Rispondi 
Senza vele e motore in prossimità degli scogli
Autore Messaggio
marcofailla Online
Amico del Forum

Messaggi: 2.702
Registrato: Aug 2015 Online
Messaggio: #41
Senza vele e motore in prossimità degli scogli
ciao timeout , se ho capito bene tu usi il serbatoio principale solo per ricaricare quello di giornata tramite la pompa a 12v?
e il ricircolo del gasolio dal motore ce lhai al seratoio principale o a quello di giornata?

chiedo perché il mio serbatoio é inox e non ispezionabile a meno di tagliarlo


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 22-05-2017 16:38 da marcofailla.)
22-05-2017 16:38
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
timeout Offline
Amico del Forum

Messaggi: 2.331
Registrato: May 2010 Online
Messaggio: #42
RE: Senza vele e motore in prossimità degli scogli
(22-05-2017 16:38)marcofailla Ha scritto:  ciao timeout , se ho capito bene tu usi il serbatoio principale solo per ricaricare quello di giornata tramite la pompa a 12v? SI
e il ricircolo del gasolio dal motore ce lhai .............a quello di giornata? SI

Ciao,
Ogni tanto sono al nic ma non ci siamo mai incrociati.
BV
22-05-2017 17:31
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
orteip Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.181
Registrato: Mar 2013 Online
Messaggio: #43
RE: Senza vele e motore in prossimità degli scogli
Da buon "Pigro Cronico" abituato a valutare in ogni cosa la possibilità di avere il massimo con il minimo sforzo, ecco alcune considerazioni retoriche che IO mi sono rivolto in merito ad un'eventuale serbatoio di scorsta cosi detto "Giornaliero":

Primo
il serbatoio di scorta potrebbe essere facilemnte sostituito da una semplice tanica e meglio ancora se, come quella utilizzata da Elf, avesse gli attacchi ad innesto rapido, filtrino e pompetta.

Secondo
A parte il fatto di doversi ricordare di mantenerlo pieno, è anche vero che il carburante di oggi additivato con il biodiesel forma delle alghe microbatteriche dentro il serbatoio stesso e quindi dovrei sostituirne il carburante in modo frequente con l'aggiunta di altro lavoro da ricordare e da fare.

Terzo, se il motore mi pianta in calma piatta a 30/40 Mn dalla costa, con il serbatoio giornaliero mi potrei avvicinare di qualche miglio ma poi, alla fine, dovrei sempre mettere mano ai filtri, ai decantatori, ed alle tubature che potrebbero essere intasate con conseguente imbrattamenti vari in giro per la barca e sempre che io abbia anche dei ricambi a bordo. Se poi invece mi faccio un serbatoio da 100 Lt non è più giornaliero e torno ad avere gli stessi problemi di quello principale con la differenza che ho raddoppiato i lavori da ricordare e da fare.

Quarto, se invece il motore mi pianta all'imboccatura del porto e con mare grosso (vedi fatti successi), non avrei materialmente il tempo di andare sotto, azionare le valvole di scambio, ritornare al timone e rimettere in moto e tutto sempre che il motore parta subito e non necessiti fare un'eventuale spurgo.

Da buon Pigro ho concluso le mie considerazioni personali con il fatto che il serbatoio di scorta grava di una mole di lavoro (piccola o grande che sia) che comunque non compensa gli inesistenti vantaggi che invece dovrebbe portare: salvo avere un serbatoio trasparente non puoi avere un preventivo controllo visivo sugli eventi; se ti succede lontano dalla costa non ti risolve i problemi e se ti succede in una situazione critica non hai il tempo di metterti a fare lo scambio dei serbatoi o taniche.

Premesso che tutto ciò sono solo mie considerazioni, dal mio serbatoio 50 Cm di tubo poi un filtrino a retina che ferma tutte le morchie di questo mondo, pompetta specifica per il gasolio e poi tutto il resto (rubinetto, decantatore, filtro, ecc.).

Se mi pianta il motore metto sotto il secchietto, allento due fascette, sostituisco il filtrino da 3 Euri, due pompatine e riparto in meno di 5 minuti ma cosa molto più importante, ogni volta prima di rientrare in un porto ed a distanza di sicurezza, alzo il gavone e visivamente controllo lo stato del filtrino che nel caso sostituisco in sicurezza restando lontano dalla costa.

19

P.S. Non ho percentuali sulla vendita dei filtrini ma ormai, dopo essere rimasto in panne diverse volte e dopo aver provato diversi metodi, da più di 8 anni utilizzo questo sistema senza aver più avuto il minimo problema.

- - - www.portolanando.com - - -
DIARIO e PORTOLANO uniti insieme con foto, venti di traversia e waypoint della costa passo per passo
- - - - Che ne pensate?? - - - -
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 23-05-2017 11:47 da orteip.)
23-05-2017 11:41
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
timeout Offline
Amico del Forum

Messaggi: 2.331
Registrato: May 2010 Online
Messaggio: #44
RE: Senza vele e motore in prossimità degli scogli
Caro Orteip,
Il serbatoio di giornata è consigliato da chi con la barca ha alle spalle oltre 100.000 miglia, sicuramente per oggettiva esperienza sul campo in migliaia e migliaia di miglie di coste visitate.
Quello che dici tu cioè di inserire un filtrino ispezionabile è un ulteriore sicurezza che personalmente prenderò in considerazione.
È naturale che se ho un serbatoio da 100 litri faccio prima a tenere una tanica da 10 litri con il tappo predisposto per mandata e ritorno Motore.
il problema nasce comunque quando il serbatoio non può essere pulito ed ha capienze tali che un diportista per l'utilizzo che ne fa potrebbe fare il pieno ogni 2 stagioni.
Imho
BV
23-05-2017 12:03
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
drmtiede Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 72
Registrato: Apr 2012 Online
Messaggio: #45
Senza vele e motore in prossimità degli scogli
Quando ho fatto l'esame della patente l'esaminatore ci ha posto proprio questo problema: condizioni pessime e motore fuori uso (niente vele, rotte, incattivite, non presenti o troppo vento).

A NESSUNO di noi era venuto in mente di calare l'ancora.

È stata la cosa più importante che abbia imparato facendo la patente. Calare l'ancora il prima possibile anche in mare aperto se necessario, che prima o poi fa presa, prima di andare a scogli o spiaggiarsi.

Probabilmente questo ai poveracci di Rimini non era venuto in mente.

COMPLIMENTI per averci pensato e anche per come hai gestito una situazione che purtroppo a noi principianti può capitare. Non per niente si dice che non si nasce imparati. E condividere le proprie disavventure sul forum aiuta a crescere chi queste esperienze (fortunatamente) non ha ancora fatte.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 23-05-2017 13:42 da drmtiede.)
23-05-2017 13:41
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
orteip Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.181
Registrato: Mar 2013 Online
Messaggio: #46
RE: Senza vele e motore in prossimità degli scogli
(23-05-2017 12:03)timeout Ha scritto:  Caro Orteip,
Il serbatoio di giornata è consigliato da chi con la barca ha alle spalle oltre 100.000 miglia, sicuramente per oggettiva esperienza sul campo in migliaia e migliaia di miglie di coste visitate.
Quello che dici tu cioè di inserire un filtrino ispezionabile è un ulteriore sicurezza che personalmente prenderò in considerazione.
È naturale che se ho un serbatoio da 100 litri faccio prima a tenere una tanica da 10 litri con il tappo predisposto per mandata e ritorno Motore.
il problema nasce comunque quando il serbatoio non può essere pulito ed ha capienze tali che un diportista per l'utilizzo che ne fa potrebbe fare il pieno ogni 2 stagioni.
Imho
BV

In più di trenta anni di barca e di mare di 100.000 Mn forse ne potrei aver fatte più di qualcuna ma a parte questo, ho messo il filtrino proprio perchè anche il mio serbatoio non è ispezionabile e la cosa da anni funziona a dovere.

Oltre questo, chi naviga in oceano in effetti utilizza questo sistema ma non per gli scopi che i comuni diportisti presumono, loro in genere utilzzano questo sistema per razionare il carburante e se hanno problemi, smontano, puliscono, sostituiscono, ecc..

Di certo a loro è difficile che capiti di essere piantati dal motore mentre sono all'imboccatura di un porto con 2 Mt di onda al traverso. (Vedi casi realmente successi anche da poco).

In quel caso prova ad immaginare come potresti gestire la situazione dovendo mollare il timone per andare a fare il cambio dei serbatoi, io la vedo dura e chiunque avesse fatto più di 100.000 Mn ma anche di meno, ti direbbe la stessa cosa.

Dal canto mio, con la mia modesta esperienza, io ti ho descritto l'effettiva e reale funzionalità del mio sistema motivandola con argomenti inconfutabili, ti sarei grato se, in una situazione come sopra descritta (onde, mare, ecc.), tu mi spiegassi con argomenti altrettanto inconfutabili:

tu come fai ad avere la piena certezza di avere il carburante perfettamente pulito e la perfetta consapevolezza che il motore non ti pianti.

tu come fai ad avere la piena certezza che, anche se molli il timone e riesci a fare il cambio dei serbatoi in meno di 5 secondi, il motore ti ripartirà al primo colpo.

Certo, queste sono situazioni gravi ma che purtroppo si verificano (Rimini docet) e se io che ho più di trenta anni di esperienza, devo avere un sistema che comunque NON mi evita di finire nelle situazioni gravi, bhe... forse è meglio se torno al canotto che mi sono auto costruito quando avevo 12 anni, almeno quello non aveva problemi di gasolio sporco.


Allegati Anteprime
   

- - - www.portolanando.com - - -
DIARIO e PORTOLANO uniti insieme con foto, venti di traversia e waypoint della costa passo per passo
- - - - Che ne pensate?? - - - -
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 23-05-2017 14:17 da orteip.)
23-05-2017 14:12
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
iraeit Online
Amico del Forum

Messaggi: 1.169
Registrato: Aug 2007 Online
Messaggio: #47
RE: Senza vele e motore in prossimità degli scogli
@orteip da quello che ho capito timeout aspira il carburante dal serbatoio principale, lo filtra e lo mette nel serbatoio di "giornata" (ispezionabile ed all'occorrenza lavabile). In quel serbatoio va il carburante che serve alla "giornata" per cui il rischio morchia è nullo.

Detto questo, da pigro incallito, concordo con te che è tutto uno sbattimento e che in situazione come quelle descritte o il sistema è gia' pronto ed automatico oppure non si ha il tempo di far nulla. Di fatto nel caso in esame, che si avessero o meno conoscenze sul motore in grado di ripristinare il tutto era irrilevante, fosse stato anche il piu' bravo dei meccanici non vi era il tempo di intervenire e l'ancora unica salvezza.

Poi va anche considerato che la morchia è la principale, ma non l'unica, causa per la quale un motore ti puo' lasciare in condizioni come quelle descritte con forti inclinazioni. Ecco perchè son sempre piu' convinto che il futuro sia l'elettrico e/o l'ibrido, fosse solo per un fattore di sicurezza.
23-05-2017 14:29
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
marcofailla Online
Amico del Forum

Messaggi: 2.702
Registrato: Aug 2015 Online
Messaggio: #48
Senza vele e motore in prossimità degli scogli
ragazzi non so dove comprate questa nafta ipercontaminata, questa tanica qui l'ho appena vuotata nel serbatoio principale e la nafta era vecchia di dodici mesi (più o meno)

quando ho preso la barca c'erano tre taniche (e questa é una di quelle...) ferme in un gavone da tre anni e mezzo piene di nafta (verosimilmente greca) che ovviamente ho già consumato, mai visto nulla di nulla, neanche nell'imbuto retina munito

[Immagine: e6617c7858c7548baac805894b470c0d.jpg]

il mio serbatoio é non ispezionabile. dovrebbe essere di soli 65 litri, ma per entrare e uscire dal porto ci faccio davvero due stagioni con un pieno

l'idea del filtrino non costa nulla e certamente può aiutare in emergenza, ma anche l'idea del serbatoio piccolo o di giornata mi mi sembra bella, soprattutto per me che ho la barca da regata/daysailing

tornando IN-THREAD chiedo: in caso di panne al motore, da solo e senza vele a riva, alzereste il fiocco 100% perché rapidissimo con i garrocci anche se presumibilmente ci si gioca la risalita al vento oppure la randa che tra lazy jack e cursori bastardissimi nel mio particolare caso richiede molto più tempo e per di più all'albero

anticipo che considerato il traffico portuale, gli spazi disponibili e il tempo necessario per disarmare, da solo, per me, rimane non impossibile ma certamente difficoltosa l'opzione di entrare in porto con le vele a riva per poi disarmarle con l'autopilota inserito tra traghetti, pilotine ecc


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 23-05-2017 15:55 da marcofailla.)
23-05-2017 15:41
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Oldtoy Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 69
Registrato: Jan 2015 Online
Messaggio: #49
RE: Senza vele e motore in prossimità degli scogli
Il filtrino di rete tipo "moto" non scongiura il fermo del motore perchè purtroppo se è presente la mucillaggine nel serbatoio va a tappare il condotto in uscita del serbatoio che rimane a monte del filtrino in rete e non fa arrivare piu' gasolio. Parlo per esperienza, anche sul mio GS il serbatoio non è ispezionabile e l'unico modo è stato smontarlo e pulirlo con il Forza 100. Le alghe avevano formato uno strato veramente consistente
23-05-2017 16:33
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
orteip Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.181
Registrato: Mar 2013 Online
Messaggio: #50
RE: Senza vele e motore in prossimità degli scogli
(23-05-2017 14:29)iraeit Ha scritto:  @orteip da quello che ho capito timeout aspira il carburante dal serbatoio principale, lo filtra e lo mette nel serbatoio di "giornata" (ispezionabile ed all'occorrenza lavabile). In quel serbatoio va il carburante che serve alla "giornata" per cui il rischio morchia è nullo.

Detto questo, da pigro incallito, concordo con te che è tutto uno sbattimento e che in situazione come quelle descritte o il sistema è gia' pronto ed automatico oppure non si ha il tempo di far nulla. Di fatto nel caso in esame, che si avessero o meno conoscenze sul motore in grado di ripristinare il tutto era irrilevante, fosse stato anche il piu' bravo dei meccanici non vi era il tempo di intervenire e l'ancora unica salvezza.

Poi va anche considerato che la morchia è la principale, ma non l'unica, causa per la quale un motore ti puo' lasciare in condizioni come quelle descritte con forti inclinazioni. Ecco perchè son sempre piu' convinto che il futuro sia l'elettrico e/o l'ibrido, fosse solo per un fattore di sicurezza.

Avevo capito male io,
Così come lo hai descritto tu può funzionare anche se è un vero sbattimento non da poco, per ogni uscita controlla il serbatoio di giornata, fai eventualmente il travaso per rabboccare, ecc..

Non fa proprio per me, pensa che una volta per strada ho incontrato la signora pigrizia in persona che si è voltata dall'altra parte per la vergogna.
1919

Io sono un ex motorista che quando arrivava nelle calette, mentre gli altri facevano il bagno e si divertivano, io stavo sempre a ristringere viti e bulloni che si erano allentati con le vibrazioni.

Ora in barca a vela, che siano 5 o 8 Knt non importa, per il resto tutto relax, patatine e noccioline.
Quando ho nostalgia del vecchio motorista che è in me mi sfogo con 2,80 Mt di gommone e uno yamaha 3 Cv rigorosamente 2 tempi che ogni tanto smonto, rimonto, modifico, ecc..

- - - www.portolanando.com - - -
DIARIO e PORTOLANO uniti insieme con foto, venti di traversia e waypoint della costa passo per passo
- - - - Che ne pensate?? - - - -
23-05-2017 16:47
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
orteip Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.181
Registrato: Mar 2013 Online
Messaggio: #51
RE: Senza vele e motore in prossimità degli scogli
(23-05-2017 16:33)Oldtoy Ha scritto:  Il filtrino di rete tipo "moto" non scongiura il fermo del motore perchè purtroppo se è presente la mucillaggine nel serbatoio va a tappare il condotto in uscita del serbatoio che rimane a monte del filtrino in rete e non fa arrivare piu' gasolio. Parlo per esperienza, anche sul mio GS il serbatoio non è ispezionabile e l'unico modo è stato smontarlo e pulirlo con il Forza 100. Le alghe avevano formato uno strato veramente consistente

Poichè gli interventi se si fanno vanno fatti completi altrimenti non funzionano, scusa se ti faccio due domande:

La più ovvia, hai pensato di verificare che i tuoi tubi dell'impianto siano almeno da 10 mm diametro interno?

L'altra, hai verificato se c'è ed eventualmente tolto la retina in fondo al pescante??

Per il diametro dei tubi il perchè mi sembra ovvio, per il pescante invece pure.

Nella mia ho tolto la retina nel pescante sostituendola con il filtrino e tira su di tutto, una volta ha tirato fino al filtrino persino un pellet di polietilene da quasi 8 mm di diametro che forse nella realizzazione del serbatoio non si era fuso con il resto della struttura.

Se non si toglie è normale che la morchia ci si accumula intorno ed ostruisce tutto poi, filtrino o no, come dici tu non arriva più carburante.

Mi è pure successo che, nonostante i tubi di adeguato diametro e nonostante il filtrino, mi si è tappato il tratto di tubo che va dal sebratoio allo stesso filtrino ma poichè quel tratto è lungo 50 Cm, con una soffiata si è liberato immediatamente.
Certo che se il filtrino lo metto dopo 5 Mt di tubo è un'altro discorso.

Ovviamente il filtrino non esclude che il serbatoio vada pulito almeno ogni 3 anni e siccome io non posso ne ispezionarlo ne smontarlo, ogni tre anni mi limito ad aspirare gasolio facendolo passare in un filtro per poi rigettarlo nel serbatoio. Trattamento che a seconda la quantità di gasolio residua dura dalle due alle 4 ore con ottimi risultati insieme all'utilizzo di additivi però del tipo agricolo, fatti a posta per i trattori che lavorano in mezzo alla polvere ed oltre la morchia nei serbatoi hanno anche la terra.

IMHO

- - - www.portolanando.com - - -
DIARIO e PORTOLANO uniti insieme con foto, venti di traversia e waypoint della costa passo per passo
- - - - Che ne pensate?? - - - -
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 23-05-2017 17:14 da orteip.)
23-05-2017 17:08
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Oldtoy Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 69
Registrato: Jan 2015 Online
Messaggio: #52
RE: Senza vele e motore in prossimità degli scogli
Si, nel pescante non era presente nessuna retina mentre il tubo non ti so dire se è da 8 o da 10 e comunque comanda il diametro del pescante che non posso eventualmente sostituire (serbatoio inox) comunque a memoria potrebbe essere da 8 piccolino purtroppo (25 anni fa non esisteva il problema del biodiesel)
Comunque ho recentemente acquistato una tanica da 20 litri da usare come riserva che ha un pescante ed un beccuccio per eventualmente bypassare tutta la linea e attaccarsi direttamente al filtro motore (mollando una fascetta in un minuto si collega) sperando di non usarla mai!
23-05-2017 19:13
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
pietroz Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 20
Registrato: Jul 2015 Online
Messaggio: #53
RE: Senza vele e motore in prossimità degli scogli
Commenti a quanto chiesto da marcofailla?

tornando IN-THREAD chiedo: in caso di panne al motore, da solo e senza vele a riva, alzereste il fiocco 100% perché rapidissimo con i garrocci anche se presumibilmente ci si gioca la risalita al vento oppure la randa che tra lazy jack e cursori bastardissimi nel mio particolare caso richiede molto più tempo e per di più all'albero
24-05-2017 07:43
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Offline
Vecio AdV

Messaggi: 6.331
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #54
RE: Senza vele e motore in prossimità degli scogli
Se non riesci a bolinare col solo fiocco è giunto il momento d'imparare.
Ovvio che stringi dai 5°/ 10° in meno che con la randa, ma riesci comunque a guadagnare al vento, invece di 45° sui 50°/55°, non puoi cazzare il fiocco come se avessi la randa devi lasciarlo più morbito.
Il fiocco è un'oppppppinione.-
24-05-2017 11:07
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
orteip Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.181
Registrato: Mar 2013 Online
Messaggio: #55
RE: Senza vele e motore in prossimità degli scogli
(24-05-2017 11:07)bullo Ha scritto:  Se non riesci a bolinare col solo fiocco è giunto il momento d'imparare.
Ovvio che stringi dai 5°/ 10° in meno che con la randa, ma riesci comunque a guadagnare al vento, invece di 45° sui 50°/55°, non puoi cazzare il fiocco come se avessi la randa devi lasciarlo più morbito.
Il fiocco è un'oppppppinione.-

+1

- - - www.portolanando.com - - -
DIARIO e PORTOLANO uniti insieme con foto, venti di traversia e waypoint della costa passo per passo
- - - - Che ne pensate?? - - - -
24-05-2017 13:11
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Tatone Online
Amico del Forum

Messaggi: 1.294
Registrato: Nov 2013 Online
Messaggio: #56
RE: Senza vele e motore in prossimità degli scogli
(24-05-2017 11:07)bullo Ha scritto:  Se non riesci a bolinare col solo fiocco è giunto il momento d'imparare.
Ovvio che stringi dai 5°/ 10° in meno che con la randa, ma riesci comunque a guadagnare al vento, invece di 45° sui 50°/55°, non puoi cazzare il fiocco come se avessi la randa devi lasciarlo più morbito.
Il fiocco è un'oppppppinione.-

Perfetto!! Aggiungo solo un punto per me importante e cioè che con il solo fiocco è molto più difficile virare che con la sola randa, quindi va scelto subito il lato giusto che permette di allontanarsi dalla costa, altrimenti bolinando con un angolo più sfavorevole è un attimo tornare indietro! 42
24-05-2017 16:03
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Tatone Online
Amico del Forum

Messaggi: 1.294
Registrato: Nov 2013 Online
Messaggio: #57
RE: Senza vele e motore in prossimità degli scogli
(23-05-2017 16:47)orteip Ha scritto:  Avevo capito male io,
Così come lo hai descritto tu può funzionare anche se è un vero sbattimento non da poco, per ogni uscita controlla il serbatoio di giornata, fai eventualmente il travaso per rabboccare, ecc..

Non fa proprio per me, pensa che una volta per strada ho incontrato la signora pigrizia in persona che si è voltata dall'altra parte per la vergogna.
1919

Forse continui ad avere qualche idea confusa sulla soluzione che ti descrive timeout. Il serbatoio di giornata è fisso, non lo vedi proprio, è installato in uno spazio libero in barca, io ne ho visti ad esempio in sentina o sopra/dietro il motore. Il serbatoio di giornata si riempie SOLO con una pompa elettrica che pesca nel serbatoio principale, oppure a caduta se dovesse essere posto più in basso. Grazie ai filtri che comunque metti tra il serbatoio principale e quello di giornata sei matematicamente sicuro che in quello di giornata non entri nessuna schifezza. Il motore è collegato direttamente e SOLO al serbatoio di giornata (se vuoi proprio le mutande di ghisa, puoi mettere comunque un bypass di emergenza a quello principale nel caso remotissimo succeda qualcosa a quello di giornata...). Quindi, non devi switchare mai nulla tra l'uno e l'altro, devi solo procedere al riempimento del serbatoio di giornata.
A meno che non abbia capito male io e la tua pigrizia non ti impedisca anche di azionare un semplice interruttore. Blinksmiley
Se anche fosse così, ti basta aggiungere un indicatore e un sensore di livello che azioni la pompa e riempia automaticamente il serbatoio di giornata, semplicissimo, spesa pochi euro. Smiley2
Come ti ha spiegato timeout, questo sistema è utilizzato da moltissimi navigatori che frequentano mari e carburanti in giro per tutto il mondo...
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 24-05-2017 16:48 da Tatone.)
24-05-2017 16:44
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
angelo2 Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 204
Registrato: Mar 2017 Online
Messaggio: #58
RE: Senza vele e motore in prossimità degli scogli
tatone, ha quindi un serbatoio in serie.... ok, ma cosa pensi di un serbatoio di giornata in parallelo? piccolo volume, uscita che salta il prefiltro(tanto se è attappato!) e va direttamente al motore,rubinetto a tre vie( esclude via principale e apre la secondaria)posto in posizione comoda,per i pigri.... ho letto che il motore aspira molto di più di quanto consuma..... (necessario quindi il circuito di ritorno)

dubito ergo sum
24-05-2017 18:19
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
orteip Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.181
Registrato: Mar 2013 Online
Messaggio: #59
RE: Senza vele e motore in prossimità degli scogli
(24-05-2017 16:44)Tatone Ha scritto:  
(23-05-2017 16:47)orteip Ha scritto:  Avevo capito male io,
Così come lo hai descritto tu può funzionare anche se è un vero sbattimento non da poco, per ogni uscita controlla il serbatoio di giornata, fai eventualmente il travaso per rabboccare, ecc..

Non fa proprio per me, pensa che una volta per strada ho incontrato la signora pigrizia in persona che si è voltata dall'altra parte per la vergogna.
1919

Forse continui ad avere qualche idea confusa sulla soluzione che ti descrive timeout. Il serbatoio di giornata è fisso, non lo vedi proprio, è installato in uno spazio libero in barca, io ne ho visti ad esempio in sentina o sopra/dietro il motore. Il serbatoio di giornata si riempie SOLO con una pompa elettrica che pesca nel serbatoio principale, oppure a caduta se dovesse essere posto più in basso. Grazie ai filtri che comunque metti tra il serbatoio principale e quello di giornata sei matematicamente sicuro che in quello di giornata non entri nessuna schifezza. Il motore è collegato direttamente e SOLO al serbatoio di giornata (se vuoi proprio le mutande di ghisa, puoi mettere comunque un bypass di emergenza a quello principale nel caso remotissimo succeda qualcosa a quello di giornata...). Quindi, non devi switchare mai nulla tra l'uno e l'altro, devi solo procedere al riempimento del serbatoio di giornata.
A meno che non abbia capito male io e la tua pigrizia non ti impedisca anche di azionare un semplice interruttore. Blinksmiley
Se anche fosse così, ti basta aggiungere un indicatore e un sensore di livello che azioni la pompa e riempia automaticamente il serbatoio di giornata, semplicissimo, spesa pochi euro. Smiley2
Come ti ha spiegato timeout, questo sistema è utilizzato da moltissimi navigatori che frequentano mari e carburanti in giro per tutto il mondo...

Tatone, sono pigro ma non stupido.
Già hai il filtro e prefiltro da verificare e sostituire all'occorrenza, l'eventuale pompa elettrica da mantenere efficieente ed il filtro aggiuntivo che metteresti fra il serbatoio principale e quello di giornata, per me sarebbero altre rotture da mettere a giro nei controlli e sostituzioni periodiche con anche conseguenti spese (per me inutili) ma questo sarebbe poco se:

Primo, visto che il serbatoio a tuo dire potrebbe essere messo in sentina, sotto la chiglia o murato nel bagno ma comunque non a portata di mano e sopratutto non a portata di vista (tanto non sarebbe nemmeno trasparente), di sicuro occorrerà mettergli un'indicatore di livello per evitare o che si azioni la pompa a serbatoio pieno o che credendolo pieno ci si ritrovi a secco.
Per me sarebbe altro lavoro per passare i cavi, altro lavoro per montare lo strumento, altro buco sulla barca Smiley12 altro strumento da controllare manco fosse un'astronave ed altri costi che se dassere qualche buon risultato forse potrebbero essere anche giustificati ma:

Secondo, cosa fai se azioni la pompa e scopri che l'indicatore del sebatoio giornaliero non sale?
Magari potrebbe essere saltato il fusibile della pompa oppure potrebbe essersi intasato il filtro fra i due serbatoi ma in ogni caso non hai un controllo visivo della situazione e sopratutto nel secondo caso, ti devi mettere a sostituire il filtro classico che poi richiede lo spurgo e che, essendo a bicchiere, ha pure una certa quantità di gasolio all'interno che è quasi impossibile non farne cadere un pò in giro.

In ogni caso, sono controlli, sostituzioni e costi aggiuntivi che finche la cosa non serve va tutto bene ma in caso di intasamento (casi più frequenti) all'occorrenza non ti consente di risolvere il problema in 5 minuti come nel caso del filtrino ed il minor tempo di intervento per me non è solo una questione di prigrizia.

Ma tutto, come detto e ripeto, è solo questione di opinioni ed esperienze personali. Alla fine tutto funziona finchè funziona che sia il mio sistema o quello degli altri.
19

- - - www.portolanando.com - - -
DIARIO e PORTOLANO uniti insieme con foto, venti di traversia e waypoint della costa passo per passo
- - - - Che ne pensate?? - - - -
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 24-05-2017 19:05 da orteip.)
24-05-2017 18:56
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
timeout Offline
Amico del Forum

Messaggi: 2.331
Registrato: May 2010 Online
Messaggio: #60
RE: Senza vele e motore in prossimità degli scogli
(24-05-2017 18:56)orteip Ha scritto:  
(24-05-2017 16:44)Tatone Ha scritto:  
(23-05-2017 16:47)orteip Ha scritto:  Avevo capito male io,
Così come lo hai descritto tu può funzionare anche se è un vero sbattimento non da poco, per ogni uscita controlla il serbatoio di giornata, fai eventualmente il travaso per rabboccare, ecc..

Non fa proprio per me, pensa che una volta per strada ho incontrato la signora pigrizia in persona che si è voltata dall'altra parte per la vergogna.
1919

Forse continui ad avere qualche idea confusa sulla soluzione che ti descrive timeout. Il serbatoio di giornata è fisso, non lo vedi proprio, è installato in uno spazio libero in barca, io ne ho visti ad esempio in sentina o sopra/dietro il motore. Il serbatoio di giornata si riempie SOLO con una pompa elettrica che pesca nel serbatoio principale, oppure a caduta se dovesse essere posto più in basso. Grazie ai filtri che comunque metti tra il serbatoio principale e quello di giornata sei matematicamente sicuro che in quello di giornata non entri nessuna schifezza. Il motore è collegato direttamente e SOLO al serbatoio di giornata (se vuoi proprio le mutande di ghisa, puoi mettere comunque un bypass di emergenza a quello principale nel caso remotissimo succeda qualcosa a quello di giornata...). Quindi, non devi switchare mai nulla tra l'uno e l'altro, devi solo procedere al riempimento del serbatoio di giornata.
A meno che non abbia capito male io e la tua pigrizia non ti impedisca anche di azionare un semplice interruttore. Blinksmiley
Se anche fosse così, ti basta aggiungere un indicatore e un sensore di livello che azioni la pompa e riempia automaticamente il serbatoio di giornata, semplicissimo, spesa pochi euro. Smiley2
Come ti ha spiegato timeout, questo sistema è utilizzato da moltissimi navigatori che frequentano mari e carburanti in giro per tutto il mondo...

Tatone, sono pigro ma non stupido.
Già hai il filtro e prefiltro da verificare e sostituire all'occorrenza, l'eventuale pompa elettrica da mantenere efficieente ed il filtro aggiuntivo che metteresti fra il serbatoio principale e quello di giornata, per me sarebbero altre rotture da mettere a giro nei controlli e sostituzioni periodiche con anche conseguenti spese (per me inutili) ma questo sarebbe poco se:

Primo, visto che il serbatoio a tuo dire potrebbe essere messo in sentina, sotto la chiglia o murato nel bagno ma comunque non a portata di mano e sopratutto non a portata di vista (tanto non sarebbe nemmeno trasparente), di sicuro occorrerà mettergli un'indicatore di livello per evitare o che si azioni la pompa a serbatoio pieno o che credendolo pieno ci si ritrovi a secco.
Per me sarebbe altro lavoro per passare i cavi, altro lavoro per montare lo strumento, altro buco sulla barca Smiley12 altro strumento da controllare manco fosse un'astronave ed altri costi che se dassere qualche buon risultato forse potrebbero essere anche giustificati ma:

Secondo, cosa fai se azioni la pompa e scopri che l'indicatore del sebatoio giornaliero non sale?
Magari potrebbe essere saltato il fusibile della pompa oppure potrebbe essersi intasato il filtro fra i due serbatoi ma in ogni caso non hai un controllo visivo della situazione e sopratutto nel secondo caso, ti devi mettere a sostituire il filtro classico che poi richiede lo spurgo e che, essendo a bicchiere, ha pure una certa quantità di gasolio all'interno che è quasi impossibile non farne cadere un pò in giro.

In ogni caso, sono controlli, sostituzioni e costi aggiuntivi che se non serve va tutto bene ma all'occorrenza non ti consentono di risolvere il problema in 5 minuti ed il minor tempo di intervento per me non è solo una questione di prigrizia.

Ma tutto, come detto e ripeto, è solo questione di opinioni ed esperienze personali. Alla fine tutto funziona finchè funziona.
19

Vediamola così.
Io ho solo un serbatoio, chiamiamolo di giornata o come volete, che giornalmente riempio dal serbatoio del distributore.

Il mio serbatoio ( chiamiamolo di giornata) ha mandata e ritorno, livello carburante e tutto ciò che ha un qualsiasi serbatoio ( non di giornata).

Poi nel tempo ho murato nella deriva il distributore da 400 litri per evitare che ogni giorno devo cercare il distributore a terra ferma.
Detta così cosa c'è di più o di meno dal tuo sistema? Un filtrino? Bene, ne prendo atto e forse lo metto ma siccome sono pigro, alzare il paiolo per controllare il filtrino mi provoca fatica e quindi preferisco premere con un dito l'interruttore della pompa del distributore che per eccesso di zelo ne tengo una di rispetto ( 100 euro).
Come vedi hai ragione tu, è tutto relativo ma non complicato.
@tatone
Tu hai ben compreso quello che avevo già scritto.

BV
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 24-05-2017 19:12 da timeout.)
24-05-2017 19:10
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)