Rispondi 
schema A o schema B?
Autore Messaggio
marloc Offline
Amico del Forum

Messaggi: 362
Registrato: May 2009 Online
Messaggio: #1
schema A o schema B?
ciao a tutti. Ho dovuto rifare lo schema di carica della barca passando da relè intelligente e ripartitore a mosfet Victron perchè le nuove batterie davano problemi con il relè chiuso (sono 4 batt da 100 statiche e si mangiavano tutto lo spunto quando in parallelo con la batteria motore).

Crimpati cavi nuovi ho realizzato lo schema in figura A. Rispetto al B mi sembra che:
- vantaggio: cavi più corti
- vantaggio: se mi staccano le batterie a motore acceso rimane un carico sotto l'alternatore
- svantaggio: non posso isolare le batterie completamente

voi che fareste? Il sensore di carica dove lo colleghereste?
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Il sensore dell'alternatore in realtà vorrei collegarlo direttamente al + della prima batteria servizi ma mi scoccia avere un pezzo di motore sempre in tensione...
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
12-06-2018 23:21
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
LOKA Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 686
Registrato: Aug 2015 Online
Messaggio: #2
RE: schema A o schema B?
Ciao se ho ben compreo la domanda...
il sensore dell'alternatore disolito va diretto al relè o al ripartitore attivo.

Esempio (come ho fatto io)

https://www.victronenergy.it/upload/docu...put-IT.pdf

ciao

Loka - Silvia2 Genova
MMSI 205516930
14-06-2018 08:59
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
marloc Offline
Amico del Forum

Messaggi: 362
Registrato: May 2009 Online
Messaggio: #3
RE: schema A o schema B?
(14-06-2018 08:59)LOKA Ha scritto:  Ciao se ho ben compreo la domanda...
il sensore dell'alternatore disolito va diretto al relè o al ripartitore attivo.

Esempio (come ho fatto io)

https://www.victronenergy.it/upload/docu...put-IT.pdf

ciao

ma quello nello schema della victron non è il sensore che dico io , quello che misura il calo di tensione dovuto alla resistenza dei cavi e che regola l'alternatore, è quello che serve ad eccitare all'inizio il rotore per gli alternatori non auto eccitanti...
14-06-2018 09:39
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
LOKA Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 686
Registrato: Aug 2015 Online
Messaggio: #4
RE: schema A o schema B?
(14-06-2018 09:39)marloc Ha scritto:  ma quello nello schema della victron non è il sensore che dico io , quello che misura il calo di tensione dovuto alla resistenza dei cavi e che regola l'alternatore, è quello che serve ad eccitare all'inizio il rotore per gli alternatori non auto eccitanti...

Allora come da premessa non ho ben chiaro il quid sul relè
Personalmente lo schema come hai fatto bene tu e il sensore dell'alternatore solo su ripartitore (io lo ho così e funziona tutto benissimo e senza alcuna caduta di tensione)

Alternatore che va al ripartitore
Uscita ripartitore 1 a gruppo BS
Uscita ripartirore 2 a BM
Se hai uscita 3 a batteria elica
Salpa su BS , sempre motore accesso, con sua protezione (stacca e magneto)

Ciao !

Loka - Silvia2 Genova
MMSI 205516930
14-06-2018 09:50
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
marloc Offline
Amico del Forum

Messaggi: 362
Registrato: May 2009 Online
Messaggio: #5
RE: schema A o schema B?
(14-06-2018 09:50)LOKA Ha scritto:  Allora come da premessa non ho ben chiaro il quid sul relè
Personalmente lo schema come hai fatto bene tu e il sensore dell'alternatore solo su ripartitore (io lo ho così e funziona tutto benissimo e senza alcuna caduta di tensione)

Alternatore che va al ripartitore
Uscita ripartitore 1 a gruppo BS
Uscita ripartirore 2 a BM
Se hai uscita 3 a batteria elica
Salpa su BS , sempre motore accesso, con sua protezione (stacca e magneto)

Ciao !
grazie per la risposta. Ma mettere il sensore sul ripartitore o sulla batteria non cambia perchè comunque c'è continuità..

Ma tu DAL ripartitore vai allo stacca batterie o direttamente alle batterie? In teoria almeno per il motore dovresti passare dallo stacca batterie per questioni di sicurezza.


ps: la questione del relè è interessante. Io avevo su un relè VIctron Cyrix (prima uno Sterling Power) e tutto andava benissimo. Da quando però ho cambiato le 4 batterie servizi ed elica da AGM cicliche ad AGM "stazionarie" succede che, con tutto carico il relè è chiuso, cioè tutte in parallelo, la barca non parte più. Probabilmente le batterie servizi assorbono tutto lo spunto. Da qui la necessità di cambiare l'impianto perchè è l'ipotesi che mi costa meno...
14-06-2018 11:09
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
LOKA Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 686
Registrato: Aug 2015 Online
Messaggio: #6
RE: schema A o schema B?
ciao
il mio schema è
Alternatore --> ripartitore
Batt --> stacca (BS e BM) --> Ripartitore da una parte e Servizi e Motore dall'altra
Il cavo da stacca a ripartitore è diretto perchè se per caso si staccassero per errore le batterie con motore accesso faresti un "dispiacere" all'alternatore.

solo per il CB da banchina e il solare sono diretto sulle Batt

Il sensore va messo sul ripartitore per farlo funzionare in maniera "attiva" altrimenti funziona come un semplice a diodi con caduta di tensione (e chiede anche una massa)

Il relè lo farei fuori se hai il ripartitore non serve sembra piu un parallelatore peraltro forse fuori scala se hai aggiunto Ampere...

Lo schema è semplicissimo
BS e BM e BE (eliche ?)
Alternatore B+--> ripartitore
Uscita ripartitore a BS BM e BE
da alternatore sense x ripartitore attivo + massa
da BM dopo stacca a motorino
da Bs dopo stacca a servizi
da Be dopo stacca a eliche

eventuali uscite dirette o entrate a BM BS secondo necessità, esempio io per il webasto ho un collegamento diretto dalla BS a Webasto sotto fusibile come da istruzioni

Poi ho 2 cassettine con uscite dirette BS e BM con fusibile da 20 per eventuali collegamenti alla bisogna.

Dispersioni ZERO
Carico da alternatore volvo valeo da 60 ah a 14.4 come previsto , prima con diverso ripartitore non arrivavo oltre 13.5 e ora le Batt sono serene al 100% con poco motore
Ho BM 2x130 e BM 1x70

Spero di aver capito e averti dato spunto

Loka - Silvia2 Genova
MMSI 205516930
14-06-2018 11:30
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
marloc Offline
Amico del Forum

Messaggi: 362
Registrato: May 2009 Online
Messaggio: #7
RE: schema A o schema B?
(14-06-2018 11:30)LOKA Ha scritto:  ciao
il mio schema è
Alternatore --> ripartitore
Batt --> stacca (BS e BM) --> Ripartitore da una parte e Servizi e Motore dall'altra
Il cavo da stacca a ripartitore è diretto perchè se per caso si staccassero per errore le batterie con motore accesso faresti un "dispiacere" all'alternatore.

solo per il CB da banchina e il solare sono diretto sulle Batt

Il sensore va messo sul ripartitore per farlo funzionare in maniera "attiva" altrimenti funziona come un semplice a diodi con caduta di tensione (e chiede anche una massa)

Il relè lo farei fuori se hai il ripartitore non serve sembra piu un parallelatore peraltro forse fuori scala se hai aggiunto Ampere...

Lo schema è semplicissimo
BS e BM e BE (eliche ?)
Alternatore B+--> ripartitore
Uscita ripartitore a BS BM e BE
da alternatore sense x ripartitore attivo + massa
da BM dopo stacca a motorino
da Bs dopo stacca a servizi
da Be dopo stacca a eliche

eventuali uscite dirette o entrate a BM BS secondo necessità, esempio io per il webasto ho un collegamento diretto dalla BS a Webasto sotto fusibile come da istruzioni

Poi ho 2 cassettine con uscite dirette BS e BM con fusibile da 20 per eventuali collegamenti alla bisogna.

Dispersioni ZERO
Carico da alternatore volvo valeo da 60 ah a 14.4 come previsto , prima con diverso ripartitore non arrivavo oltre 13.5 e ora le Batt sono serene al 100% con poco motore
Ho BM 2x130 e BM 1x70

Spero di aver capito e averti dato spunto

sei stato chiarissimo! alla fine è simile a quello che ho fatto io.
Solo non capisco un paio di scelte. Io non mando l'uscita del ripartitore per i servizi allo stacca batterie proprio per mantenere un carico nell'eventualità di un scollegamento involontario. Nel tuo schema dovresti avere dei consumatori lato servizi perchè altrimenti non avresti carico.

L'alra cosa è il sensore. Io ho un Victron Argofet che non prevede un ingresso di regolazione. Tu hai collegato il sensore all'input dall'alternatore o all'uscita servizi? Perchè nel secondo caso anche tu hai sempre l'alternatore sotto tensione...
14-06-2018 15:27
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
LOKA Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 686
Registrato: Aug 2015 Online
Messaggio: #8
RE: schema A o schema B?
(14-06-2018 15:27)marloc Ha scritto:  sei stato chiarissimo! alla fine è simile a quello che ho fatto io.
Solo non capisco un paio di scelte. Io non mando l'uscita del ripartitore per i servizi allo stacca batterie proprio per mantenere un carico nell'eventualità di un scollegamento involontario. Nel tuo schema dovresti avere dei consumatori lato servizi perchè altrimenti non avresti carico.

L'alra cosa è il sensore. Io ho un Victron Argofet che non prevede un ingresso di regolazione. Tu hai collegato il sensore all'input dall'alternatore o all'uscita servizi? Perchè nel secondo caso anche tu hai sempre l'alternatore sotto tensione...

Esatto stesso giro per evitare danni accidentali , mi sono spiegato evidentemente male

Per il sensore l tuo è come il mio ARGOFET attento devi prendere il + dal D61 dell'alternatore NON dalla batteria serve appunto per dare info all'altrnatore come da schema
https://www.victronenergy.it/upload/docu...put-IT.pdf

questo se è FET se è a Diodi non serve e perdi 0,7 v di carica media
se è FET e non lo collegi al D61 dovresti notare (io ho fatto dei test e confermo) che funzionare funziona ma come a Diodi e non carica al 100% come appunto il Mosfet riesce ad ovviare

Spero di essere stato più chiaro buon vento

Loka - Silvia2 Genova
MMSI 205516930
14-06-2018 15:38
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
marloc Offline
Amico del Forum

Messaggi: 362
Registrato: May 2009 Online
Messaggio: #9
RE: schema A o schema B?
(14-06-2018 15:38)LOKA Ha scritto:  Esatto stesso giro per evitare danni accidentali , mi sono spiegato evidentemente male

Per il sensore l tuo è come il mio ARGOFET attento devi prendere il + dal D61 dell'alternatore NON dalla batteria serve appunto per dare info all'altrnatore come da schema
https://www.victronenergy.it/upload/docu...put-IT.pdf

questo se è FET se è a Diodi non serve e perdi 0,7 v di carica media
se è FET e non lo collegi al D61 dovresti notare (io ho fatto dei test e confermo) che funzionare funziona ma come a Diodi e non carica al 100% come appunto il Mosfet riesce ad ovviare

Spero di essere stato più chiaro buon vento

forse ho capito male ma se leggi il manuale (traduzione pessima a parte):

"Ingresso per alternatore Alcuni alternatori hanno bisogno di una tensione in CC sull’uscita B+ per avviare la carica. Ovviamente, la tensione sarà presente dal momento in cui l’alternatore verrà collegato direttamente ad una batteria. Inserendo un diodo o uno sdoppiatore FET si eviterà un ritorno di tensione/corrente dalla batteria verso l’uscita B+ impedendo così l’avviamento dell’alternatore. I nuovi isolatori Argo Fet possiedono un ingresso speciale per alternatore a corrente limitata che alimenterà l’uscita B+ quando l’interruttore avvio/arresto motore è chiuso"

quindi il cavo che dici tu non è quello che va al regolatore....serve solo per farlo partire.
14-06-2018 18:15
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
LOKA Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 686
Registrato: Aug 2015 Online
Messaggio: #10
RE: schema A o schema B?
Attento
I nuovi isolatori Argo Fet possiedono un ingresso speciale per alternatore a corrente limitata = collegare il d61 non il b+
la traduzione è pessima ma lo schema è chiaro e per piccola esperienza tutti i FET attivi funzionano cosi

Tu fai le prove di ricarica dispersione etc e poi vedi
L'alternatore che hai ?
Io con il mio con lo schema come da manuale lavora tutto correttamente

Ciao

Loka - Silvia2 Genova
MMSI 205516930
15-06-2018 08:56
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
marloc Offline
Amico del Forum

Messaggi: 362
Registrato: May 2009 Online
Messaggio: #11
RE: schema A o schema B?
(15-06-2018 08:56)LOKA Ha scritto:  Attento
I nuovi isolatori Argo Fet possiedono un ingresso speciale per alternatore a corrente limitata = collegare il d61 non il b+
la traduzione è pessima ma lo schema è chiaro e per piccola esperienza tutti i FET attivi funzionano cosi

Tu fai le prove di ricarica dispersione etc e poi vedi
L'alternatore che hai ?
Io con il mio con lo schema come da manuale lavora tutto correttamente

Ciao

a me sembra quello che serve ad alimentare il rotore per gli alternatori non auto eccitanti. Dovrebbe essere la corrente che arriva dal + della lampadina spia (che io non ho perchè è tutto digitale) che fornisce quanto basta e si accende e quando l'alternatore comincia a produrre la corrente in senso opposto "spegne" la lampadina.

Il mio alternatore dovrebbe avere il regolatore sul giallo....il marrone che vedi in foto dovrebbe essere un D ma non do se il famoso 61,,, in effetti non so cosa sia il marrone...

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

ps: loKa era il mio soprannome dal tipico cognome bergamasco...Smile
15-06-2018 09:49
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  Schema Centralina livello acqua su Bavaria 40 roxima 21 624 02-08-2018 19:01
Ultimo messaggio: andros
  Schema impianto elettrico pol.bob 16 592 18-07-2018 13:05
Ultimo messaggio: pol.bob
  GrandSoleil 40 GS40 2003 schema elettrico drmtiede 12 2.101 01-07-2018 23:08
Ultimo messaggio: pepe1395
  Schema elettrico winch harken 44 Andrea996 1 541 14-11-2017 10:59
Ultimo messaggio: IanSolo
  schema elettrico del Pro Alt C giampiero 0 326 09-08-2017 12:20
Ultimo messaggio: giampiero
  schema elettrico Bavaria 39 cruiser alexflibero 2 897 25-10-2016 20:30
Ultimo messaggio: bobspiderman
  Schema montaggio pannelli solari Nanni64 13 1.603 31-05-2016 16:11
Ultimo messaggio: old_al
Photo schema Raymarine/NKE jetsep 32 3.776 19-05-2016 23:27
Ultimo messaggio: jetsep
  Schema collegamento scambiatore-boiler, Nanni Diesel 2.60 HE 470boat 0 1.455 25-06-2015 11:44
Ultimo messaggio: 470boat
  schema elettrico garmin 128 louis 69 12 3.561 04-04-2015 21:59
Ultimo messaggio: IanSolo

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)