Rispondi 
motore di rispetto per vela
Autore Messaggio
orteip Offline
Vecio AdV

Messaggi: 3.424
Registrato: Mar 2013 Online
Messaggio: #41
RE: motore di rispetto per vela
Siamo di due opinioni diverse e citando quello che ho detto in precedenza, con 30/40 cm di onda il mare non è proibitivo per entrare e fare manovra in porto così come 15/20 knt di vento. Condizioni tali che però non sono molto favorevoli per salpare ancora da una caletta affollata e/o fare manovra in porto con un motore in avaria mentre avendo un buon FB lo si fa tranquillamente però non so se si può fare altrettanto tranquillamente con quello elettrico che, per erogare i suoi 4Hp, lavora a manetta con una relativa autonomia della batteria prossima ai pochi minuti di autonomia.
Poi non sono molti quelli che si portano dietro un gruppo elettrogeno che comunque è un’altro impiccio e mi pare, ma su questo però non ho certezza, che chi adotta un motore elettrico lo faccia per ridurre il peso e nel caso dove è poi il vantaggio se ti devi portare a presso anche il gruppo elettrogeno ?
Scusa Falanghina, non voglio contraddirti e quello che dici sono sicuro che ha le sue basi certe derivanti dalle tue esperienze ed esigenze personali ma anche le mie hanno basi consolidate in un lasso di tempo assi lungo ed è per questo che sia prima che ora chiudo sottolineando che tutto si può fare ma alla fine, chi va per mare da un certo tempo, preferisce adottare soluzioni più semplici, più efficaci e soprattutto più affidabili. IMHO
15-02-2020 14:28
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
falanghina Offline
Vecio AdV

Messaggi: 9.359
Registrato: Feb 2015 Online
Messaggio: #42
RE: motore di rispetto per vela
(15-02-2020 14:28)orteip Ha scritto:  Siamo di due opinioni diverse e citando quello che ho detto in precedenza, con 30/40 cm di onda il mare non è proibitivo per entrare

Difatti entri con un FB elettrico

e fare manovra in porto così come 15/20 knt di vento.
Ma se hai 15 kt, che te ne fai dell'ausiliario? entri a vela e poi, dentro al porto, usi l'elettrico.

Condizioni tali che però non sono molto favorevoli per salpare ancora da una caletta affollata e/o fare manovra in porto con un motore in avaria mentre avendo un buon FB lo si fa tranquillamente però non so se si può fare altrettanto tranquillamente con quello elettrico che, per erogare i suoi 4Hp, lavora a manetta con una relativa autonomia della batteria prossima ai pochi minuti di autonomia.
Per esperienza posso dirti che un FB elettrico di 4hp con un generatore adeguato lavora fino a che c'è benzina.

Poi non sono molti quelli che si portano dietro un gruppo elettrogeno

Beh....questo è opinabile

che comunque è un’altro impiccio

Averne di impicci come il gruppo elettrogeno...Smiley4

e mi pare, ma su questo però non ho certezza, che chi adotta un motore elettrico lo faccia per ridurre il peso
Lo fai perché è comodo ed affidabile, facile da buttare sul gommone

e nel caso dove è poi il vantaggio se ti devi portare a presso anche il gruppo elettrogeno ?
avere l'acqua dolce nel cesso, la 220, la piastra a induzione, il congelatore 220...e tante altre cosette.

Scusa Falanghina, non voglio contraddirti e quello che dici sono sicuro che ha le sue basi certe derivanti dalle tue esperienze ed esigenze personali ma anche le mie hanno basi consolidate in un lasso di tempo assi lungo ed è per questo che sia prima che ora chiudo sottolineando che tutto si può fare ma alla fine, chi va per mare da un certo tempo, preferisce adottare soluzioni più semplici, più efficaci e soprattutto più affidabili. IMHO
Esigenze, disponibilità ed esperienze differenziano l'andare per mare di ciascuno di noi e di certo tutti abbiamo diritto alle nostre convinzioni: come darti torto?
Solo non dire che:
- non ci sono i FB elettrici adatti alle barche a vela
- anche con un generatore hanno autonomia di pochi minuti
- io voglio mettere un 80 HP elettrico ad una barca di 9 metri.

Non per altro...solo per amore delle cose vere:Smiley2.

____________________________
mt 7,2
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 15-02-2020 16:15 da falanghina.)
15-02-2020 16:10
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
orteip Offline
Vecio AdV

Messaggi: 3.424
Registrato: Mar 2013 Online
Messaggio: #43
RE: motore di rispetto per vela
(15-02-2020 16:10)falanghina Ha scritto:  Ma se hai 15 kt, che te ne fai dell'ausiliario? entri a vela e poi, dentro al porto, usi l'elettrico.

bho.... ma pare che vi siano delle leggi che vietino sia l'ingresso che le manovre a vela nei porti ovvio però se ci si muove dentro il giardino di casa il problema potrebbe non esistere specialmente con l'italico pensiero al riguardo proprio delle leggi. Comunque resterebbe sempre il problema dell'autonomia della batteria che come detto, per spingere una barca di 11/12 Mt viene strizzata di molto.

Per esperienza posso dirti che un FB elettrico di 4hp con un generatore adeguato lavora fino a che c'è benzina.

Io invece per esperienza diretta in materia posso dirti che il rapporto peso da spostare e potenza da impiegare non è una opinione ma una questione fisico matematica ed in tal proposito, nelle condizioni che ho indicato non a caso (30/40 Cm di onda con 15/20 Knt di vento contrari) con un 4 HP a piena manetta saresti fortunato se riusciresti si e no a tenere stazionaria una barca di 11/12 Mt di circa 8/10.000 Kg di peso e questo, non a chiacchiere e nemmeno a numeri ma quando vuoi sei mio gradito ospite a Roma e te lo dimostro prima in laboratorio e poi anche in mare.

Poi scusa ma che senso ha portarsi dietro il motore elettrico per evitare pesi, taniche di benzina, ecc., per poi portarsi dietro il gruppo con la relativa benzina. Bho... Ma va bene, ciascuno con le sue cose può fare ciò che vuole e nessuno ha il diritto di giudicare cosa sia giusto o cosa sia sbagliato me compreso.


Poi non sono molti quelli che si portano dietro un gruppo elettrogeno

Beh....questo è opinabile
che comunque è un’altro impiccio

Che questa cosa sia opinabile sono d'accordo con te ma resta il fatto che se si facesse un'indagine fra quanti sono quelli in possesso di un gruppo elettrogeno fra coloro che hanno il fuoribordo elettrico, credo che la casistica dia ragione a me ma a parte questo, hai ommesso di valutare ciò che avevo sottolineato in precedenza: "Non si può alimentare il fuoribordo elettrico direttamente dal un gruppo elettrogeno che produce 220V in alternata". Occorre un impianto apposito di conversione ed allora facciamo un'altra indagine per vedere quanti hanno il gruppo fra i possessori di FB elettrici e quanti di questi hanno questo convertitore di corrente alternata a corrente continua. Credo che anche qui le mie ragioni siano fra le più favorite... 19

e nel caso dove è poi il vantaggio se ti devi portare a presso anche il gruppo elettrogeno ?

avere l'acqua dolce nel cesso, la 220, la piastra a induzione, il congelatore 220...e tante altre cosette.

Bhe... io non ho il generatore e nonostante faccia dai 30 ai 60 gg di rade consecutive senza mai entrare nei porti ho l'acqua dolce nel cesso; da quest'anno anche il cesso elettrico; ho un dissalatore da 120 LT/H con cui oltre l'acqua dolce nel cesso ci lavo anche la barca specialmente se ho navigato di bolina ed ho la coperta piena di sale; ho il frigorifero che da quest'anno congela a meno 3 gradi fissi nella parte bassa della cella; però è vero... mi manca la piastra ad induzione ma quella però è solo perchè pensavo si usasse solo nei camper ma visto che mi hai detto che si può montare anche nelle barche che navigano, ci faccio un pensierino per la prossima stagione...19

Esigenze, disponibilità ed esperienze differenziano l'andare per mare di ciascuno di noi e di certo tutti abbiamo diritto alle nostre convinzioni: come darti torto?
Solo non dire che:
- non ci sono i FB elettrici adatti alle barche a vela
- anche con un generatore hanno autonomia di pochi minuti
- io voglio mettere un 80 HP elettrico ad una barca di 9 metri.

Non per altro...solo per amore delle cose vere:Smiley2.

Appunto, solo per amor delle cose vere, i FB elettrici se attaccati ad un generatore hanno la stessa autonomia che ha il generatore finchè questo ha benzina sufficiente; peccato che i FB elettrici non si possano collegare direttamente ad un generatore salvo il convertitore di potenza che pesa ed ingombra quanto un'altro generatore e voglio vedere quanti lo hanno a bordo; peccato che ci si è fatti il FB elettrico per evitare pesi, taniche di benzina, ecc. e poi ci debba preoccupare di portarsi dietro tutti gli altri ammenicoli vari od in mancanza, di essere consapevoli che senza quegli ammenicoli i FB elettrici non sono adatti come i motori di emergenza non solo alle barche a vela ma a qualsiasi altra barca che abbia un peso come sopra.

Detto questo, poi per amor del proprio orgoglio possiamo anche sostenere che l'acqua scorra in salita grazie a idrovore, generatori, dighe, ecc. ma da lì a sostenere che la cosa sia del tutto naturale e conveniente a me personalmente sembra una forzatura.

Per finire ho voglia di sottolineare che non era mia intenzione aprire un dibattito al fine polemico e stuzzicare la tua vena intellettuale di tutto rispetto ma che oggi mi pare anche un pò trasversale. Quindi in attesa di vederti presto a Roma come mio ospite e nella più tradizionale dell'etichetta ospitale, non mi resta che abdicare alle tue autorevoli opinioni e chiudere qui i miei contributi in merito senza alimentare ulteriomente questa gara a chi ce lo ha più lungo.
100 19
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 15-02-2020 19:16 da orteip.)
15-02-2020 19:10
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
falanghina Offline
Vecio AdV

Messaggi: 9.359
Registrato: Feb 2015 Online
Messaggio: #44
RE: motore di rispetto per vela
Pietro, se non basta la mia testimonianza più che postare filmati di roba che esiste e funzione, io non posso.

Prima dicevi che non c'erano i FB in grado di muovere barche di 12 metri, ora dici che col generatore non vanno...poi mi parli di chi l'ha lungo Smiley57
Comprati un torqueedo, guarda come si fa a farlo funzionare mantenendo carica la batteria col generatore e dopo la prova ci darai il tuo giudizio.
Poi, ripeto, le idee ciascuno ha diritto di farsele come crede: vale anche per la grammatica.
Pur ritenendo che, monarchi a parte, abdicare sia solo transitivo accetto che, come diceva Di Pietro, l'importante sia farsi capire!Smiley4 100 Smiley2

____________________________
mt 7,2
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 15-02-2020 19:53 da falanghina.)
15-02-2020 19:43
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
falanghina Offline
Vecio AdV

Messaggi: 9.359
Registrato: Feb 2015 Online
Messaggio: #45
RE: motore di rispetto per vela
PS Grazie per l'invito che contraccambio: cerchiamo di organizzare davvero

____________________________
mt 7,2
15-02-2020 19:47
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
sandro1 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 2.113
Registrato: Aug 2007 Online
Messaggio: #46
RE: motore di rispetto per vela
(14-02-2020 22:02)falanghina Ha scritto:  Per dire...andare vanno.
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Molto interessante mi sa che il mio Honda eu 20 i ha anche l'uscita in continua Bper alimentare la batteria
Devo vedere per la potenza in amper
16-02-2020 01:22
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
Exclamation Trasformare un gozzo da motore a vela Novecento 95 34.990 29-11-2009 00:56
Ultimo messaggio: Novecento

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)