I Forum di Amici della Vela

Versione completa: Nuovo trimarano
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
In questa prova ho abbondato , ma ho notato che quando ho stretto il film di polietilene intorno al mandrino , la resina in eccesso è uscita , quindi penso che come primo test sia positivo .
Credo che il massimo si possa ottenere con il tessuto prepreg che ha gia il miglior rapporto tessuto resina .
E molto importante tirare bene il tessuto mentre lo si avvolge ,
(18-02-2015 21:47)cormax66 Ha scritto: [ -> ]In questa prova ho abbondato , ma ho notato che quando ho stretto il film di polietilene intorno al mandrino , la resina in eccesso è uscita , quindi penso che come primo test sia positivo .
Credo che il massimo si possa ottenere con il tessuto prepreg che ha gia il miglior rapporto tessuto resina .
E molto importante tirare bene il tessuto mentre lo si avvolge ,

...e soprattutto non fa bolle oppure tra uno stuoia e l'altra e cosa non da poco, c'è uniformita di resina ovunque
Io non avrei avvolto con plastica. Prima avrei messo il peelply, poi eventualmente il feltro ed infine per non sporcare in giro avvolgerei della plastica tipo domopack. Perché se stringo con il peelply riesco a strizzare e pressare i tessuti che catalizzano senza bolle d'aria. La resina passa attraverso i micropori del peelply e non torna indietro sul tessuto. Questa resina in eccesso viene assorbita dal feltro.
Ciao
Con molta probabilità è come indichi tu , il prossimo tubo lo faccio con il peel ply e ti so dire, ti assicuro che di aria non ne è rimasta nel pezzo , la plastica l'ho avvolta facendo girare il tornio pianissimo e tirando il film di plastica . Comunque i consigli sono sempre preziosi
Bolle d'aria, probabilmente non c'è ne sono ma la resina in eccesso è rimasta lì.
La tecnica di Falci è sicuramente la migliore. Diventa superfluo l'uso del feltro e peel ply se si utilizza tessuto prepreg che hanno una impregnazione ben calibrata. Con il prepreg anche il diametro esterno del tubo stampato sarebbe regolare e preciso.
Le ditte che producono tubi su mandrino usano un film di polietilene per avvolgere il manufatto. Probabilmente usano pre-preg e sicuramente quando i pezzi vanno in cottura in forno il film si retrae compattando ulteriormente il laminato.

Quando parliamo di pre-preg in genere intendiamo quelli che vengono acquistati, conservati in freezer, portati a temperatura di catalisi etc etc.
Ma i pre-preg possono essere anche prodotti "in casa": ci sono in vendita le apparecchiature per farlo (una vasca dove passa il tessuto con rulli che spremono il tutto regolando il quantitativo di resina).
Vi posso garantire che nel tubo che ho prodotto per prova di resina in eccesso non ce ne , il materiale è strizzato dalla tensione del film e infatti dalle estremita è uscita un sacco di resina .
Mi interessa il discorso di produrre pre preg in casa , avete delle indicazioni su dove reperire il materiale ?
a presto
(24-02-2015 17:21)cormax66 Ha scritto: [ -> ]Vi posso garantire che nel tubo che ho prodotto per prova di resina in eccesso non ce ne , il materiale è strizzato dalla tensione del film e infatti dalle estremita è uscita un sacco di resina .
Mi interessa il discorso di produrre pre preg in casa , avete delle indicazioni su dove reperire il materiale ?
a presto

in pratica hai "munto" il tupo partendo da un capo arrivando a far sbordare la resina dall'altro.... come con le lische quando cucini il groncoThumbsupsmileyanim
http://forum.amicidellavela.it/showthread.php?tid=92386 sistema molto artigianale e forse banale
In merito alle attrezzature per produrre pre-preg:
L'altro giorno ero al telefono con un fornitore per un piccolo ordine di prepreg, mi ha detto che la loro "macchina" e' lunga qualche decina di metri!
Penso che salvo esigenze particolari sia più comodo ed economico comprarlo già fatto piuttosto che fare artigianalmente un prodotto che difficilmente avrà le caratteristiche di quello commerciale (fatto con mezzi molto sofisticati).
Altro discorso e' quello di pre impregnare i tessuti con resina tradizionale, per certe lavorazioni può essere comodo.
Serve un piano riscaldato su cui posare il tessuto per poi impregnarlo a rullo prima di metterlo nello stampo....
A cosa servono i rinforzi?
i rinforzi servono appunto a "rinforzare una zona del manufatto" dove ci sono carichi localizzati che vanno distribuiti su un'area più grande in modo da far lavorare il tessuto "meglio " spesso sono anche comodi per creare alloggiamenti di altre parti , ad esempio boccole di scorrimento che hanno uno spessore diverso dal pezzo stratificato .
Roberto ha ragione il pre preg fatto industrialmente è un altra cosa , anche i costi sono alti e a mio avviso vale la pena se lo utilizzi per lavoro , per hobby cerchi di risparmiare a scapito di qualche ora in piu di lavoro .
Sono ancora in tempo per il nome?
Per i multi scafi imho il migliore è "Guardami le poppe" !
Carino.. , ma le donne a bordo non so come la prenderebbero..
Con la tua migliore faccia di bronzo dici "sono le poppe del multi: nel senso che vado talmente veloce che puoi vedermi solo da dietro... ma tu cosa avevi capito?" La malizia sta nelle orecchie di chi ascolta Tongue
Avevo capito che ti riferivi alle 3 poppe della barca , è un nome da intenditori , non c'era malizia ti assicuro ,ribadisco le donne non so se avrebbero apprezzato ..
per tornare al tri
Domani stratifico il secondo rinforzo delle traverse , metterò le foto
secondo rinforzo fatto , costruito un altro tubo in vetro e carbonio e provata nuova pompa del vuoto .
Domani tolgo il sacco e posto le foto .
URL di riferimento