Rispondi 
Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
Autore Messaggio
Mrfool Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 526
Registrato: Oct 2014 Online
Messaggio: #1
Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
Salve a tutti,
veloce premessa: la barca che uso non è mia, ma è in condivisione con alcune persone tra cui l'armatore, per cui ho trovato quanto sto per descrivere così, e non ho la più pallida idea di come abbiano fatto a crearla, se non con una certa sbadataggine nel ripiegare la vela.

La scorsa settimana ho preso la barca a Cala Galera. C'era un po' di maestrale, ma niente di proibitivo, più o meno 15 nodi. Decido quindi di uscire (eravamo in due, e l'altro era meno esperto di me) e di fare un paio di bordi.
Una volta fuori vado a issare la randa ma quasi subito, nell'issarla, mi rendo conto che non ne vuole sapere di salire. Controllo di aver aperto tutti gli stop che dovevo aprire, ma subito mi rendo conto che il problema è nella cima della seconda mano di terzaroli: all'altezza del bozzello sulla balumina la cima fa almeno 4-5 giri su se stessa (il bozzello è di quelli liberi di girare) e quindi con l'attrito ovviamente non scorre e l'issata diventa assai problematica. Non vi dico con mare e vento e con uno meno esperto di me (che già non sono Nelson) al timone cos'è stato provare a girare il bozzello quelle 4 o 5 volte. Il punto è che anche dopo aver risolto l'attrito e issata la randa la cima ritornava da sola nella posizione viziata, perché i legnoli ovviamente tendono a riprendere la posizione precedente.
Penso quindi che il modo migliore per "raddrizzare" la cima è farla lavorare, quindi prendo (non senza fatica a questo punto) due mani di terzaroli per tenerla in tensione, essendomi prima curato - ovviamente - di girare il bozzello quelle 3 o 4 volte per avere la cima libera.
Lì per lì tutto ok, dopodiché ammaino, rientro, esco il giorno dopo e... uguale!
Il mio trattamento di un'oretta o due di navigazione non gli ha fatto nulla, si sente passandoci la mano sopra che la cima rimane "ritorta" internamente e tende a riprendere la sua posizione. La cosa è continuata per tutti e 4 i giorni in cui sono stato in barca, poi l'ho riconsegnata.
Venerdì sarò di nuovo a bordo per una settimana, e ho il timore che non sia cambiato nulla. Sembra una banalità, ma issare o ammainare la randa diventa estremamente problematico, visto che non scorre.

Secondo voi c'è un modo abbastanza pratico - che non sia sostituire la cima - per risolvere la cosa?

Grazie a tutti!
03-08-2016 22:40
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
France WLF Sailing Team Offline
Senior Utente

Messaggi: 2.577
Registrato: Apr 2007 Online
Messaggio: #2
Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
La vedo così: la cima dei terzaroli prima di essere utilizzata per l'uso attuale è stata avvolta male ..cioè quando dopo l'uso metti in chiaro una cima non puoi avvolgerla fra il gomito ed il polso, se quando poi ti serve non le fai riprendere il suo giro naturale è chiaro che tenderà a prendere la spirale.
Soluzione: togli tutta la cima e stendila completamente, tipo buttandola sottocoperta e dal capo alla coda stenderla in coperta, fai caso a quando la vedi salire che la cima non abbia un giro evidente, in quel caso la raddrizzi e continui a stenderla. Fallo un paio di volte poi rifai il circuito.

Ci sono però delle volte in cui le cime nascono male e quel problema non glie lo risolvi. A me è capitato quando rifeci tutte le drizze alla barca, in produttore mi regalò una drizza in più ..ma era una seconda scelta ed il giro non le va mai via (difetto di fabbricazione), alla fine l'ho impiegata per un uso più semplice e più corto (il carica alto del tangone) quindi alle brutte riciclala in qualche modo se proprio dovesse essere difettosa.
04-08-2016 01:54
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Offline
Vecio AdV

Messaggi: 7.793
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #3
RE: Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
Io non ho capito. Hai un bozzello sulla balumina? di solito c'è una brancarella dove passa la cima, borosa.
Poi ho capito che usi un cavo piano con legnoli, II° mano, sarebbe meglio una cima con la calza.
Ma quando ammaini, cosa fai? cazzi le borose? le borose si lasciano libere quando issi non c'è nessun problema.
Le borose sono un'oppppppinione.-
04-08-2016 09:10
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Online
Senior Utente

Messaggi: 4.981
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #4
RE: Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
Il bozzello e' sulla balumina poiché ha il circuito unico probabilmente. Il bozzello facilmente ha un grano che blocca la rotazione; avvitalo in posizione srotolando la borosa.
Se non smette come dice wlf e la cima sfigata.
Come dice bullo evita di cazzare le borose ammainando, buttale dentro la vela

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno
Sir Peter Blake
N.B.J.S.
Erik Aanderaa
04-08-2016 09:46
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
magior Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 157
Registrato: Jan 2015 Online
Messaggio: #5
RE: Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
Tira fuori la cima e addugliala bene facendo le volte e dandole un giro con indice e pollice.
Poi rimontale e vedrai che funziona.
Io mi ritrovo lo stesso problema con le scotte del genoa e della randa quando ho ospiti a bordo che non addugliano per bene.

Ubi commoda ibi incommoda.
04-08-2016 10:58
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
kawua75 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 4.291
Registrato: Jun 2010 Online
Messaggio: #6
RE: Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
(04-08-2016 09:46)lord Ha scritto:  Il bozzello e' sulla balumina poiché ha il circuito unico probabilmente. Il bozzello facilmente ha un grano che blocca la rotazione; avvitalo in posizione srotolando la borosa.
Se non smette come dice wlf e la cima sfigata.
Come dice bullo evita di cazzare le borose ammainando, buttale dentro la vela

anche con circuito unico il bozzello sulla balumina non serve a nulla... mi piacerebbe vedere come è fatto questo circuito.
04-08-2016 11:43
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
oudeis Offline
Vecio AdV

Messaggi: 7.761
Registrato: Mar 2012 Online
Messaggio: #7
RE: Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
(04-08-2016 11:43)kawua75 Ha scritto:  
(04-08-2016 09:46)lord Ha scritto:  Il bozzello e' sulla balumina poiché ha il circuito unico probabilmente. Il bozzello facilmente ha un grano che blocca la rotazione; avvitalo in posizione srotolando la borosa.
Se non smette come dice wlf e la cima sfigata.
Come dice bullo evita di cazzare le borose ammainando, buttale dentro la vela

anche con circuito unico il bozzello sulla balumina non serve a nulla... mi piacerebbe vedere come è fatto questo circuito.

Posto che il circuito sia fatto correttamente, il bozzello in balumina e il suo corrispondente all'albero servono eccome per fare scorrere la borosa unica che è lunga 2 volte il boma + 2 volte l'altezza della brancarella a randa issata + il corrente fino allo stopper dedicato.
Che su un 9m vuol dire una dozzina abbondante di metri, se mal
colta o di cavo ritorto farà sempre le bizze.
Piuttosto: se il bozzello è libero di ruotare hai provato a lasciarlo
lavorare senza intervento? Due o tre giri della borosa si fanno ma
quando va in tiro si raddrizza se non è stata malamente incrociata.
Cura anche che non ci siano troppi attriti, ogni passaggio è un freno.
cerca, che se ne è parlato spesso. Hanno ragione Bullo e Lord,
lascia libere le borose, poi buttale nella vela ammainata per non averle
penzoloni.

Timore di vita frugale induce molti a vita piena di timore.
(Porfirio)
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 04-08-2016 16:33 da oudeis.)
04-08-2016 16:31
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
kawua75 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 4.291
Registrato: Jun 2010 Online
Messaggio: #8
RE: Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
giuro che non riesco a capire l'utlità del bozzello in balumina se tanto la borosa esce dalla varea, va nella brancarella e giù al boma.
04-08-2016 16:45
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Online
Senior Utente

Messaggi: 4.981
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #9
RE: Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
(04-08-2016 16:45)kawua75 Ha scritto:  giuro che non riesco a capire l'utlità del bozzello in balumina se tanto la borosa esce dalla varea, va nella brancarella e giù al boma.
Considerando che la borosa è unica e che prima passa dalla mura, avere il bozzello sulla nuova bugna è utile per diminuire l'attrito.
Ho visto invece altri sistemi di presa unica che lavorano con un bozzello nel boma

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno
Sir Peter Blake
N.B.J.S.
Erik Aanderaa
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 04-08-2016 16:58 da lord.)
04-08-2016 16:54
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
oudeis Offline
Vecio AdV

Messaggi: 7.761
Registrato: Mar 2012 Online
Messaggio: #10
RE: Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
(04-08-2016 16:54)lord Ha scritto:  
(04-08-2016 16:45)kawua75 Ha scritto:  giuro che non riesco a capire l'utlità del bozzello in balumina se tanto la borosa esce dalla varea, va nella brancarella e giù al boma.
Considerando che la borosa è unica e che prima passa dalla mura, avere il bozzello sulla nuova bugna è utile per diminuire l'attrito.
Ho visto invece altri sistemi di presa unica che lavorano con un bozzello nel boma quello c'è sempre!
Parliamo di barche da crociera-crociera, dove la semplicità e comodità
prevalgono su altre esigenze, chiaro che su barche tirate non se ne parli.
mi ero spiegato o non mi son capito?26

Timore di vita frugale induce molti a vita piena di timore.
(Porfirio)
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 04-08-2016 18:07 da oudeis.)
04-08-2016 18:06
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Online
Senior Utente

Messaggi: 4.981
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #11
RE: Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Mi riferivo a questo che ha circuito rapido ma non ha bozzello sulla vela

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno
Sir Peter Blake
N.B.J.S.
Erik Aanderaa
04-08-2016 18:49
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Mrfool Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 526
Registrato: Oct 2014 Online
Messaggio: #12
RE: Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
(04-08-2016 16:31)oudeis Ha scritto:  
(04-08-2016 11:43)kawua75 Ha scritto:  
(04-08-2016 09:46)lord Ha scritto:  Il bozzello e' sulla balumina poiché ha il circuito unico probabilmente. Il bozzello facilmente ha un grano che blocca la rotazione; avvitalo in posizione srotolando la borosa.
Se non smette come dice wlf e la cima sfigata.
Come dice bullo evita di cazzare le borose ammainando, buttale dentro la vela

anche con circuito unico il bozzello sulla balumina non serve a nulla... mi piacerebbe vedere come è fatto questo circuito.

Posto che il circuito sia fatto correttamente, il bozzello in balumina e il suo corrispondente all'albero servono eccome per fare scorrere la borosa unica che è lunga 2 volte il boma + 2 volte l'altezza della brancarella a randa issata + il corrente fino allo stopper dedicato.
Che su un 9m vuol dire una dozzina abbondante di metri, se mal
colta o di cavo ritorto farà sempre le bizze.
Piuttosto: se il bozzello è libero di ruotare hai provato a lasciarlo
lavorare senza intervento? Due o tre giri della borosa si fanno ma
quando va in tiro si raddrizza se non è stata malamente incrociata.
Cura anche che non ci siano troppi attriti, ogni passaggio è un freno.
cerca, che se ne è parlato spesso. Hanno ragione Bullo e Lord,
lascia libere le borose, poi buttale nella vela ammainata per non averle
penzoloni.

Rispondo intanto a te ma ovviamente ringrazio tutti.
Il circuito è fatto bene, la barca è un Oceanis 37 e le borose hanno sempre lavorato bene.
Il bozzello lo lascerei pure lavorare senza intervento, ma se non intervengo non riesco a issare, e se pure intervengo dopo torna al suo posto a causa del "vizio" della borosa.

Ammetto che io personalmente (e credo anche gli altri utilizzatori) ho sempre cazzato le borose ammainando, un po' perché mi aiuta a far scendere la randa quando la gravità non basta più, un po' perché non amo avere le borose che calano nel pozzetto dal boma con una forma che assomiglia un po' troppo al cappio Smile
In realtà ho sempre pensato che se adeguatamente recuperate le borose, quindi con meno imbando possibile, fossero meno prone a possibili incattivimenti.
Ma questa settimana proverò sempre ad amminare raccogliendo le borose nel lazy bag senza cazzarle, così da apprezzare la differenza.
04-08-2016 20:14
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Mrfool Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 526
Registrato: Oct 2014 Online
Messaggio: #13
RE: Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
ribadisco un sentito ringraziamento a tutti per le risposte!
Sfilare completamente il circuito, addugliare per bene, stendere la borosa, riaddugliare e ripassarla era un'ipotesi che mi era passata per la testa, sebbene frenato dalla paura di impiegarci una giornata intera.
04-08-2016 20:16
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Mrfool Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 526
Registrato: Oct 2014 Online
Messaggio: #14
RE: Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
(04-08-2016 11:43)kawua75 Ha scritto:  anche con circuito unico il bozzello sulla balumina non serve a nulla... mi piacerebbe vedere come è fatto questo circuito.

se proprio sei curioso sabato vedo di fare una foto, ho cercato tra quelle già fatte ma non ce n'è nessuna in cui si veda bene.

Comunque ho un bozzello all'albero (al posto di brancarella e collo d'oca) e uno sulla balumina. La barca è un Oceanis 37, quindi sicuramente crociera crociera.
04-08-2016 20:25
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
France WLF Sailing Team Offline
Senior Utente

Messaggi: 2.577
Registrato: Apr 2007 Online
Messaggio: #15
RE: Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
(04-08-2016 20:16)Mrfool Ha scritto:  ribadisco un sentito ringraziamento a tutti per le risposte!
Sfilare completamente il circuito, addugliare per bene, stendere la borosa, riaddugliare e ripassarla era un'ipotesi che mi era passata per la testa, sebbene frenato dalla paura di impiegarci una giornata intera.

Non ci vuole tanto dai, è un'operazione che è bene fare per risparmiare tempo in futuro dovesse capitarti di dover cambiare in mare quella borosa.
Tanto per cominciare non devi ogni volta cazzare le borose, ma la cosa che ti sta dando più fastidio alla manovra non è tanto il richiamo della borosa stessa in issata, quanto il fatto che si presenti attorcigliata.. Vale lo stesso consiglio che ti ho dato ieri: quando metti la borosa in chiaro, fallo senza farle prendere spirali. Questo vale per qualunque drizza o scotta, se gli fai prendere dei giri in fase di messa in chiaro (mi viene in mente che dopo l'ammainata ripieghi la cima sul winch), occhio che se poi non rimetti in chiaro la borosa prima dell'issata successiva quella entra nel boma con un twist di volta in volta più complesso fino al punto di domenica scorsa!

In regata si usa buttare le drizze sottocoperta perché un (1) giro di drizza può compromettere un'ammainata veloce, in regata la questione è estremizzata chiaramente, ma il principio è sempre lo stesso. Un altro rimedio è quello di mettere in chiaro la drizza facendole fare un otto fra la mano ed il winch, così la drizza sarà priva di ogni giro di sorta ed in ammainata scorre altrettanto bene..

Prova e riprova ..ed a scanso di equivoci evita di "asciugare" le borose in ammainata!!
04-08-2016 23:43
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Mrfool Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 526
Registrato: Oct 2014 Online
Messaggio: #16
RE: Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
(04-08-2016 23:43)France WLF Sailing Team Ha scritto:  Non ci vuole tanto dai, è un'operazione che è bene fare per risparmiare tempo in futuro dovesse capitarti di dover cambiare in mare quella borosa.
Tanto per cominciare non devi ogni volta cazzare le borose, ma la cosa che ti sta dando più fastidio alla manovra non è tanto il richiamo della borosa stessa in issata, quanto il fatto che si presenti attorcigliata.. Vale lo stesso consiglio che ti ho dato ieri: quando metti la borosa in chiaro, fallo senza farle prendere spirali. Questo vale per qualunque drizza o scotta, se gli fai prendere dei giri in fase di messa in chiaro (mi viene in mente che dopo l'ammainata ripieghi la cima sul winch), occhio che se poi non rimetti in chiaro la borosa prima dell'issata successiva quella entra nel boma con un twist di volta in volta più complesso fino al punto di domenica scorsa!

Questo a dirla tutta lo faccio sempre, cioè ogni volta che sistemo le manovre io personalmente (non posso sapere se lo fanno anche gli altri) adduglio le cime stando ben attento ad evitare spirali di qualunque tipo. È che è proprio una cosa che mi da ai nervi: per dire io con i tubi in gomma ci litigo in continuazione finché non sono perfettamente stesi.

Comunque la paura nel rifare completamente il circuito era anche nel non essere in grado, poi, di reinserirlo in modo corretto, lo ammetto Smile

(04-08-2016 23:43)France WLF Sailing Team Ha scritto:  In regata si usa buttare le drizze sottocoperta perché un (1) giro di drizza può compromettere un'ammainata veloce, in regata la questione è estremizzata chiaramente, ma il principio è sempre lo stesso. Un altro rimedio è quello di mettere in chiaro la drizza facendole fare un otto fra la mano ed il winch, così la drizza sarà priva di ogni giro di sorta ed in ammainata scorre altrettanto bene..

Prova e riprova ..ed a scanso di equivoci evita di "asciugare" le borose in ammainata!!

Ora speriamo domani di trovare tutte le manovre in ordine (o meglio sabato, domani vado solo a dormire), altrimenti sabato mi ci metterò di punta Smile
Grazie ancora per i consigli
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 04-08-2016 23:58 da Mrfool.)
04-08-2016 23:56
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Online
Senior Utente

Messaggi: 4.981
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #17
RE: Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
Vado a memoria ma dovrebbe funzionare così
La cima e' unica e parte dal pozzetto, passa dallo stopper, dal bozzello a piede d'albero, forse in un ponticello, nel bozzello della prima mano, torna nel boma attraverso una puleggia, va alla fine del boma attraverso una puleggia riesce, passa da una bozzello sulla vela e si richiude sul boma.
91
Riflettendoci, se la cima fosse sfigata i problemi dovresti anche averli nel bozzello di mura.
Continuo a puntare il dito contro il bozzello di balumina libero di girare. Sbatacchiando al vento gira su se stesso ed imprime rotazioni alla cima. Smiley57

Comunque a scanso di equivoci se tu volessi ripassare il circuito nel boma lo devi fare con un testimone.

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno
Sir Peter Blake
N.B.J.S.
Erik Aanderaa
05-08-2016 09:03
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Offline
Vecio AdV

Messaggi: 7.793
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #18
RE: Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
Aspettiamo di vedere una foto, forse capiremo meglio.
Mrfool per adugliare la canna di gomma o un cavo d'acciaio si fa facendo un dritto ed un rovesio, parlo delle volte, verine, cioè un giro in senso orario e uno in quello antiorario.-
05-08-2016 09:32
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
kawua75 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 4.291
Registrato: Jun 2010 Online
Messaggio: #19
RE: Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
(04-08-2016 16:54)lord Ha scritto:  
(04-08-2016 16:45)kawua75 Ha scritto:  giuro che non riesco a capire l'utlità del bozzello in balumina se tanto la borosa esce dalla varea, va nella brancarella e giù al boma.
Considerando che la borosa è unica e che prima passa dalla mura, avere il bozzello sulla nuova bugna è utile per diminuire l'attrito.
Ho visto invece altri sistemi di presa unica che lavorano con un bozzello nel boma

Scusa Gianluca ma che attrito c'è se la borosa entra da una lato della vela ed esce dall'altro e va giù al boma? Ammaini drizza e recuperi borosa.

Probabilmente avrà i due bozzelli cuciti sulla vela Smiley57
05-08-2016 10:05
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Online
Senior Utente

Messaggi: 4.981
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #20
RE: Cima 2a mano terzaroli "ritorta"
(05-08-2016 10:05)kawua75 Ha scritto:  
(04-08-2016 16:54)lord Ha scritto:  
(04-08-2016 16:45)kawua75 Ha scritto:  giuro che non riesco a capire l'utlità del bozzello in balumina se tanto la borosa esce dalla varea, va nella brancarella e giù al boma.
Considerando che la borosa è unica e che prima passa dalla mura, avere il bozzello sulla nuova bugna è utile per diminuire l'attrito.
Ho visto invece altri sistemi di presa unica che lavorano con un bozzello nel boma

Scusa Gianluca ma che attrito c'è se la borosa entra da una lato della vela ed esce dall'altro e va giù al boma? Ammaini drizza e recuperi borosa.

Probabilmente avrà i due bozzelli cuciti sulla vela Smiley57
Simone forse non stiamo parlando della stessa cosa.
Se il circuito e' unico ( come descritto sopra ) l'attrito c'è. In realtà vedo che si crea piu' alla mura che in bugna. Soprattutto se la cima comincia ad invecchiare.
La randa viene giù disponendosi da un lato e i bozzelli toccano il boma.
Personalmente non ho simpatia per il circuito rapido. Sai che ragato e basta. Ho poco a che fare con questo circuito, ma vedo sulle bache nuove e' ormai diffuso.
Anzi ne approfitto per dire che la cosa piu pratica per me e' lo stroppo con il moschetto alla mura e in bugna la borosa con il giro normale.
Pero', come chi lo usa dice, il circuito unico ti evita di andare all'albero, anche se io vedo sempre che qualcuno ci deve andare . Magari sbaglio qualcosa nella manovra. Io non uso l'amantiglio perché spesso non c'e. Magari e' quello che mi fotte !
Rimane il fatto che le rande armate con circuito rapido hanno i bozzelli ed a volte non hanno le bancarelle.
Come dice il maestro aspettiamo le foto.

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno
Sir Peter Blake
N.B.J.S.
Erik Aanderaa
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 05-08-2016 10:43 da lord.)
05-08-2016 10:35
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  Cima per cosa? kpotassio 21 1.009 16-05-2018 21:57
Ultimo messaggio: ZK
  Come modificare circuito cima carrello randa? kavokcinque 90 4.701 15-05-2018 17:43
Ultimo messaggio: Franc
  Impiombatura cima 3 legnoli su redancia Tamata 1 380 06-05-2018 18:25
Ultimo messaggio: oudeis
  Circuito unico terzaroli Federico82 147 17.415 28-03-2018 20:10
Ultimo messaggio: bullo
  Problemi circuito terzaroli pablito75 23 1.518 08-02-2018 16:36
Ultimo messaggio: marloc
  Problemino cima avvolgifiocco Furlex 300 s kavokcinque 24 1.604 18-11-2017 20:17
Ultimo messaggio: kavokcinque
  Terzaroli al gran lasco rob 19 1.232 20-10-2017 19:22
Ultimo messaggio: bullo
  Con la seconda mano di terzaroli serve lo stralletto? gennarino 9 874 10-10-2017 22:05
Ultimo messaggio: nape
  Comet 801 nuovo circuito tesabase e terzaroli pablito75 0 1.227 02-09-2017 13:19
Ultimo messaggio: pablito75
  Impiombare cima square line 8 fusi bellatrix 9 1.778 25-06-2017 10:17
Ultimo messaggio: bellatrix

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)