Rispondi 
Consigli per realizzare un bel video
Autore Messaggio
Alabriga Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 80
Registrato: Dec 2015 Online
Messaggio: #1
Consigli per realizzare un bel video
Condividere con un bel video le nostre avventure in barca è un modo per continuare a viverle tutti insieme. Se poi il video è ben fatto è ancora meglio.
Mi permetto quindi di dare alcuni consigli per realizzare video dal taglio professionale, semplici regole da tenere a mente per fare un salto di qualità.

Cominciamo con i video con smartphone, iphone o android che sia. E cominciamo con una domanda: il televisore che avete in casa, lo avete installato con lo schermo orizzontale o verticale?
Rispondete a questa domanda e capirete subito il primo consiglio.


Passiamo quindi alle tecniche basilari di ripresa, quelle che distinguono subito il dilettante dall’esperto, non necessariamente un professionista.
Partite da un concetto fondamentale: un video è una sequenza di immagini in movimento. Potete avere nel campo di ripresa un soggetto che si muove oppure un soggetto statico.
Se il soggetto si muove, meglio avere la telecamera ferma, se il soggetto è statico, meglio muovere la telecamera. Un soggetto statico con telecamera ferma è praticamente una fotografia. Un soggetto in movimento con telecamera in movimento senza ausili tecnologici per la stabilizzazione, solitamente genera riprese sgradevoli. È una linea di principio che vi consentirà di avere sempre riprese valide.

Veniamo ora a dettagli tecnici

1. Le riprese devono essere per lo più stabili e non tremanti. Usate quindi il più possibile il cavalletto, e se proprio non potete, almeno il monopiede.
2. Non usate la zoomata. Osservate qualsiasi film e vedrete che non ci sono mai zommate. Per andare dal generale al particolare si usano altre tecniche. Limitatevi ad una ripresa generale. Vi stoppate, zommate e riprendete la ripresa. Oppure passate dal generale al particolare con lo zoom ma poi in fase di montaggio tagliate con due inquadrature fisse.
3. Le panoramiche. Scriviamo da sinistra verso destra. Se volete fare una panoramica di preferenza riprendete seguendo il verso di scrittura. Da destra verso sinistra crea inconsapevolmente ansia. Può essere voluto, ma non deve essere una regola. In generale se potete, evitate le panoramiche perché a mano non riuscirete mai ad avere una movimentazione fluida ma se proprio dovete, meglio avere un soggetto in primo piano che si muove e che vi consente seguendolo, di effettuare la panoramica. Ovviamente movimento su cavalletto in bolla. Lasciate perdere le panoramiche a mano.
4. Soggetto che guarda la telecamera: la prima cosa che viene insegnata agli attori è non guardare mai in telecamera. Regolatevi di conseguenza.
5. Commenti fuori campo: si commentano da soli!

Dopo aver fatto le riprese si passa al montaggio. Con i computer e un programma di editing video si possono realizzare splendidi video da condividere poi con gli amici.
Il grande vantaggio del montaggio digitale, (cosa di cui non tutti si rendono conto perché non hanno mai montato in analogico) è la possibilità di intervenire in modo “non lineare” e quindi apportare modifiche alla timeline.
Per prima cosa definite il target del vostro lavoro: familiari, amici o pubblico generico. La differenza sarà sostanzialmente nella durata del video e nel valore che dovrete assegnare alle scene. Ciò che per i familiari o gli amici ha un senso, quasi mai lo ha per un pubblico generico.
Poi scegliete le musiche. È preferibile abbinare musica e immagini per conferire emotività e creare stati d’animo. Prima si sceglie la musica e poi si monta il video. Mai il contrario. Il video deve essere montato seguendo il ritmo della musica con i cambi scena sul battere, all’inizio della battuta. Per conferire ritmo al video limitate le scene ad una durata costante. Attenzione che ogni scena deve durare qualche secondo. Non dilungatevi, se non per motivi specifici.
La scelta della musica è molto importante. Preferite musiche strumentali che ben si abbinino alle immagini e non confondete l’emotività delle immagini con un brano musicale che per voi ha un significato, ma non per gli altri. Gli Iron Maiden con un tramonto, la musica Epica con una passeggiata, Guccini con una burrasca non sono certo gli abbinamenti migliori.
Il montaggio prevede che raccontiate una storia. Per quanto semplice dovete sempre raccontare qualche cosa, che abbia un inizio, uno sviluppo e una fine. Mettete un titolo all'inizio. Non abusate di scritte se non necessarie (tipo "una splendida giornata, e dopo un bel bagno arriva l'ora dell'aperitivo" ecc.) Sono sempre utili le scritte geolocalizzate.

Vediamo quindi alcuni aspetti tecnici del montaggio:

1. Le transizioni: i dilettanti fanno largo uso di transizioni ed effetti speciali. Dimenticateli. L’unica transizione possibile è la dissolvenza incrociata. Ha un solo significato: rappresenta il trascorrere del tempo. Ovvero condensa in un secondo ciò che accade in un lasso di tempo più dilatato. La dissolvenza non deve essere confusa per rappresentare cambi di spazio. Per valorizzare un cambio di spazio si chiude al nero, non si dissolve! Se non riuscite a montare un video senza utilizzare transizioni, significa che state facendo un pessimo lavoro. Montate il video solo con tagli netti, appoggiandovi alla musica. Concedetevi al massimo qualche dissolvenza incrociata se dovete passare da un momento all’altro, ma in termini di ore, non di minuti.
2. i plugin: un programma di editing video appena evoluto contiene plugin che vi consentono di modificare le riprese video. Se siete capaci di utlizzarli e avete un pc sufficientemente performante otterrete risultati sorprendenti.
I plugin più utili sono quelli che intervengono sulla gestione dei colori, della temperatura luce e dell’esposizione. Utili anche quelli per il raddrizzamento delle linee e in casi estremi quelli per la stabilizzazione nel caso di riprese a mano libera.
Prima montate il video e poi alla fine applicate i plugin. Se li applicate strada facendo finirete per stremare la CPU del pc.

Ultimo consiglio: quando avete finito il montaggio, controllate la durata del vostro video. Fate trascorrere una notte e rimontatelo il giorno dopo riducendo la durata alla metà. È una regola infallibile per trasformare un video noioso in un bel video!
28-04-2016 15:23
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
admin Offline
Amministratore

Messaggi: 122
Registrato: Oct 2004 Online
Messaggio: #2
RE: Consigli per realizzare un bel video
Grazie Alabriga, vedo meglio questo tutorial in evidenza nel forum dedicato ai nostri racconti, sposto lì.
28-04-2016 17:32
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Trixarc Offline
Vecio ADV

Messaggi: 19.287
Registrato: Jun 2010 Online
Messaggio: #3
RE: Consigli per realizzare un bel video
Consigli utilissimi e condivisi. Personalmente ho scoperto che senza averle mai codificate molte di queste regole avevo nel tempo già finito per applicarle "istintivamente"... ahimé, purtroppo non certo quella della lunghezza.Smiley2
Grazie Alabriga.Thumbsupsmileyanim

https://www.youtube.com/user/trixarc100
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 02-05-2016 17:39 da Trixarc.)
02-05-2016 17:37
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)