I Forum di Amici della Vela

Versione completa: Sempre sto azz di frigo.....
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Pagine: 1 2 3
Scusate la petulanza.....Blush.
Ho sempre problemi con sto frigo.
In effetti mi sono chiesto se per caso non fossi io il puntiglioso.
Ora:
I problemi elettrici di cui sopra 'http://forum.amicidellavela.it/showthread.php?tid=88707' li ho risolti.
Il problema ora è che non raffredda come vorrei e rimane quasi sempre attaccato.
L'evaporatore montato è quello chiuso (modello S1)
Brina solo nella parte finale.
Sta acceso per 4' (quando parte va oltre i 7 A per poi stabilizzarsi sui 6.4A) e si spegne per 1'.
In questo modo mi disfa le batterie in men che non si dica (2 servizi da 70 A in parallelo).
La centralina (quella del Danfoss bd35) è settata per 3000 giri.
Quando parte l'evaporatore fa un rumore piuttosto forte come di bolle.
Fermo restando che la coibentazione del vano non è delle migliori, potrebbe essere troppo carico di gas?
Chi ci capisce è bravo.......e magari mi da una dritta Wink.
Potrebbe essere o troppo carico o poco carico.
propendo per il troppo scarico.
frigorista necesse.
Troppo o poco carico mi fa pensare che ci hanno gia' messo le mani e allora
potrebbe essere di tutto.
Segui bene:
se veramente 'brinasse' solo sulla parte finale la tubazione di ritorno e la
base del compressore sarebbero ugualmente brinati probabilmente il refrigerante
arriverebbe ancora liquido al compressore danneggiandolo.
Cio potrebbe essere dovuto solamente ad un evaporatore danneggiato e
schiacciato dopo i tre quarti del suo percorso pertanto l'espansione del refrigerante avviene appunto dopo tale strozzatura e continuerebbe sul tubo di aspirazione e nel carter
del compressore.
Permettimi di pensare che forse hai scambiato la fine con l'inizio dell'evaporatore
e allora il discorsco cambia.
Dovresti anche specificare il volume del frigo...70 lt e' un conto...150 ovviamente
e' tutt'altra cosa...
Cosi' a distanza e' difficile fare una diagnosi sicura ma se fosse solo scarico
a 3000 g/m il BD35F dovrebbe assorbire un pochino meno quindi propenderei
per scarico si ma con incondensabili nel circuito (aria) che fanno salire l'assorbimento.
In ogni caso non e' cosa che puoi fare da solo...altrimenti non facevi queste domande
Pero' una cosa la puoi fare:
NON rivolgerti allo stesso che lo ha installato o riparato
Da ciò che riporti sembrerebbe proprio scarico. Unica soluzione un frigorista serio. Segui i consigli che ti hanno già dato.
Da quanto dici sarei anch'io propenso allo 'scarico'ed inoltre non mi meraviglierei ci fosse umidità nel circuito.Come consigliato,trovati un buon frigorista e chiedili che ti faccia non una aggiunta di gas,ma che vuoti il circuito e lasci sotto vuoto il tutto per una buona decina di minuti (più la pompa vuoto rimane attaccata,e meglio è...)poi una volta fatta la carica,controlla che anche l'inizio del tubo di ritorno gas al compressore sia ben freddo.Assicurati anche che il bulbo del termostato sia ben in contatto con l'evaporatore,e nel dubbio fai mettere un pò di mastice conduttore all'alluminio. B.V.
Grazie ragazzi.
Oggi vado con un frigorista (come da consigli uno nuovo Wink)in loco.
Probabilmente seguirò i Vs. consigli.
Quindi svuotamento, sottovuoto per circa 10 min e ricarica.
Piuttosto qualcuno sà quanto gas và all'interno del circuito?
Grazie a tutti come al solito.
Domani aggiorno (per la cronaca e per futura memoria)....Smile.
Sulla targhetta identificativa del frigo,dovrebbero essere indicati i grammi e il tipo di refrigerante.Comunque il frigorista sà sicuramente come procedere,sia attraverso i manometri,che 'palpando' il tubo di ritorno.Buon lavoro! B.V.
Scusate se mi intrometto, ma anche io ho +- lo stesso problema.
Il gruppo compressore e' lo stesso con lo scambiatore furoi scafo, ma il frigo a pozzetto e' forse piu' grande (150/180 lt.).
L'evaporatore mi sembra funzioni bene perche' fa una patina di ghiaccietto su tutta la superficie e anche sul tubo di ritorno (anche se questo e' coibentato).
Ogni tot ore parte una procedura di sbrinamento automatico che dura circa 20min. e l'evaporatore torna ad essere pulito.
Il problema e' che non mi scende sotto una certa temperatura o almeno quella che e' segnalata dal sensore posizionato abbastanza in alto (diciamo 10 gradi). Io lo ho impostato con un delta di 3 gradi e quindi a 14 gradi riparte.
Ho l'impressione che sta quasi sempre attaccato e che mi butta giu' le batterie troppo rapidamente.
Quali verifiche posso fare ?

Thanks
non sono un frigorista ma una domanda te la faccio:
l'evaporatore quanto è grande?
domanda dovuta al fatto che ho visto celle enormi con evaporatori risibili e consumi abnormi.
sostituito l'evaporatore con uno più grande..voilà..
poi bisogna controllare il tempo di risalita della temperatura interna,se troppo rapida
la coibentazone è insufficente.
ricordo per chi non avessa mai letto che ho fatto una coibentazione aggiuntiva di 3cm di poliuretano
perdendo 40lt di capienza ma riducendo i consumi del 50%.se vi par poco...

ps:l fatto che il tubo ti ritorno sia ghiacciato mi fà pensare ad una eccessiva carica di gas.
Ciao Andros e grazie della risposta.
Allora la cella e' grande ed e' divisa in due parti separate da una parete fina di acciaio con alcuni fori (2 in alto e 2 in basso) da 5 cm di diametro circa.
In sostanza la prima cella fredda, cioe' quella che contiene l'evaporatore, la utilizzo per tutto cio' che richiede piu' freddo (bevande, carne, ecc.) e quella adiacente meno fredda per frutta, verdura ecc.
L'evaporatore e' fatto a forma di U e diciamo si sviluppa su una superficie di circa 70/80 cm. in lunghezza per circa 20 cm. in altezza.
Piu' grande di cosi' diciamo che non ci starebbe.

Tu dici che potrebbe essere troppo carico di gas. E' un problema? Quali conseguenze porta?
Sulla coibentazione in effetti potrei avere qualche dubbio anche se la cassa di acciaio e' tutta coibentata sul lato esterno da 2-3 cm. di poliuretano. Forse sugli angoli puo' mancare qualcosa.
La coibentazione aggiuntiva che tu hai fatto, da quanto capisco, e' stata realizzata all'interno della cella? Giusto?
Quanto dovrebbe essere un tempo congruo di risalita della temperatura interna?

Thanks
Non è facile,Smariani stabilire un tempo 'congruo'di risalita della temperatura,e la risposta te la dà Andros,che non sarà un frigorista, ma di frigo se ne intende...!Il tempo di risalita,e la percentuale di attacco/stacco del frigo dipende moltissimo dall'isolamento (spessore,tipo dell'isolante e assenza di fattori degenerativi quali acqua al suo interno,etc.)per esempio io avevo un frigo a pozzetto di circa 95 lt.,lo spessore dell'isolamento era di 60mm.in poliuretano espanso a cellula chiusa,e in queste condizioni non ho mai avuto necessità di tenere il frigo acceso di notte.Spegnevo tutto quando mi coricavo e al mattino mi bastava una mezz'oretta di motore per riequilibrare il tutto.Come percentuali di stacco/attacco eravamo tra il 50/55% e come vedi sono percentuali presenti nei frigo casalinghi anche di ultima generazione.Tornando a bomba,il suggerimento di Andros mi sembra più che valido:esamina bene il tuo frigo e vedi se puoi aumentare l'isolamento.Sono certo che non te ne pentirai,anche se dovrai magari fare la spesa due volte invece di una,perchè avrai ridotto il volume interno(che se poi fosse fattibile l'aumento esterno...) B.V.
Mariani, se le misure che hai riportato sono giuste, una piastra da 70/80x20 cm su una cubatura di 150/180 lt. è sicuramente insufficiente. Pensa che posseggo un frigo portatile da 40 lt. con compressore ecc ecc. che all'interno monta una piastra ad U che sviluppa la stessa superficie da te indicata. Il frigo è superefficiente (dopo due ore di funzionamento bibite molto fredde) ed il consumo basso. Quindi il tuo problema, secondo me, sta in questa sproporzione.
Verifica il tipo di gas usato dal compressore, dovrebbe essere R134A, compra un termometro da congelatore 5/6euro e verifica la temperatura dell'evaporatore dovrebbe stare tra -21 e -24.
Verifica il tubo di ritorno al compressore se presenta brina significa che c'è troppo gas, considera che sulla bassa pressione devi avere 0,17-0,60 bar per ottenere una temperatura all'evaporatore di -23 / - 15 *C
P.S. Ti costa meno acquistare bomboletta da 1kg di gas e manometro con fustella che chiamare uno dei tanti frigoristi improvvisati
Fatto il lavoro con il frigorista. Ora il frigo raffredda. L'ho lasciato acceso e stasera torno per vedere che succede.
Il tubo di ritorno al compressore era freddo ma non brinava (ieri) stasera controllo.
Abbiamo fatto il vuoto per circa 20 min. poi caricato il gas e fatto partire.
Quindi sembra funzionare.
L'unico problema ora è il termostato che pare non funzionare.
A 0 non spegne, in più non fa tic.
Magari era perchè il frigo non era ancora abbastanza freddo (anche se mi sembra na strunzata).
Belin sto frigo sembra un progetto della Nasa.......
Nanni,mi sembra strano che mettendo la manopola del termostato sullo 0,il compressore non si arresti.Se così fosse,il termostato và sostituito.Smontalo e con il campione in mano vai dai ricambisti di frigoriferi domestici e lo pagherai pochi euro.Attenzione nel rimontarlo a non sollecitare troppo il bulbo capillare,per non correre il rischio di scaricare il gas contenuto all'interno.Assicurati anche di isolare bene il tubo di ritorno,per evitare il gocciolamento quando il compressore è fermo.Buon lavoro e B.V.
Citazione:Akhenaton69 ha scritto:
Mariani, se le misure che hai riportato sono giuste, una piastra da 70/80x20 cm su una cubatura di 150/180 lt. è sicuramente insufficiente. Pensa che posseggo un frigo portatile da 40 lt. con compressore ecc ecc. che all'interno monta una piastra ad U che sviluppa la stessa superficie da te indicata. Il frigo è superefficiente (dopo due ore di funzionamento bibite molto fredde) ed il consumo basso. Quindi il tuo problema, secondo me, sta in questa sproporzione.

Oggi ho verificato meglio le misure del pozzetto frigo.
Diciamo che l'intero pozzetto dovrebbe essere di circa 110 litri.
Il tutto diviso in due pozzetti adiacenti, uno con l'evaporatore (del quale confermo le misure) da 60 lt. e uno senza evaporatore da 50 lt.
Detto questo confermo che il tubo di ritorno dall'evaporatore fa la brina fino al compressore.
Thanks
Smariani-se fà brina fino al compresore è troppo carico e il compressore forza.
a suo tempo dopo una carica il frigorista mi consigliò se mai il ritorno gelasse fuori del frigo
di togliere un poco di gas 'mi raccomando!poco!un pst brevissimo alla volta e vedi' non un pssssst!
non ce ne fu bisogno ma se credi..

allora tornando all'isolamento 3 cm sono lo standard di celle scrause.
nelle celle serie almeno 5cm.
se il frigo (carico e con un buon raffrescamento) và 30' l'ora è troppo poco l'isolamento.
20'ora è già meglio
15'ora è un ottimo risultato.
valuta se è possibile un riporto di 23 cm di isolamento
ad esempio se hai problem di volumi:3 cm sul fondo e attorno fino a metà frigo poi magari 2cm a risalire.
sarebbe già un buon compromesso.
un buon isolamento sarebbe dai 6 ai 10cm ma non sempre è possibile.
se credi posso consigliartiillustrarti come ho fatto io ma in seguito,al mio ritorno
che in giro non sempre riesco a collegarmi.
Citazione:tanza ha scritto:
Nanni,mi sembra strano che mettendo la manopola del termostato sullo 0,il compressore non si arresti.Se così fosse,il termostato và sostituito.Smontalo e con il campione in mano vai dai ricambisti di frigoriferi domestici e lo pagherai pochi euro.Attenzione nel rimontarlo a non sollecitare troppo il bulbo capillare,per non correre il rischio di scaricare il gas contenuto all'interno.Assicurati anche di isolare bene il tubo di ritorno,per evitare il gocciolamento quando il compressore è fermo.Buon lavoro e B.V.
tutto dipende.
il mio se non ragginge una temperatura adeguata si comporta così,poi
arrivato vicino alla temperatura programmata lo posso spegnere ruotando verso lo zero.normale direi.
diciamo che è un termostato mal tarato di default.
il mio va da 0 a 7 se dovessi impostarlo a 4 non si fermerebbe mai ghiacciando tutto
a 2 il prosecco è perfetto ma se il motore a quell'impostazione parte per spegnere devo disattivarlo.abbassarlo semplicemente non s'arresta.
normale;dico io.Wink
Citazione:Akhenaton69 ha scritto:
Mariani, se le misure che hai riportato sono giuste, una piastra da 70/80x20 cm su una cubatura di 150/180 lt. è sicuramente insufficiente. Pensa che posseggo un frigo portatile da 40 lt. con compressore ecc ecc. che all'interno monta una piastra ad U che sviluppa la stessa superficie da te indicata. Il frigo è superefficiente (dopo due ore di funzionamento bibite molto fredde) ed il consumo basso. Quindi il tuo problema, secondo me, sta in questa sproporzione.

vero.una piastra anche sovradimensionata è meglio.
la mia 100x25 su 7080lt e frigola da dio.Big Grin
Pagine: 1 2 3
URL di riferimento