I Forum di Amici della Vela

Versione completa: Ingrassare boccole timone oppure no?
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Pagine: 1 2
Ho il dilemma sull'ingrassaggio delle boccole timone. Quelle che ho sono in semplice teflon con un singolo o-ring all'estremita': Sia quella superiore che quella inferiore.

Sfilando il timone ho notato che erano state in precedenza ingrassate. Io stesso ci ho messo del WD40 in un'occasione.

Ora che ho pulito tutto mi sorge il dubbio: Le ingrasso ? Grasso al silicone oppure marino ? Oppure e' meglio lasciarle stare e confidare nell'acqua di mare?

gommo.
No WD 40 , no grasso marino ,si ad un grasso a base siliconica specifico per materie plastiche. Penso che vada bene anche siliconico normale ma io ho trovato un grasso specifico per materie plastiche e funziona benissimo.
Pensavo anch'io al grasso siliconico. Il mio dubbio e' la durata dello stesso. Lo uso molto sugli oring delle bombole, ma tende a dilavarsi abbastanza facilmente.

Faro' la prova senza (sono curioso). Alla mal parata faccio sempre in tempo a lubrificare anche in acqua. La boccola superiore e' facilmente accessibile. Quella inferiore anche: Dalla cabina di poppa basta togliere uno sportellino e si accede direttamente all'asse e la boccola inferiore. Non c'e' neanche la cuffia.

gommo.
Se proprio vuoi ingrassare una boccola di teflon ( che è di natura autoingrassante) esiste un grasso al teflon che trovi dappertutto. si usa di solito sulle biciclette.
Sulle boccole in teflon mai messo niente.
Se ho capito hai questo o-ring che fa da tenuta, se o-ring si rompe viene dentro l'acqua?
La losca mi piace stagna.-
(07-05-2014 17:59)bullo Ha scritto: [ -> ]Sulle boccole in teflon mai messo niente.
Se ho capito hai questo o-ring che fa da tenuta, se o-ring si rompe viene dentro l'acqua?
La losca mi piace stagna.-
Sono rimasto molto stupito di vedere l'o-ring anch'io. Ce n'e' uno in basso e un'altro in alto (sotto la barra del timone). In pratica fanno la prima tenuta.

Resinato allo scafo c'e' un tubo di resina che fa da losca e che arriva ben al di sopra della linea di galleggiamento. Se l'o-ring dovesse cedere, l'acqua salirebbe fino alla linea di galleggiamento e penso che sia tutto calcolato per evitare infiltrazioni anche a barca sbandata.

Detto questo, ho messo un'appunto per farci un gaiter alla prima occasione.

L'unico motivo per considerare l'ingrassaggio sono questi o-ring. Mentre quello in basso viene lubrificato dall'acqua, quello in alto potrebbe rimanere a secco.

E' pur vero che non parliamo di un asse elica che gira, ma di un timone semi-statico.

Farò l'esperimento di non ingrassare. Per ora ho solo messo abbondante acqua e sapone.
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .


le boccole di ( sicuro teflon e non derlin, darling?? ) centraggio non si ingrassano. solo se hanno un gioco eccessivo puoi pensarci.
importante è invece dove grava il peso del timone.

sul mio timone, all'uscita superiore della canna-losca, ho inserito un "reggispinta" a tre piatti da 1,5cm sotto la ghiera di fissaggio.

allora ingrasso il cuscinetto e tutto è leggero-leggero
(07-05-2014 20:56)mckewoy Ha scritto: [ -> ]Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
le boccole di ( sicuro teflon e non derlin, darling?? ) centraggio non si ingrassano. solo se hanno un gioco eccessivo puoi pensarci.
importante è invece dove grava il peso del timone.

sul mio timone, all'uscita superiore della canna-losca, ho inserito un "reggispinta" a tre piatti da 1,5cm sotto la ghiera di fissaggio.

allora ingrasso il cuscinetto e tutto è leggero-leggero

Se fossero di Delrin sarebbe anche meglio. Temo però siano in teflon perché sono bianche. Il delrin invece l'ho sempre visto nero.

Il reggispinta nel mio case è la stessa boccola. In profilo è una T, quindi il timone è appeso alla flangia superiore con un blocchetto di bronzo (o forse ottone).

Forse modificando il blocchetto reggi-barra potrei metterci un reggispinta a cuscinetti, anche se la durezza del timone non è mai stata un problema.

Quanto è spesso quel reggispinta?
Le boccole in materiale plastico bianco tendenti al giallino sono purtroppo nella maggioranza dei casi in Nylon altro che Teflon ,magari ! Per lo sforzo specifico a cui sono chiamate le boccole di un timone ( carico diviso su una superficie discreta e a bassissima velocità di attrito) il Teflon,quello vero e' secondo me il migliore in quanto autolubrificante e scarsamente igroscopico. Il delrin e' certamente più resistente ai carichi ,ma secondo me .meno adatto all'attrito di strisciamento per cui se si trattasse di Teflon vero,baciamoci i gomiti perché sarebbe un lusso.il grasso al silicone e' si un po' dilavabile ma una ditata o una spruzzata ogni tanto non è molto faticosa da applicare in considerazione dei risultati ottenuti.
se ben ricordo il nylon è igroscopico. il cuscinetto dovrebbe essere 1,5cm.

buon vento
Il nylon assorbe ,si gonfia ,stringe e fa un attrito boia !
(09-05-2014 00:21)mimita Ha scritto: [ -> ]Il nylon assorbe ,si gonfia ,stringe e fa un attrito boia !

mimita ha descritto molto bene

imho: ZERO GRASSO a parte che è INUTILE ''potrebbe'' servire quando riinfili il timone,
sapone per piatti andrà benissimo

l'oring che hai interposto dovrebbe servire solo per compensare il gioco normale se lasci tolleranze e limitare il leggero ''dlong dlong''
alcune di queste meccaniche son fatte così



(((( come mi dicono dal tornitore il ''colore'' non è sempre indicativo c'è un vastità allucinante di questi materiali, e aziende produttrici
ad esempio i pallini in delrin dei bozzelli, avvolgifiocchi, carrelli sono per la maggior parte bianchi, torlon verdastro / nero ecc

boccole autocentrati ad aghi tipo jefa hanno il corpo semisferico in delrin e sono bianche ))))

già provato l'esperienza a mie spese quando non avendo tempo di dedicarmi ho dovuto affidare il lavoro ad altri,
già non mi convinceva tanto la scelta del materiale Smiley6 e in maniera particolare le ''tolleranze'' 48

risultato TIMONE BLOCCATO DOPO 8 MESI, barca sorda nei mesi precedenti... una m@rd@ totale 2222


Smiley59 a causa del nylon e dell'accanimento a tolleranze ingiustificate per una meccanica LENTA E IMPRECISA
4 decimi e dopo mia insistenza, il meccanico voleva lasciarne 3 decimi81 se no a su a detta il timone fa rumore perché balla

gli ho risposto, infatti adesso non balla, ma devo andare in palestra a far potenziamento per poter timonare
a parte che mi sfan@uli l'attuatore del pilota automatico pagato un pacco di euro e consumi elettrici disumani


smontato tutto e rifatto e rialineato personalmente senza far mettere le mani a nessuno

boccola in derlin e 7 decimi di tolleranza sotto, sopra si può fare più precisa, 2/3 decimi
imho queste meccaniche vanno così, e il timone quasi si sposta con il vento quando la barca è sul travel
se non si vuole un minimo gioco e timone morbido bisogna adeguare la losca cuscinetto ad aghi e non sono esenti da problemi neanche quelli
Non so perche' e' saltato fuori il discorso delle boccole in nylon e la convinzione che siano fatte proprio in quel materiale.

Io non ho mai rilevato (o parlato di) problemi al timone. L'ho smontato solo perche' al rimessaggio non mi facevano fare alcun lavoro, ed aveva bisogno di essere riportato al gelcoat e trattato successivamente con primer (ma questo e' un'altro discorso).

Nel rimontare, mi sono ricordato dei discorsi fatti da Kermit e la sua ossessione nel non usare nessun tipo di grasso o lubrificante, e della mia invece convinzione che un poco di wd40 non facesse male. Di fatti ho sempre dato una spruzzatina di WD40 a inizio stagione. Dopo anni di questo trattamento non ho riscontrato nessuna controindicazione.

Ora che pero' ho pulito la losca e l'asse e le boccole, e dopo che ho lucidato l'asse riporandolo a spendere come uno specchio, mi sono chiesto se era il caso di provare con sola acqua di mare, aiutandomi con il sapone liquido solo per rimontarlo.

Per il resto il timone e' perfetto e le boccole anche. Eppure hanno 12 anni sulle spalle. Non ho giochi o clack-clack ne a terra, ne in mare, e il timone gira con un dito.

Penso che le boccole siano fatte con il materiale giusto, teflon o altro che sia Smile In caso contrario sarebbero gia' andate da un pezzo.
Sei sicuro che siano in teflon e non "NYLON"?
Se sono bianche è nylon.

In questo caso:

SOLO ACQUA E SAPONE per risciaquarle, non mettere nessun grasso o olio di alcun genere. Coloro che hanno fatto questo errore si sono ritrovati con il timone bloccato perchè il nylon con olii e solventi si gonfia, la boccola si restringe e blocca l'asse del timone.

Anche se hai una barca da un milione di euro con boccole in teflon comunque non userei grasso o olio.


(07-05-2014 09:18)gommo Ha scritto: [ -> ]Ho il dilemma sull'ingrassaggio delle boccole timone. Quelle che ho sono in semplice teflon con un singolo o-ring all'estremita': Sia quella superiore che quella inferiore.

Sfilando il timone ho notato che erano state in precedenza ingrassate. Io stesso ci ho messo del WD40 in un'occasione.

Ora che ho pulito tutto mi sorge il dubbio: Le ingrasso ? Grasso al silicone oppure marino ? Oppure e' meglio lasciarle stare e confidare nell'acqua di mare?

gommo.
(10-05-2014 14:04)gommo Ha scritto: [ -> ]Di fatti ho sempre dato una spruzzatina di WD40 a inizio stagione. Dopo anni di questo trattamento non ho riscontrato nessuna controindicazione.

Il WD40 è un solvente con un pochino di olio e fa molto male al nylon! Te lo gonfia e te lo deforma.
(10-05-2014 16:26)mauimaui Ha scritto: [ -> ]
(10-05-2014 14:04)gommo Ha scritto: [ -> ]Di fatti ho sempre dato una spruzzatina di WD40 a inizio stagione. Dopo anni di questo trattamento non ho riscontrato nessuna controindicazione.

Il WD40 è un solvente con un pochino di olio e fa molto male al nylon! Te lo gonfia e te lo deforma.
E daie co' sto' nylon. Se ho detto che dopo anni di WD40 non ho problemi, allora vorra' di' che non e' nylon.

Dove sta scritto che tutte le boccole in materiale "bianco" devono essere in nylon. Il teflon allo stato naturale e' bianco come una serie di altri polimeri.

Questo e' il teflon:
[Immagine: teflon.jpg]

Questo invece e' nylon:
[Immagine: nylon_r_bar__30190_zoom.jpg]

Anche questo e' nylon:
[Immagine: natl_nyloil_fg_nylon_rod_rods_1.jpg]

Il mio dubbio era solo ed esclusivamente sul fatto che gli o-ring non sono fatti per lavorare a secco, a differenza delle boccole. Ok per quello in basso che e' sempre sott'acqua. Ma quello in alto e' quello che mi preoccupava: lavora a secco e sotto il sole per molte ore di fila a volte.

Per ora gli do' il beneficio del dubbio. Lo faccio lavorare a secco. Se vedo che crea problemi ci metto il grasso al silicone.

PS: Devo ancora trovare una plastica che ha problemi con il WD40. Sul 6-66 non giurerei, ma il WD40 non crea problemi.
nella canaletta della randa non ci si mette nulla.
qualunque cosa si impacca velocemente con il salmastro dell'aria e forma una massa vischiosa.
basta una spugnetta con acqua per rimuovere la sabbia/polvere.

anche sulla boccola superiore penso che una schizzata di acqua dolce quando lavi il pozzetto sia più che sufficiente.


credo.
Devo fare ammenda. A volte i miei interventi sono un po' burberi e rileggendoli possono apparire piu' duri di quello che io intendessi quando li ho scritti.

se ho offeso qualcuno, mi scuso.
Per gli oring Smiley59 grasso al silicone solo grasso al silicone punto
una volta ho visto un esperto che - con la barca sulla culla (presumo ben in piano) - usava una normalissima "gomma" con acqua verificando ogni 30-50 cm che il livello dell'acqua dei due capi della citata "gomma" fosse alla medesima altezza. Faceva un segno sulla fiancata e così via da prua a poppa su entrambe le fiancate della barca. Quindi univa i vari punti. e.......
PS chiedo scusa questo intervento niente ha a che vedere con l'oggetto; intendevo contribuire per la "linea di galleggiamento" Spero d'imparare presto ad usare il nuovo sito. saluti velici
Pagine: 1 2
URL di riferimento