Rispondi 
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
Autore Messaggio
epoxyfox Offline
Amico del Forum

Messaggi: 151
Registrato: Jan 2012 Online
Messaggio: #41
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
comincio a buttar giù qualche foto dell'avanzamento lavori Big Grin
pochi lavori ...ho perso un pò di tempo a ragionare sul termanto e il suo spessore che poi si ripercuote sulle dimensioni dello scalo (aspettavo MarioBig Grin ) ho deciso che come prima costruzione abbondo un pò sovradimensionando lo spessore del core ( mi sento più sicuro )nn si sà mai che ci siano aggiustamenti o zone in cui dovrò levigare più in profondità , quindi vado su spessore da 1cm

ho incollato la carta plottata sul compensato
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .


Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
ritagliate


Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

e rastremato la sagoma di prua


Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
riportando le line di riferimento LDW


Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
che dovranno tornare con le sagome dello scalo


Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

ora stò solo rifinendo perfettamente i bordi di tutte le ordinate
è solo un pò noioso , appena inizio a montare lo scalo ne metto altre
12-04-2012 18:59
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Marco 64 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 179
Registrato: Aug 2010 Online
Messaggio: #42
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
Non sono proprio sicuro che aumentando lo spessore dell'anima tu abbia automaticamente uno scafo piú robusto. Anzi, potresti avere schiacciamenti localizzati.
12-04-2012 22:59
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ADL Offline
Amico del Forum

Messaggi: 2.015
Registrato: Sep 2007 Online
Messaggio: #43
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
Citazione:Marco 64 ha scritto:
Non sono proprio sicuro che aumentando lo spessore dell'anima tu abbia automaticamente uno scafo piú robusto. Anzi, potresti avere schiacciamenti localizzati.
la resistenza all'urto è indipendente dallo spessore dell'anima se questa supera un limite minimo. per capirsi: un martello coplisce lo scafo sulla pelle esterna che si deforma oltre il suo limite elastico e l'anima sottostante viene deformata anch'essa conseguentemente, facciamo che rientra e si ammacca per 3 mm. a parita di tutti gli altri parametri (martellata, densità, spessore e tipo di pelle esterna)se l'anima ha spessore superiore di 5 mm o 10 sempre di 3 mm si deformerà.

viceversa al'aumentare dello spessore dell'anima e a parità di pelli il sandwich più alto è più robusto in termini di resistenza flesso-torsionale e questo è sempre vero. secondo me una maggiore resistenza generale si traduce anche in una maggiore resistenza all'impatto, perchè se l'intero oggetto è più rigido la 'forza' dell'impatto si distribuisce meglio (lo so è spiegato volutamente da uomo della strada),dato un tot di energia d'urto, questa deforma di poco (in campo elastico, 'la barca urta e rimbalza') l'intero manufatto rigido. su un corpo deformabile al contrario rimane localizzata e deforma molto il corpo stesso solo nel punto d'impatto rompendolo (la barca urta e si sfonda).
12-04-2012 23:18
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Marco 64 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 179
Registrato: Aug 2010 Online
Messaggio: #44
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
Si il sandwich diventa più rigido fin quando le due pelli sono rigidamente collegate tra di loro, ma se l'anima è troppo spessa rischia di lesionarsi e a quel punto le due pelli scorrono tra di loro e addio resistenza. Sinceramente non ho idea di quanto sia lo spessore ideale di un'anima per una deriva di 14 piedi, ma intendevo dire che ad abbondare non sempre si fa meglio e si irrobustisce tutto, anzi qualche volta si rischia di peggiorare le cose e fare strutture più delicate. I Cherub Class (http://www.uk-cherub.org/doku.php/start) di qualche anno fa avevano un'anima in compensato di 3 o 4 mm e poi fogli di carbonio da ambo le parti. Di più non so.[:27][:27] Ma in quel mondo si trovano tantissimi spunti interessanti per chi vuole vedere skiff estremi e autoprogettati [:262]
13-04-2012 00:34
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
epoxyfox Offline
Amico del Forum

Messaggi: 151
Registrato: Jan 2012 Online
Messaggio: #45
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
Grazie delle nozioni mi sono utili , ho capito il concetto ! (@ADL: sai mica calcolare le prestazioni di un sandwich ? )
per lo spessore diciamo che stà scegliendo il 'naso'. ho semplicemente pensato che se dovro piegarli termoformandoli sullo scalo sicuramente il manufatto finale
avrà piccole imprecisioni date dall'accostamento su una superficie curva , quindi sarà sicuramente da pareggiare con una energica levigatura a tampone lungo ,
vorrei portare la faccia esterna dello scafo ben levigato come un kiuletto di bambino , quindi penso che se ne andrà un pochino di spessore sicuramete, quindi se lo istallo già da 5mm alla fine non resta niente Wink .....e poi chi ha detto che voglio venderla ? prima devo godermela a lungo , fino a quando riemergono gli addominali dalla coltre di ciccia Big Grin
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 13-04-2012 01:29 da epoxyfox.)
13-04-2012 01:27
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Mario Falci Offline
Senior Utente

Messaggi: 1.369
Registrato: Feb 2007 Online
Messaggio: #46
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
Secondo me va bene 1cm , visto che devi usare la carta vetrata per finire la superficie esterna.

O dio, il tuo mare è cosí grande e la mia barca cosí piccola.
13-04-2012 04:48
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ADL Offline
Amico del Forum

Messaggi: 2.015
Registrato: Sep 2007 Online
Messaggio: #47
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
seppi farlo in linea teorica al tempo...mai fatto casi pratici e reali, indi per cui mi fiderei di MarioWink
13-04-2012 14:48
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ADL Offline
Amico del Forum

Messaggi: 2.015
Registrato: Sep 2007 Online
Messaggio: #48
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
Citazione:epoxyfox ha scritto:
ok thanks

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
hai messo in ordine le ordinate!!! ahahaha4242
13-04-2012 20:10
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ITA101 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 797
Registrato: Aug 2009 Online
Messaggio: #49
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
Spero ci sia un buon numero di listelli per sostenere la schiuma durante il fairing pre-laminazione.
Lavorando su forma maschio dovrai lavorare sull'anima senza alcun rinforzo per prepararla alla laminazione.
Se invece vai a lavorare su forma femmina una volta dato forma all'anima puoi laminare senza doverla (quasi) lavorare.
Andando poi a fare la preparazione della faccia esterna avrai una base sicuramente più solida.
13-04-2012 20:45
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
epoxyfox Offline
Amico del Forum

Messaggi: 151
Registrato: Jan 2012 Online
Messaggio: #50
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
si , quello sarà il mio primo test , provando a piegare il core sullo scalo capirò quanti listelli mi serviranno per avere una curva
lineare senza segni di spigoli sullo scafo, e il loro passo , abituato al metodo strip build in legno a quest'ora era già in acqua ma mi piace sperimentare
cose nuove per imparare . spero di prendere mano e sopratutto apprendere i trucchi del caso perchè penso che una volta appreso il metodo il sistema sia anche veloce e con ugual soddisfazione .
di kayak in S&G , could molding o strip ne ho fatti parecchi
http://www.facebook.com/media/set/?set=a...001&type=1 ,
ora ho un periodo di nausea e questa avventura mi serve appunto per 'disintossicarmi' (mica tanto con tutta sta epoxy Big Grin) , quindi statemi vicino e rimprendetemi se faccio caxxate Wink conto su di voi !
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 13-04-2012 22:00 da epoxyfox.)
13-04-2012 21:55
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
epoxyfox Offline
Amico del Forum

Messaggi: 151
Registrato: Jan 2012 Online
Messaggio: #51
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
per lo 'stampo' maschio ahimè è per questa prima costruzione una scelta forzata , mi sarebbe piaciuto farlo femmina cosi :http://www.oceanrowsolo.com/gallery/12.jpg

ma per motivi di spazio non riesco a gestire un 'monolita' 4,20mtx1,5mt .....o meglio se cosi fosse potrebbe diventare la mia bara a detta di mia moglie !! Disapprovazione
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 13-04-2012 22:14 da epoxyfox.)
13-04-2012 22:12
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
epoxyfox Offline
Amico del Forum

Messaggi: 151
Registrato: Jan 2012 Online
Messaggio: #52
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
oggi a pausa pranzo ho iniziato a smadonnare per allineare il tutto ...ho solo le foto di 12 scalo appena puntato (ni son dimenticato di farne altre) ....domani posto lo scalo completo ....ooooooooooooo abituato a vedere kayak questa è immensa . è praticamente una ciabattona Big GrinBig Grin
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

mò che ci penso ....come caxxarola la porto al mare ???Big GrinBig Grin
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 14-04-2012 01:24 da epoxyfox.)
14-04-2012 01:13
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Marco 64 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 179
Registrato: Aug 2010 Online
Messaggio: #53
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
Per il trasporto credo che il tetto dell'auto vada bene. La barca è leggera e non molto lunga. I laser si trasportano con quasi tutte le macchine. Escluderei la Smart.Big GrinBig Grin E in ogni caso verificherei il codice della strada.
Per il calcolo hai scelto la via più saggia: l'esperienza!!
14-04-2012 01:57
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Giorgio Offline
Vecio ADV

Messaggi: 12.177
Registrato: Oct 2005 Online
Messaggio: #54
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
Devo ammettere che questa e' una delle molte discussioni che non capisco......sara' l'eta'....BlushBlush
15-04-2012 03:53
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
epoxyfox Offline
Amico del Forum

Messaggi: 151
Registrato: Jan 2012 Online
Messaggio: #55
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
Giorgio mi dispiace, spero che non sia per la mia carente descrizione , se è cosi cercherò di spiegarmi meglio o magari modifico i post precedenti aggiungendo i passi che ti interessano??

intanto si va avanti con l'allineamento delle ordinate , prendo come riferimento l'unica quota dello scafo che è la linea di galleggiamento nel senso orrizontale , e quella verticale che è la linea di chiglia. Proiettando quest'ultima sulla LDW si trova il punto che è comune a tutte su cui si allineano , per semplificarmi la vita mi faccio aiutare dal laser che è molto comodo . spero per domani di avere concluso la posa delle ordinate , poi riattacco a sistemare i listelli



Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 15-04-2012 06:38 da epoxyfox.)
15-04-2012 05:13
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Giorgio Offline
Vecio ADV

Messaggi: 12.177
Registrato: Oct 2005 Online
Messaggio: #56
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
No no....sono io che non capisco....io farei un foro centrale e le allinerei sul foro facendo pasare un cordino al centro dell'ordinata...poi tacca sulla WL e le allineo e controllo l'avviamento....e controllerei anche le diagonali.
Non capisco i materiali che intendi usare.....mbho....misteriosi per me.
ma fare un modello in pvc in due meta' e stamparci sopra troppo semplice?
15-04-2012 06:19
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
epoxyfox Offline
Amico del Forum

Messaggi: 151
Registrato: Jan 2012 Online
Messaggio: #57
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
Citazione:io farei un foro centrale e le allinerei sul foro facendo pasare un cordino al centro dell'ordinata...poi tacca sulla WL e le allineo e controllo l'avviamento....e controllerei anche le diagonali.

mmmmm mi sà che eri ironico e ne sai parecchio Wink

il sistema è quello ! invece del filo traguardo con il laser gia a bolla
praticamente stò procedendo come dici tu .

per laminare su un stampo maschio è praticamente quello che intendo fare .. tu dici perchè caspita vuoi usare la schiuma interna?
bella domanda .......non farmi venire dubbi atroci sennò stanotte non dormo !!!!

1° è un materiale che non mai usato e mi piacerebbe usarlo per avere un esperienza i più
2° dovrebbe diventare leggero ....e resistente
3° quasi quasi ci ripenso ....Big GrinBig GrinBig Grin

sinceramente mi manca il dato ' prestazioni' tra un sandwich e una laminazione unica in spessore .

........... ooooo ragazzi Giorgio ha scritto un post e mi ha già fatto pensare Sad
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 15-04-2012 06:36 da epoxyfox.)
15-04-2012 06:33
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Giorgio Offline
Vecio ADV

Messaggi: 12.177
Registrato: Oct 2005 Online
Messaggio: #58
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
Il dato prestazionale e' che con il sandwich fai una trave a doppio T....e quindi hai la parete di colllegamento leggera...diciamo 60kg m3.....quindi riduci lo spessore delle pelli e aumenti la rigidita'......
15-04-2012 22:09
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
epoxyfox Offline
Amico del Forum

Messaggi: 151
Registrato: Jan 2012 Online
Messaggio: #59
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
quindi Giorgio tu vuoi dirmi che è assurdo fare una struttura a sandwich per uno scafo cosi piccolo?
mi interessa l'argomento e mi piacerebbe approfondirlo .
come calcoli quei 60kgmt3 ? e messi in relazioni le due costruzioni (sandwich-laminazione tradiz.)
quali sono i rapporti per avere le prestazioni simili ad esempio :
12cm di laminazione in vetro che spessore il sandwich deve raggiungere per avere le stesse prestazioni ?

giusto per avere una sorta di rapporto a grandi linee ....fintanto che non capisco questo rapporto resto fermo
con la costruzone con il dubbio di fare una caxxata ! .... son disposto anche a cambiare idea al volo Wink
16-04-2012 04:58
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Giorgio Offline
Vecio ADV

Messaggi: 12.177
Registrato: Oct 2005 Online
Messaggio: #60
Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita
I 60kg m3 sono uno standard per i sandwich....non saprei come calcolarli...l'esperienza mi ha detto ok.
Lo trovi anche in spessori da 5mm e se vuoi quadrettato...che pero' assorbe piu' resina.
Laminazione di quel barchino....??
Tessuto 230
tessuto 230
bagnato su bagnato
pvc da 60kg.stuccato a rasare circa 400 gr x mq
Tessuto 230
tessuto 230
rinforzi in unidirezionale per fare un anello attorno all'albero da mettere sopra la schiuma e chiusi dagli ultimi 230
Dovrai fare un pagliolo senno' torce troppo
e qualche longheroncino...direi uno per dividere la quota libera della murata
il tutto epoxi vuoto e postura....direi 30°per almeno 18 ore.....che piu' alta sciogli il core.
Aggiungerei delle serrette sul modello e gli meterei la chiglia
metterei il pvc.....lo sistemo e poi ci lamino sopra tirando in vuoto
quindi ti serve peel plai aereatore e sacco
IO la stemparei meta' per lato longitudinale...cosi' ottieni anche la coperta
poi disfo il modello maschio delicatamente
e estraggo.......
16-04-2012 07:16
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  Barca autocostruita. MODIFICHE Oneloop 53 1.274 09-11-2018 15:57
Ultimo messaggio: ZK
  Rottura deriva mobile Phoenix 700 (sasanka 660) marc7 7 191 27-10-2018 19:32
Ultimo messaggio: gorniele
  Ricostruzione Deriva Lezha 4 415 27-07-2018 09:42
Ultimo messaggio: Temasek
  Autocostruzione piccola deriva Bernarda 10 (foto nel 1o post) Piccolouomo 76 9.575 22-06-2018 15:45
Ultimo messaggio: Piccolouomo
  Nuova deriva autocostruito in cedro rosso Altin71 39 2.960 07-05-2018 10:54
Ultimo messaggio: Piccolouomo
  Prima deriva catamarano o trimarano OUT-SIDE 5 793 28-11-2017 16:55
Ultimo messaggio: montecio
  Una prima barca autocostruita? ehi_ale 32 1.898 23-11-2017 21:28
Ultimo messaggio: Altin71
  Sapete di che deriva si tratti? bigor15 6 862 01-10-2017 16:28
Ultimo messaggio: bigor15
  Deriva da pivottante a baionetta barcapolacca 8 1.342 18-06-2017 11:32
Ultimo messaggio: oudeis
  Deriva sconosciuta bbmarko 17 1.924 04-11-2016 18:23
Ultimo messaggio: bbmarko

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)