I Forum di Amici della Vela

Versione completa: alternatore - caricare bene le batterie camper
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
So che é un pò OT, ma l'impianto elettrico di una barca é parente di quello di un camper e so che alcuni armatori sono stati anche camperisti.
La mia figlia 'di mezzo', insieme al suo fidanzato vogliono trasformare un furgone cassonato in camper.

Ciò premesso, ho promesso di regalare loro le batterie per i servizi, ed ho cercato anche di spiegare, che il solo alternatore del mezzo quelle batterie (due da 180 AGM) non le caricherà mai bene e che si dovranno dotare di un caricabatterie intelligente tipo quelli che si montano in barca che farà lavorare al massimo l'alternatore e manderà alle batterie la corrente giusta per una corretta ricarica.
Velocemente ho sondato dei forum camperistici sull'argomento, ma mi é parso che i colleghi siano meno sensibili all'argomento di quanto lo siamo noi.
Qualcuno ha delle esperienze e suggerimenti da segnalarmi?
Parlo di come impostare l'impianto e quale apparecchiatura installare.
Grazie!!!
la poca sensibilità che hai trovato è dovuta al fatto che il camperista medio è come il diportista medio: si sposta da un'area attrezzata all'altra (leggi porti nel ns caso) con rarissime e spesso obbligate brevi soste in luoghi non serviti da acqua e corrente

quindi non ha necessità di grandi autonomie

il mio migliore amico ha il camper e ha 1 batteria servizi, forse da 100 A, non di più. gli ho chiesto perchè non mette pannelli solari (il tetto sta lassù a sporcarsi) e la risposta è: cosa me ne faccio?

diverso il discorso di chi vuole essere indipendente, allora entra in gioco il ragionamento e gli scrupoli che ti fai tu Wink
io sono di un'altra idea.

ho il camper e lo uso (mediamente 12.000 km./anno), non vado mai in campeggio, ovvero raramente in aree attrezzate, e non mi attacco mai alla 220.

ho batteria motore, alimentata dall'alternatore, e due batterie servizi al gel da 120 Ah alimentate solo da 2 pannelli solari da 100 W cad., oltre che dalla 220 (alimentatore e centralina appositi) che come ho detto non allaccio (da oltre 2 anni ..)

ovviamente il frigo è trivalente e nelle soste durante i viaggi va a gas

mai avuto problemi di energia, anche in viaggi e soste lunghe

l'autonomia, per due persone, è data da una sosta per reimbarcare 150 litri d'acqua e vuotare i serbatoi di recupero (anche wc), il che si può fare agevolmente anche in un distributore di carburante attrezzato

Luciano
Luciano (Andante) ti sbagli, le batterie caricate dall'alternatore motore si caricano eccome e non dare retta ai velisti 'viziati' che pretendono di poter caricare una banco batteria da 400 Ah in un ora di moto con i caricabatteria intelligenti e che poi dopo qualche tempo si accorgono di aver buttato i soldi e a volte sono pure costretti a smontarli perchè danno problemi e distruggono le batterie....Smile

L'unica cosa che mi sento di consigliare al ragazzo è eventualmente di sostituire l'alternatore (se di bassa potenza) con un alternatore più grande cercandolo da uno sfasciacarrozze e utilizzare un pannello solare che fa sempre bene
Lucianodb, secondo te i due pannelli da 100W sono sufficienti per tenere belle cariche le due batterie?
Hai un solo regolatore MPPT oppure uno per pannello?
Grazie per le info, non vorrei che spendessero male i loro soldi o, peggio, rovinassero le cose che hanno con un uso malaccorto!
Ho avuto anche io un camper e mi sono divertito a girare Austria, Grecia, Turchia, Francia e Spagna, poi il traffico è impazzito anche là , ho venduto il Camper e mi sono dedicato solo alla barca.

Il Camper non è simile alla barca a vela ma più al motoscafo, infatti si viaggia molto e sempre con il motore acceso per cui qualsiasi alternatore carica alla grande, inoltre il frigo, maggior consumatore come anche in barca, è alimentato dalla batteria solo quando il motore gira (molti hanno il blocco a motore spento) altrimenti vanno a gas o con la 220.

Anche la stufa invernale è a gas con il solo consumo del ventilatore, non ci sono luci di via o di ancoraggio con motore spento, nessun autopilota divoratore di corrente, restano quattro lucette che, tenuto conto che d'estate, quando si usa di più il camper c'è poca notte, la batteria sostiene allegramente.

Con una sola batteria servizi da 80 AH mai avuto problemi!

Big GrinBig GrinBig Grin
Lo sapevo che dovevo chiedere qui!!!
Quindi, in sostanza:
- cercare un alternatore più potente, magari rigenerato;
- dotarsi sicuramente di un ripartitore di carica 'banale' per mandare la corrente generata ai due banchi;
- mettere i pannelli sul tetto (anche a basso costo) tanto di superficie ce n'é, e dotarli di un regolatore serio (mppt?)
- montare frigo trivalente.

I due pazzi stanno partendo da una scatola vuota e vogliono farsi tutto loro!!!
Citazione:andante ha scritto:


I due pazzi stanno partendo da una scatola vuota e vogliono farsi tutto loro!!!

Ocio che ho sentito da amici che volevano fare questa operazione che ultimamente l'omologazione da autocarro a camper non è più uno scherzetto.....soprattutto se si aprono finestre, boccaporti etc. etc.......dì che si informino prima di spenderci lavoro e denaro.
Citazione:albert ha scritto:
Citazione:andante ha scritto:

I due pazzi stanno partendo da una scatola vuota e vogliono farsi tutto loro!!!
Ocio che ho sentito da amici che volevano fare questa operazione che ultimamente l'omologazione da autocarro a camper non è più uno scherzetto.....soprattutto se si aprono finestre, boccaporti etc. etc.......dì che si informino prima di spenderci lavoro e denaro.

So che sono informati sul tema.
Tra poco vanno in Spagna con targa ed assicurazione provvisoria, poi colà lo immatricoleranno (hanno lì la residenza).
Pare che in Spagna sia più facile fare queste operazioni ......

E speriamo bene......
Grazie Albert per la segnalazione, ti leggeranno!
Citazione:lucianodb ha scritto:
io sono di un'altra idea.

ho il camper e lo uso (mediamente 12.000 km./anno), non vado mai in campeggio, ovvero raramente in aree attrezzate, e non mi attacco mai alla 220.

la classica eccezione che conferma la regola Big Grin


x luciano

visto come stanno le cose EVITO di fotografarti il camion 4x4 da deserto e attrezzato per viverci, che è sempre parcheggiato nelle vie dell'isolato in cui lavoro, non vorrei che i 2, già facili al viaggio, esagerassero Wink

ma quel camion è uno spettacolo, ci andrei al bar la domenica Cool
Citazione:marbr ha scritto:
Citazione:lucianodb ha scritto:
io sono di un'altra idea.
ho il camper e lo uso (mediamente 12.000 km./anno), non vado mai in campeggio, ovvero raramente in aree attrezzate, e non mi attacco mai alla 220.
la classica eccezione che conferma la regola Big Grin

x luciano
visto come stanno le cose EVITO di fotografarti il camion 4x4 da deserto e attrezzato per viverci, che è sempre parcheggiato nelle vie dell'isolato in cui lavoro, non vorrei che i 2, già facili al viaggio, esagerassero Wink

ma quel camion è uno spettacolo, ci andrei al bar la domenica Cool

Se lo sa Arianna viene subito a vederlo!

Eccolo, mannaggia a Marco:

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

intrigante da matti!
chiamato in causa, eccomi:

sul mio camper ci sono 3 batterie: una motore (nel cofano) caricata solo dall'alternatore, è una batteria da 100 Ah e serve oltre che per l'avviamento per la uscita/risalita degli scalini (elettrici) che non possono rimanere 'estratti' col camper in movimento. Aziona anche il frigo quando si viaggia (motore in moto soltanto)

le 2 batterie servizi da 120 Ah l'una sono sotto il pianale, e NON sono (che io sappia) collegate all'alternatore. Sono invece alimentate dalla presa esterna 220 V e dai pannelli solari.

Di fatto, solo dai pannelli solari perchè da 2 anni l'alimentatore a 220V non funziona e non ho trovato il tempo per guardarci. (la 220V la uso solo a casa, per raffreddare il frigo prima della partenza)

bisogna dire che le batterie servizi servono soltanto per le luci interne, per la ventola del riscaldamento (a gas), per l'inverter (quando usato per piccole utenze tipo computer o telefonini) e per la pompa autoclave.

i due pannelli da 100 W l'uno sono più che sufficienti, il mio camper è parcheggiato in giardino (in pieno sole) quando non usato.
Credo che il regolatore sia unico (vedo un'unico dispositivo collegato alla centralina utenze)

***

altre info, più dettagliate, a richiesta.

consiglio di contattare un buon installatore di questi apparati: saprà dare i migliori consigli, vedere anche i siti dei camperisti.

Buon Viaggio ai ragazzi !!!

Luciano (db)
URL di riferimento