I Forum di Amici della Vela
Autocostruzione in lega magnesio - Versione stampabile

+- I Forum di Amici della Vela (http://forum.amicidellavela.it)
+-- Forum: TECNICA E MANUTENZIONE (/forumdisplay.php?fid=12)
+--- Forum: Autocostruzioni e Restauri (/forumdisplay.php?fid=17)
+--- Discussione: Autocostruzione in lega magnesio (/showthread.php?tid=27004)

Pagine: 1 2 3 4


Autocostruzione in lega magnesio - mimita - 04-04-2009 23:00

Un saluto a tutti.Mi è atato chiesto da amici del forum di postare qualche foto relativa alla costruzione della mia barca.uno Stag 38 completamente rivisto nelle appendici dal progettista :Luca Taddei e da me nella ottimizzazione della sezione dei ferri.Lo sfizio che mi sono voluto togliere era di vedere se riuscire a costruire la barca nei limiti di peso del progetto,pur costruendola completa di interni da crociera.Per questo è stato scelto un dimensionamento aeronautico con centine continue a sezione variabile e con un interasse molto piccolo il che consente una rigidita' unica e una leggerezza incredibile , ma consente anche al costruttore di rischiare il suicidio per le ovvie difficoltà.Ora non sono in possesso di molte foto,perchè per i motivi sopracitati e per scaramanzia ho evitato di fotografare quella che secondo me avrebbe potuto diventare una Waterloo.Ecco quindi l'allineamento delle ordinate,ad un asse centrale che darà il permesso di ruotare la struttura e quindi di effettuare le saldature quasi sempre in piano , condizione ottimale per la saldatura di questa lega leggera.


Autocostruzione in lega magnesio - mimita - 05-04-2009 00:23

Provo apostare qualche foto della struttura delle ordinate allineata e pronta per ricevere le lamiere in Lega ALMG5 bombate a priori. 3mm per gli spessoro sopra galleggiamento.



[hide][Immagine: 200944182056_IMG.jpg][/hide]

[hide][Immagine: 200944182142_IMG_0002.jpg][/hide]


Autocostruzione in lega magnesio - mimita - 05-04-2009 00:59

Una volta applicate le lamiere si applica una leggera stuccatura atta alla protezione e a ricevere le lamiere prebombate.Dopo la costruzione di tutti gli impianti classici di una vela , ho costruito gli interni in compensato speciale in sandwic di balsa e pelli in teck.Molto bello e leggerissimo ma molto difficile da lavorare.Dopo vari controlli e collaudi fatti in modo statico , si carica la barca su un camion incrociando le dita fino al varo , dove per l'emozione mi sono bevuto tutto il contenuto di una bottigli di Ferrari,beneaugurante e da ritiro patente.

[hide][Immagine: 200944184848_IMG_0003.jpg][/hide]

[hide][Immagine: 200944184956_IMG_0004.jpg][/hide]

[hide][Immagine: 200944185037_IMG_0005.jpg][/hide]

Dopo il varo e le prime regate , arriva veramente la grande ricompensa .vittorie e piazzamenti sempre tra i primi in regata , grande goduria con la gamiglia in crociera e soprattutto l'incredulita' di non avere mai dovuto intervenire per modificare difetti di alcun tipo, aparte una marmitta di gomma sciopada ,sostituita con una in acciaio autocostruita che marcia ancora.Poi la grande (per me )

[hide][Immagine: 20094418559_IMG_0006.jpg][/hide]

In Grecia sono anni di puro divertimento,unico inconveniente i venti invernali che sabbiano letteralmente gli scfi costringendoli a una manutenzione estetica che purtroppo devo fare. Se posso essere utile a qualcuno che ha avuto la stessa mia malsana idea ,benvolentieri.

[hide][Immagine: 200944185536_IMG_0007.jpg][/hide]


Autocostruzione in lega magnesio - francocr68 - 06-04-2009 22:21

Complimenti, un lavoro ed un risultato strepitoso!!!

Dacci qualche dettaglio in più sulle scelte strutturali.
le centine sono realizzate da lamiera AL pantografata (non credo, sfridi ad iosa) o sono costruite con profili sagomati e saldati?
Non mi pare di vedere sede per longheroni, cosa hai previsto?
Come hai realizzato l'attacco della deriva?
Spessori delle lamiere di opera morta e coperta (<3mm?).
Ovviamente saldato tutto a TIG.
Oltre ad esser un appassionato di barche a vela per lavoro ho a che fare (come ho detto altre volta qui sul forum) con il ferro arruginito e qualche volta anche con l'alluminio.
Nel mio caso gli spessori in ballo sono decisamente superiori e vengono saldati con procedimento MIG in Argon, filo da 1,6mm che per le leghe che trattiamo noi è qusi sempre un AlSi5 (ASTM 4043).
Quindi il tuo lavoro mi incuriosci e mi attrae sia del punto di vista della passione velica che professionale.

Ancora complimenti,
ciao Franco


Autocostruzione in lega magnesio - Tucano - 06-04-2009 22:43

Bellissima barca e realizzazione davvero interessante! Certo che non è adatta all'autocostruttore alle prime armi! Wink


Autocostruzione in lega magnesio - mimita - 07-04-2009 00:21

Vi do'ragione, in effetti è una costruzione che comporta un po' di mestiere,tanto che anche se erano 30 anni che saldavo acc.inox e leghe leggere sono andato a dare il patentino all,IIS dove sinceramente ,vedendo l'esperienza me l'hanno dato..Ci sono molti modi di costruire in metallo :facendo prevalere lo spessore della lamiera e allora occorrono poche ordinate e diversi correnti o longheroni ottenendo una costruzione piu' pesante ,ma piu' facile da realizzare.Quella che incoscientemente mi sono fatto progettare io,è un tipo di costruzione radiale,con centine in continuo ottenuto da un estruso ad elle curvato e saldato ai bagli etc:notevole la resistenza del materiale che si incrudisce nella formatura.Ci sono poi 2 centine maestre sull'albero tagliate e rinforzate da lamiera.A parte la chiglia e i tricarini rinforzati questa costruzione necessita di numerosi correnti intercostali saldati in un secondo tempo alle lamiere,piccoli ma numerosi.Si ottiene cosi uno scafo leggero e rigido con una resistenza pressoche identica in ogni parte della struttura.Saldatura rigorosamente in Mig con filo ALMG5 1,2 fatta su entrambi i lati e passante.La chiglia è una fusione in piombo-antimonio senza scatola con gabbia in acciaio inox e piastra di giunzione con lo scafo di 20 mm ,evitando il bimetallo.Saldatura in TIG solo ove necessario per evitare l'eccessiva deformazione termica.Se posso essere utile a presto.


Autocostruzione in lega magnesio - zankipal - 07-04-2009 03:47

Molto bella complimenti! per curiosità, l'hai mai pesata? e che spessore hai utilizzato per lo scafo?


Autocostruzione in lega magnesio - mimita - 07-04-2009 05:37

La barca è stata pesata completa di attrezzatura interni compresi accessori è sui 5000 kg. Con venti leggeri e poca onda ,pur non essendo un racer puro e un progetto Ior , non ha mai incontrato rivali.Certo un 2 o trecento kg max in più chiglia avrebbero fatto comodo.Cmq abbandonate le regate,me la sono goduta veramente tanto in crociera perche' con 3 o 4 nodi vai già a vela.Spessori lamiere come da progetto:tuga coperta e scafo fino a 250 sopra galleggiamento=3mm. Da 250 mm al piano di chiglia =4mm.Piano di chiglia = 800mm x 4 metri = 8 mm.Se avessi ancora l'entusiasmo di 20 anni fa ,adesso ne rifarei un'altra forse piu' croceristica,magari a spigolo,ma sempre con o stesso materiale.


Autocostruzione in lega magnesio - zankipal - 08-04-2009 01:24

Interessante! 3 mm in coperta, se ti cade una manizza si ammacca Big Grin 5000 kg per un 38' non sono molti ci credo che sia veloce, tra l'altro un ottimo progetto, veloce anche in vtr.
Io sono un grande sostenitore delle carene a spigolo, che a mio avviso offrono più vantaggi che difetti, sopratutto in una costruzione in alluminio, se me lo potessi permettere mi costruirei un Class 40 con quel sistema (non devono essere meno di 4500Kg), non tanto per avere una barca competitiva ma per avere una barca con cui affrontare qualsiasi navigazione in sicurezza.


Autocostruzione in lega magnesio - andros - 08-04-2009 03:08

la mia completa ed incondizionata ammirazione...
F.to
un cultore del fai da te.


Autocostruzione in lega magnesio - mimita - 08-04-2009 07:18

Volevo confermarvi che anch'io un buon progetto a spigolo ,sopratutto di sti tempi in cui la tipologia è stata ampiamente aggiornata,non abbia niente da invidiare ad una carena tonda.Oggi le barche sono studiate per avere angoli di sbandamento il piu' ridotto possibile ed ecco che tutti i vantaggi del bombato vanno a farsi benedire,difficolta' comprese.Per le ammaccature devo dire che probabilmente non conosci l'ALMG5 H100.Conquesto tipo di costruzione ,la bombatura conferisce un incrudimento che ne fa una durezza incredibile,altro che manizza.Nella prima regata di Mariperman (MARINA MILITARE)abbiamo avuto uno scontro con um IMS in kewlar carbonio ,pancia contro pancia della nuova generazione.Beh è scoppiata come una damigiana ,io non ho neanche fatto protesta ,tanto a Mimita non si era nemmeno sverniciato il trincarino! Pero' ti do ragione ,se rinasco la faccio con un sistema misto spigolo raggio.La versione in Vtr era sufficientemente veloce da vincere per 3 anni l'italiano,questa aveva 1000 kg in meno e lo era molto di piu essendo molto piu' rigida. E guarda che come ho detto ero socio del cantiere che le faceva in Vtr!


Autocostruzione in lega magnesio - bistag - 08-04-2009 15:31

come ho già postato su altra discussione mi dovessi mettere nuovamente ad autocostruire mi farei questa:


Autocostruzione in lega magnesio - bistag - 08-04-2009 15:37

Complimenti per la realizzazione ho amato gli IOR per molto tempo e ho avuto e curato un One Tonner in Lamellare per 16 anni ma
oggi, con l'evoluzione dei progetti, come ho già postato su altra discussione, mi dovessi mettere nuovamente ad autocostruire mi farei questa:

[hide][Immagine: 20094893140_reard38.jpg][/hide]

Carena piatta, doppie pale, spigolo e compensato marino 38 piedi per 3700 kg.
Velocità massima raggiunta 25 nodi
18 e + nodi con 25 di vento.
Poco peso, poca velatura, pochi sforzi
Barca che galleggia sull'acqua e la sfiora appena


Autocostruzione in lega magnesio - zankipal - 08-04-2009 18:51

Molto bella Bistag, chi la Fà? anchio me la farei in compensato ma solo perchè non sono capace di saldare l'alluminio, e poi costa molto meno.

Mimita, ma se la lega che dici è così rigida, non è esagerato allora 8mm per la chiglia?


Autocostruzione in lega magnesio - bistag - 08-04-2009 20:12

E' Reard uno dei 'nuovi' progettisti francesi che ha iniziato dal cantiere Bepox, dove credo questa barca sia costruita, se guardi sul suo sito adesso pare si sia specializzato a progettare quasi esclusivamente per l'autocostruzione.

http://www.davidreard.com/


Autocostruzione in lega magnesio - mimita - 08-04-2009 21:00

Non credo 8mm siano tanti,perche' e solo per la lamiera piatta che sostiene il bulbo ed è in sostanza la spina dorsale della barca.Tieni conto che il binario di chiglia è alto ma sottile,e da tutta questa architettura composita deve nascere una struttura resistente che scarica in modo uniforme gli sforzi su tutte le rimanenti ordinate.A propisito (non vorrei tediarti)ma come ti ripeto l'ho costruita soltanto per il puro piacere masochistico di farmi male e mettermi alla prova,perche' la costruzione di Bistag è molto piu' semplice e meno costosa ,ma alllora i progetti per Ior e Ims punivano lo spigolo.Ma a proposito della progettazione dei ferri,un cossidetto timoniere professionista con la mia barca,in un ingaggio,ha beccato a 6 nodi,gli scogli a fianco della diga di La Spezia. NB da6 a 0 tanto che dal colpo di frusta il fanale in testa d'albero e' volato 100 metri davanti la barca,Non entrava acqua,e a parte il repertorio delle offese scaricate dall'equipaggio al malcapitato (perche' non c'era necessita' di tale manovra)abbiamo finito la regata.A parte la morsicatura nel piombo,non e' nemmeno crepato lo stucco di raccordo con lo scafo.Lo stesso anno,un caro amico di Milano,con un G.S.42 ,beccando un corpo morto a Portovecchio 3-4 nodi max ,ha avuto un danno per il completo distacco e delaminazione da chiglia e madieri allora per 40 milioni di lire,e la barca venduta subito dopo.Sarà pur vero che le barche non sono costruite per andare a sbattere,ma di gente a cui è capitato ne conosco parecchia.Cmq amo tutto quello che fanno i Francesi e gli Olandesi con la lega leggera.


Autocostruzione in lega magnesio - francocr68 - 08-04-2009 21:50

Ciao mimita,

sicuramente avrai quantificato le ore/uomo che avete impiegato per la realizzazione dello scafo (solo di carpenteria metallica, senza contare impianti, arredamenti, attrezzatura ecc..), orientativamente circa?

In proporzione alla barca in VTR percentualmente riesci ad indicarmi il costo della barca in Al?

hai trattato lo scafo (dentro e fuori) con ciclo protettivo eposidico?

Ciao franco


Autocostruzione in lega magnesio - zankipal - 08-04-2009 22:08

Immagine: [hide][Immagine: 20094816535_extra 1.jpg][/hide] 156,73 KB
Se trovassi i fondi e il tempo mi piacerebbe costruirmi questa.

Immagine: [hide][Immagine: 20094816647_extra 2.jpg][/hide] 154,52 KB


Immagine: [hide][Immagine: 20094816810_extra 4.jpg][/hide] 176,3 KB


Autocostruzione in lega magnesio - mimita - 09-04-2009 02:36

Io avevo gia' un'officina meccanica e a parte qualche struttura semplice,costruita ad hoc per fare ruotare la barca,non ho dovuto aggiungere altro.Il mio come ti ho detto era un progetto nato per certi tipi di regate ,e la sua costruzione in termini di ore ,sarebbe improponibile oggi,perche' la bombatura delle lamiere richiede un tempo bestiale e una attrezzatura specifica.Sono percio' d'accordo con Zankipal,le costruzioni da tenere in considerazione ora in alluminio,sono quelle con carena a spigolo di tipo moderno .La barca di cui ha postato i disegni,denotano però una velleita' velocistica che magari tutti non hanno,nonostante una barca veloce a vela diventi irrimediabilmente bella !La scelta del bulbo sotto la lama etc.presuppongono ad esempio un pescaggio molto elevato che non tutti vogliono avere.Voglio dire (molto sommessamente)che si puo' costruire anche una buona carena,che possa accogliere una sovrastruttura piu' adatta alla crociera.Zankipal,dalle tue idee ,io ti immagino un uomo di prua durante le regate,per i quali l'azzardo non è mai sufficiente. Lo dico evidentemente con simpatia,perche ho avuto la fortuna di avere in barca per le regate,dei ragazzi di Carrara che regatavano su barche da Admiral Cup.ed ero spaventato nel vedere il prodiere che si arrampicava fino alla varea del tangone in navigazione.Per fare invece una comparazione di costi posso solo fare una condiderazione pure importante.in momenti di crisi come questo , ilprezzo della lega adatta a questa costruzione , cioè il 5083 cala di botto.!.Provate a pensare che è successo che in un anno a volte è aumentato di due volte il proprio valore ,per poi crollare in momenti come questo.Attualmente il prezzo penso sia sui 5-6 euro per kg.La struttura a spigolo,inoltre favorisce la diminuzione di scarti.


Autocostruzione in lega magnesio - mimita - 09-04-2009 02:42

Per Franco ,scusami mi sono scordato di risponderti.Fuori e' protetta con un ciclo epossidico,anche se ora dovrei verniciarla,perche' in Grecia da solo ho un po' strisciato e ricevuto strisciate diverse volte.Ma nonostante botte da orbi,nemmeno una ammaccatura.Dentro nessuna vernice,la sua passivazione la protegge.Solo una leggera coibentazione fino al galleggiamento (tuga e fianchi)con neoprene a cellule chiuse spessore un centimetro.Cosi scalda meno di un VTR.