Rispondi 
Outgrabber
Autore Messaggio
crafter Online
Amico del Forum

Messaggi: 1.303
Registrato: Nov 2015 Online
Messaggio: #1
Outgrabber
Stan Honey, navigatore professionista recentemente di Comanche e generalmente individuo interesante essendo stato un fautore della navigazione elettronica per il consumatore, possiede con sua moglie un Cal 40.
Dalla sua semplice web site che include, tra parentesi, un libro intero su Safety at Sea, il routing di comanche per il record transatlantico, e come costruire un tavolo per il quadrato... descrive anche il suo metodo per stabilizzare lo spi simmetrico. Dice che non e' un sistema nuovo e a lui gli funziona bene.

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Qualcuno ha provato?

Articolo:
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Portale della sua website:
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 28-02-2018 13:58 da admin.)
28-02-2018 08:26
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
robertobaffigo Online
Amico del Forum

Messaggi: 978
Registrato: Oct 2012 Online
Messaggio: #2
RE: OUTGRABBER
Fico, mi sembra di aver visto sui vecchi Vor, sui nuovi non so.....
Non mi è chiaro come gestirlo in abbattuta, forse ha una pastecca... (snatch block?)
28-02-2018 08:54
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Online
Vecio AdV

Messaggi: 5.057
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #3
RE: OUTGRABBER
Non ho mai avuto il coraggio di attaccare la scotta al boma, anche se ho visto la manovra descritta da piu' persone. Avendo una pastecca aprile, sembra facile mettere in opera il sistema.
Nn riesco comunque a comprendere bene il beneficio dell'operazione

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno
Sir Peter Blake
N.B.J.S.
Erik Aanderaa
28-02-2018 10:44
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Online
Vecio AdV

Messaggi: 5.057
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #4
RE: OUTGRABBER
Certo che la barca della foto viaggia parecchio con tutta tela a riva.

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno
Sir Peter Blake
N.B.J.S.
Erik Aanderaa
28-02-2018 10:47
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
zankipal Offline
Amico del Forum

Messaggi: 3.161
Registrato: Jan 2009 Online
Messaggio: #5
RE: OUTGRABBER
Sembra un normale sistema a bilancino ma con il barber sul boma invece che in coperta
Di solito il barber trasforma la scotta in braccio, qui e' il braccio che diventa scotta.

Solo che nel sistema tradizionale i barber sono sempre armati, qui quello sopravento forse si deve togliere.
Non conosco i benefici, sarebbe da provare, nei bordi lunghi regolando la scotta randa regoli anche quella dello spi
28-02-2018 11:10
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Offline
Vecio AdV

Messaggi: 7.889
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #6
RE: OUTGRABBER
La scotta dello spi l'ho sempre passata in varea del boma tramite pastecca con vento debole perchè rimanesse aperto e non chiudesse.
Si correva in libera e gli spi erano enormi, il boma veniva fermato con una ritenuta.
Con vento invece pastecca a metà barca e spi più basso perchè si muova il meno possibile e non inneschi il rollio, naturalmente spi più piccolo.
Col suo sistema però sembra non serva neanche la ritenuta sul boma.
28-02-2018 11:18
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Online
Vecio AdV

Messaggi: 5.057
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #7
RE: OUTGRABBER
(28-02-2018 11:10)zankipal Ha scritto:  Sembra un normale sistema a bilancino ma con il barber sul boma invece che in coperta...[]
Forse nel disegno è stata dimenticata la pastecca del braccio sopravvento ?
Immagino che l'utilità possa essere quella di avere un unico circuito barber per far diventare il braccio scotta a secondo della mura. Sembra ingegnoso. 91
Peccato che le pastecche apribili costano un botto !
In effetti il limite di usare un braccio come scotta e' che rimane basso e chiuso, col barber sul boma lo allarghi e lo alzi.

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno
Sir Peter Blake
N.B.J.S.
Erik Aanderaa
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 28-02-2018 14:00 da admin.)
28-02-2018 12:30
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
zankipal Offline
Amico del Forum

Messaggi: 3.161
Registrato: Jan 2009 Online
Messaggio: #8
RE: OUTGRABBER
In un normale circuito a bilancino abbassi la scotta e la fai diventare braccio, non è che cambi molto, credo che il vantaggio, se c'è, di questo sistema è che allarghi il punto di scotta e lo modifichi insieme alla randa, ma sicuramente far volare lo spi è più complicato e anche la strambata, va bene in solitario e su lunghe percorrenze, non penso in un bastone
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 28-02-2018 14:00 da admin.)
28-02-2018 13:02
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
zankipal Offline
Amico del Forum

Messaggi: 3.161
Registrato: Jan 2009 Online
Messaggio: #9
RE: OUTGRABBER
Nel disegno è diverso dalla foto, entrambe le scotte sono a mezzanave
28-02-2018 13:08
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
scud Online
Senior Utente

Messaggi: 3.105
Registrato: Jan 2007 Online
Messaggio: #10
RE: OUTGRABBER
Di solito con mare e vento forte anziché la scotta si usa il braccio da mezzanave per stabilizzare il rollio e la vela.
Probabilmente con questo OUTGRABBER si riesce anche ad alzare il punto di scotta dello spi pertando appiattendo e smagrendo la parte alta (spalle) il che é cosa buona e utile con vento sostenuto
28-02-2018 13:12
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Offline
Vecio AdV

Messaggi: 7.889
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #11
RE: OUTGRABBER
Scud spiega che usi le doppie scotte, cioè scotta sopra e braccio sotto.
In poppa con vento l'importante che lo spi si muova il meno possibile, parliamo di andare in poppa piena, 15°/20° al massimo orzati rispetto al reale.
Allargare il punto di scotta serve con vento normale per appiattire lo spi e lo si fa passare in varea del boma.
Però lo spi è un'opppppinione più che la vela e ognuno lo porta come vuole.-
28-02-2018 13:47
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
scud Online
Senior Utente

Messaggi: 3.105
Registrato: Jan 2007 Online
Messaggio: #12
RE: Outgrabber
Confermo io ho scotta e braccio sdoppiati
28-02-2018 14:26
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
crafter Online
Amico del Forum

Messaggi: 1.303
Registrato: Nov 2015 Online
Messaggio: #13
RE: Outgrabber
Grazie delle idee e conferme, Questa estate lo provo...

leggendo dall' articolo:

In tutte le condizioni tranne che con aria leggerissima, passiamo la scotta attraverso l' "outgrabber" Questa e' una tecnica quasi dimenticata che risale ai tempi d'oro dei simmetrici. Stabilizza lo spinnaker quando si e' di poppa senza strozzare troppo la balumina che e' quello che succede se semplicemente si muove il punto di scotta in avanti sulla falchetta. Per gareggiare e' specificatamente permesso dalla regola 50.3 (b).


Poi c'e' un link ad un altra website dove dice che ovviamente quando si usa al lasco con vento forte apre la balumina...

E' vero, leggendo il suo Palmares che piu' che bastoni la barca fa' le lunghe. Credo anche che lasci la parte sopravento aperta a qualsiasi interpretazione, nella foto sulla parte sopravento c'e' anche l' outrigger

Se aprite l'articolo l'outrigger si vede bene, la foto e' troppo grande per postare direttamente qui'.


Lo provo anche con poco vento, come dice @bullo, con lo spi leggero, dovra' avere un vantaggio credo. Ho la scotta della randa incocciata alla varea del boma, e anche la ritenuta parte da li' e va sulla falchetta molto in avanti, dovrebbe formare una buona stabilita'.

Per quanto riguarda il costo delle pastecche, anche se non e' canonico e mi e' stato giustamente detto che l'alluminio in ambiente marino corrode e quindi potrebbe rovinare le scotte, a bordo faccio molto uso di moschettoni da roccia per le ritenute, caricabassi, barber e inhaulers etc. Costano anche meno degli anelli. Per il momento tutto OK forse anche perche' non ho scotte di materiale high tech.
28-02-2018 16:51
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Offline
Vecio AdV

Messaggi: 7.889
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #14
RE: Outgrabber
Al lasco Vento reale 110°/120° vento forte 25 nodi di reale le barche dove vado anche se apro la balumina svergolando lo spi, tenendo la mura più bassa e angolo di scotta più alto vado steso sull'acqua in straorza.
Può darsi che per lasco s'intenda gran lasco 135°.
La mia opppppinione Lasco stretto 100°/110°,
Lasco 110°/120°
Gran Lasco 135°
Fil di ruota 180°
In fil di ruota non si naviga bene si orza sempre di qualcosa 10°/20°, anche con ventone.
Ciao.-
28-02-2018 17:58
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
robertobaffigo Online
Amico del Forum

Messaggi: 978
Registrato: Oct 2012 Online
Messaggio: #15
RE: Outgrabber
(28-02-2018 17:58)bullo Ha scritto:  Al lasco Vento reale 110°/120° vento forte 25 nodi di reale le barche dove vado anche se apro la balumina svergolando lo spi, tenendo la mura più bassa e angolo di scotta più alto vado steso sull'acqua in straorza.
Può darsi che per lasco s'intenda gran lasco 135°.
La mia opppppinione Lasco stretto 100°/110°,
Lasco 110°/120°
Gran Lasco 135°
Fil di ruota 180°
In fil di ruota non si naviga bene si orza sempre di qualcosa 10°/20°, anche con ventone.
Ciao.-

O si poggia di 5/10 gradi, che vai più veloce..... (in fil di ruota)
28-02-2018 22:48
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Offline
Vecio AdV

Messaggi: 7.889
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #16
RE: Outgrabber
Con poco vento si orza anche di più rispetto al fil di ruota, orzando di 20° per il 50% del percorso si aumenta la distanza solo del 6,6%; orzando di 30° aumento del 16%.
Con vento è sempre meglio stare un pò orzati, rischiare una straorzata che fare una strapoggiata molto più pericolosa, stando in fil di ruota s'innesca rollio che porta ad andare distesi sull'acqua.
Quando senti l'onda a poppa che cerca di portarti all'orza contrasti col timone alla poggia, dolcemente però,poi il timone si alleggerisce e orzi un pò la barca partirà in semiplanata, se con un ultra leggero in planata, sempre dolci col timone, Una cosa importante, mai guardare le onde a poppa si deve sentire la barca sotto al cu---lo.-
Lo spi è un'oppppppinione.-
01-03-2018 10:20
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
nedo Offline
Amico del Forum

Messaggi: 4.495
Registrato: Mar 2009 Online
Messaggio: #17
RE: Outgrabber
La sensazione comunque è che al boma non faccia proprio bene quella torsione dettata dal tiro dello spi col ventone ........91

Invito tutti a sorridere, ..... offro io !!!
02-03-2018 17:24
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)