I Forum di Amici della Vela

Versione completa: Nuovo trimarano
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
vorrei se riesco esternare questa mia filosofia
io non sto realizzato una barca da regata , ho voluto costruire una barca da crociera che avesse le caratteristiche di :
essere carrellabile quindi leggera (il trimarano non ha zavorra )
poter essere costruita da una persona da sola in tempi accettabili a(marzo sono 4 anni che ci sto lavorando )
Per forza di cose la scelta è andata sui materiali compositi e su uno scafo a spigolo
le uniche parti in legno sono il tambucio , la scala e il rivestimento in teak all'interno ,
a parte il pajolato che in realta sono poche strisce lunghe 3 metri il resto è amovibile e quindi sostituibile in qualsiasi momento con qualcosa di più leggero .
Per contro il legno da quel calore e senso di casa che il composito non ha ed è molto più rapido da costruire .
E' un po come il cruscotto in radica su una macchina super tecnologica non serve a nulla tranne a ricordarci che siamo umani.
(05-12-2017 01:17)cormax66 Ha scritto: [ -> ]vorrei se riesco esternare questa mia filosofia
io non sto realizzato una barca da regata , ho voluto costruire una barca da crociera che avesse le caratteristiche di :
essere carrellabile quindi leggera (il trimarano non ha zavorra )
poter essere costruita da una persona da sola in tempi accettabili a(marzo sono 4 anni che ci sto lavorando )
Per forza di cose la scelta è andata sui materiali compositi e su uno scafo a spigolo
le uniche parti in legno sono il tambucio , la scala e il rivestimento in teak all'interno ,
a parte il pajolato che in realta sono poche strisce lunghe 3 metri il resto è amovibile e quindi sostituibile in qualsiasi momento con qualcosa di più leggero .
Per contro il legno da quel calore e senso di casa che il composito non ha ed è molto più rapido da costruire .
E' un po come il cruscotto in radica su una macchina super tecnologica non serve a nulla tranne a ricordarci che siamo umani.

Capisco perfettamente. Quel legno renderà la barca più umana e vivibile, ma tanto poi quando navigherai in confronto agli altri sarai sempre un marziano!!
ho iniziato il supporto del timone è solo puntato devo terminarlo
Timone a sbalzo sullo specchio di poppa??
Non è proprio a sbalzo tocca sul lato inferiore e posteriore , in realtà è lo specchio di poppa a stare 300 mm dentro lo scafo
in questo modo si crea una spiaggetta di poppa comoda per salire e il timone sta esattamente fuori dallo scafo , sul progetto originale dello scafo c'era una v da creare sulla poppa per far girare il timone di +/- 45 gradi , ma come idrodinamica era un obrobrio e quindi l'ho modificato .
spero che dalla foto si capisca il perchè del supporto fissato allo specchio
Io avrei forato ( foro circolare) la spiaggetta facendo passare solo l'asse di rotazione della pala del timone che avrei infilato in due femminelle in acciaio avvitate/incollate allo specchio di poppa. La pala disegnata per stare sotto la carena a sfiorare la stessa. ti saresti risparmiato la costruzione del supporto scatolato. Però se hai l'esigenza di tirare su la pala del timone , allora...
Credo che il taglio a V nello scafo non sarebbe stato così male. Considera che a 10/12 nodi sei praticamente in planata fissa e l'acqua non ti rientra dalla svasatura. Ti tocca iniziare a ragionare sulle velocità medie di un tri di 9 metri. Per esempio tanti spruzzi e tanto spray
(06-12-2017 23:17)Mario Falci Ha scritto: [ -> ]Io avrei forato ( foro circolare) la spiaggetta facendo passare solo l'asse di rotazione della pala del timone che avrei infilato in due femminelle in acciaio avvitate/incollate allo specchio di poppa. La pala disegnata per stare sotto la carena a sfiorare la stessa. ti saresti risparmiato la costruzione del supporto scatolato. Però se hai l'esigenza di tirare su la pala del timone , allora...

concordo che la V da eventualmente tagliare é ininfluente ma anche un timone più lontano dal centro di deriva ha i suoi vantaggi, tipo si può fare un po più piccolo

così come una scatola timone carenata si può fare basculante
sono scelte, meglio quelle semplici penso
fare il timone basculante è stata una scelta obbligatoria quindi ho preferito spostare il timone verso poppa,
tagliare la poppa con una v l'ho scartata dal primo momento
a me sembra una discreta soluzione anche se indubbiamente c'è qualche pezzo in più da fare
Comunque sono tutte operazioni realizzabili nel caso nascano problemi non so ancora di che tipo.
Vorrei fare il timone in modo da poterlo compensare leggermente, ho disegnato una soluzione mi sembra decorosa e in caso di urti fa ruotare il timone se riesco posto un immagine
se posso, timone basculante non lo puoi utilizzare in acque basse, cioé lo alzi si ma non timoni più

mentre se lo fai a baionetta puoi alzarlo quanto basta per il fondale e avere ancora un minimo di timone utilizzabile

la cassa della baionetta dietro può essere chiusa con una cimetta che in caso di significativo impatto salti via e basculi il timone. la realizzazione mi sembra anche più semplice del timone basculante
sono perfettamente d'accordo con te
posto una immagine in modo che possiate vedere quello che vorrei realizzare
immagine
ho disegnato uno snodo negli agugliotti , la parte di sotto può lasciare girare il timone in caso di urto e nello stesso tempo hai il timone a baionetta che puoi usare in acqua bassa, sepero si capisca nell'immagine
io augugliotti così non ne ho mai visti
ma si capisce perfettamente
Ma come bascula?
comunque il timone così non può essere compensato
non credo ci siano molte alternative per compensare un timone a baionetta che non mettere gli agugliotti di fianco alla scatola, lo scotto da pagare é una limitazione dell'escursione tanto maggiore quanto più compensata é la pala
D'altro canto le barche veloci spostano il timone di pochi gradi
[Immagine: 60b6d8214fa59c33f177d7c1041af55f.jpg]
(07-12-2017 17:12)marcofailla Ha scritto: [ -> ]comunque il timone così non può essere compensato
non credo ci siano molte alternative per compensare un timone a baionetta che non mettere gli agugliotti di fianco alla scatola, lo scotto da pagare é una limitazione dell'escursione tanto maggiore quanto più compensata é la pala
D'altro canto le barche veloci spostano il timone di pochi gradi
[Immagine: 60b6d8214fa59c33f177d7c1041af55f.jpg]
E se facessi due scatole? che tengono il timone in mezzo, in modo da compensarlo?
io avrei pensato questo :
essendo il timone incernierato anche verticalmente io lo proverei con le cerniere sullo stesso piano , cioè sul supporto in alluminio
se va discretamente bene altrimenti spessorrerò la cerniera superiore in modo da creare un leggero angolo tra la verticale di poppa e l'asse di rotazione del timone che diventerà compensato .
questo è il motivo per cui ho disegnato i agugliotti "strani"
la cerniera di sotto non ha un asse rigido , avrei pensato a due grani a sfera con una molla , in modo che se prende un colpo esce dalla sede ma non rompe il timone
se vedete l'immagine di dovrebbe capire discretamente il funzionamento
volevo scrivere gli agugliotti
URL di riferimento