaggio' nel primo. Big Grin
Scusate per la mancanza nella presentazione....fatto!!!
Allora i lavori sono per gli interni e i listelli da 20mm di spessore, quelli classici usati per le saune o coperture di tetti, me li mette intorno ai 40euro al mq.
Ho anche la possibilità di farmeli tagliare a metà per avere uno spessore di 10mm con un lato piallato.
Per risparmiare potrei farmeli tagliare a 10mm senza piallatura e rifinirli una volta montati.
... ma cosa faresti col cedro?
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
... e fatti un giro anche qui!
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
20 mm. di spessore, sono tanti, meglio 10mm....ma poi quanto sono larghi questi listelli???
E ancora non ci hai detto come li impiegheresti sugli interni della barca.SmileSmile
Questo cedro del Canada non lo conosco. Siamo sicuri che sia un legno resistente all'ambiente marino? Sulla tabella del RINA della durevolezza dei legni all'ambiente marino non lo trovo.
A parte il fatto che per gli interni è al chiuso e non dovrebbe soffrire troppo Per la leggerezza andrebbe bene lo spruce il più leggero di tutti, ma il costo? Di solito i legni che si prestano ad essere incollati e pitturati sono quelli che resistono meno.
Caro Rurik hai pescato proprio la foto della barca che ho preso!
Naturalmente opterei per uno spessore di 10mm....pensavo di fare il sotto della coperta per coprire tutti i bulloni delle attrezzature, poi a prua, visto che sono a contatto diretto con lo scafo, di rivestire le murate e creare qualche vano portaoggetti.
Diciamo che lo userei per fare parte dell'arredamento interno alternato al compensato marino a seconda delle esigenze.
Il mio amico rivenditore mi ha detto che come peso specifico va intorno ai 200kg il metro cubo, se non ho capito male, dopo questo come leggerezza si passa alla balsa, per lo spruce non mi ha detto niente, forse perchè non è un conoscitore di barche.
Come ho detto il prezzo si aggira intorno ai 40euro il mq.
Per le misure precise ora non ho sotto mano i pezzetti che mi ha dato come esempio ma lui ha anche travi grezzi dai quali ricavare pezzi di misure maggiori. Appena sono a casa vi dico le misure standard che usa per fare le saune e le coperture dei tetti.
Per la verniciature lui me lo ha sconsigliato dicendomi di lasciarlo al naturale, come nelle saune o per uso esterno, o al limite trattarlo con un olio per legni.
il southernwind 100 (piedi) usa proprio il cedro canadese per i propri interni, che tra l'altro ha (il cedro) un gradevole profumo che mantiene l'ambiente sempre 'salubre e piacevole'.
Citazione:esponenziale ha scritto:
Caro Rurik hai pescato proprio la foto della barca che ho preso!
Naturalmente opterei per uno spessore di 10mm....pensavo di fare il sotto della coperta per coprire tutti i bulloni delle attrezzature, poi a prua, visto che sono a contatto diretto con lo scafo, di rivestire le murate e creare qualche vano portaoggetti.
Diciamo che lo userei per fare parte dell'arredamento interno alternato al compensato marino a seconda delle esigenze.
Il mio amico rivenditore mi ha detto che come peso specifico va intorno ai 200kg il metro cubo, se non ho capito male, dopo questo come leggerezza si passa alla balsa, per lo spruce non mi ha detto niente, forse perchè non è un conoscitore di barche.
Come ho detto il prezzo si aggira intorno ai 40euro il mq.
Per le misure precise ora non ho sotto mano i pezzetti che mi ha dato come esempio ma lui ha anche travi grezzi dai quali ricavare pezzi di misure maggiori. Appena sono a casa vi dico le misure standard che usa per fare le saune e le coperture dei tetti.
Per la verniciature lui me lo ha sconsigliato dicendomi di lasciarlo al naturale, come nelle saune o per uso esterno, o al limite trattarlo con un olio per legni.

Lo starry 26 è un bel barchino leggero e veloce
però all'interno l'abitabilità è quella che è (è stata la mia prima barca). ti sconsiglio di fare i cielini. Essendo bassa di tuga , viene fuori l'effetto 'bara' soprattutto se non vernici il legno di bianco.
WinkWink
BV
La mia dentro era così (lo è tutt'ora)
Ma hai l'albero poggiato in coperta?

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
In primis va detto che se hai un amico disponibile per farti dei listelli e prepararti il legname sei già fortunato! In genere considerando quanto poco materiale va nel allestimento di una barca piccola, si fatica a trovarlo senza dover acquistare fogli da 5'x8/10' (125x250/305) o tavole da lavorare ne faresti tre di barche.
Come finitura io fare una poliuretanica trasparente che dura anni senza deteriorarsi (scurirsi, macchiarsi etc).
BuonLavoro
Citazione:Rurik ha scritto:
In primis va detto che se hai un amico disponibile per farti dei listelli e prepararti il legname sei già fortunato! In genere considerando quanto poco materiale va nel allestimento di una barca piccola, si fatica a trovarlo senza dover acquistare fogli da 5'x8/10' (125x250/305) o tavole da lavorare ne faresti tre di barche.
Come finitura io fare una poliuretanica trasparente che dura anni senza deteriorarsi (scurirsi, macchiarsi etc).
BuonLavoro

Quoto!!!Smile
200 KG. al Metro cubo? Ah! AH! AH! Il peso specifico del legno è un'opppppinione.-
No direi piuttosto 400- 450 kg/mc , ma rimane sempre tra i più leggeri ed il migliore compromesso tra robustezza e leggerezza. molti scafi in streap planking sono fatti in cedro rosso. Comunque é un legno bellissimo che fa un odore eccezionale. Io gli darei solo un po' d'olio.
Per il peso specifico mi sono attenuto a cosa mi ha detto il mio amico, cmq nessuno ti vieta di illuminarmi sul ps reale visto che ho sbagliato opinione.....
Tornando ai lavori i listelli presi come esempio le misure sono 85x20x60 ma come lunghezza posso averle maggiori.
L'albero non e' passante...per quanto riguarda la tuga non volevo usare il cedro ma una copertura piu' fine proprio per non abbassare troppo la vivibilita' e cmq giustamente finita con vernice bianca.
Il lavoro mi serve per migliorare l'ambiente, sfruttare al meglio gli spazi e per isolarlo termicamente.
Per la lavorazione del legname ho gli attrezzi necessari e un po di esperienza.
L' idea era quella di montare la copertura delle murate e finirlo una volta messa in opera!
Fatta chiarezza di cosa farai, con cosa lo farai ... quali sono a questo punto le info che ti possono servire?
Citazione:esponenziale ha scritto:
Cut...
Per la lavorazione del legname ho gli attrezzi necessari e un po di esperienza.
L' idea era quella di montare la copertura delle murate e finirlo una volta messa in opera!

Personalmente preferisco lavorare a rovescio...
cioè preparo tutto il necessario e lo presento in opera fissandolo provvisoriamente in qualche modo... mi prendo i vari riferimenti... smonto tutto e rifinisco tutto al tavolo... (molto più comodo) alla fine rimonto il tutto e se proprio c'è da fare qualche ritocchino si fa... ma lavorare dentro una barca già piccola di suo... tagliare... scartavetrare... limare... polvere che va dappertutto... pulire... lucidare... verniciare... naaaa...!!! non si fa....!!! Big GrinBig GrinBig Grin
E' naturale che non lavorerò dentro la barca per fare il tutto!
Quello che intendevo è naturalmente la preparazione dei listelli a misura sarà fatta fuori, poi una volta montato il rivestimento l'unico lavoro da fare sarà solo quello di levigare e pareggiare le attestature dopodichè un trattamento ad olio visto le caratteristiche del legno.
Una mano di poliuretanica bloccherebbe il bello di questo tipo di legno!
Rurik per le info volevo sapere se il mio amico mi avesse consigliato un legno idoneo per fare gli interni della barca e se il prezzo di 40euro il metro quadro è buono o esistono alternative migliori sia come qualità e come prezzi.
Poi naturalmente visto lo scafo qualsiasi consiglio su come operare per fare il lavoro è sempre bene accetto!!
Citazione:esponenziale ha scritto:
Una mano di poliuretanica bloccherebbe il bello di questo tipo di legno!
Rurik per le info volevo sapere se il mio amico mi avesse consigliato un legno idoneo per fare gli interni della barca e se il prezzo di 40euro il metro quadro è buono o esistono alternative migliori sia come qualità e come prezzi.
Poi naturalmente visto lo scafo qualsiasi consiglio su come operare per fare il lavoro è sempre bene accetto!!
Christin, il cedro è idoneo e come ti confermeranno altri, il legno è un opinione.
Feci un lavoro con del larice lavorato a perlina: pensai è Austriaco!
Negli ultimi pacchi, alcune tavole 'avevano ancora le foglie'!
Il prezzo è buono nella misura in cui il legno è buono Smile Un amico costruisce canoe in cedro rosso del canada: lo compra dal Magnino che probabilmente è il più costose che conosca ma ... mentre di altri fornitori deve scartare il 40% dei listelli con lui NON SCARTA NULLA!
Ti ripeto: 'SEI GIA' FORTUNATO AD AVERE UN AMICO CHE TI PREPARA IL LEGNO'. Un consiglio poi su come operare? Qui caschi male perché io consiglio sempre: na lavada na sugada la par nanca duperada!
Dopo quattro anni che ho il RURIK non ho ancora deciso cosa mi serve.
Naviga, usala e magari vedi che va bene così: troppi ne ho conosciuti che la barca l'anno tenuta più a terra che in acqua così. Meditate gente, meditate!

PS: ma io mi riferivo alla Poliuretanica trasparente, l'alternativa al olio che si presenta esattamente identica ma dura più a lungo.
Ho la passerella in cedro del libano, fatta su consiglio del falegname.
Leggera, resistente e insensibile all'acqua di mare.
Dopo anni è perfetta, anche se quando non in uso se ne sta in falchetta a prua esposta ad ogni onda.
Pagine: 1 2
URL di riferimento