Rispondi 
Installazione inverter: qualche consiglio?
Autore Messaggio
itamabo Offline
Amico del Forum

Messaggi: 49
Registrato: Jan 2011 Online
Messaggio: #1
Installazione inverter: qualche consiglio?
Ciao, sto per installare un inverter 1000w e mi piacerebbe portare una presa di corrente nelle 3 cabine del mio Bavaria 40. Allo stesso tempo non vorrei fare qualche errore e compromettere la sicurezza in barca.
Pensavo di fare un semplice collegamento in parallelo e portare un cavo diverso in ogni cabina.
#274; il modo giusto?
Devo usare cavi particolari?
Meglio farli girare in una canalina?
Grazie a tutti.
Ciao

Marco
17-03-2011 14:37
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
mckewoy Offline
Vecio ADV

Messaggi: 14.416
Registrato: Oct 2009 Online
Messaggio: #2
Installazione inverter: qualche consiglio?
tra utenze ed inverter mettici un salvavita bipolare.

i Responsabili. chissà quanto pagarebbero per essere comprati

mi dispiace aver venduto la Gitana ma son contento
17-03-2011 14:51
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
baltha Offline
Amico del Forum

Messaggi: 452
Registrato: Mar 2010 Online
Messaggio: #3
Installazione inverter: qualche consiglio?
Citazione:Messaggio di itamabo
Ciao, sto per installare un inverter 1000w e mi piacerebbe portare una presa di corrente nelle 3 cabine del mio Bavaria 40. Allo stesso tempo non vorrei fare qualche errore e compromettere la sicurezza in barca.
Pensavo di fare un semplice collegamento in parallelo e portare un cavo diverso in ogni cabina.
#274; il modo giusto?
Devo usare cavi particolari?
Meglio farli girare in una canalina?
Grazie a tutti.
Ciao

Marco


se la tua barca ha già un impianto a 220V, lo puoi mettere in parallelo alla linea già esistente.

Se non c'è crealo utilizzando cavo fror (quello grigio che si vede sulle banchine), inserito dentro a un tubo corrugato flessibile, meglio se non lo fai girare in sentina.

Ti consiglio vivamente di installare un automatismo (relè+ ritardo)per evitare che le due sorgenti 220v (inverter e banchina) possano essere accese contemporaneamente (non pensare 'ci sto attento e non succederà mai'). Se succede fotti l'inverter.

BV
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 17-03-2011 15:15 da baltha.)
17-03-2011 14:52
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
kermit Offline
Vecio ADV

Messaggi: 14.356
Registrato: Sep 2006 Online
Messaggio: #4
Installazione inverter: qualche consiglio?
Citazione:Messaggio di itamabo
Ciao, sto per installare un inverter 1000w e mi piacerebbe portare una presa di corrente nelle 3 cabine del mio Bavaria 40. Allo stesso tempo non vorrei fare qualche errore e compromettere la sicurezza in barca.
Pensavo di fare un semplice collegamento in parallelo e portare un cavo diverso in ogni cabina.
#274; il modo giusto?
Devo usare cavi particolari?
Meglio farli girare in una canalina?
Grazie a tutti.
Ciao

Marco
No, il parallelo assolutamente no, altrimenti se accidentalmente ti dovesse andare il parallelo la corrente di banchina con quella dell'inverter fai il botto.
Esiste un accessorio specifico per fare il parallelo sull'impianto AC tra inverter e rete e va installato quello, in pratica sfrutti l'impianto esistente AC anche con l'inverter acceso senza rischiare nulla. Il relè funziona che se c'è corrente sia alla linea banchina sia all'inverter la priorità sarà alla banchina, le due correnti non si parallelano mai

Allego schema


Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .


Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
17-03-2011 15:00
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
kermit Offline
Vecio ADV

Messaggi: 14.356
Registrato: Sep 2006 Online
Messaggio: #5
Installazione inverter: qualche consiglio?
mentre elaboravo il messaggio non ho visto Baltha che diceva più o meno le stesse cose
Ciao
17-03-2011 15:02
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
NoLe Offline
Senior Utente

Messaggi: 1.032
Registrato: Sep 2008 Online
Messaggio: #6
Installazione inverter: qualche consiglio?
Io sulla mia ho sdoppiato l'impianto a 220 V (ho tre punti), e precisamente ho delle prese bianche 16/10 A + schuko per la 220 V diretta dalla banchina e delle prese nere da 10A per la 220 V dall'inverter da 300 W. Tutto nello stesso porta frutti.
L'inverter lo accendo con un pulsante sul quadro quando mi occorre.
17-03-2011 20:00
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
kermit Offline
Vecio ADV

Messaggi: 14.356
Registrato: Sep 2006 Online
Messaggio: #7
Installazione inverter: qualche consiglio?
Citazione:NoLe ha scritto:
Io sulla mia ho sdoppiato l'impianto a 220 V (ho tre punti), e precisamente ho delle prese bianche 16/10 A + schuko per la 220 V diretta dalla banchina e delle prese nere da 10A per la 220 V dall'inverter da 300 W. Tutto nello stesso porta frutti.
L'inverter lo accendo con un pulsante sul quadro quando mi occorre.
potevi evitarti lo sdoppiamento con il sistema che suggerivo io e limitare i cavi che ti girano in barca
17-03-2011 21:20
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ASK Offline
Amico del Forum

Messaggi: 257
Registrato: Jan 2011 Online
Messaggio: #8
Installazione inverter: qualche consiglio?
Confermo, lo sdoppiamente della rete e delle prese 220Vca non da' nessun vantaggio. Importante impedire che l'inverter possa restare attaccato alla rete 220Vca quando e' alimentata dalla banchina.
Per automatizzare la questione, noi abbiamo installato un tele-commutatore acquistabile da qualsiasi negozio di materiale elettrico, la cui bobina di eccitazione (di tipo 220Vca) viene alimentata dal circuito proveniente dalla banchina.
In questo modo, in assenza di alimentazione dalla banchina, il tele-commutatore rimane diseccitato sulla posizione in cui solo'inverter e' collegato alla rete di bordo 220Vca, mentre il circuito di arrivo dalla banchina rimane isolata dalla rete di bordo (collegato solo la bobina). Invece, non appena arriva tensione dalla banchina, la bobina del tele-commutatore viene eccitata e commuta la rete dall'alimentazione da inverter verso l'alimentazione da banchina, isolando l'inverter dalla rete.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 17-03-2011 22:49 da ASK.)
17-03-2011 22:00
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
anonimone Offline
Vecio ADV

Messaggi: 5.613
Registrato: Jan 2007 Online
Messaggio: #9
Installazione inverter: qualche consiglio?
Oppure una bella bascula di sicurezza a prova d'errore, ma dipende da come è fatto il pannello.

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

BV
17-03-2011 22:22
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
GT Offline
Amico del Forum

Messaggi: 2.803
Registrato: Mar 2008 Online
Messaggio: #10
Installazione inverter: qualche consiglio?
Io ho montato un inverter da 2000 W a servizio della dinette e tre da 300 W nelle cabine. Ma l'impianto originale della 220v non prevedeva prese in cabina ma solo in dinette, altrimenti avrei usato un commutatore o un interruttore di sicurezza sul tipo di quello postato da anonimone.
18-03-2011 00:35
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
IanSolo Offline
Tutor AdV

Messaggi: 7.280
Registrato: Nov 2008 Online
Messaggio: #11
Installazione inverter: qualche consiglio?
C'era gia' stata una discussione sullo stesso argomento :
http://forum.amicidellavela.it/showthread.php?tid=53031
lo schema che proposi e' del tutto equivalente alla soluzione indicata piu' sopra da Kermit.
18-03-2011 12:49
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
kermit Offline
Vecio ADV

Messaggi: 14.356
Registrato: Sep 2006 Online
Messaggio: #12
Installazione inverter: qualche consiglio?
Si Iansolo la tua soluzione è identica alla mia, suggerivo il prodotto dedicato perchè credo che alla fine i costi siano equivalenti.
Altra soluzione semplice e poco costosa è un semplice commutatore manuale tipo:


Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 18-03-2011 13:57 da kermit.)
18-03-2011 13:23
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
IanSolo Offline
Tutor AdV

Messaggi: 7.280
Registrato: Nov 2008 Online
Messaggio: #13
Installazione inverter: qualche consiglio?
Dal punto di vista dei costi credo che un preassemblato commerciale non possa essere venduto a prezzi cosi' bassi come le parti che lo compongono (almeno il lavoro di chi lo assembla e l'immobilizzo di capitale di chi lo tiene a magazzino vanno pagati), tanto per dare un riferimento il relay (6.07 euro + IVA):
http://it.rs-online.com/web/search/searc...&R=6900735
e la scatoletta (4.40 euro + IVA) :
http://it.rs-online.com/web/search/searc...&R=3400318
rilevati da un fornitore molto affidabile ma non il piu' economico (il grossista vicino a casa mia li vende a molto meno).

La soluzione del commutatore la considerai a suo tempo in quanto molto semplice ed equivalente a quella con il relay perche', normalmente, l'inverter deve essere inserito comunque manualmente (nel mio caso per forza in quanto si avvia al rilascio della pressione momentanea di un pulsante) ma la scartai perche' l'oggetto deve essere certamente del tipo 'non cortocircuitante' e per correnti abbastanza forti, requisiti che comportano un prezzo molto superiore alla soluzione che ho adottata
18-03-2011 17:04
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ucci Offline
Amico del Forum

Messaggi: 42
Registrato: Feb 2011 Online
Messaggio: #14
Installazione inverter: qualche consiglio?
Le correnti in gioco nella linea 220v sono gestibilissime, in quanto con 1000 W siamo sui 5 ampere.
Va benissimo un commutatore un pochino corposo, che sopporti 16 Ampere, di quelli guida DIN, costano circa 30 €uri e si accoppiano bene con gli altri interruttori 220v.
Consiglio di mettere il più vicino possibile l'inverter alle batterie perchè qui è che le correnti in gioco sono importanti: 100 Ampere e così si evitano cadute di tensione inutili e surriscaldamenti. Qui non dimentichiamoci un adeguato sistema di sgancio dalle batterie e un fusibile. Cavo da 35 / 50 mmq
18-03-2011 18:35
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
IanSolo Offline
Tutor AdV

Messaggi: 7.280
Registrato: Nov 2008 Online
Messaggio: #15
Installazione inverter: qualche consiglio?
La corrente che il commutatore deve poter gestire non e' quella dell'inverter bensi' quella assorbita quando, collegati alla presa di banchina, ci scaldiamo in inverno quindi almeno 2000W (e' lo standard delle stufe odierne), in piu' va considerato che ci puo' interessare alimentare qualche elettroutensile o climatizzatore i cui motori, prevalentemente induttivi, hanno correnti di spunto da non trascurare, quindi corrente ammessa ai contatti almeno pari a quella dell'interruttore differenziale di protezione dell'impianto.
La spesa relay+scatola fa poco piu' di 10 euro, il commutatore di quel tipo concordo sia intorno a 30 euro, tre volte tanto a me sembrano 'un prezzo molto superiore' (ma tutto e' relativo : in assoluto la differenza non ci danneggia molto le tasche).
Il sistema a relay lo ho cacciato in un angolo remoto mentre per il commutatore avrei dovuto trovare spazio sul quadro elettrico dove farvi pure le forature necessarie, anche per questo ho preferito la soluzione a relay.
Comunque ogni caso e' un caso a se e puo' generare soluzioni diverse.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 18-03-2011 23:14 da IanSolo.)
18-03-2011 20:03
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
baltha Offline
Amico del Forum

Messaggi: 452
Registrato: Mar 2010 Online
Messaggio: #16
Installazione inverter: qualche consiglio?
Citazione:ASK ha scritto:
Confermo, lo sdoppiamente della rete e delle prese 220Vca non da' nessun vantaggio. Importante impedire che l'inverter possa restare attaccato alla rete 220Vca quando e' alimentata dalla banchina.
Per automatizzare la questione, noi abbiamo installato un tele-commutatore acquistabile da qualsiasi negozio di materiale elettrico, la cui bobina di eccitazione (di tipo 220Vca) viene alimentata dal circuito proveniente dalla banchina.
In questo modo, in assenza di alimentazione dalla banchina, il tele-commutatore rimane diseccitato sulla posizione in cui solo'inverter e' collegato alla rete di bordo 220Vca, mentre il circuito di arrivo dalla banchina rimane isolata dalla rete di bordo (collegato solo la bobina). Invece, non appena arriva tensione dalla banchina, la bobina del tele-commutatore viene eccitata e commuta la rete dall'alimentazione da inverter verso l'alimentazione da banchina, isolando l'inverter dalla rete.

un relè di quel tipo non è proprio il massimo, sopratutto se si commuta con un carico inserito.

Per un lavoro ben fatto è meglio due relè separati, dove la diseccitazione del primo e l'eccitazione del secondo avvengono con un piccolo ritardo.

BV
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 18-03-2011 20:54 da baltha.)
18-03-2011 20:53
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
IanSolo Offline
Tutor AdV

Messaggi: 7.280
Registrato: Nov 2008 Online
Messaggio: #17
Installazione inverter: qualche consiglio?
Due relay separati richiedono un circuito di ritardo ben realizzato per avere la certezza che non operino mai assieme (la sfiga e' sempre in agguato) mentre un relay a doppio scambio e' meccanicamente costretto ad avere, fra l'istante di sgancio da un contatto e l'aggancio con l'altro, un ritardo (che e' dichiarato in specifica) e la contemporaneita' dell'azione ed e' pure costruito (salvo casi specialissimi da richiedere apposta) in modo da garantire la commutazione senza cortocircuito fra i contatti fissi (le specifiche lo dichiarano espressamente).
18-03-2011 23:24
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
itamabo Offline
Amico del Forum

Messaggi: 49
Registrato: Jan 2011 Online
Messaggio: #18
Installazione inverter: qualche consiglio?
Grazie a tutti per le risposte
20-03-2011 14:46
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
baltha Offline
Amico del Forum

Messaggi: 452
Registrato: Mar 2010 Online
Messaggio: #19
Installazione inverter: qualche consiglio?
Citazione:IanSolo ha scritto:
Due relay separati richiedono un circuito di ritardo ben realizzato per avere la certezza che non operino mai assieme (la sfiga e' sempre in agguato) mentre un relay a doppio scambio e' meccanicamente costretto ad avere, fra l'istante di sgancio da un contatto e l'aggancio con l'altro, un ritardo (che e' dichiarato in specifica) e la contemporaneita' dell'azione ed e' pure costruito (salvo casi specialissimi da richiedere apposta) in modo da garantire la commutazione senza cortocircuito fra i contatti fissi (le specifiche lo dichiarano espressamente).

scusami Ian ma permettimi di dissentire.
Un deviatore che commuta un carico di quel tipo (1kw 230v)tra due sorgenti, così com'è disegnato, è tecnicamente scorretto.

Può funzionare,certo, così come può funzionare avere le due sorgenti in parallelo e ricordarsi di non accenderle contemporaneamente.

A mio avviso un circuito di sicurezza deve essere sicuro, e quello non lo è.

Mi spiego meglio:
Non essendo presente alcun interblocco che impone la commutazione con I=0 e V1-V2=0, e possibile che lo scambio avvenga sotto carico.
Una commutazione di quel tipo, anche se con carico limitato, crea una scintilla sul contatto stesso che è funzione di molti fattori: differenza di potenziale, corrente, cosfì, umidità...e altro.
Ammesso, e non concesso, che non si crei immediatamente un arco tra i 3 punti (2 contatti e lamella basculante),che ovviamente manderebbero fuori uso i mosfet dell'inverter, ti assicuro che il povero contatto in scambio dell'unico relè si troverebbe ben presto a essere sbruciacchiato, nero, indebolito, e possibile causa di ben più gravi rogne (surriscaldamento, fusione plastica)....da queste cose nascono gli incendi nei quadri elettrici.

Non voglio essere catastrofico, ma è giusto dare agli amici che leggono e traggono spunti, le giuste informazioni.

Le cose ben fatte le installi e te le dimentichi, gli accrocchi sono un punto interrogativo.

La soluzione che consigliai io era quella ad ok.

Tu l'ha contestata dicendo Due relay separati richiedono un circuito di ritardo ben realizzato per avere la certezza che non operino mai assieme....

io avevo solo dato degli imput, possiamo entrare un po' nel dettaglio:

la certezza che chiedi tu non è data dal ritardo 'ben realizzato', ma da un semplice terzo contatto su ogni relè, normalmente chiuso, posto in serie alla bobina dell'altro relè.
Per quanto riguarda il ritardo, ogniuno usa ciò che vuole (o che sa usare): chi gioca con l'elettronica usa un bel 555 con qualche componente e relativo alimentatorino, altrimenti un bel temporizzatore da elettricista.

Non entro nel merito dei costi perchè parliamo di pochi euro di differenza, sicuramente irrisori se paragonati al bellissimo inverter (ovviamente ad onda sinusoidale purissimaSmile)

BV
20-03-2011 15:46
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
IanSolo Offline
Tutor AdV

Messaggi: 7.280
Registrato: Nov 2008 Online
Messaggio: #20
Installazione inverter: qualche consiglio?
Potremmo discutere a lungo su queste cose ma su un forum di nautica non e' il caso di eccedere (anche se un confronto di idee e' sempre costruttivo), cerchero' quindi di essere brevissimo.
Le specifiche dei relay sono sempre, se non diversamente ed espressamente dichiarato, riferite alle condizioni di operazione sotto carico :
http://docs-europe.electrocomponents.com...dc348e.pdf per quello indicato
leggendo a pagina 1 a sinistra circa in centro e nel caso della versione a due contatti a scambio dichiarano 20A per una vita attesa di almeno 100'000 (centomila) commutazioni a 240 VAC (4800 W ! oppure 1,5 HP se carico induttivo = motori), dichiarano altresi' per una gamma di temperatura da -45 a +45 gradi senza indicare l'umidita' per cui si assume (secondo le regole) che sia semplicemente non condensante e non spruzzata un isolamento fra i contatti aperti di 1200V e fra i contatti adiacenti o l'avvolgimento di 3750V e verso la custodia di 2000V, dichiarano pure il tempo di commutazione di 20ms.
Vuoi dire che non bastano per 2000W ? Vuoi dire che mentono ? e che, quindi, bisogna munirsi di cintura e bretelle perche' quello che dichiarano e' spazzatura ? Se intendi dire che e' bene prendersi delle cautele aggiuntive concordo pienamente ma, da vecchio progettista, non ritengo che si debba sempre esagerare ben sapendo che se la fortuna e' cieca la sfiga ci vede benissimo e riuscirebbe anche a lasciare in corto (o aperto) il terzo contatto di cui parli o a lasciare inattivo uno dei due relay che proponi (gia' visto accadere ed e' per questo che io preferisco sia uno solo).
Comunque e' chiaro cio' che vuoi dire a chi non conosce la materia ed e' corretto invitarli a non sottovalutare il problema acchiappando qualunque cosa gli capiti sotto mano.
20-03-2011 18:06
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  Visto che ultimamente si parla spesso di inverter ......... kitegorico 26 799 oggi 15:51
Ultimo messaggio: mania2
  Dimensionamento inverter e cavi per alimentazione boiler burrascaforza5 17 256 24-04-2019 19:20
Ultimo messaggio: burrascaforza5
  Installazione inverter - Sezione cavi. Tamata64 24 586 20-04-2019 11:00
Ultimo messaggio: flytaurus
  GUIDA PRIMA INSTALLAZIONE Raspberry ed OpenPlotter (Agg. 23/03) Edolo 307 67.955 26-11-2018 15:14
Ultimo messaggio: old_al
  Info Inverter CLD marine ond800 riser 2 176 30-10-2018 08:39
Ultimo messaggio: riser
  Installazione batteria motore ram72pin 17 728 12-09-2018 14:48
Ultimo messaggio: ram72pin
  Quesito elettronico. Led esploso con inverter svo75 7 530 12-09-2018 00:12
Ultimo messaggio: don shimoda
  Macchina caffè nespresso e inverter enricojuju 75 13.175 21-08-2018 15:37
Ultimo messaggio: EC
  Superbatteria multifunzione, inverter, caricabatterie, tutto in uno! Tatone 4 488 25-05-2018 11:40
Ultimo messaggio: clavy
  Inverter barca cypreablu 6 587 21-04-2018 14:06
Ultimo messaggio: makalu1

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)