Rispondi 
Centurio 32 come investimento
Autore Messaggio
kuznetsov Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 3
Registrato: Sep 2016 Online
Messaggio: #1
Centurio 32 come investimento
Buongiorno a tutti, possiedo da quattro anni un Centurion 32 del 1974. Non sto a decantarne le lodi che sono ben note. Dico solo che ho cambiato il motore l'anno scorso(da un volvo sono passato a un beta marine, sempre 25 cv) e ho riportato la carena a nuovo: questi lavori intesi come l'inizio di altri per rendere la barca sempre più bella. La mia barca..qualla della mia vita...I costi sono tanti e i dubbi aumentano. Ma bando alle ciance (come si diceva una volta).
La domanda, rivolta a tutti quelli che hanno qualcosa da dire è la seguente: questa barca, secondo voi, acquisterà valore negli anni, tipo nei prossimi dieci? E se sì, qual è il modo migliore per tenerla in vita? Potrebbe sopportare un "impacchettamento" per 5-10 anni senza subire danni (ovviamente con disalberamento)? Pensavo ad un alaggio in un cantiere, magari anche estero (tipo Croazia) per poi rivenderla. Qualcuno sa di rimessaggi a secco che siano economici?

Grazie
09-06-2019 09:57
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
nape Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 981
Registrato: Aug 2016 Online
Messaggio: #2
RE: Centurio 32 come investimento
bizzarro, ma capisco. qualsiasi cosa ne esca, qui siamo nel campo delle opinioni. secondo la mia il tuo teorema è dimostrabile a metà: su una sella buona (intendo pantografata sullo scafo a dovere), al coperto ma alla polvere, la tua barca potrà aspettarti per gli anni che vuoi. se prenderà valore? per te forse che si o forse che no: o la dimenticherai o non riuscirari più a staccartene. per gli altri è difficile, se continua così, gia oggi un cesso o un nodo in più valgono qualsiasi buona costruzione o ottimo progetto come, appunto, erano i wauquiez di quegli anni.

"Hell, you're not a real maxi owner yet, you're still on your first keel"
10-06-2019 22:57
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
clavy Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.848
Registrato: Jun 2009 Online
Messaggio: #3
RE: Centurio 32 come investimento
Scusa la franchezza, in una parola NO.

La barca non si apprezzerà, ma continuerà ad avere un suo valore di base, che difficilmente sarà allineato con le spese che sosterrai per mantenerla in buone condizioni.
E' insito nella natura voluttuaria del bene: le sue linee, per quanto ben concepite, saranno sempre più obsolete e gli estimatori che la vedevano in modo emotivo saranno sempre meno, per meri motivi anagrafici.
La capacità delle maestranze che l'hanno realizzata sarà sempre più offuscata dalla consunzione del tempo e dai successivi restauri.

Non è una barca in legno, che è uno dei fattori che smuove alcuni romantici ma, anche in quel caso, le cessioni avvengono spesso a importi simbolici "purché qualcuno se ne occupi".

Il valore sarà comunque riconosciuto da un numero sempre più esiguo di persone per cui, quando ti ritroverai a vendere la tua amata, sarai tu a dover cercare il compratore che la sappia apprezzare e a respingere un'orda di sognatori e/o squinternati che ti faranno le proposte più inimmaginabili.
11-06-2019 10:56
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
davide brambilla Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.316
Registrato: Apr 2010 Online
Messaggio: #4
RE: Centurio 32 come investimento
non si apprezzerà, probabilmente perderà valore

La mia opinione è che quando non hai in programma di usare la barca è meglio venderla .
Lo fai per te e fai bene anche a Lei che apprezzerà l'entusiasmo del nuovo acquirente

...soy cantor y soy embustero, me gustan el juego y el vino, tengo alma de marinero.....
11-06-2019 18:27
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
nape Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 981
Registrato: Aug 2016 Online
Messaggio: #5
RE: Centurio 32 come investimento
Si, quella di clavy è una realtà brutale, ma una realtà.
Però è poi anche vero che la barca come elettrodomestico (stessa sorte toccata all'automobile già da tempo) è un concetto molto nostro, mediterraneo. In Inghilterra, dove se c'è la poppa aperta piuttosto che otto nodi a motore o altro chissene ma quello che importa è non doversi fare l'ernia al disco dopo una bolina nel Solent o non congelare sotto gli spruzzi del mare del nord, tralasciando gli HR che si stanno sul loro pianeta, c'è sempre un continuo e onesto mercato dell'usato sui vecchi westerly, sigma, contessa, etc. Chiaro che poi tu sei in Mediterraneo.

"Hell, you're not a real maxi owner yet, you're still on your first keel"
11-06-2019 20:36
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Sagitta30 Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 99
Registrato: Feb 2019 Online
Messaggio: #6
RE: Centurio 32 come investimento
non so se la mia opinione di non esperto può servirti a qualcosa. Il mercato dell'usato è sovrasaturo, ci sono tante occasioni per belle barche a prezzi molto contenuti. dubito fortemente che nel prossimo quinquennio/decennio la tua bella barca possa acquistare valore.
11-06-2019 23:57
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
orsopapus Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 241
Registrato: Jun 2014 Online
Messaggio: #7
RE: Centurio 32 come investimento
Anche se dolorosa la risposta di Clavy è secondo me la più corretta.
Kuznetsov se vuoi fare dei lavori sulla tua bella barca che siano finalizzati a fartela godere nell'immediato. L'idea di metterla a secco 5 o 10 anni per farne accrescere il valote come "usato storico" credo che sia più una speranza che una possibilità concreta.
Buon vento
12-06-2019 14:46
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
GARIBALDI Offline
Amico del Forum

Messaggi: 3.760
Registrato: Mar 2010 Online
Messaggio: #8
RE: Centurio 32 come investimento
(11-06-2019 10:56)clavy Ha scritto:  Scusa la franchezza, in una parola NO.

La barca non si apprezzerà, ma continuerà ad avere un suo valore di base, che difficilmente sarà allineato con le spese che sosterrai per mantenerla in buone condizioni.
E' insito nella natura voluttuaria del bene: le sue linee, per quanto ben concepite, saranno sempre più obsolete e gli estimatori che la vedevano in modo emotivo saranno sempre meno, per meri motivi anagrafici.
La capacità delle maestranze che l'hanno realizzata sarà sempre più offuscata dalla consunzione del tempo e dai successivi restauri.

Non è una barca in legno, che è uno dei fattori che smuove alcuni romantici ma, anche in quel caso, le cessioni avvengono spesso a importi simbolici "purché qualcuno se ne occupi".

Il valore sarà comunque riconosciuto da un numero sempre più esiguo di persone per cui, quando ti ritroverai a vendere la tua amata, sarai tu a dover cercare il compratore che la sappia apprezzare e a respingere un'orda di sognatori e/o squinternati che ti faranno le proposte più inimmaginabili.
+1

quello che non c'è,in barca non si rompe.
12-06-2019 22:19
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
kuznetsov Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 3
Registrato: Sep 2016 Online
Messaggio: #9
RE: Centurio 32 come investimento
Grazie a tutti per le vostre risposte, che ho apprezzato per la franchezza. Vedremo cosa fare...
13-06-2019 16:00
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
senzadimora Offline
Amico del Forum

Messaggi: 2.557
Registrato: Mar 2010 Online
Messaggio: #10
RE: Centurio 32 come investimento
Certamente puo' sopportare un "impacchettamento", è soltanto una questione di costi, (a meno di averci un luogo di proprieta' e potercela portare spendendo poco). La cosa migliore sarebbe usarlaSmiley2Smiley53
Secondo me non e' una castroneria pensare che fra qualche anno una (buona) vecchia barca possa aumentare di valore, è tutta una questione di mode, chi l'avrebbe mai detto che i ragazzi nel 2019 vogliano il "si" e la vespa modificata come quando eravamo giovani noi? E che gli ex ragazzi rispolverino moto che erano in gran voga quando erano piccoli? o che una panda vecchio tipo costi quasi quanto una nuova?

La barca a vela per chi non e' interessato alle regate e', o perlomeno dovrebbe essere un bene durevole e senza tempo.
Lasciando perdere le barche in legno che hanno dei costi e tempi di manutenzione da "vero ricco", le barche ante anni 70 che erano obbiettivamente piccole e scomode in confronto alla lunghezza,
le barche attorno agli anni 80 coniugano marinita', usabilita' e una bellezza delle linee che dona loro un fascino senza tempo, pur restando dei gusci in vetroresina che richiedono una manutenzione semplice e relativamente economica...

quello che non c'è non si rompe!!!
.
www.senzadimora.it
14-06-2019 16:29
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Edu Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 16
Registrato: Apr 2017 Online
Messaggio: #11
Centurio 32 come investimento
Premesso che non conoscevo la barca e da quello che ho visto in rete e una di quelle barche che ammiro tanto e per molte ragioni: estetiche e funzionali . Io posseggo una barca simile del 1972 uno sirocco 31 progettato da Angus Primerose (non so se si scrive cosi) il progettista di gipsy moth IV di sir Francis Chichester.
Pensare che le barche prendano valore non mi sembra prevedibile al momento...alcune possono mantenerlo ma si tratta di barche molto prestigiose come gli swan. Io consiglio di fare belke le barche quando si possono usare altrimenti meglio venderle...svenderle o regalarle si risparmia sicuramente e si posson rendere felici altri amici del mare.

Inviato dal mio SM-J330FN utilizzando Tapatalk
16-06-2019 15:40
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)