Rispondi 
Nulla di nuovo ma sempre utile parlarne (Non x vegani)
Autore Messaggio
NIRVANA49 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 627
Registrato: Jun 2009 Online
Messaggio: #1
Nulla di nuovo ma sempre utile parlarne (Non x vegani)
La scorsa estate, per la precisione il 5 di Luglio, in traversata da S.Maria Nav. (Sardegna) a Palmarola (LT) mi è capitato inaspettatamente di ricevere due ospiti a bordo che hanno approfittato contemporaneamente di due canne alla traina. Per fortuna ci si trovava in assenza di vento e con mare calmo ma comunque con qualche difficoltà ho dato il benvenuto ad entrambi Smiley32

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

1) Immediatamente i 4 filettini rasoiati dai fianchi, nudi e crudi, sono serviti da aperitivo accompagnati da un Prosecchino ben ghiacciato. (Per chi riscontrasse il sapore di mare troppo forte può a piacere, singolarmente o tutti insieme, utilizzare del succo di limone, gocce di evo , pepe nero macinato al momento, poche foglioline di aneto) Smiley34 Smiley34
2) Dai corpi, dopo averli rigettati in acqua legati per la coda e con la testa mozzata per togliere sangue rendendo la carne più digeribile anche se sempre gustosa e saporita, ho ricavato 2 bei tranci da gustarci cotti sulla piastra (nn mi sono mai attrezzato con griglia a bordo, preferisco evitare di crearmi problemi aggiuntivi con il fuoco). Nonostante lo spessore importante non andrebbero cotti molto ( per noi 5' max 7' per parte) , senza sale o max un pizzico, pepe nero macinato al momento, una emulsione di olio evo limone e nel caso un trito di capperi di Pantelleria, il tutto possibilmente su un letto di rucola se c'è altrimenti è ugualmente ok. Smiley4 Smiley4
3) Il restante, dopo averlo deliscato, è stato immerso in acqua bollente con qualche foglia di alloro e cotto per ca 5' controllandolo con uno stuccicadenti. Successivamente scolato e lasciato raffreddare è stato poi posizionato in contenitori ermetici di vetro o in assenza di plastica, ricoperto d'olio evo con qualche grano di pepe nero. E' importante che l'olio copra sempre il tonno anche quando richiudiamo la confezione dopo averne preso una porzione. 35
4) Di questo tonno "fatto in barca", a parte averne regalato una buona quantità ad altri velisti incontrati in rada a Palmarola, ne abbiamo mangiato una discreta quantità con i maccheroni: si cuoce la pasta al dente (maccheroni, paccheri, farfalle, chiocciole, fusilli spaghetti grossi ecc quello che avete) si scola e la si versa dentro una padella dove abbiamo preparato un veloce soffritto con aglio cipolla olio evo (abbondante per la scarpetta obbligatoria), aggiunto pomodori pachino o in scatola, capperi di Pantelleria o normali (se sotto sale ben desalati e se sottoaceto ben sgocciolati), olive nere meglio se denocciolate, peperoncino intero o in polvere a piacere e in ultimo pezzi abbastanza grossi del nostro tonno. Consiglio di abbrustolire fette di pane, come dicevo, per l'immancabile scarpetta ed accompagnare con vino bianco gelato a piacere, nella fattispecie un buon Vermentino di Gallura 15
5) In ultimo mi piace ricordare un piatto molto comune ma forse non da tutti conosciuto, al quale sono affezionato fin da bambino: in casa mia lo si chiamava "il pesce finto". Facciamo bollire delle patate, sempre presenti in ogni barca che si rispetti, poi, raffreddate, le sbucciamo e usando le mani le amalgamiamo con il solito tonno. La grossezza dei pezzi del tonno e delle patate, così come la loro quantità va a gusto personale, io preferisco un rapporto 60 patata 40 tonno in pezzi abbastanza grossi alcuni lo preferiscono come una crema. Una volta amalgamato lo disponiamo su un piatto più lungo e gli diamo a mano la forma di un pesce con tanto di coda, ricopriamo il tutto con maionese fatta a mano (tanto il frullatore non l'abbiamo) tenuta abbastanza liquida da colare (usando quindi anche l'albume almeno parzialmente) ma abbastanza solida da attaccarsi al composto. Attenzione è bene che sia abbondante. Si ultima il piatto ornandolo con fettine di cetriolini sottaceto per ricordare le squame, un oliva nera per l'occhio e capperi a gogo seguendo la vostra fantasia. Sempre del buon vino bianco ben freddo. Lo adoreranno anche i vostri figli più piccoli. Thumbsupsmileyanim Smiley63 Thumbsupsmileyanim

Osservate che sia la pasta che il pesce finto possono essere tranquillamente mangiati freddi, quindi o preparati prima o avanzati e questo in barca è un'ottima caratteristica, come noi tutti ben sappiamo: in navigazione ora si può cucinare dopo nessuno ne è sicuro...35

Buon appetito a tutti! Io, adesso che mi sono fatto del male a scrivere questo 3D, sto sbavando e corro in cucina!! Smiley42

B.V.

L'unico modo di resistere alle tentazioni è cedervi - Oscar Wilde
09-04-2016 18:29
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
mckewoy Offline
Vecio ADV

Messaggi: 14.194
Registrato: Oct 2009 Online
Messaggio: #2
RE: Nulla di nuovo ma sempre utile parlarne (Non x vegani)
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

mi dispiace aver venduto la Gitana ma son contento

When the rain's before the wind Topsail sheets and halyards mind
When the wind's before the rain Soon you'll set all sail again.
09-04-2016 19:10
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
NIRVANA49 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 627
Registrato: Jun 2009 Online
Messaggio: #3
RE: Nulla di nuovo ma sempre utile parlarne (Non x vegani)
(09-04-2016 19:10)mckewoy Ha scritto:  
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

79 79 79

L'unico modo di resistere alle tentazioni è cedervi - Oscar Wilde
09-04-2016 19:22
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
1978marcello Offline
Amico del Forum

Messaggi: 716
Registrato: May 2010 Online
Messaggio: #4
RE: Nulla di nuovo ma sempre utile parlarne (Non x vegani)
Nirvana, sicuramente tu sei informato ma meglio avvertire gli altri ADV del rischio anisakis nel mangiare pesce crudo non abbattuto
https://it.wikipedia.org/wiki/Anisakis

Non è affatto remoto: più volte mi è capitato di vedere le larve a occhio nudo, anche su pesci di piccole dimensioni..

L'ultima volta, lo scorso autunno con un pesce bandiera..
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 09-04-2016 22:46 da 1978marcello.)
09-04-2016 22:46
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
marcofailla Offline
Amico del Forum

Messaggi: 3.485
Registrato: Aug 2015 Online
Messaggio: #5
Nulla di nuovo ma sempre utile parlarne (Non x vegani)
L'anisakis é molto presente nel pesce , quasi costantemente lo trovo nella spatola o pesce sciabola che comunque consumo cotto
Ma molto raro come parassitosi nell'uomo mediterraneo tipo (mai visto un caso anche se qui (Sicilia orientale) il pesce fresco marinato viene consumato molto frequentemente), forse un po più frequente é la allergia all'anisakis (antigeni presenti anche nel pesce cotto) e che si manifesta come una comune allergia all pesce ma in realtà causata dal parassita contenuto nel pesce .
Ciò non toglie che chi mangia alimenti crudi lo fa,sempre,a proprio rischio e pericolo.

BTW... Ottima pesca e ottime ricette
Il tonno si può anche mettere sotto sale, molto buono

chi si è bagnato con l'acqua di mare non si asciuga più (cit. vecchi marinai :-)
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 09-04-2016 23:28 da marcofailla.)
09-04-2016 23:20
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ducalellenico Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.137
Registrato: May 2014 Online
Messaggio: #6
RE: Nulla di nuovo ma sempre utile parlarne (Non x vegani)
Anisakis? Ma che siete terroristi alimentari? Nirvana tu vuoi farmi morire parlando di simili prelibatezze con così colpevole nonchalance, non amo pescare ma lunedì vado di corsa a comprare le canne!

Planet Earth is blue And there's nothing I can do (D. Bowie)
10-04-2016 01:58
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
NIRVANA49 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 627
Registrato: Jun 2009 Online
Messaggio: #7
RE: Nulla di nuovo ma sempre utile parlarne (Non x vegani)
(09-04-2016 22:46)1978marcello Ha scritto:  Nirvana, sicuramente tu sei informato ma meglio avvertire gli altri ADV del rischio anisakis nel mangiare pesce crudo non abbattuto
https://it.wikipedia.org/wiki/Anisakis

Non è affatto remoto: più volte mi è capitato di vedere le larve a occhio nudo, anche su pesci di piccole dimensioni..

L'ultima volta, lo scorso autunno con un pesce bandiera..

Ti ringrazio Marcello per l'avvertimento e trovo molto corretto che tu abbia sollevato l'argomento. Se non è già stato fatto penso sia giusto aprire in merito un 3D in bacheca. I moderatori che leggono possono valutare se sia opportuno spostare questo stesso 3D in bacheca col titolo "ANISAKIS parliamone"

Comunque nel mio caso i filetti sono stati mangiati subito dopo il rito delle foto, poi ai pesci come detto è stata tagliata la testa e anche, preciso ora, tolte le viscere prima di rigettarlo in acqua legato per la coda a cagnolino per lavarlo e dissanguarlo. Mi risulterebbe che, se presenti, questi parassiti migrano dalle viscere del pesce alle sue carni se, quando catturato, non viene prontamente eviscerato e non siano già presenti nelle carni stesse.

B.V.

L'unico modo di resistere alle tentazioni è cedervi - Oscar Wilde
10-04-2016 03:43
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Najapico Offline
Amico del Forum

Messaggi: 389
Registrato: Mar 2011 Online
Messaggio: #8
RE: Nulla di nuovo ma sempre utile parlarne (Non x vegani)
Si parla di almeno 2-3 ore prima che le larve passino dalle viscere alla carne, per cui se eviscerato subito qualunque pesce potrebbe essere consumato crudo .... senza rischi.
10-04-2016 08:56
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
grossifs Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.063
Registrato: Nov 2014 Online
Messaggio: #9
RE: Nulla di nuovo ma sempre utile parlarne (Non x vegani)
Confermo. Va eviscerato subito. E l anysakis nn e infrequente... qui in puglia ci sono parecchi casi.. e nel caso di infezione sono dolori... nei ristoranti il pesce fresco va "abbattuto" sino - 40 x 92 h pri.a del consumo

Inviato dal mio SM-G7102 utilizzando Tapatalk
10-04-2016 11:11
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
mckewoy Offline
Vecio ADV

Messaggi: 14.194
Registrato: Oct 2009 Online
Messaggio: #10
RE: Nulla di nuovo ma sempre utile parlarne (Non x vegani)
mi sembra che anche se l'ammazzi con caldo oppure con gelo, alcune sostanze emesse dalle larve rimangano nelle carni a disturbare gli umani maggiormente sensibili.

io compro pesce fresco pulito e sfilettato e congelato e lo mantengo congelato.
poi cuocio tutto a lungo perbenino eliminando la parte bassa fino alla coda come mi ha insegnato il mio puscher ittico.

ma non mi faccio terrorizzare, non ci sto

mi dispiace aver venduto la Gitana ma son contento

When the rain's before the wind Topsail sheets and halyards mind
When the wind's before the rain Soon you'll set all sail again.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 10-04-2016 14:24 da mckewoy.)
10-04-2016 14:20
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)