Rispondi 
Supporto per sail drive
Autore Messaggio
corto-armitage Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 161
Registrato: May 2015 Online
Messaggio: #1
Supporto per sail drive
Salve,
devo cambiare il supporto del sail drive che si è rotto di cui allego una foto (sd 110s, motore MD21b peso totale 340 chili, poggia sui due piedi anteriori e sul supporto del sail drive, i due posteriori non sono utilizzati). Il ricambio non si trova piu'. Ho due problemi, il primo è che l'interasse della piastra in cui si inseriscono i bulloni di fissaggio è di 110 mm per cui ne devo trovare uno simile o inventarmi qualcosa. Il secondo è che non conosco lo shore (durezza) del supporto e alla volvo penta non lo sanno. Suggerimenti? Thx


Allegati Anteprime
   
06-06-2017 14:32
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
dapnia Offline
Vecio AdV

Messaggi: 6.248
Registrato: Jan 2008 Online
Messaggio: #2
RE: Supporto per sail drive
A come la vedo io è un normale silent block di produzione industriale.
http://www.unigom.it/portfolio/silentblocks/
http://www.silencermarine.com/index.htm
La difficoltà sta nell'andare col campione da chi li vende e farsene dare uno uguale o simile; per la durezza col pezzo in mano se non sono sprovveduti sanno trovarlo simile.
Io credo che dalle parti di Roma ci siano alcuni ricambisti (camion e applicazioni industriali) che possano fornirli.
Nel catalogo degli esplodi del motore, è classificato come parte obsoleta e non più disponibile, ma questo non vuol dire che qualche riparatore e/o fornitore non l'abbia come fondo di magazzino.
Per MP ti mando il n. di telefono di un tipo che, seppur molto lontano da te, potrebbe averlo e spedirtelo.
Prova a chiedere a lui.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 06-06-2017 23:04 da dapnia.)
06-06-2017 22:59
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
corto-armitage Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 161
Registrato: May 2015 Online
Messaggio: #3
RE: Supporto per sail drive
Grazie,
a Fiumicino sono stato da Ceresoli (che non ha la vendita diretta ma solo online) che l'ha guardato e mi ha detto "non ce l'ho". Poi da un altro che invece era piu' esperto, mi ha calcolato i chili, ha trovato uno con interasse 110 che potrebbe andare ma mi ha chiesto di fargli sapere lo shore. Prezzo 70-120 euro. A distanza non mi fido a comprare perché ho il dubbio che ci sia qualche stupidaggine che mi complica la vita.
07-06-2017 09:19
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ASK Offline
Amico del Forum

Messaggi: 257
Registrato: Jan 2011 Online
Messaggio: #4
RE: Supporto per sail drive
Per un supporto motore le caratteristiche che contano sono: 1) la geometria dei bulloni di fissaggio allo scafo e alla staffa del motore. 2) la capacita' di carico (in questo caso - visto che i supporti sono tre - un terzo del peso del gruppo motore+SD). 3) la durezza shore. - Ma cosa succede se la durezza shore e' diversa rispetto a quella originale? - Risposta: cambia la frequenza di risonanza del sistema vibrante (gruppo motore+SD). Se il nuovo supporto e' piu' duro, la frequenza di risonanza aumenta, e le vibrazioni vengono trasmesse maggiormente allo scafo. Se invece il supporto e' piu' morbido, la frequenza di risonanza diminuisce, e le vibrazioni si trasmettono meno allo scafo. Pertanto un supporto piu' morbido e' quasi sempre preferibile. Generalmente il progettista sceglie i supporti motore in modo da ottenere una frequenza di risonanza piu' bassa rispetto al numero di giri a regime del motore. Pero' risulta difficile evitare che ad un determinato numero di giri intermedio (fra minimo e massimo) si verifica la risonanza, motivo per cui quasi tutti motori tendono a vibrare maggiormente ad un numero di giri intermedio. Pertanto scegliendo un supporto moooooolto morbido, il motore vibrera' meno a regime, ma al minimo potrebbe vibrare di piu'. Nel mondo automobilistico i supporti motore sono piuttosto morbidi, specialmente nelle auto di lusso.
08-06-2017 00:28
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
umeghu Offline
Vecio AdV

Messaggi: 10.563
Registrato: Mar 2010 Online
Messaggio: #5
RE: Supporto per sail drive
Grazie ASK!
Questa lezione (come molte altre) mi mancava.

MMSI: 205991610
#MosqueMeToo
08-06-2017 07:48
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
corto-armitage Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 161
Registrato: May 2015 Online
Messaggio: #6
RE: Supporto per sail drive
Grazie. Il mio problema è capire lo shore originale. Si può dedurre da altri parametri e da motori simili? So che l'MD21B pesa 320 kg con il piede, ha potenza variabile tra 35 Hp e 75 hp (che è il mio) e che la velocità di crociera poteva essere impostata a 3000 o 4500 giri, forse anche questo è un dato rilevante, da quello che dici. Purtroppo non è chiaro come si fa a stabilire quest'ultimo parametro. Anche se 4500 giri nel manuale è la motorizzazione indicata per le barche da crociera (non da lavoro) io propenderei per 3000, perché già oltre i 2200 quando fa 6,5 nodi, il motore comincia a vibrare parecchio, la barca si appoppa e prende poca velocità in piu', per cui noi di solito andiamo sui 2000 giri.

Per il peso credo che in questo caso, come ha suggerito il negoziante, il carico sia piu' di 1/3 perché il peso del motore grava a una estremità su due supporti e all'altra solo su questo.

Grazie del chiarimento sullo shore

(08-06-2017 00:28)ASK Ha scritto:  Per un supporto motore le caratteristiche che contano sono: 1) la geometria dei bulloni di fissaggio allo scafo e alla staffa del motore. 2) la capacita' di carico (in questo caso - visto che i supporti sono tre - un terzo del peso del gruppo motore+SD). 3) la durezza shore. - Ma cosa succede se la durezza shore e' diversa rispetto a quella originale? - Risposta: cambia la frequenza di risonanza del sistema vibrante (gruppo motore+SD). Se il nuovo supporto e' piu' duro, la frequenza di risonanza aumenta, e le vibrazioni vengono trasmesse maggiormente allo scafo. Se invece il supporto e' piu' morbido, la frequenza di risonanza diminuisce, e le vibrazioni si trasmettono meno allo scafo. Pertanto un supporto piu' morbido e' quasi sempre preferibile. Generalmente il progettista sceglie i supporti motore in modo da ottenere una frequenza di risonanza piu' bassa rispetto al numero di giri a regime del motore. Pero' risulta difficile evitare che ad un determinato numero di giri intermedio (fra minimo e massimo) si verifica la risonanza, motivo per cui quasi tutti motori tendono a vibrare maggiormente ad un numero di giri intermedio. Pertanto scegliendo un supporto moooooolto morbido, il motore vibrera' meno a regime, ma al minimo potrebbe vibrare di piu'. Nel mondo automobilistico i supporti motore sono piuttosto morbidi, specialmente nelle auto di lusso.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 08-06-2017 07:53 da corto-armitage.)
08-06-2017 07:52
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
maurotss Offline
Amico del Forum

Messaggi: 3.125
Registrato: Feb 2010 Online
Messaggio: #7
RE: Supporto per sail drive
Prova a chiedere o andare con il campione alla casa del cuscinetto,hanno un assortimento di supporti motore.
08-06-2017 22:04
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
corto-armitage Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 161
Registrato: May 2015 Online
Messaggio: #8
RE: Supporto per sail drive
Individuato! (guardando meglio ho visto la marca e da lì è stato piu' facile). E' un supporto Paulstra per motori e macchinari, maschio maschio (si è riluttantemente svitato dalla piastra inferiore). Ce l'hanno da Gomme Industriali. Dovrebbe costare sui 35 euro. Il perno non è inox, avevo pensato di chiedere se me lo facevano inox, ma non è sicuramente inox neanche l'alloggio filettato in cui si inseriscono i bulloni laterali che tengono ferma la piastra per cui si ingenerebbe corrente galvanica. In ogni caso in 35 anni quello che si è rotto non è il perno ma la gomma.
11-06-2017 10:10
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ASK Offline
Amico del Forum

Messaggi: 257
Registrato: Jan 2011 Online
Messaggio: #9
RE: Supporto per sail drive
quale modello ? - Dove l'hai trovato?
11-06-2017 19:43
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
corto-armitage Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 161
Registrato: May 2015 Online
Messaggio: #10
RE: Supporto per sail drive
(11-06-2017 19:43)ASK Ha scritto:  quale modello ? - Dove l'hai trovato?

a aske... da gomme industriali l'ho scritto. Nel catalogo "antivibrante scavato", poi ci sono le varie misure. Credo che sia uno di quei "puffer" di cui si parlava male in un altro filo (thread) del forum
11-06-2017 20:26
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  Supporto trasduttore anemometro testa d'albero jetsep 4 75 oggi 20:13
Ultimo messaggio: jetsep
  Corrosione supporto asse timone SO 42.2 polohc 14 468 26-03-2018 09:00
Ultimo messaggio: polohc
  Tagliacime per elica S-Drive funziona? Nap 10 3.597 23-03-2018 11:18
Ultimo messaggio: Roland
  presa a mare sail drive volvo ostruita all'interno marcofailla 13 899 20-02-2018 19:39
Ultimo messaggio: nedo
  Legno per supporto piede albero (abbattibile) Jippo 6 331 06-02-2018 15:48
Ultimo messaggio: Jippo
  Supporto asse elica non centrato Poneumberto 26 1.001 30-12-2017 01:21
Ultimo messaggio: dapnia
  supporto fuoribordo samz 27 6.174 27-10-2017 13:25
Ultimo messaggio: poltro71
  Sostituzione molla supporto motore a ribalta. poltro71 2 407 05-09-2017 16:48
Ultimo messaggio: poltro71
  Patella Sail Drive huber 7 637 11-07-2017 07:21
Ultimo messaggio: BornFree
  Piede sail drive non in asse Eugenio_Fen 12 1.132 29-04-2017 11:15
Ultimo messaggio: Karlino

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)