Rispondi 
Barca carrellabile, libertà di scelte senza limiti (Trixarc)
Autore Messaggio
Trixarc Offline
Vecio ADV

Messaggi: 19.287
Registrato: Jun 2010 Online
Messaggio: #1
Barca carrellabile, libertà di scelte senza limiti (Trixarc)
By Trixarc (2011)

Non voglio scrivere su argomenti di tecnica, di normative, di lavori in barca, di approdi e ridossi, etc. Vorrei solo trasmettere, almeno tento, quella che è stata la mia passione: vorrei convincere chi avesse dei dubbi sul turismo nautico praticato con le barche carrellabili, di preferenza cabinate, sicuramente a vela, meglio se con deriva mobile, che questo è un meraviglioso approccio per godersi in pieno e totalmente senza limiti il mare, la natura, la storia, l’arte, la famiglia, ma anche le grandi mangiate e bisbocciate in compagnia, le sfide veliche tra amici, etc. Senza sostenere spese importanti si può dare sfogo alla voglia di avventura che tutti in fondo abbiamo e che diversamente manifestiamo ogni giorno nei più svariati modi (cinema, libri, videogame, etc.).

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1988 - Bolsena - Alaggio

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1988 - Foce Sisto (Circeo) - Varo

L’acquisto di una barca carrellabile usata equivale infatti a quello di un’auto di piccola cilindrata, mentre quello del rimorchio e del gancio a meno di un motorino. Oggi tutte le auto escono dalla fabbrica con un’omologazione per peso trainabile elevatissimo rispetto al passato, quindi il mezzo che “tira” probabilmente ce l’abbiamo già. Questa è una scelta dal punto di vista nautico importante che altri appassionati del mare non condividono ma che spesso non conoscono o semplicemente su cui non hanno mai riflettuto. Il concetto fondamentale è che, a fronte di qualche piccola rinuncia, con una barca carrellabile rispetto ad una non carrellabile i nostri orizzonti si espandono al massimo, mete altrimenti impensabili sono infatti finalmente alla nostra portata, a limitarci è solo la nostra fantasia o la nostra pigrizia.

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1990 - Cherso

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1990 - Rovigno

Ora che dopo più di 25 anni si è conclusa (più per voglia di cambiare che per motivi di età ho comprato una barca “stanziale”) voglio descrivere la mia esperienza ma prima riporto un articolo composto da me che, benché io non sia né scrittore né giornalista (“e si vede” direte voi), il giornale Bolina nel il suo n. 64 del lontano marzo 1991 ebbe la generosità di riportare nella rubrica creata dai lettori.
La redazione del giornale ha intitolato questo articolo "La Strana carovana".

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1990 - Area di sosta A1

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1990 - Varo Marina Hannibal a Monfalcone

All'inizio d'agosto, dopo un'affrettata preparazione di appena una settimana (solita decisione dell'ultimo minuto), armato, ritengo, di una discre¬ta dose di coraggio e, devo confessare, con un po' di ap-prensione, ho fatto alare la mia barca (un Nova 25) lunga quasi otto metri e esente da immatri¬colazione, a deriva mobile. Dopo averla disalberata l'ho caricata sul carrello stradale e, insieme alla mia famiglia (mo¬glie e due bambini uno di sei anni, l'altra di appena dieci mesi) ho imboccato l'autostra¬da verso il nord. Ad Orvieto ci attendeva un amico con la fa¬miglia (altri bambini piccoli!) e la sua barca al seguito. La piccola e insolita carova¬na giungeva così a Monfalco¬ne. Ormai si è capito che il no¬stro obiettivo erano le coste della vicina Jugoslavia. Abbia¬mo così percorso più di cinque¬cento miglia toccando le più belle località della penisola istriana, scendendo verso le isole del Quarnaro raggiungen¬do l'arcipelago di Zara per poi, a malincuore, risalire verso Nord per affrontare il ritorno. Non mi dilungherò, però sulla bellezza di questi luoghi, nono¬stante tutto non molto fre¬quentati, sugli innumerevoli e si¬curi ancoraggi fra le isole, sull’organizzazione dei famosi marina.
L'aspetto che vorrei sottoli¬neare è soprattutto quello lega¬to alla scelta di una barca car¬rellabile, a deriva mobile, che ci ha consentito di realizzare un sogno, altrimenti proibito, per noi che viviamo verso il Tirreno. E forse, il nostro so¬gno, per la prossima estate, sa¬rà di navigare insieme ad altre barche nei mari della Grecia, della Ju¬goslavia e, chissà...
Mi è difficile quindi capire perché questo tipo di turismo nautico che non richiede un ec¬cessivo impegno finanziario ma che regala momenti indi¬menticabili sia ancora oggi considerato da "mosche bianche".
Il fatto infine di aver con¬dotto con noi i nostri bambi¬ni, pur destando inizialmente la diffidenza dei parenti rima¬sti con "i piedi per terra" ha rappresentato per noi un mo¬tivo di orgoglio e soddisfazio¬ne e ci ha confermato nella convinzione di vivere con spirito sereno e intenso le nostre vacanze lasciando a casa le ne¬vrosi e le tendenze a dramma¬tizzare che accompagnano il nostro vivere cittadino.


Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1990 - Premuda

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1990 - Cherso

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1990 - Trjet (Traghetto)

Scrissi queste righe ancora sotto l’effetto euforico dell’esperienza appena fatta, con il desiderio di volerla condividere con il mondo dei lettori di Bolina.
Dopo quella prima volta, ovviamente non lo sapevo e in quel momento potevo solo sperarlo, le vacanze con il Nova e le conseguenti avventure si sono susseguite nel corso di quasi un ventennio. Avevo la fortuna di poter fare tutto ciò con un amico che aveva la stessa identica barca (l’avevamo comprata insieme) e questo rendeva perfettamente gestibili le navigazioni in flotta essendo omogenee le prestazioni veliche di entrambe. Come auspicato negli anni a volte alla “strana carovana” si sono uniti anche altri amici con le loro barche… e i loro carrelli stradali.
La cosa curiosa è che siamo comunque negli anni rimasti delle “mosche bianche” come ci definivo nell’articolo sopra. La nostra tipologia di barca a vela in Italia non ha mai preso molto piede, tanto meno il tipo di vacanza. Le cosiddette barche a vela “piccole” che incontravamo nel nostro girovagare erano comunque della zona come le “grandi”.

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1991 - Cala Feola isola di Ponza

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1992 - Corfù

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1992 - Itaca

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1994 - Sotto Montefiacone lago di Bolsena

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1995 - Davanti a Marta lago di Bolsena

Senza dilungarmi oltre abbiamo navigato nei mari delle isole Ionie arrivando a Corfù con il traghetto, nei mari della Sardegna arrivandoci con il traghetto da Civitavecchia, nei mari dell’arcipelago Toscano con varo alle foci dell’Albegna (certo la deriva mobile ci ha favorito tante volte), nei mari dell’arcipelago Pontino con varo ad Anzio, nei mari del Circeo-Sperlonga-Gaeta con varo nel canale di Foce Sisto, nei laghi di Bolsena (dove stazionava la maggior parte dell’anno), del Garda, del Trasimeno, e chiaramente tante e tante volte nell’amata Croazia arrivando, dopo le prime volte di Monfalcone, a varare la barca nell’isola di Veglia e poi giù verso sud. A proposito di varo non sempre utilizzavamo le gru. Spesso infatti avveniva tramite comodi scivoli, come d’altra parte sempre è avvenuto nel lago di Bolsena.

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1997 - Porto Azzurro isola d'Elba

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1997 - Porto Azzurro isola d'Elba

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1998 - Veglia

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1998 - Punat

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1998 - Nerezine isola di Lussino

Per ben due volte a Pasqua abbiamo messo le barche in acqua nella laguna veneta girovagando poi tra, Chioggia, le isole e Venezia stessa. Un’ esperienza assolutamente incredibile ed unica, invidiata dalle centinaia di turisti che, dalla banchina di San Marco, ci guardavano allegramente scorazzare per il Canale della Giudecca.

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
2000 - Murano

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
2002 - Venezia

Per anni abbiamo pensato di andare anche nei canali della Loira o in Turchia, senza un vero motivo sogni però mai realizzati. Certo di km. In autostrada ne abbiamo fatti proprio tanti, ma fortunatamente molti di più in mare o al lago. Ora tutto questo senza una barca con quelle caratteristiche non sarebbe stato possibile.

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
2000 - Ingresso in Croazia

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
2000 - Punat

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1998 - Croazia

E poi dove mettete il vantaggio, avendone la possibilità in termini di spazio, di potersela portare a casa per eseguire in tranquillità le manutenzioni o le modifiche? Il mio amico lo fa persino nel confort di un garage riscaldato!

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1998 - Zut

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
2000 - Punat

Non bisogna poi pensare di dover essere dei superatleti o degli indiana Jones. Io personalmente non lo sono mai stato neanche da giovane (stazza abbondante). Non sono mai stato malato di tecnicismo o eccessiva pignoleria. Ho sempre fatto una vita abbastanza sedentaria, magari anche tendente alle comodità. L’abitabilità di alcune di queste barche è tale da quasi non far rimpiangere minimamente barche più grandi e pesanti. La vita condotta in essa, a volte per un intero mese e oltre, non ci ha mai portato all’esasperazione causata dalla convivenza in spazi ristretti perché poi in fondo si viveva soprattutto all’aria aperta.

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
2002 - Croazia

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
2002 - Kolorat isola di Cherso

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
2002 - Rogoznica

Alla fine devo concludere che tutta la libertà che avevo mi mancherà veramente molto.

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
1998 - Incoronate
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 10-12-2016 09:33 da Trixarc.)
30-01-2011 20:06
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Trixarc Offline
Vecio ADV

Messaggi: 19.287
Registrato: Jun 2010 Online
Messaggio: #2
RE: Costa Jugoslava In barca carrellabile (Trixarc)
Il link della discussione è http://forum.amicidellavela.it/showthread.php?tid=53299
01-12-2015 19:08
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  Un nuovo solitario (trixarc) Trixarc 1 1.303 21-01-2013 02:55
Ultimo messaggio: Trixarc
  Bubi e la circumnavigazione della Corsica(trixarc) Trixarc 1 2.981 01-01-2013 18:03
Ultimo messaggio: Trixarc
  Raccontini di inizio estate (gioiamia,trixarc) Trixarc 1 1.414 04-09-2012 22:13
Ultimo messaggio: Trixarc
  Certo non sarà Capo Horn... (trixarc) Trixarc 1 1.723 07-05-2012 19:26
Ultimo messaggio: Trixarc
  Racconto di Natale ADV...in trattoria (trixarc) Trixarc 1 1.611 16-12-2011 19:32
Ultimo messaggio: Trixarc
  Verso Ponza...senza arrivarci (mindbomb) Trixarc 1 1.104 13-12-2011 18:23
Ultimo messaggio: Trixarc
  Un raduno può diventare anche racconto (trixarc) Trixarc 1 1.399 08-12-2011 02:20
Ultimo messaggio: Trixarc
  Da solo in Sardegna e Corsica (Senza Parole) Trixarc 1 1.267 30-10-2011 23:28
Ultimo messaggio: Trixarc
  La mia prima epica crociera all'Elba (trixarc) Trixarc 1 2.254 18-10-2011 13:42
Ultimo messaggio: Trixarc
  Dopo 43 anni finalmente in barca insieme (trixarc) Trixarc 1 1.083 07-09-2011 17:08
Ultimo messaggio: Trixarc

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)