Rispondi 
Tappi di sicurezza e paste tappafalle
Autore Messaggio
Tonyst Online
Amico del Forum

Messaggi: 583
Registrato: Apr 2012 Online
Messaggio: #21
RE: Tappi di sicurezza e paste tappafalle
CkDre :Ecco che mi arriva in aiuto la ciotolina del Stay afloat

Bene sapere che funziona, sarebbe interessante sapere da quanto tempo avevi Stay afloat a bordo, per capire qual è la durata.
26-12-2017 23:45
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
CkDre Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 255
Registrato: Feb 2016 Online
Messaggio: #22
RE: Tappi di sicurezza e paste tappafalle
Purtroppo non ti posso aiutare, quando ho usato lo Stay Afloat la barca era in acqua da tre giorni, e il prodotto era nuovo di pacca.
26-12-2017 23:56
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
kavokcinque Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.251
Registrato: Nov 2015 Online
Messaggio: #23
RE: Tappi di sicurezza e paste tappafalle
(26-12-2017 23:33)CkDre Ha scritto:  Non credo ti debba preoccupare, non penso si possa paragonare la plastica di prese a mare "serie" con il passascafo dell'elichetta del log, sicuramente sono materiali differenti...

non saprei, comunque tutte e due possono affondare la barca......
Se ci pensi tutti sostituiamo le prese metalliche a scadenza, nessuno pensa a quella del log... Nella barca che ho avuto per oltre 25 anni le metalliche le abbiamo sostituite + volte quella del log Autohelm /Raymarine mai e penso sia ancora li....
Puo' essere che effettivamente la tua si sia criccata al momento di stringerla o magari aveva un difetto di costruzione.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 27-12-2017 00:20 da kavokcinque.)
27-12-2017 00:18
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Flab Offline
Amico del Forum

Messaggi: 2.610
Registrato: May 2011 Online
Messaggio: #24
RE: Tappi di sicurezza e paste tappafalle
(26-12-2017 21:55)CkDre Ha scritto:  Vi racconto la mia...
Settimana scorsa dopo due anni di lavori ho messo in acqua Karma. Tra preparazione, gru, ecc ... arriviamo a togliere le fasce alle sei di sera quando ormai era buio. Entro in barca e controllo le prese a mare sostituite, sembra tutto ok. Portata la barca alla boa per la notte contollo meglio e noto un filo d'acqua che risale dalla filettatura del passascafo dell'elichetta del log. "E' sera e tardi, ci penserò domani", mi sono detto.
Il mattino seguente sposto la barca dalla boa al pontile del cantiere e mi preparo a controllare il problema.
Nel momento in cui tocco il passascafo questo si spezza letteralmente in due e mi rimane in mano!!! Un getto d'acqua inizia ad entrare in barca... Che faccio?
Prima di tutto tappo il foro con la mano, così posso pensare.. Velocemente prendo un panno (che ho vicino) lo imbevo con del wd40 (anche quello sotto mano) per renderlo un po' più denso e poi lo infilo nel foro.
Ora la falla è "abbastanza tappata" e ora posso asciugare la sentina e cercare una soluzione.
Purtroppo è domenica mattina e il cantiere è chiuso, perciò non posso alare la barca, che fare? Ecco che mi arriva in aiuto la ciotolina del Stay afloat. Bene, apro il coperchio, massaggio un po' il contenuto, lo infilo nella falla e poi spalmo bene la pasta sui bordi e... Funziona!!! Falla tappata.
Lo stesso giorno ho ordinato il nuovo passascafo alla Nasa Marine, martedì ricevuto e mercoledì sostituito al volo con barca sulle fasce.
La "pasta magica" ha fatto il suo mestiere ed ha tenuto per tre giorni.
Consiglio a tutti di tenerne un barattolo in barca, magari non vi servirà mai....

PS: il passascafo (di plastica) probabilmente è stato stretto troppo quando l'ho installato (questa estate con il caldo) e poi si è lesionato al primo gelo.
Ottimo, grazie mille per la testimonianza.
Rafforzi la mia idea dell'utilità che potrebbe avere in caso di emergenza.
Penso che bisognerebbe tenerlo sempre in vista come ha fatto intelligentemente Don Shimoda. Un pò come facciamo con gli estintori messi in buona posizione.
Importante è capire la scadenza visto che dopo alcuni anni a qualcuno la pasta si era indurita rendendola di fatto inutilizzabile.
BV

Banking off of the northern east wind, sailing on a summer breeze and skipping over the ocean like a stone... H. Nilsson
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 27-12-2017 12:59 da Flab.)
27-12-2017 12:40
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Nanni64 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.047
Registrato: Oct 2011 Online
Messaggio: #25
RE: Tappi di sicurezza e paste tappafalle
CkDre.
Mi era successa la stessa cosa con lo stesso passascafo. Per fortuna il cantiere era aperto anche se il personale era già andato via. Cosi con il titolare sulla gru e io alle fasce e all'invaso abbiamo sistemato.
Il problema nel mio caso era stato stringere troppo la ghiera superiore. Il fatto ha fessurato il labbro della flangia esterna.
In tutta franchezza devo dire che i passascafi della raymarine pur essendo anche loro plastici sono tutt'altra cosa rispetto a quelli della Nasa. Molto più solidi spessi e secondo me anche armati con qualche cosa nell'impasto.
27-12-2017 23:15
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
fabrizio 61 Online
Amico del Forum

Messaggi: 895
Registrato: Jun 2012 Online
Messaggio: #26
RE: Tappi di sicurezza e paste tappafalle
Curiosità CkDre, quando hai rimosso la pasta per fare il lavoro, come era? catalizzata dura da scalpello oppure un po molla? Grazie

Comunque trovo interessanti entrambi, sia il cuneo di gomma che la pasta, grazie.

fabrizio61meolo
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 28-12-2017 15:06 da fabrizio 61.)
28-12-2017 15:05
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Flab Offline
Amico del Forum

Messaggi: 2.610
Registrato: May 2011 Online
Messaggio: #27
RE: Tappi di sicurezza e paste tappafalle
In effetti la "plastica" di questi passascafi non è eterna purtroppo. Ho strumentazione B&G a bordo e ho avuto anch'io un piccolissimo trafilamento dal passascafo del log a seguito di un intervento fatto da un sub che avevo incaricato per farmi una pulizia rapida dell'opera viva.
Per tranquillità, anche se nel mio caso parliamo di poche gocce finite lì, quest'anno voglio sostituire il "canotto" del log.
Se qualcuno mi può indicare dove procurarmelo mi farebbe un favore.
BV

Banking off of the northern east wind, sailing on a summer breeze and skipping over the ocean like a stone... H. Nilsson
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 28-12-2017 15:37 da Flab.)
28-12-2017 15:11
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
traballi carlo Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.189
Registrato: Oct 2014 Online
Messaggio: #28
RE: Tappi di sicurezza e paste tappafalle
Nei magazzini di prodotti per l'edilizia vendono il " Costrufix " in cartucce e barattolo .
E lo stay afloat per muratori :prezzo da muratore !Smiley2
28-12-2017 18:07
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
don shimoda Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 533
Registrato: Nov 2013 Online
Messaggio: #29
RE: Tappi di sicurezza e paste tappafalle
(28-12-2017 18:07)traballi carlo Ha scritto:  Nei magazzini di prodotti per l'edilizia vendono il " Costrufix " in cartucce e barattolo .
E lo stay afloat per muratori :prezzo da muratore !Smiley2

Interessante kostrufiss, si trova anche su Amazon. credo che lo proverò.
utilizzero dei guanti, perché non credo che si possa togliere facilmente dalle mani come lo stay afloat.
28-12-2017 19:34
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
CkDre Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 255
Registrato: Feb 2016 Online
Messaggio: #30
RE: Tappi di sicurezza e paste tappafalle
fabrizio quando l'ho levato era ancora molliccio, non era catalizzato. Calcola che l'ho messo domenica mattina e levato mercoledì mattina.
Questa sera l'ho messo in casa su di un raccordo dell'acqua del riscaldamento che ogni tanto faceva una goccia. Vi saprò dire come si comporta.
28-12-2017 21:15
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Offline
Senior Utente

Messaggi: 4.555
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #31
RE: Tappi di sicurezza e paste tappafalle
Nelle lunghe io consiglio una pianta della barca con segnate tutte le prese a mare.
( si può farne una anche con cassetta ps., epirb, cassetta attrezzi, [/b] ecc )
Coni di legno dolce legati nei pressi delle prese a mare.
Una via d'acqua importante non mi e' ancora capitata.
Non conosco gli stucchi, ma se funzionano vale certamente la pena di tenerli a bordo.

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno
Sir Peter Blake
N.B.J.S.
Erik Aanderaa
29-12-2017 10:34
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Online
Vecio AdV

Messaggi: 7.229
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #32
RE: Tappi di sicurezza e paste tappafalle
Ho visto coni comperati in bottega, erano di faggio uno dei legni più duri con il quale si fabbricano taglieri e manici per le scope, legno non usato per l costruzione di barche perchè poco resistente all'ambiente marino, a Venezia si fanno remi un pò pesanti ma ottimi, di solita si usa il Ramino.
29-12-2017 10:52
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Offline
Senior Utente

Messaggi: 4.555
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #33
RE: Tappi di sicurezza e paste tappafalle
(29-12-2017 10:52)bullo Ha scritto:  Ho visto coni comperati in bottega, erano di faggio uno dei legni più duri con il quale si fabbricano taglieri e manici per le scope, legno non usato per l costruzione di barche perchè poco resistente all'ambiente marino, a Venezia si fanno remi un pò pesanti ma ottimi, di solita si usa il Ramino.
Ma sai che volevo postare prima o poi una recente esperienza.
Il sacchetto che ti vendono a pochi euro contiene dei legni effettivamente molto duri.
Preparando la barca di un amico, per legarli ho provato ad infilarci una vite con l'occhiello ed è stato come inserire un chiodo nel muro.

Temo sia un'altra dotazione di sicurezza " di stazza " ... insomma un'altra presa per il cul.

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno
Sir Peter Blake
N.B.J.S.
Erik Aanderaa
29-12-2017 12:35
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
fabrizio 61 Online
Amico del Forum

Messaggi: 895
Registrato: Jun 2012 Online
Messaggio: #34
RE: Tappi di sicurezza e paste tappafalle
(28-12-2017 21:15)CkDre Ha scritto:  fabrizio quando l'ho levato era ancora molliccio, non era catalizzato. Calcola che l'ho messo domenica mattina e levato mercoledì mattina.
Questa sera l'ho messo in casa su di un raccordo dell'acqua del riscaldamento che ogni tanto faceva una goccia. Vi saprò dire come si comporta.

Il fatto che non catalizzi del tutto non vuol dire che sia male, a suo tempo per una piccola infiltrazione d'acqua che avevo, il cantiere mi diede un po di pasta da usarsi eventualmente servisse, in quanto dovevo fare una navigazione di 7/8 ore, la misi e diventò durissima, ma non ricordo come si chiamasse e non mi sembra fosse bi-componente, ma andava soltanto malleata e dopo un tot di tempo iniziava a catalizzare.

fabrizio61meolo
29-12-2017 17:56
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
oudeis Offline
Vecio AdV

Messaggi: 7.160
Registrato: Mar 2012 Online
Messaggio: #35
RE: Tappi di sicurezza e paste tappafalle
(29-12-2017 17:56)fabrizio 61 Ha scritto:  
(28-12-2017 21:15)CkDre Ha scritto:  fabrizio quando l'ho levato era ancora molliccio, non era catalizzato. Calcola che l'ho messo domenica mattina e levato mercoledì mattina.
Questa sera l'ho messo in casa su di un raccordo dell'acqua del riscaldamento che ogni tanto faceva una goccia. Vi saprò dire come si comporta.

Il fatto che non catalizzi del tutto non vuol dire che sia male, a suo tempo per una piccola infiltrazione d'acqua che avevo, il cantiere mi diede un po di pasta da usarsi eventualmente servisse, in quanto dovevo fare una navigazione di 7/8 ore, la misi e diventò durissima, ma non ricordo come si chiamasse e non mi sembra fosse bi-componente, ma andava soltanto malleata e dopo un tot di tempo iniziava a catalizzare.
Sono kit che contengono già il catalizzatore, impastando lo si libera e avvia il processo. Ne ho usato per il tubino del circuito acqua nell'asse, ma non mi ha dato gran fiducia: è divenuto duro ma si è staccato subito. Lo tengo sulla scrivaniaSmiley4

Timore di vita frugale induce molti a vita piena di timore.
(Porfirio)
06-01-2018 18:28
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
poiuuuu Offline
Amico del Forum

Messaggi: 316
Registrato: Nov 2015 Online
Messaggio: #36
RE: Tappi di sicurezza e paste tappafalle
Io ho sia lo stay-afloat sia i coni in bella vista, non si sa mai.

Però onestamente trovo assolutamente fondamentale l'utilizzo di una pompa di sentina "seria" in grado di svuotare autonomamente in caso di problemi (e collegata direttamente alla batteria non passando dallo staccabatteria). Per quanto l'evento possa essere imprevedibile, potrebbe anche accadere una piccola via d'acqua... diciamo 6lt/h (quindi davvero piccola, 1lt ogni 10 minuti, un'unghia). Che succede se io non vado in barca per tutta la settimana? Ho imbarcato 1000lt... e mica sono pochi... La batteria certamente non durerà in eterno, ma una pompa da 5000lt/h la tiene accesa almeno 3h abbondanti...
16-01-2018 19:40
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  sicurezza sotto spi poiuuuu 22 1.005 26-11-2017 11:14
Ultimo messaggio: bullo
  una nuova proposta per la sicurezza marittima daniele.stagliano 5 548 29-08-2017 18:48
Ultimo messaggio: Baladin
  La sicurezza e la nav in solitario rob 43 6.083 17-07-2016 18:33
Ultimo messaggio: rob
  Sicurezza in regata rob 0 461 06-06-2016 21:43
Ultimo messaggio: rob
  Arresto sicurezza timone automatico e motore Roberto Adrianopoli 7 964 20-04-2016 07:39
Ultimo messaggio: Roberto Adrianopoli
  POS: Piano Operativo di Sicurezza starghost 16 850 29-06-2013 15:17
Ultimo messaggio: starghost

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)