Rispondi 
Tre Golfi 2017
Autore Messaggio
N/A Offline
Vecio AdV

Messaggi: 6.407
Registrato: Feb 2010 Online
Messaggio: #41
RE: Tre Golfi 2017
Cavolo Sebastian, tu eri!! Mio fratello mi aveva detto che una persona mi cercava ma non mi aveva saputo dire di più! Peccato.
Si sono andato in barca subito, senza mangiare granché perchè c'erano ancora tante cose da sistemare.
Il mondo della vela è come tu hai sottolineato. Ci sono un mare di interessi dietro che davvero non si possono immaginare.
io purtroppo (o per fortuna) non ho avuto la fortuna di sedere ai CdA di pagine gialle e farla fallire, così come non ho mai speculato sulla povera gente; i soldi, quando sono facilmente guadagnati vengono con altrettanta facilità buttati, in modo da fare il figo nei circoli prestigiosi. Per cui ti assoldi spata come dipendente fisso, equipaggi pagati a 3/400 euro al giorno, ecc, ecc.. Queste cose lo sto scoprendo solo ora che mi ritrovo con una barca un tantino più "altolocata"....ché delusione!
09-05-2017 11:04
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
fast37 Offline
Senior Utente

Messaggi: 1.948
Registrato: Oct 2006 Online
Messaggio: #42
RE: Tre Golfi 2017
ma non ti serve mica pagare tutto l'equipaggio, anzi per fortuna ormai in pochi pagano la gente per fare regate. ti bastano una-due persone che ti indirizzano nella giusta direzione. di solito a fronte di tali investimenti lo fa il velaio stesso. se poi fai regate da 20 anni e sei passato attraverso 5 barche da regata (ad esempio)., non ti serve nessuno.
09-05-2017 11:35
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
LiberaMente Offline
Senior Utente

Messaggi: 1.720
Registrato: Feb 2007 Online
Messaggio: #43
RE: Tre Golfi 2017
D'accordo con Fast.
Se pensi di averne bisogno, uno bravo davvero all'inizio che ti aiuta nella messa a punto della barca e imposta l'equipaggio, poi avanti da solo con un po' di attenzione e di testa.
09-05-2017 12:19
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
francesco.mi Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 79
Registrato: Oct 2016 Online
Messaggio: #44
RE: Tre Golfi 2017
Tenetemi in considerazione se pensate di aver bisogno di una zavorra da mettere in falchetta. Purtroppo non posso ancora offrire altre competenze specifiche 100

...
09-05-2017 13:43
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Diecicentouno Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.297
Registrato: Jul 2010 Online
Messaggio: #45
RE: Tre Golfi 2017
c'eravamo anche noi con il nostro Italia 13.98 Alter Ego!
Confermo tutto quello che si è scritto, condizioni dure, durissime a Capri con vento ed onde enormi!
Anche noi abbiamo ammainato il gennaker giusto in tempo prima di girare i Galli, di sola randa andavamo a 10 nodi, una goduria!
Dal mio punto di vista abbiamo fatto un gran regata scegliendo il bordo giusto in partenza (verso terra) poi abbiamo cercato di spingere al massimo! Con la barca preparata per la crociera e carena sporca, senza vele da regata e con un equipaggio con il quale non avevamo mai provato nulla (noi siamo alla prima regata in assoluto!!!!!) ci siamo battuti e solo per pochissimi minuti siamo finiti 4° in Gran Crociera…
Una piccola delusione ma arrivare 3° sarebbe stata una magia, in compenso siamo contentissimi per la barca che ci ha regalato sensazioni di gran solidità, veloce anche con poca aria ce la siamo giocata anche con barche ben più “pronte” e con equipaggi rodati!
Poi bellissimo l’arrivo in boa ad un solo minuto da Ottavo Peccato al quale abbiamo recuperato, risalendo di bolina, diverse lunghezze!!
Che soddisfazione!! Scusatemi se vado un po’ OT ma il 13.98 è proprio una gran barca!!
Mi dispiace non aver potuto salutare gli altri…
P.s. Bellissime le parole di Kermit, condivido tutto, complimenti!!!
09-05-2017 14:03
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
m4ur0 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 382
Registrato: Jan 2010 Online
Messaggio: #46
RE: Tre Golfi 2017
Eccomi...c'eravamo anche noi con Taz...
regata partita uguale a mille altre Tre Golfi con arietta da terra nel Golfo di Napoli...
noi partiamo a centro linea insieme a Scugnizza e iniziamo subito a camminare forte con A1. Al nostro traverso a sinistra Testacuore, più a largo.
All'altezza della Cavallara si è deciso tutto: chi era più a largo è rimasto piantato, noi, insieme sempre a Scugnizza subito dietro, schizziamo via superando Nisida sotto costa con il gennaker. Proseguendo abbiamo incrociato prima di Miseno Lunatika e Lisa con i quali abbiamo poi iniziato la bolina nel golfo di Gaeta.
Bolina durata poco...di nuovo su gennaker, stavolta A2 dato che ci aspettavamo un rinforzo ed un buono e via verso Ponza a 8 nodi.
Man mano è diventato un gran lasco e poi una vera poppa; Lisa avanza un po' e noi battagliamo con Scugnizza come in un match race, mentre Lunatika più a terra si attarda un po'.
Arriviamo a Ponza qualche minuto dietro Scugnizza avvantaggiatasi in seguito ad una rotazione del vento nelle ultime miglia, seguiti da Lunatika e con TestaCuore arrivato da dietro che riesce a girare Ponza prima di Scugnizza.
Giriamo stretti su Ponza con il SudEst che dopo un leggero calo inizia a pompare forte con raffiche di oltre 25 nodi in discesa dalle pareti dell'isola...ammainiamo per tempo il gennaker prima di essere raggiunti dalle raffiche e aspettiamo prima di cambiare fiocco e prendere la mano convinti che il vento sarebbe calato allontanandosi dall'isola. Così è stato e iniziamo la bolina mure a sinistra verso il largo, dopodiché decidiamo di virare dopo poco insieme a Lunatika mentre Scugnizza, TestaCuore e O Guerriero continuano verso il largo.
La nostra rotta è bassa sia su Ventotene che su Ischia, ma decidiamo di continuare fiduciosi in una rotazione a destra nel tardo pomeriggio. Intanto il vento cala, l'ondina rimane...per fortuna si stava solo riposando un attimo e dopo circa mezz'ora riprende a soffiare sempre da circa 110 gradi con intensità di circa 18 nodi. Per tenere un'andatura più confortevole e non stressare troppo la randa nuova decidiamo di prendere la mano, che terremo per qualche ora finché il vento non calerà pian piano definitivamente. Togliamo allora la mano verso le 19, facciamo un peeling J2>J1 e approfittiamo di un leggero sinistro per virare e andare a chiudere un po' su Scugnizza e Lunatika (che aveva virato incrociando con noi un paio di ore prima andandosi a posizionare sopra Scugnizza). Pare che a largo non abbiano camminato più di noi e appena il vento inizia a ruotare a destra riviriamo e riusciamo stavolta a puntare al largo di Ischia come volevamo. Fino a questo momento direi impeccabili e probabilmente primi overall...ma qui iniziano le ca..ate! Il vento seppur debole inizia a soffiare da 260°, issiamo A0 con il quale riusciamo a poggiare massimo a 135°, mentre la rotta per il canale di Capri è per 105°. Un po' la consapevolezza di poter essere conservativi, un po' la prudenza di non aspettare la botta da Ovest con l'A1 issato, decidiamo di continuare a 135° con l'A0 più facile da gestire in caso di emergenza. Questo il primo vero errore...di lì a poco l'amico validissimo che mi dà i cambi al timone inizia a stare male (probabilmente colpa delle insalate di Tonno Conad!) e va a tappeto...continuo dormiente al timone con A0 sopra rotta, stranamente insieme a Scugnizza e Lunatika che invece probabilmente avevano deciso di stare così alti, mentre Ottavo Peccato stramba e va a chiudere sugli inseguitori (X Tension, Patricia ecc...) che stanno già guadagnando tenendosi a filo di Ischia e puntando nel canale (ndr). Man mano il vento rinforza a 16-18 nodi e una volta scapolata Capri, Scugnizza e Lunatika iniziano a poggiare verso i Galli mentre noi sempre con A0, ormai obbligati a passare esterni a Capri, avanziamo un altro poco per andare in lay line e strambare. Arrivato il momento giusto avvolgiamo A0 e strambiamo, ma nel mentre il vento rinforza di colpo a 25 nodi e non ci lascia neanche il tempo di riaprire la vela che questa inizia a srotolarsi da sola nella parte alta...consapevole di quello che sarebbe di lì a poco successo chiamo immediatamente l'ammainata dell' A0 semiaperto prima ancora di issare il fiocco taffetato da trasferimento che avevamo di proposito preparato a prua. Mentre due a prua insaccano la belva, la barca inizia a planare solo randa con il vento che sale a 30 nodi circa e l'onda in aumento. La barca è abbastanza ingestibile con grande tendenza alla straorza e con la randa (sempre quella nuova sigh) che spinge forte sulle crocette. Appena finiscono a prua chiedo al mitico prodiere francese di indossare il giubbino e issare la tormentina al posto del fiocco, mentre nella mia testa inizio già a pensare come metterci in sicurezza. Mentre issiamo la tormentina il vento sale a 33 nodi e la barca plana a quasi 14 nodi solo randa, ingestibile...una volta issata la tormentina spiego ai ragazzi la manovra che avremmo fatto: tormentina cazzata e repentina virata all'orza per buttare giù la randa. Manovra effettuata benissimo e con perdita minima, immediatamente mi rimetto di poppa aiutato dalla tormentina e possiamo agevolmente piegare e assicurare la randa sul boma per poi issare la randa di cappa. Stanchi ma soddisfatti della manovra ci mancano ancora circa 5 miglia per i Galli, ma purtroppo appena ci ridossiamo dopo Capri il vento cala a 20 nodi e la nostra configurazione di vele inizia ad essere ridicola. A quel punto decido di essere prudente e di prendere ogni decisione solo dopo aver dormito mezz'ora prima dei Galli e della dura bolina finale. Appena sveglio mi ritrovo Patricia e Xtension che girano i Galli prima di noi...il morale va a terra (solo dopo scoprirò che in realtà era già da un po' di ore che stavano guadagnando stando più bassi) e date le condizioni a dir poco critiche dell'equipaggio, decidiamo di continuare con la randa di cappa mettendo solo il fiocco a prua per riuscire a bolinare. Durante la manovra ci passano anche Nimar e Loucura e lì inizia la vera tragedia...4 ore di bolina per fare il giro di Capri con la barca che tira bordi a dir poco piatti e tutta la flotta che man mano ci svernicia (Chestress, Duffy e tanti altri), forse solo il povero Prospettica con mezzo spi issato va peggio di noi!
In conclusione...mi impongo di finire la regata seppure in condizioni indecenti a bordo e arriviamo alle 10 e 20 all'arrivo.
Purtroppo al di là delle scelte tecniche più o meno condivisibili, per la prima volta la stanchezza nel finale ha prevalso su tutto, complice anche un equipaggio di sole 6 persone al posto delle solite 7 e con due persone mai venute prima su Taz.
Peccato perchè dopo tanti podi accumulati nelle precedenti Tre Golfi, stavolta veramente avevamo creduto di poterla vincere! Chapeau a chi ha gestito la stanchezza meglio di noi!
09-05-2017 15:39
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
N/A Offline
Vecio AdV

Messaggi: 6.407
Registrato: Feb 2010 Online
Messaggio: #47
RE: Tre Golfi 2017
Grande Mauro, in effetti al largo si è preso sol più mare, mentre chi è andato sotto costa ha preso meno male ed un vento ruotato favorevolmente.Come dicono i tedeschi: cornuti e mazziati!
09-05-2017 16:10
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Online
Senior Utente

Messaggi: 3.912
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #48
RE: Tre Golfi 2017
(09-05-2017 15:39)m4ur0
' Ha scritto:  
...... Man mano il vento Mentre issiamo la tormentina il vento sale a 33 nodi e la barca plana a quasi 14 nodi solo randa, ingestibile...una volta issata la tormentina spiego ai ragazzi la manovra che avremmo fatto: tormentina cazzata e repentina virata all'orza per buttare giù la randa. Manovra effettuata benissimo e con perdita minima, immediatamente mi rimetto di poppa aiutato dalla tormentina e possiamo agevolmente piegare e assicurare la randa sul boma per poi issare la randa di cappa. Stanchi ma soddisfatti della manovra ci mancano ancora circa 5 miglia per i Galli, ma purtroppo appena ci ridossiamo dopo Capri il vento cala a 20 nodi e la nostra configurazione di vele inizia ad essere ridicola. A quel punto decido di essere prudente e di prendere ogni decisione solo dopo aver dormito mezz'ora prima dei Galli e della dura bolina finale. Appena sveglio mi ritrovo Patricia e Xtension che girano i Galli prima di noi...il morale va a terra (solo dopo scoprirò che in realtà era già da un po' di ore che stavano guadagnando stando più bassi) e date le condizioni a dir poco critiche dell'equipaggio, decidiamo di continuare con la randa di cappa mettendo solo il fiocco a prua per riuscire a bolinare. Durante la manovra ci passano anche Nimar e Loucura
Chiedo con curiosità poiché non ho mai usato una randa di cappa. Qual'e stata la manovra ?
Normalmente si e' sempre in condizione limite e issarla non deve essere agevole per chi e' all'albero .
Immagino tu debba tirare fuori i carrelli ( se presenti ) oppure i cursori o hai un altro sistema ?
Perché e' stata issata ? Non erano sufficienti le mani sulla randa ?

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno
Sir Peter Blake
10-05-2017 00:10
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
m4ur0 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 382
Registrato: Jan 2010 Online
Messaggio: #49
RE: Tre Golfi 2017
Ciao Lord,
la manovra in realtà diventa molto semplice se come me hai la randa con il gratile...
come dici giustamente tu, sarebbero bastate due mani sulla randa, ma nel prenderle la randa (nuova e con una sola mano di terzaroli) avrebbe sofferto molto e dunque abbiamo optato per ammainarla velocemente e poi piegarla per bene sul boma una volta di poppa. Per di più la mia idea era quella di preparare comodamente la mano con la randa ammainata per poi issarla nuovamente (ridotta) per la bolina finale.
ciao!
10-05-2017 09:14
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Online
Senior Utente

Messaggi: 3.912
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #50
RE: Tre Golfi 2017
Thumbsupsmileyanim
Grazie ora mi e' chiara la manovra. Per inferire la randa di cappa, devi sfilare completamente la randa ed assicurarla sul boma.

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno
Sir Peter Blake
10-05-2017 09:56
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Sebastian Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.873
Registrato: Feb 2009 Online
Messaggio: #51
RE: Tre Golfi 2017
Personalmente parto sempre con le borose armate. Minima se non inesistente perdita di efficienza, massima sicurezza nella riduzione.
10-05-2017 11:54
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Online
Senior Utente

Messaggi: 3.912
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #52
RE: Tre Golfi 2017
(10-05-2017 11:54)Sebastian Ha scritto:  Personalmente parto sempre con le borose armate. Minima se non inesistente perdita di efficienza, massima sicurezza nella riduzione.
Anch'io non partirei mai senza mani armate. Anzi il circuito e la possibilità di prendere la mano è una cosa che verifico sempre.
Comincio ad avere antipatia anche dei rollafiocchi... Leggendo è spesso causa di guai nelle lunghe

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno
Sir Peter Blake
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 10-05-2017 12:38 da lord.)
10-05-2017 12:31
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
m4ur0 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 382
Registrato: Jan 2010 Online
Messaggio: #53
RE: Tre Golfi 2017
Non so se mi sono spiegato male ma la mano era chiaramente armata!
10-05-2017 13:40
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Sebastian Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.873
Registrato: Feb 2009 Online
Messaggio: #54
RE: Tre Golfi 2017
(10-05-2017 09:14)m4ur0 Ha scritto:  Per di più la mia idea era quella di preparare comodamente la mano con la randa ammainata per poi issarla nuovamente (ridotta) per la bolina finale.
Mauro, ero stato tratto in inganno da questa frase. Mi era sembrato di capire che volevi ammainare, passare le mani, e tirare su.
My fault!
10-05-2017 15:05
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
m4ur0 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 382
Registrato: Jan 2010 Online
Messaggio: #55
RE: Tre Golfi 2017
si mi sono spiegato male...intendevo dire che l'avrei issata con la mano già presa. Ciao!
10-05-2017 15:25
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
costellation Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 104
Registrato: Sep 2014 Online
Messaggio: #56
RE: Tre Golfi 2017
la tre golfi sembra essere una bellissima regata ad iniziare dalla partenza poi girare quelle meravigliose isole , scenari impareggiabili , ma le ultime edizioni hanno dato filo da torcere ad equipaggi e barche , a meno che non si disponga di finanze illimitate per preparare la regata a dovere , riportare a casa la barca senza danni e' gia' un grosso risultato e comunque complimenti a tutti e grazie per i racconti .
10-05-2017 18:27
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Online
Senior Utente

Messaggi: 3.912
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #57
RE: Tre Golfi 2017
La barca e' sicuramente un gioco costoso per il proprietario.
Il mare ogni tanto di accarezza , ma poi ci deve prendere a sberle per ricordare che comanda lui.
Mi sento pero' di dire che i danni, quando ci sono, vanno capiti e analizzati.
Un bastone non e' una lunga e viceversa. Cimentandosi in entrambi le specialita' la barca ed equipaggio devono necessariamente adeguarsi prepararsi.
Solo facendo un serio debriefing ci si può migliorare.
Ecco, qua sicuramente un professionista serio ( ed ahimè va pagato ) o un ragatante che ne ha fatte qualcuno in piu', ti può aiutare ad evitare di cadere in errori già fatti da altri.
Banalmente se il timoniere e' ( spesso il proprietario ) nn può minimamente pensare di stare piu di 2 ore al timone, pena l'andare in palla quando di lui ci sarà veramente bisogno. Parlo per me, pur facendone ed in vari ruoli , non sono Superman e non sono un professionista che può stare sveglio per 24/36 ore.
In un bastone puoi non prendere la mano, resistendo per poco piu di un miglio, in un lunga facile che la mano la devi togliere e mettere 3/4 volte. Può non bastarti la prima e devi avere la seconda ed a volte la terza. A prua se hai un avvolgibile, difficilmente potrai affrontare una bolina con onda in sicurezza se non super collaudato ( ma anche li il rischio c'e' ).
Un drizza ammalorata, sicuro ti fottera' prima o poi, come un grillo, un moschettone, una scotta randa ecc.
Si potrebbe aprire mille discussioni in merito alle problematiche in altura.
Piu' se ne fanno, piu' si capiscono i limiti nostri e delle imbarcazioni

Ringrazio anch'io nuovamente tutti i partecipanti a questa regata per aver condiviso la loro esperienza e le loro difficoltà.

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno
Sir Peter Blake
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 11-05-2017 09:53 da lord.)
11-05-2017 09:50
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Marco Polo Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.644
Registrato: Jul 2014 Online
Messaggio: #58
RE: Tre Golfi 2017
+1

se posso dire la mia.
io se avessi intenzione di fare una stagione intera (no una spot) di lunghe armerei la barca con fiocchi con garrocci .
un leggero e un medio-pesante terzarolabile.
in una lunga la bolina stratta ti capita % poche volte e non perdi nulla rispetto al tuff luff (ci son molte altre cose che incidono) e ti da una sicurezza e una gestione facile delle vele di prua che nessun rolla ti potrà mai dare.
io il rollafiocco lo vedo solo in crociera. regate .... non mi piace.
11-05-2017 10:07
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
kermit Offline
Vecio ADV

Messaggi: 12.740
Registrato: Sep 2006 Online
Messaggio: #59
RE: Tre Golfi 2017
(11-05-2017 10:07)Marco Polo Ha scritto:  +1

se posso dire la mia.
io se avessi intenzione di fare una stagione intera (no una spot) di lunghe armerei la barca con fiocchi con garrocci .
un leggero e un medio-pesante terzarolabile.
in una lunga la bolina stratta ti capita % poche volte e non perdi nulla rispetto al tuff luff (ci son molte altre cose che incidono) e ti da una sicurezza e una gestione facile delle vele di prua che nessun rolla ti potrà mai dare.
io il rollafiocco lo vedo solo in crociera. regate .... non mi piace.
Infatti Prospettica che aveva i fiocchi con garrocci si è ritrovata il fiocco sparato sulla luna dal gennaker.....
Questa è la dimostrazione che non ci sono verità assolute...

Riguardo ai rollafiocchi voglio capire di quali avarie stiamo parlando, se è quello di Testacuore ha già detto che era partito con un problema, di altri rollafiocchi rotti non saprei ma di sicuro come ogni cosa in barca deve essere in perfetta efficienza e se parti con un piccolo problema poi si amplifica in condizioni dure, se fai le X2 il rollafiocco è una cosa utile ed almeno io salvo errori capitati in passato non ho mai avuto problemi

"fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza"
MMSI 247056880
11-05-2017 13:05
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Marco Polo Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.644
Registrato: Jul 2014 Online
Messaggio: #60
RE: Tre Golfi 2017
(11-05-2017 13:05)kermit Ha scritto:  Infatti Prospettica che aveva i fiocchi con garrocci si è ritrovata il fiocco sparato sulla luna dal gennaker.....
Questa è la dimostrazione che non ci sono verità assolute...

premesso che io verità assolute non ne ho infatti "dico la mia" quanto è accaduto a prospettica non è chiaro.
nessuno ha informazioni complete.
da quello che dici semprerebbe che sia il gennaker che abbia tirato su tutto pertanto non è pertinente al discorso garrocci o meno.
PER ME il rolla è un ulteriore elemento di rischio (rottura o malfunzionamento) oltre a darti una vela meno performante soprattutto in caso di riduzione.
i garrocci non hanno mai dato problemi a nessuno.
forse qualche schizzo di acqua nell'andare a prua .....
ma questo fa perte delle regate. se uno fa le crocierine è altra cosa.
11-05-2017 13:32
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  Palermo - Montecarlo 2017 - Ciak 2 eulero 36 1.618 16-08-2017 20:38
Ultimo messaggio: eulero
  151 2017 LiberaMente 68 3.436 12-08-2017 22:25
Ultimo messaggio: laserjet
  Rolex Fastnet Race 2017 ulpiano 19 530 12-08-2017 11:42
Ultimo messaggio: ulpiano
  Roma giraglia 7/10 settembre 2017 sventola 42 1.592 06-08-2017 15:25
Ultimo messaggio: LiberaMente
  Mondiale ORC 2017 - Trieste ulpiano 56 2.484 18-07-2017 13:28
Ultimo messaggio: lord
  Palermo - Montecarlo 2017 eulero 97 2.515 04-07-2017 18:40
Ultimo messaggio: Baladin
  Rolex Giraglia 2017 Marco Polo 115 4.162 04-07-2017 12:46
Ultimo messaggio: irruenza
  Campionato Italiano offshore 2017 Marco Polo 35 2.793 04-07-2017 10:51
Ultimo messaggio: Marco Polo
  Ostar 2017 Andel 128 4.900 26-06-2017 01:38
Ultimo messaggio: infinity
  Cyclops 2017 Ilviaggiatore 4 287 25-06-2017 15:18
Ultimo messaggio: Ilviaggiatore

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)