Rispondi 
Rientro dall'Elba... (nole)
Autore Messaggio
Trixarc Offline
Tutor AdV

Messaggi: 21.160
Registrato: Jun 2010 Online
Messaggio: #1
Rientro dall'Elba... (nole)
by nole (2016)


Provo a raccontarvi una storia di un "piccolo" motoscafaro non pentito!! Thumbsupsmileyanim



24 Agosto 2016, e’ un paio di giorni che passo da un bollettino meteo all’altro per trovare la finestra migliore per il rientro a Bocca di Magra SP da Portoferraio con la NoLe e l’equipaggio familiare …. ma le previsioni per il 25 Agosto 2016 data prevista per il rientro non sono il massimo, sono tre giorni che qui all’Elba soffia il Maestrale e per la giornata del 25 i vari siti meteo prevedono una rapida rotazione del vento a NE su tutta la rotta di rientro (80 Nm) a partire dalle ore 09:00 e sino alle 15:00, poi rotazione nuovamente a NW sul tratto da Viareggio a Bocca di Magra (SP).

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Prevedono intensita’ massima del Vento a Forza 2 e onda mai sopra i 50 cm su tutta la rotta …. insomma condizioni quasi ideali se non fosse che viene tutto da prua, ma qualcosa non mi convince … sara’ che il tempo e’ ultimamente molto instabile, che ho a bordo moglie e figlia, che dopo 16 splendidi giorni di vacanza non ho voglia di lasciare a nessuno dell’equipaggio brutti ricordi …. posticiperei la data del rientro a Sabato visto che si prevedono condizioni migliori. Ma il lavoro che condiziona le nostre vite ci obbliga a riprendere il 29 Agosto …. ci siamo tenuti qualche giorno di margine per il rientro ma partendo il sabato 27 ce lo giochiamo tutto, riunisco l’equipaggio e provo a proporre di rientrare il 27 per sfruttare un meteo piu’ stabile ma la mia Coarmatrice non vuole arrivare a casa la domenica per riprendere il lavoro il lunedi' seguente …. troppo stressante.
Ok, espongo le previsioni per il giorno 25 si parte dopo le 09:00 di mattina visto che danno mare in calo e rotazione del vento a NE vedremo appena fuori dalla rada di Portoferraio come sara’ il mare e poi decideremo se andare avanti.

Prevedendo un rientro un po’ “movimentato” passo il pomeriggio del 24 a riordinare tutto e a far sparire nei gavoni tutto quello che non serve, fatto il pieno di carburante ed acqua, i motori vanno benissimo, le batterie sono cariche, le dotazioni di sicurezza sono a portata di mano, quindi traccio la rotta sul plotter che passa al largo del faro delle secche di Vada e della Meloria riservandomi di modificarla all’occorrenza.

25 Agosto 2016: La mattina del 25 sveglia alle 07:00, nella notte il Maestrale e’ scemato, me ne sono accorto perche’ la bandiera Italiana inalberata sopra al rollbar della barca ha smesso di sfregare il tendalino sotto il quale ho dormito! Saranno state circa le 03:00 di notte!, quindi le condizioni meteo sembra vadano verso il miglioramento, do ancora un occhiata alla mappa delle previsioni meteo per le 09:00 ascolto il bollettino sul ch. 68 del VHF e vado a fare colazione al bar della Darsena.
Altre barche hanno deciso anche loro di rientrare in mattinata seppur con qualche perplessita’, dico alla moglie vediamo com’e’, se e’ navigabile bene altrimenti cercheremo di entrare nel porto piu’ vicino Sallivoli, Baratti, San Vincenzo ….

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Alle 8:45 molliamo l’ormeggio e partiamo, la giornata si presenta con un bel cielo terso da nuvole e di un azzurro intenso, usciti dalla darsena, faccio un breve stop per ritirare i parabordi e mi metto subito in rotta.
Appena fuori dalla rada di Portoferraio passato lo Scoglietto alla mia sinistra, il mare si presenta con un onda lunga di un metro circa proveniente da NW che non crea problemi, porto la NoLe in planata a 18 Kn, velocita’ giusta per non alzare schizzi, si allunghera’ appena il tempo necessario per la traversata ma non importa ci godremo di piu’ il rientro, procede tutto ok sino all’altezza di Salivoli …..
Siamo su una rotta molto al largo e il vento assente sino a questo momento incomincia a soffiare “rabbioso” da NE una bella linea blu sull’acqua all’orizzonte ne preannuncia l’arrivo e’ finita la pacchia!….. le previsioni hanno azzeccato solo la direzione ma non l’intensita’ … devo diminuire la velocita’ a 16Kn incominciano ad arrivare ogni tanto degli schizzi sul parabrezza, la cosa non mi convince ed incomincio lentamente ad accostare all’Italia uscendo dalla rotta larga che avevo tracciato, mai decisione fu piu’ saggia!!!
All’altezza di San Vincenzo sono costretto ad accostarmi alla costa molto velocemente, saro’ a meno di un miglio … ad occhio ci saranno gia’ una 10/15 Kn di vento da NE con molte ochette bianche sulle creste …. cerco di sdrammatizzare per rassicurare l’equipaggio, soprattutto mia figlia dodicenne, ma incominciamo a prendere secchiate d’acqua ad ogni onda! Nonostante abbia diminuito la velocita’ a 14 Kn si procede alzando molti schizzi, a meno non posso andare, la velocita’ minima di planata della NoLe e’ di 12 Kn al disotto dovrei procedere in dislocamento e sarebbe anche peggio …..
Mi avvicino sempre piu’ alla costa ….. mi viene in mente la battuta della responsabile della Darsena “O che sara’ mai un po’ di NE al massimo segue l’Aurelia per tornare a casa!” ….. in effetti accostando alla costa il mare si spiana un po’ ma il vento e’ invece bello intenso, ogni tanto provo ad aumentare la velocita’ a 16Kn ma la navigazione diventa molto piu’ baganta ……
Incomincio a ricalcolare a mente il tempo necessario per arrivare a Bocca di Magra …. 4 ore non basteranno, ce ne vorranno almeno 6, forse 7 …. la benzina non e’ un problema normalmente bastano 120 lt e ne ho’ 260 di lt nel serbatoio …. i distributori lungo la rotta non mancano all’occorrenza!
Penso fra me e me che farsi 6/7 ore di navigazione cosi’ bagnata ed impegnativa diventi troppo stressante e quindi incomincio a meditare di fermarsi strada facendo, ma non dico ancora nulla all’equipaggio.
Man mano che risalgo la costa il vento da NE aumenta, perlomeno questa e’ la mia percezione, ed il mare diventa sempre piu’ spumeggiante ….. ormai all’altezza di Vada vuoi per i bassi fondali sottocosta, vuoi per il vento il mare e’ pieno di ochette bianche sulle creste delle onde, che sollevano secchiate d’acqua ad ogni impatto con la prua della NoLe, riesco comunque a tenere la NoLe sui 14-15 Kn .

Da vada a Livorno il mare si mantiene in queste condizioni, il vento sempre teso da NE non da’ il minimo cenno di tregua o diminuzione …… per fortuna che davano venti da NE forza 2 …. saremo minimo a 3 se non 4 e mare 3!!!
Da Vada a Livorno procediamo tutti un po’ tesi, la NoLe si comporta bene per quanto sia quasi al limite come navigabilita’ con queste condimeteo, incomincio a vedere il porto di Livorno in lontananza e propongo all’equipaggio di fermarci a LI ed aspettare qualche ora per vedere come si mette il tempo. Sono passate gia’ quasi 4 ore dalla partenza e non siamo ancora a Livorno! ….all’andata in 4 ore gettavamo l’ancora all’Elba e ci tuffavamo per il bagno! A carburante sono a posto, sono ancora sopra la meta’ seppur di poco, e mancano un 35 Nm all’arrivo.
Procedo avvicinandomi all’imboccatura sud del porto di Livorno ….. ma vedere tutto quel cemento e non solo, mi fa passare la voglia di entrarvi dopo 16 giorni di Elba! …. Pertanto procedo ridossandomi alla diga esterna del porto in direzione N e “decido” di entrare a Foce Arno.
Come passo la diga di Livorno il vento ed il mare rigirano a NW!!!! ….. Nettuno ed Eolo lo fanno apposta per metterci in difficolta’ !!!!!!! ormai manca poco a Foce Arno il mare sta montando rapidamente sono quasi le 13:00 il vento da NW non puo’ che rinforzare data l’ora, una volta ridossati all’interno del fiume vedremo cosa fare …
All’ingresso di Foce Arno ci sono un po’ di onde che frangono, ricordo che in caso di mare non e’ prudente entrare diretti per i bassi fondali, ma e’ meglio passare tra le due dighe laterali poste a N della Foce tra i retoni a bilancia con le loro caratteristiche casette di legno.

Come entrati in Arno ci rilassiamo e torna il sorriso anche alla mia bimba.

Risaliamo l’Arno dalla foce per circa 0,5 Nm e davanti ai cantieri Arnovecchio sulla sponda opposta dopo aver scandagliato perbenino il fondale getto l’ancora in 4 metri d’acqua (sperando che non si incagli!) do una 15 di metri di catena e finalmente spengo i motori ……..

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Comunico all’equipaggio due opzioni:
la prima: mangiamo qualcosa, riposino, e alle 18 se molla il Maestrale ed il mare non e’ particolarmente incazzato riprendiamo il viaggio, tanto mancano 25 Nm che possiamo percorrerle in 1,5 h se il mare si calma;
la seconda: passiamo una notte in rada in Arno e la mattina seguente all’alba ripartiamo sfruttando a brezza notturna di terra che sottocosta dovrebbe spianare il mare almeno fin verso le 08:00/09:00 della mattina seguente ………..

Mia moglie che mi conosce bene sa gia’ che passeremo li la notte ….. hahahaha

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Mangiamo, ci prendiamo un caffettino e ci facciamo un riposino.
Il vento da NW verso le 15 aumenta ci sono delle belle raffiche, solo qualche barca a vela prova ad uscire dall’Arno ….. le altre a motore tornano indietro e quando ci passano di lato ci guardano in modo strano ….. sara’ perche’ ho il segnale di fonda???? O perche’ sono l’unico ad aver dato ancora in Arno????
Ogni tanto con il binocolo butto l’occhio alla foce per vedere lo stato del mare …….. niente da fare si sta fermi dove siamo! ….. verso le 17:00 il vento accenna un calo …. ma fuori e’ ancora troppo mosso per pensare di riprendere la navigazione verso Bocca di Magra. Letizia e Noemi se ne vanno a prua a prendere l’ultimo sole della giornata …..

Ad un certo punto mia moglie Letizia esclama “ UN MAIALE” ……. li li sulla sponda del fiume c’e’ un MAIALE!!!! …….
E’ un cinghiale …… hahahahaha

Che bel posticino, cavalli al pascolo, gabbiani, cefali che saltellano fuori dall’acqua ….. quasi quasi ci passiamo qualche giorno di VACANZA esclamo.... cosa volete di piu’ dalla vita!!!!! ….. hahahaha

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Alle 18:00 dopo una rapida doccia, ci prepariamo per la cena, un bellissimo tramonto ci fa passare la tensione della giornata. Sono le 19:00 ed il Maestrale soffia ancora e non accenna a mollare …… comunico all’equipaggio che passeremo li la notte!

Siamo in una rada riparatissima da qualsiasi vento, mare non ne entra e non se ne forma, male che vada tiro su i motori e spiaggio la NoLe sulla riva del Fiume con i "Maiali" ….. hahahaha …… poi abbiamo davanti a noi i cantieri Arnovecchio e per qualsiasi necessita’ possiamo avere un appoggio.

Mia figlia Noemi apparecchia, ed io preparo due penne allo sgombro e tonno ed Olive nere da leccarsi i baffi!!!
Che bello sentire ancora il vento che sbatacchia drizze e sartie delle barche a vela ormeggiate ai pontili sulla sponda opposta e godersi la fine della giornata con un tramonto spettacolare che si sta materializzando mentre prepariamo la cena e con la NoLe che dondola dolcemente nella calme acque dell’Arno …

Accendo la luce di fonda e ci prepariamo alla bella serata che ci aspetta.

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

La pasta verra’ spazzolata tutta nonostante abbia fatto delle porzioni molto abbondanti!
Ci mangiamo un po’ di Uva, e prepariamo il caffe’ …. dopo aver riordinato la barca la serata prevede CINEMA …. e si a bordo di questo barchino non manca proprio nulla!
Alle 21:00 il Maestrale molla completamente, era ora! E' la calma piu’ totale.

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Ormai e’ scesa la notte, monto i tendalini in pozzetto per evitare che l’umidita’ della notte bagni tutto, e la NoLe si prepara alla configurazione notturna …. sparisce il tavolo in pozzetto e salta fuori il prendisole/letto, il Computer accesso sul passaggio a prua a mo di "megaschermo hahahah e ci mettiamo tutti e tre vicini vicini sul lettone a guardarci il Film “Ribelle” della Walt Disney …… cuscini, sacco a pelo aperto a copertina …… si fa quasi la mezzanotte!!

Dalle 21.00 ogni tre ore accendero’ per sicurezza un motore per una decina di minuti per ricaricare la batteria servizi, non voglio spegnere il frigo, quindi punto gia’ la sveglia per le 24:00, le 03:00, e le 06:00 per ripartire all’alba ….. dura la vita del Comandante!!!

Moglie e figlia finito il film scendono in cabina e si addormentano, io rimango ancora un po’ in plancia comando, binocolo, visore notturno, torcia e coltello a portata di mano, con il visore notturno do un occhiata a quello che ho intorno, bello! e’ stato un ottimo acquisto questo visorino 2X28 usato, che in questo caso si rileva anche utile, l’ancora ha fatto presa e la NoLe seppur alla ruota non si e’ spostata … speriamo che non si sia incagliata nel fondo, ma per ora va bene cosi’, la brezza notturna non ha ancora iniziato a soffiare c’e’ una calma bellissima.

Mi infilo nel sacco a pelo e provo a prendere sonno, verso le due la bandiera Italiana inalberata sul rollbar incomincia a sfregare il tendalino e mi sveglia … apro un occhio e penso era ora che la brezza notturna di terra iniziasse a soffiare, speriamo che ora di domani mattina spiani perbenino il mare lungo costa! Mi riaddormento. Alle tre suona la sveglia, mi alzo accendo un motore una decina di minuti, e verifico l’ancoraggio, tutto ok!, do un occhiata con il visore notturno intorno ci sono un paio di barchini poco distanti da noi ancorati con delle persone che stanno pescando, spengo il motore e torno a dormire.

Alle 06:00 risuona la sveglia, e’ ora di ripartire, una bellissima alba mi da il buongiorno ……
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

La notte e’ passata tranquilla, Letizia e Noemi dormono, sistemo rapidamente la barca e sono pronto a salpare ….. accendo i motori e vado a prua, l’aria della mattina e bella fresca! inizio a salpare l’ancora tenendo le dita incrociate sperando non si sia incagliata ……….. e VAI si era ben piantata nel fango e viene su con un bello strattone!
Mia figlia sentendo riporre l’ancora nel gavone di prua si sveglia come fa sempre quando partiamo all’alba e viene a farmi compagnia vicino a me sul sedile di comando! Felpa, sacco a pelo sulle gambe! vicina vicina al suo papa’ ….. le piace molto uscire all’alba quando tutti dormono e per mare non c’e’ ancora quasi nessuno.

Spero che questi momenti “magici” le rimangano impressi nella mente ……

Piano piano ci avviciniamo alla foce, il mare si e’ calmato, finalmente siamo in mare! Sono le 06:30 imposto sul plotter rotta diretta per Bocca di Magra, sono poco meno di 25 Nm, porto la NoLe alla velocita’ di crociera 22/23 Kn, si naviga che e’ un piacere il mare e’ quasi calmo!
Alle 07:45 siamo davanti alla foce del Magra, la navigazione e’ stata bellissima, tolgo i tendalini posteriori, preparo i parabordi e le cime di ormeggio, sveglio la moglie! E si rientra alla base dopo una bellissima vacanza. Alle 08:30 siamo al bar della Darsena a fare colazione … con un po’ di nostalgia …..

Il link della discussione è http://forum.amicidellavela.it/showthrea...tid=119560
26-07-2019 11:37
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  ELBA - Racconto (giulio) Trixarc 0 451 30-07-2019 15:59
Ultimo messaggio: Trixarc
  Elba - Giro dell'isola (remarte) Trixarc 1 2.080 09-12-2015 11:47
Ultimo messaggio: Trixarc
  La mia prima epica crociera all'Elba (trixarc) Trixarc 1 3.107 18-10-2011 13:42
Ultimo messaggio: Trixarc
  A settembre con il First 21,7 all'Elba (rob fe) Trixarc 1 1.758 15-09-2011 15:30
Ultimo messaggio: Trixarc
  Crociera all'Elba (pippu2007) Trixarc 1 1.407 05-09-2011 22:08
Ultimo messaggio: Trixarc
  Da Bonifacio a Genova passando per l'Elba (zandro) Trixarc 1 1.387 05-09-2011 21:22
Ultimo messaggio: Trixarc
  Resoconto al ritorno dall'Oceano (Conciaossa) Trixarc 1 1.808 05-09-2011 20:53
Ultimo messaggio: Trixarc

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)