Rispondi 
Middle Sea Race 2017
Autore Messaggio
ZK Offline
Vecio AdV

Messaggi: 6.010
Registrato: Dec 2005 Online
Messaggio: #101
RE: Middle Sea Race 2017
(24-10-2017 20:45)France WLF Sailing Team Ha scritto:  
(24-10-2017 18:46)LiberaMente Ha scritto:  
(23-10-2017 18:44)France WLF Sailing Team Ha scritto:  Abbiamo rotto nell’ordine: stecca alta randa (poi riparata), stazione vento, fiocco 3, tutto l’impianto elettrico è andato (no luci di via, vhf fisso, chart plotter, vang, altre robe più piccole che non ricordo, poi davanti a Palermo è partita la randa irrimediabilmente), abbiamo votato se andare avanti o entrare a Palermo. Mi sono messo a piangere per la delusione perché abbiamo sputato sangue per giorni, come gli altri del resto. Abbiamo raggiunto un disalberato stamattina, Frogfoot che però se la cavava o bene e non hanno avuto bisogno di aiuto. Sono esausto, poi quando torno racconto per bene come è andata, onore a chi ha proseguito ed un plauso a chi aveva la barca a posto per poterselo permettere..
Ci sono passato anch’io Francesco, ritiro a Palermo con tre drizze rotte e la rotaia randa divelta alla prima e seconda mano...
Dobbiamo tornare e riprovarci!!


Contaci Giuliano!!!

io.. ho gia chiesto il permessino, pare dipenda da se e come riusciro a fare il buono.. da stasera indosso un pigiamino di glassa di cioccolato bianco... randa nuova, e stecche di ricambio a gogo.
24-10-2017 22:24
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
grossifs Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.062
Registrato: Nov 2014 Online
Messaggio: #102
RE: Middle Sea Race 2017
(24-10-2017 21:44)sventola Ha scritto:  Intanto un Bavaria 40 zitto zitto ha superato le egadi.
@sventola ; ) un 40S Farr... Bella bestiolina...

Inviato dal mio STF-L09 utilizzando Tapatalk
25-10-2017 06:26
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
France WLF Sailing Team Offline
Senior Utente

Messaggi: 2.347
Registrato: Apr 2007 Online
Messaggio: #103
RE: Middle Sea Race 2017
A bocce ferme racconto la mia MSR. Il programma iniziale prevedeva un x2 che poi è sfumato tre settimane prima della regata, così mi sono messo in cerca di un imbarco tramite il Crew Listing del sito internet della regata. Sono stato contattato da un Farr 45, Werewolf ed ho accettato. Il programma prevedeva di arrivare a Malta il 17, preparare barca, dotazioni, rig, vele, equipaggio e ruoli per i 4 giorni precedenti la regata.
Arrivo a Malta il 17 sera, l'equipaggio è quasi tutto arrivato, in totale saremo in 10 (armatore inglese + altri 2 inglesi, skipper australiano, 3 italiani, 1 ragazza cecoslovacca, 1 polacco, 1 giapponese). L'equipaggio aveva nell'organico 3 persone paganti, comunque abbastanza esperte devo dire. Inglese a bordo d'obbligo, anche fra italiani per capirsi meglio con gli altri giustamente.
La barca mi sembra ben attrezzata, ci dividiamo i compiti ed iniziamo come formichine a lavorare incessantemente sulla barca, chi si occupa di sicurezza, chi di riparazioni, chi di migliorie, chi di vele, di dotazioni, di spesa ed altro. Io mi metto alle vele di prua, devo fare inventario, steccare tutti i fiocchi, vedere cosa riparare e farlo o portarle dal velaio. Avevo a disposizione una sessantina di stecche in una borsa, trovare quelle giuste per i vari fiocchi è stata dura, non erano ben segnate ed appartenevano a 2 barche (l'armatore ha due Farr45 ed una dozzina di fiocchi), ma un pò per tentativi ed un pò con la sega tutte entrano nel loro posto, l'idea era quella di testarle in allenamento per fare le modifiche. Stessa cosa con gli spi, aperti, tappati gli eventuali buchetti, ripiegati bene, inventariati. A bordo avevamo: J1; J1.5; J3; J3 malandato; J4; storm jib. Poi per le portanti A1; A1 spare; A2; A4; S1.5; S2; S4. Mettiamoci la randa e la randa di cappa abbiamo maneggiato 15 vele incessantemente. Ah, nessun frullone a bordo, tutto su tangone, niente bompresso.
Usciamo già dal primo pomeriggio per definire i ruoli a bordo, io farò il prodiere con il ragazzo polacco su turni diversi. Issiamo una ad una tutte le vele in modalità regata (issare, ammainare, peeling, piegare, ammainare..) poi torniamo in porto e facciamo le modifiche necessarie. L'ultimo giorno me lo sono dedicato tutto a customizzarmi la prua, elasticini dove mi piacciono, cazzilli vari, impiombaturine varie ed eventuali, marcare tutte le drizze e gli stopper, è stato il giorno in cui mi sono divertito di più, carta bianca e sacchettate di spectra ed elastici a disposizione.
Clima a bordo bello, c'è tensione ma anche voglia di divertirsi e nasce subito un'amicizia, non ci separiamo mai tranne che per un aperitivo che passerò a bordo di Iaiai la barca di Marcello (Lunar1969) con Marco (Ilviaggiatore), il nostro incontro ha il sapore di una "rimpatriata" sebbene non ci siamo mai visti di persona prima d'allora, si beve e si mangia da signori proprio, devo dire che nei giorni a seguire ho SOGNATO la barca di Marcello in tantissimi aspetti (a partire dalla cantina per arrivare al freezer..), bella barca comunque, davvero in ordine e ben preparata!!

Arriviamo alla partenza, a prua tutto ok, non ho particolari problemi, nella nostra categoria partiamo in 7 e non ci diamo fastidio, quindi il mio lavoro è stato piuttosto facile, siamo partiti giusto una decina di secondi in ritardo ma un pò tutti ce la siamo presa comoda, ad ogni modo eravamo i più sopravvento e siamo potuti arrivare in boa fuori dal Grand Harbour senza bordeggiare, lo scenario è bellissimo, passare accanto a certe barche mette davvero emozione! Girata la boa diamo A4 e navighiamo verso l'isola di Gozo, raggiungiamo gli 11,8 nodi, da li giriamo la boa e dirigiamo verso Nord ad un passo sostenuto fra i 8 ed i 9 nodi di bolina stretta, arriviamo a sud della Sicilia senza cambiare vele, dritto per dritto e via a schiacciare, poi bonaccia di 5 ore dove abbiamo tirato fuori di tutto fra spi e vele di prua, finchè non è arrivato il vento fresco di maestrale che ci aspettavamo, sui 20/25 nodi ed abbiamo fatto un bordo lungo mure a sinistra per raggiungere la costa calabra ed avere meno mare contro, siamo passati dal J1 direttamente al J3 malandato (che è durato 4 ore e si è stracciato del tutto), abbiamo dato quindi storm jib ed una mano di terzaroli, in questa giornata la stazione del vento in testa d'albero ha ceduto ed è volata via.. la stecca alta della randa si è sfilata ed abbiamo continuato senza ripristinarla, lo avremo fatto alla prima bonaccia utile. Risaliamo il canale virando incessantemente lungo la Calabria, vento e corrente contro, ci mettiamo un pomeriggio intero. Per l'ora di cena siamo a nord di Messina in una bonaccia che durerà 3 ore, utili per ammainare la randa, cucire una nuova stecca e preparare la barca al peggio, in arrivo >20 nodi di vento per tutte le successive 170 miglia, tutte di prua di Maestrale. All'inizio arrivava pure un pò da dietro a dire il vero e fra Messina e Stromboli siamo passati dal J1 al J1.5 all'S4 fino al J3 e storm jib quando era peggio. Mano di terzaroli presa e lasciata per un paio di volte, poi in avvicinamento a Stromboli è arrivato il maestrale quello vero, quello che ci aspettavamo, allora mano alla randa e J4. Da li fino all'indomani pomeriggio (ci siamo ritirati alle 17:00) è stato un crescendo di mare e di vento, crediamo di aver toccato i 40 nei temporali, il clima a bordo era buono, due persone (armatore e ragazza ceca) non sono usciti fuori da Messina fino a Palermo ma tutti gli altri hanno lottato con i denti, per dire ..mai stati con le gambe in pozzetto eccetto timoniere e randista, chi era fuori stava a schiacciare e prendeva le onde in faccia. I problemi seri sono arrivati uno dopo l'altro soprattutto a causa dello stato del mare che era veramente grosso, alcune onde hanno attraversato la barca da parte a parte e sotto era tutto allagato, bastava che uno da dentro uscisse al momento sbagliato che imbarcavamo decine di litri di acqua che ha allagato qualunque cosa, a parte il disagio di stare bagnati mezzi per due giorni (abbiamo dormito vestiti e bagnati, non si poteva fare altrimenti), ma l'impianto elettrico è andato a quel punto, faccio un riassunto di tutto ciò che si è rotto durante la regata:

- J3 andato (piegato, da buttare)
- Stecca randa alta andata (poi ripristinata)
- Stazione vento partita (non aggiustabile)
- 1 pastecca andata (ripristinata)
- 2 trozze mano terzaroli andate (ripristinate)
- Impianto elettrico andato (no VHF, no chart plotter, no luci via, no caricabatterie varie per cellulari ed altro)
- Computer andato sommerso (no grib, no GPS)
- Vang
- 2 barber strappati
- Motore perdeva olio (non abbiamo scoperto come mai, il meccanico sarebbe arrivato solo oggi a Palermo, ma di fatto il motore sputava olio da qualche parte, non potevamo fare altro che sgottare i litri di olio che giravano per tutta la barca e che impregnavano qualunque cosa, cuccette, vestiario, vele, cime, carte nautiche, un disastro..). Rabboccavamo olio e lui ad ogni accensione lo risputava fuori, poi abbiamo smesso di usarlo tanto non c'era più niente di elettrico da alimentare..

Verso fine mattinata abbiamo raggiunto una barca disalberata, erano i nostri dirimpettai di banchina, il Ker 40 Frogfoot, ci siamo avvicinati ed abbiamo prestato assistenza ma ci hanno detto che erano in sicurezza e che potevamo continuare, così siamo andati avanti.
Sono stato bagnato fradicio per 2 giorni, già al largo di Siracusa coi primi cambi di vela a prua sono stato investito da sopra e da sotto da ondate che mi hanno bagnato completamente (schiena alla prua, piegando vele l'acqua entra nella cerata dal fondo per poi ridiscendere negli stivali..).
Fino a questo punto ci si poteva pure stare tutto quanto, era una situazione limite e disagevole, ma eravamo ancora in corsa, la barca andava forte, eravamo secondi di categoria, la voglia di farci le ultime 200 miglia in planata ci ha tenuto il morale alto, potevamo ancora controllare la rotta con il Navionics del mio cellulare (unico sopravvissuto in quanto stagno) o seguendo chi ci precedeva, poi davanti a Palermo la goccia che ha fatto traboccare il vaso: la randa si è squarciata in due, aveva retto anche troppo (grossa cazzata una randa a bordo con 1 sola mano di terzaroli, benchè ampia non era sufficiente).
Abbiamo messo ai voti se rientrare a Palermo o continuare. Hanno vinto gli altri e ci siamo ritirati.. ho pianto per il dispiacere, sarà stato un calo di adrenalina, sarà stato per un sogno sfumato, sarà stato tutto ma mi è venuto naturale...
Un giorno ancora attorno alla barca per pulire, sistemare, riparare ciò che si poteva eppoi ho preso l'aereo da Palermo per tornare a casa, in aereo ho montato brevemente qualche video fatto con la GoPro quando la situazione ancora lo permetteva, poi il filmino vero e proprio della regata lo farò con calma sul Mac di casa non appena ho foto e video fatti dagli altri compagni dell'equipaggio Wink
Gli errori sono stati: non aver avuto una randa di riserva, non avere avuto la randa primaria con almeno un'altra mano, non aver messo randa di cappa per tempo (da me proposta più volte ma a quel punto nessuno se la sentiva di mettersi in piedi all'albero..). La rifarò sicuramente, non so con chi ma la rifarò. Quest'anno sono partito un pò sprovveduto, non conoscevo nessuno a bordo, tanto meno sapevo come sarebbe stata la barca, evidentemente non era proprio il top come attrezzatura, ma in quelle situazioni credo che in poche siano uscite indenni. Onore a chi l'ha finita, ha tutta tutta tutta la mia stima, ma proprio tutta.

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 25-10-2017 11:00 da France WLF Sailing Team.)
25-10-2017 10:59
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
rob Offline
Vecio ADV

Messaggi: 7.561
Registrato: Oct 2004 Online
Messaggio: #104
RE: Middle Sea Race 2017
(25-10-2017 10:59)France WLF Sailing Team Ha scritto:  A bocce ferme racconto la mia MSR.

Grazie, proprio bel resoconto Smiley53

Immagino la delusione alla fine, coraggio, la prossima andra' meglio Smile

25-10-2017 11:18
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
irruenza Offline
Vecio AdV

Messaggi: 6.987
Registrato: Mar 2009 Online
Messaggio: #105
RE: Middle Sea Race 2017
Citazione:'France WLF Sailing Team'
....

Smiley32Smiley32Smiley32Smiley32

Le lunghe non mi hanno mai entusiasmato più di tanto, anche se ci hanno sempre regalato sempre bei momenti "di gruppo" e diverse soddisfazioni.

Leggendo questi racconti fate "quasi" (quasi) tornare la voglia.... 19

Seul a la Barre, jamais seul au Bar!
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 25-10-2017 11:24 da irruenza.)
25-10-2017 11:23
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
osef Offline
Senior Utente

Messaggi: 787
Registrato: Dec 2008 Online
Messaggio: #106
RE: Middle Sea Race 2017
Beh, bravo e complimenti sinceri. In mezzo a sconosciuti hai dimostrato una tenacia che ti fa onore. Grazie anche della condivisioni del bel racconto e bel filmato, molto esplicativo.
Se posso permettermi una domanda: visto la randa sempre sventata, per salvaguardarla. poteva valere la pena ammainarla e continuare di solo fiocco più grande?
25-10-2017 11:37
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Marco Polo Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.913
Registrato: Jul 2014 Online
Messaggio: #107
RE: Middle Sea Race 2017
bella esperienza e bellssimo racconto. Smiley32
la prossima volta andrà meglio.
tutta esperienza di vita.
25-10-2017 11:38
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Marco Polo Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.913
Registrato: Jul 2014 Online
Messaggio: #108
RE: Middle Sea Race 2017
domanda: ma i matafioni della mano sono legati intorno al boma?
25-10-2017 11:40
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
France WLF Sailing Team Offline
Senior Utente

Messaggi: 2.347
Registrato: Apr 2007 Online
Messaggio: #109
RE: Middle Sea Race 2017
(25-10-2017 11:40)Marco Polo Ha scritto:  domanda: ma i matafioni della mano sono legati intorno al boma?

Bravo Marco, hai azzeccato il problema.
Si, attorno al boma, grossissima cazzata, quando è partito per la seconda volta la trozza la randa si è squarciata proprio per questo motivo perchè i matafioni erano attorno al boma ed in quel punto la randa non è studiata per reggere il carico verticale.
Ottima osservazione.
25-10-2017 11:45
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Marco Polo Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.913
Registrato: Jul 2014 Online
Messaggio: #110
RE: Middle Sea Race 2017
non volevo dirlo ma .... direi una cosa da principianti ...

tutta esperienza per l'armatore che, se non ho capito male , quando le condizioni son diventate dure si è rifugiato sotto coperta lillo lillo.
uhmm Sad
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 25-10-2017 11:57 da Marco Polo.)
25-10-2017 11:56
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
marcofailla Online
Amico del Forum

Messaggi: 3.479
Registrato: Aug 2015 Online
Messaggio: #111
Middle Sea Race 2017
bel video
grazie del racconto

chi si è bagnato con l'acqua di mare non si asciuga più (cit. vecchi marinai :-)
25-10-2017 12:07
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
yoshimoto Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 7
Registrato: Mar 2015 Online
Messaggio: #112
RE: Middle Sea Race 2017
Onore all'unica barca italiana che ha completato la regata: Tetta (Nic Catania).
Grande Giacomo, grandi ragazzi.
25-10-2017 12:20
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Marco Polo Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.913
Registrato: Jul 2014 Online
Messaggio: #113
RE: Middle Sea Race 2017
Bravissimi Smiley32

anche Bora Fast è tutta italiana anche se ha numero velico GBR.

super bravi !!!

considerazione generale.... se guardiamo in percentuale gli italiani arrivati rispetto a quelli partiti non ne usciamo benissimo.
ci sarebbe da fare una bella riflessione....
25-10-2017 12:26
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Online
Senior Utente

Messaggi: 4.252
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #114
RE: Middle Sea Race 2017
Grande Francesco .
Posso solo riconfermare la mia stima nei tuoi confronti. 100
Bellissimo resoconto e l'analisi degli errori, sono certo aiuterà qualcuno di noi a non ripetere le stesse leggerezze.
Ogni volta che si torna da queste regate il bagaglio di esperienza aumenta. Smiley32

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno
Sir Peter Blake
25-10-2017 12:50
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
andante Offline
Amico del Forum

Messaggi: 3.699
Registrato: Jun 2009 Online
Messaggio: #115
RE: Middle Sea Race 2017
Cavoli, bravo, bel racconto, bel video.
Io faccio parte di quella categoria di anzianotti con la panza che mai potrebbe sopravvivere ad un simile sforzo e disagio!
25-10-2017 12:51
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
sventola Offline
Amico del Forum

Messaggi: 4.015
Registrato: Jan 2009 Online
Messaggio: #116
RE: Middle Sea Race 2017
Il bavaria a 100 mg. Dall'arrivo . 5 in orc.

Sii il Re del tuo Regno, seduto immobile nella tua Presenza.
25-10-2017 13:24
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
capatosta Offline
Amico del Forum

Messaggi: 471
Registrato: Jul 2005 Online
Messaggio: #117
RE: Middle Sea Race 2017
complimenti e tanta sana invidia
25-10-2017 14:36
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Alpha Umi Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 181
Registrato: Nov 2010 Online
Messaggio: #118
RE: Middle Sea Race 2017
Che bel racconto!!! Smiley32Smiley32 Complimenti!

@Sventola
ma l'hai visto Rosatom? 42
25-10-2017 14:41
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
jetsep Offline
Senior Utente

Messaggi: 3.221
Registrato: Sep 2008 Online
Messaggio: #119
RE: Middle Sea Race 2017
Bravo Francesco!
Hai fatto tutto quello che potevi e anche di più. Sicuro.

Grazie per il racconto.

Voglio Vincenzo De Blasio PRESIDENTE FIV
...e comunque: le scie ciniche esistono!
25-10-2017 15:03
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
crafter Online
Amico del Forum

Messaggi: 956
Registrato: Nov 2015 Online
Messaggio: #120
RE: Middle Sea Race 2017
(25-10-2017 10:59)France WLF Sailing Team Ha scritto:  A bocce ferme racconto la mia MSR.

Grazie! Bel racconto e video.
25-10-2017 15:18
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  Argentario Coastal race 2017 sventola 72 2.407 21-11-2017 22:59
Ultimo messaggio: peleg7
  ARC 2017 Ilviaggiatore 10 499 21-11-2017 20:01
Ultimo messaggio: rob
  Campionato invernale RdT 2017/2018 ulpiano 155 5.273 21-11-2017 16:10
Ultimo messaggio: robpad
  Campionato vela di Altura citta di Taranto 2017/2018 grossifs 2 171 14-11-2017 17:51
Ultimo messaggio: grossifs
  Campionato della Lanterna 2017 lord 16 714 06-11-2017 19:58
Ultimo messaggio: Giorgio Milano Genova
  Around Long island race crafter 11 712 30-10-2017 01:40
Ultimo messaggio: crafter
  Coppa Italia 2017 - cvfiumicino - 16-17 settembre 2017 Marco Polo 58 1.637 20-10-2017 15:35
Ultimo messaggio: flaluc
  golden globe race ZK 0 155 20-10-2017 09:26
Ultimo messaggio: ZK
  Vele Storiche Viareggio 2017 SoulSurfer 7 341 16-10-2017 16:32
Ultimo messaggio: SoulSurfer
  Perle di Livorno 2017 - 29 set/1 ott Tamata 2 362 13-10-2017 22:25
Ultimo messaggio: antongiulio

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)