Rispondi 
Restauro Gozzo Bani
Autore Messaggio
Eraclepz Offline
Amico del Forum

Messaggi: 5
Registrato: Oct 2010 Online
Messaggio: #1
Restauro Gozzo Bani
Buona sera ADV,

da poco mi sto prendendo cura di una elegantissima signora di 42 anni, un gozzo di 9,50m nata nei cantieri Bani di Porto Santo Stefano.

Quest'anno vorrei cercare di ottenere un risultato piacevole per il malmesso teak e per il carabottino della plancetta di poppa. Solitamente dopo l'inverno (al coperto) uso lavare il teak con acqua ed Acido Ossalico in soluzione al 5% con spazzolone con setole soft, poi olio per teak.

Vorri chiedervi qualche parere e suggerimento esaminando le foto allegate

Grazie a tutti
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
03-03-2017 21:41
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
cormax66 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 498
Registrato: Nov 2010 Online
Messaggio: #2
RE: Restauro Gozzo Bani
Potresti con una levigatrice orbitale con una grana 60 asportare un leggero strato di teak in modo da averlo nuovo per altri 10 anni, è un lavoro delicato, ma se fatto bene , il risultato è eccellente
04-03-2017 19:26
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
faber Offline
Amico del Forum

Messaggi: 2.186
Registrato: Jun 2009 Online
Messaggio: #3
RE: Restauro Gozzo Bani
@ cormacx66
non mi sembra il miglior consiglio quello che tu suggerisci...
io non userei una levigatrice orbitale e tanto meno una carta a grana grossa come la 60.
Ci andrei molto più cauto
il lavaggio con acqua (magari calda) ed acido ossalico mi sembra una buona soluzione..
a carteggiare successivamente nei punti più scabrosi c'è sempre tempo
91

E' meglio lasciare dietro di sé una scia pulita...
05-03-2017 12:19
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Eraclepz Offline
Amico del Forum

Messaggi: 5
Registrato: Oct 2010 Online
Messaggio: #4
RE: Restauro Gozzo Bani
Grazie ad entrambi.... ma condivido più l'approccio di faber e credo che farò così anche quest'anno....

@faber dopo il trattamento con acido ossalico quale olio useresti? e soprattutto dopo quanto tempo dal lavaggio?

per il lavaggio userò scopettone deckmate extra soft, con movimento perpendicolare alle strisce di teak

Grazie ancora
05-03-2017 12:33
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
oudeis Offline
Vecio AdV

Messaggi: 6.308
Registrato: Mar 2012 Online
Messaggio: #5
RE: Restauro Gozzo Bani
(05-03-2017 12:33)Eraclepz Ha scritto:  Grazie ad entrambi.... ma condivido più l'approccio di faber e credo che farò così anche quest'anno....

@faber dopo il trattamento con acido ossalico quale olio useresti? e soprattutto dopo quanto tempo dal lavaggio?

per il lavaggio userò scopettone deckmate extra soft, con movimento perpendicolare alle strisce di teak

Grazie ancora
Complimenti per l'oggetto!
Farei come dice Faber, il teak appare alquanto secco ma non
male. Piuttosto controlla i bordi della tuga.

Timore di vita frugale induce molti a vita piena di timore.
(Porfirio)
05-03-2017 19:10
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
cormax66 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 498
Registrato: Nov 2010 Online
Messaggio: #6
RE: Restauro Gozzo Bani
il risultato non è lo stesso , ma capisco il timore nel farlo
05-03-2017 20:07
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
andros Offline
Vecio ADV

Messaggi: 15.652
Registrato: Oct 2007 Online
Messaggio: #7
RE: Restauro Gozzo Bani
il tek non mi pare malmesso o troppo consunto(la gommatura è ancora a filo) e il carabottino persenta la tipica usura.
tutto sommato non andrei oltre una bella pulizia accompagnata magari da un poco di carta vetrate a togliere
le macchie più insistenti.
ma se restauro dev'essere darei la priorità alla falchetta e altre sovrastrutture che presentano macchie dovute all'infiltrazione di acqua tra la vernice usurata\screpolata.

quando milioni di poveracci sono convinti
che i propri problemi dipendano da chi sta peggio
di loro,siamo di fronte al capolavoro
delle classi dominanti.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 05-03-2017 23:29 da andros.)
05-03-2017 23:23
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Eraclepz Offline
Amico del Forum

Messaggi: 5
Registrato: Oct 2010 Online
Messaggio: #8
RE: Restauro Gozzo Bani
Andros.....complimenti che occhio!!! dalle foto con una risoluzione così bassa hai potuto notato le falchette.

quindi direi chiudo il capitolo teak e carabottino con pulizia ed olio ed apro il capitolo falchette:

Avevo previsto di dedicarmi alle falchette con la mia levigatrice rotoorbitale con grana delicata :-) poi usare "Turapori delle Brava" e poi applicare "RYLARD VG 66 PREMIUM VARNISH della Brava" ovviamente con i vari carteggi tra una mano e l'altra.......che ne pensate?

Grazie a tutti
06-03-2017 12:13
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
oudeis Offline
Vecio AdV

Messaggi: 6.308
Registrato: Mar 2012 Online
Messaggio: #9
RE: Restauro Gozzo Bani
Sì, i legni a vernice soffrono le tre S, Sole in primis, direi che una buona
ripassata ci vuole. Se hai la mano frema e leggera una buona raschietta
affilata spesso ti rende meglio dove il roto non entra. Fai qualche prova
prima "in corpore vili" Smiley4

Timore di vita frugale induce molti a vita piena di timore.
(Porfirio)
06-03-2017 13:02
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
andros Offline
Vecio ADV

Messaggi: 15.652
Registrato: Oct 2007 Online
Messaggio: #10
RE: Restauro Gozzo Bani
io sono un ssostenitore dello sverniciante.
non fà danni come la levigatrice e il risultato è ottimo.
ci sono i detrattori ( chi non è capace) che sostengono che rovina il legno o latre disgrazie.Niente vero.
purtroppo le superfici curve poco di adattano ad essere lavorate a macchinetta quindi mi sa che ti tocca sperimentarlo.
potresti usare la fiamma ma ci vuole la mano felice per non fare bruciature irrecuperabili.
oppure il phon da carrozziere ma anche quello brucia se insisti.
comunque una volta tolta la vernice vecchia carta da 180\220 a lisciare e togliere le macchie.
una volta fatta la pulizia fondo turapori (mano non troppo pesante) poi con una spugna abrasiva (non carta)
togli le imperfezioni e vernici con quel che ti consigliano.
lucido? comporta diverse mani con cartavetrature intermedie.finitura con pennello NUOVO e vernice pulita.
opaco? più facile,molto più semplice da riprendere e più "perdonoso" sulle imperfezioni.
e adesso...al lavoro.
se ti servono istruzioni per lo sverniciante,a 'sposizione

ps- la carta vetrata si usa PER IL VERSO DELLA VENA altrimenti ti troverai sempre gli sgraffioni.
pps-e metteteci qualche info nel profilo...almeno la regione o il porto.
non è obbligatorio ma scrivere a dei fantasmi è mica bello...

quando milioni di poveracci sono convinti
che i propri problemi dipendano da chi sta peggio
di loro,siamo di fronte al capolavoro
delle classi dominanti.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 06-03-2017 18:28 da andros.)
06-03-2017 18:24
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Eraclepz Offline
Amico del Forum

Messaggi: 5
Registrato: Oct 2010 Online
Messaggio: #11
RE: Restauro Gozzo Bani
Andros grazie della risposta, sono sempre disponibile a valutare i consigli di tutti e sono ancora più disponibile ad imparare cose nuove, quindi se hai tempo e voglia di condividere le tue esperienze con lo sveniciante sarò contentissimo di leggere e perché no di provare.


P.S. non sono più un fantasma, ho inserito qualche info, scusa ma sono novizio....mica "vecio" come te
06-03-2017 21:56
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
andros Offline
Vecio ADV

Messaggi: 15.652
Registrato: Oct 2007 Online
Messaggio: #12
RE: Restauro Gozzo Bani
(06-03-2017 21:56)Eraclepz Ha scritto:  Andros grazie della risposta, sono sempre disponibile a valutare i consigli di tutti e sono ancora più disponibile ad imparare cose nuove, quindi se hai tempo e voglia di condividere le tue esperienze con lo sveniciante sarò contentissimo di leggere e perché no di provare.


P.S. non sono più un fantasma, ho inserito qualche info, scusa ma sono novizio....mica "vecio" come te
Thumbsupsmileyanim

quando milioni di poveracci sono convinti
che i propri problemi dipendano da chi sta peggio
di loro,siamo di fronte al capolavoro
delle classi dominanti.
07-03-2017 11:04
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Eraclepz Offline
Amico del Forum

Messaggi: 5
Registrato: Oct 2010 Online
Messaggio: #13
RE: Restauro Gozzo Bani
Buona sera a tutti,

i lavori di svernicatura delle falchette e della tuga sono iniziati, ho eseguito nell'ordine le seguenti azioni:

1.Pistola a caldo e raschietto
2.Sverniciatore
3.Acqua e sapone di marsiglia
4.levigatrice con carta vetrara grana180

eccovi le foto:
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Ci sono ovviamente tavole da Sosituire/stuccare, ora sono ad un bivio o meglio ho un grosso dubbio.
Negli anni sono state sostituite tavole di essenze differenti e di conseguenza di colore diverso e se facessi un trattamento con turapori e floatting queste differenze cromatiche sarebbero ben evidenti ed anche scgradevoli, quindi vorrei sapere che prodotto utilizzare per uniformare il colore prima di usare il flatting.


Buona serata....

P.S. mentre lo sverniciatore passivamente faceva il suo lavoro ho cominciato a dedicarmi al carabottino della plancetta di poppa.......eccovi una foto
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 19-03-2017 22:46 da Eraclepz.)
19-03-2017 22:31
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  Restauro a Flying Junior sam78 90 1.808 16-06-2017 11:04
Ultimo messaggio: oudeis
Photo Restauro Rigoletto red 13 580 10-05-2017 16:26
Ultimo messaggio: infinity
  Il restauro di Green Pepper Napoli 16 827 27-02-2017 18:53
Ultimo messaggio: Napoli
  Restauro Piviere 6,14 N.°148 'Geronimo' FOTO Crociera Mini AlexCasa 54 13.301 16-12-2016 18:01
Ultimo messaggio: faber
  Restauro del Sensation - Balanzone Sciomachen manovel 8 1.488 29-09-2016 11:46
Ultimo messaggio: manovel
  Timone, restauro o autocostruisco? Federico82 15 986 24-06-2016 18:30
Ultimo messaggio: Federico82
  Gozzo Pexino calafataggio labrugio 13 2.069 14-06-2016 13:58
Ultimo messaggio: labrugio
  restauro 420 montecio 5 1.129 02-05-2016 10:07
Ultimo messaggio: montecio
  Restauro timone poltro71 28 5.129 29-03-2016 10:30
Ultimo messaggio: poltro71
  Consigli restauro I.O.R. rinovich 40 14.559 13-03-2016 11:59
Ultimo messaggio: clavy

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)