Questa discussione è chiusa  
Diario di una crociera in Croazia (windex)
Autore Messaggio
Trixarc Offline
Tutor AdV

Messaggi: 20.822
Registrato: Jun 2010 Online
Messaggio: #1
Diario di una crociera in Croazia (windex)
by windex (2012)

[u]Sabato 28 lug 2012[u]
Arrivati al Bellagio alle 19 circa
Scaricata metà della roba dall'auto
Cena con Alberto e Antonella e i loro 2 figli più piccoli - Oceaanis 411 Trilly
A letto alle 3.30 senza ne lìfinire di preparare la barca ne di gonfiare il tender

[u]Domenica 29 lug 2012[u]
Mattina a mettere a posto la barca, piccoli lavoretti.
Pulizia della coperta con l'idropulitrice (non male a bassa pressione)
Manca ora di dare l'olio al teak
Gonfiato il tender e messo in barca (non senza fatica)
Alle 12 (??) siamo partiti
Pranzo in barca a base di snack
Arrivati a Umago (fatta molta vela, almeno 90% delle 35 nm) con al traverso.
A motore qualche vibrazione che andrà indagata; strano ho fatto allineare l'asse e revisionare l'invertitore... mah!...?
Fatta dogana alle 9
Notte in baia (trovata da Titti sotto Umago) molto ben riparata.
Fatto un bagno con le bimbe e doccia in pozzetto prima di cenare

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Umago

[u]Lunedì 30 lug 2012[u]
Fatto un bel tuffo prima di partire verso Pola alle 9 passate.
Bellissima veleggiata, provato anche lo spi.
Fatto quasi tutte le 42 nm a vela (ovviamente a parte canale d'ingresso a Pola).
Bellissimo maestrale tranquillo (circa 6-8 nodi, con qualche puntatina a 10).
Titti mi ha aiutato a giuncare lo spi perché dopo due tentativi di issata si arrotolava sempre, altrimenti non sarei riuscito a drizzarlo. Infatti ho un semplice moschettone senza girello sulla drizza... da cambiare appena posso!
Ultimo pezzo a motore (di circa 5 miglia - io ho dormito perché ero stanchissimo).
Titti ha governato la barca all'ingresso di Pola.
Ormeggiato in marina (puzzolente!).
Mangiato in barca una ottima da Titti con le bimbe che attendevano il gelato della passeggiata del dopo cena.
Fatta una bella passeggiata serale (fino alle 12 passate) per Pola.
Pola è una bella cittadina, l'anfiteatro merita (lo dice un veronese abituato alla pur bellissima Arena).

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Pola

[u]Martedì 31 lug 2012[u]
Primissima mattina per il lavoretto di sistemazione della pompa a pedale per l'acqua di mare della cucina -era solo montata male- ora è perfetta!
Mattina a spasso per Pola: visita all'anfiteatro, passeggiata con pizza al taglio e gelati. Spesa per la cambusa e ritorno in barca.
Partenza alle 15 per Unie.
Maestrale fresco che ci ha condotto a circa 6 nodi tutti al gran lasco (no spi) fino di fronte allo scoglio di Porer e poi strambata e sulle altre mura sempre al lasco fin sotto Unie; poi traverso con maestrale che è girato a tramontana.... opps BORA.
In tutto circa 35 nm.
Cena in barca con panino e snack.
Praticamente 20 minuti a motore soltanto, poi alla fine abbiamo deciso di seguire una imbarcazione che si è diretta a invece di proseguire per la ns meta che era sulla parte orientale in una
delle 3 baie a nord-ovest dell'isola.
Il maestrale si è girato in bora proprio a 4 miglia dall'arrivo e allora abbiamo acceso il motore per arrivare prima del buio in baia. In realtà siamo arrivati con la luna piena (per fortuna) che
ci illuminava da sola la baia. Qualche tensione perché la bora fischiava forte.

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Unije

[u]Mercoledì 1 agosto 2012[u]
Al mattino soffia ancora la bora (sui 35 nodi mi pare).
L'ancora non so come (l'ho vista con la maschera e non sembrava ben agguantata al fondo...??) ha tenuto.
Ho dormito nel pozzetto dalle 3 di notte in poi perché non mi fidavo delle forti scosse alla barca e del brandeggio sostenuto.
L'alba è stata stupenda. Le stelle meravigliose. Gli stridii delle cime d'ormeggio orribili!
Al mattino visita a Unie con bagno in un acqua cristallina e azzurra chiara.
Lunga passeggiata per vedere il panorama dalla parte opposta dell'isola: molto bello.
Mangiato al ristorante del paese con 380 kune (pesce, secondi alle bimbe e primi a noi).
Poi non ce la facevo a proseguire: ero esausto.
Allora ho armato il tendalino bianco che copre tutta la coperta e ci siamo rilassati in baia.
POi durante un bagno più lungo del previsto ho ripulito l'elica da tutte le escrescenze vegetali che vi erano fiorite, ammassi di cm sulla superficie dell'elica. Dopo questa pulizia le vibrazioni nella navigazione a motore spariranno.
Deciso di rimanere un altra notte, molto più tranquilla, splendida e senza vento forte.

[u]Giovedì 2 agosto 2012[u]
Al mattino nuovo bagno in un acqua cristallina e azzurra. Pesci in abbondanza (che si mangiavano le ns feci!)
Poi rotta su Sansego: bellissima baia con acqua turchese e sfumature smeraldo. Abbiamo fatto 100 bagni.
Con il tender siamo andati in spiaggia di sabbia. Materassini e relax. Piccola passeggiata sulla sommità della collina ad ammirare il paesaggio dell'isola sulla sponda opposta.
Poi siamo ripartiti verso Lussin Piccolo.
Una volta arrivati, abbiamo smontato il carter della coperta della barca (che copre le manovre correnti) e
che dimostrava tutti i suoi lunghi anni di mancanza di pulizia (lo sporco era indicibile).
Passati anche 2 testimoni per altrettante cime che mancavano su 2 dei 12 stopper presenti e la drizza del genoa 2 in testa alberto (che uso anche per lo spi).
Ormeggiato in porto (272 kune circa 38€) e poi passeggiata nel bel centro turistico e cena da 'Nino', discreta così come il prezzo (311 kune circa 44 €). Notte in porto, calda per la prima volta.

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Lussinpiccolo

[u]Venerdì 3 agosto 2012[u]
Dopo Visita veloce sul lungo mare (molto bello) per cercare i 'giochi gonfiabili' per le bimbe, che se n'erano già andati la sera precedente abbiamo ripiegato su gelati e pizza al taglio. Poi cartoline, spesa e cambio in banca.
Alle 14 siamo partiti per Ilovik: il canale con i gavitelli è molto bello e caratteristico.
Una specie di piccolo 'fiordo' tra 2 isole dove abbiamo ormeggiato al gavitello assieme ad altre mille barche.
Siamo poi scesi in paese (paesello in realtà) a farci un idea della zona per l'indomani.
Cena in barca.

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Ilovik

[u]Sabato 4 agosto 2012[u]
IloviK: pagato l'ormeggio e comprato dai barcaioli il pane siamo scesi a terra per una lunga passeggiata verso l'altra parte dell'isola: la spiaggia di Parzine che come al solito ci ha sorpresi con un acqua davvero splendida, ma con una spiaggia molto selvaggia e invasa delle foglioline secche della poseidonia.
Siamo tornati in paese e abbiamo pranzato nel più antico ristorante del paese con vista mozzafiato sul canale e sul porticciolo. Prezzo discreto, pesce abbastanza buono.
Poi una volta tornati a bordo e ristorati dal solito bagno con molteplici tuffi siamo partiti e a vela abbiamo raggiunto una baia a nord di Olib dove abbiamo fatto un nuovo bellissimo bagno e poi dopo esserci meglio posizionati per la notte, abbiamo cenato in tranquillità.
Quindi le bimbe hanno voluto vedere il solito DVD.
[u]
Domenica 5 agosto 2012
[u]
Dopo la solita colazione a base di frutta, siamo partiti alla volta di Dugi Otok con un bel scirocco sempre più intenso man mano che si procedeva nella navigazione tutta di bolina.
Il mare fuori dalla protezione delle isole era davvero bello e imperioso, per Titti a tratti preoccupante.
Siamo arrivati a Veli Rat alle 19 dopo una bella e impegnativa veleggiata di oltre 9 ore con mare e vento contro.
Una goduria (per me).
Abbiamo dato fondo fuori dal porto (per il costo elevato pari a 429kune) e ci sono venuti a chiedere la tassa di ancoraggio (che non abbiamo pagato perché pensavamo di entrare al porto, ma poi abbiamo desistito).
Ho armato per la prima volta il tendalino completo sul boma che rende al barca ancora più bella e vivibile in rada sotto il sole cocente.
Cena in barca a passeggiata nel paesino di Veli Rat, poi a letto.

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Veli Rat e Cala Panthera

[u]Lunedì 6 agosto 2012[u]
Dopo la solita colazione a base di frutta, partenza immediata (così abbiamo anche evitato di pagare le 30 € di sosta).
A motore abbiamo diretto verso una baia vicina (comoda per andare alla spiaggia di Sakarun) dove c'era un relitto da vedere in snorkling e dove confidavo di non dover pagare nessuno.
L'abbiamo scelta per la protezione che era in grado di assicurare dallo scirocco che continuava a soffiare gagliardo. Appena arrivati bel bagno tutti insieme.
Per arrivarci poche miglia a vela di bolina con mille virate...
Scesi dalla barca ci siamo diretti alla spiaggia di Sakarun: una mezz'ora di camminata.
La spiaggia è stata forse la più bella vista finora.
Sabbia fine e bianca, acque cristalline con colori dal turchese al blu.
Insomma splendida: Titti che non fa sempre il bagno non si è fatta pregare stavolta!
Pranzo al bar (molto carino della spiaggia) e gelato buonissimo preso tutti insieme (unico, finora delle vere ciofeche).
Dopo pomeriggio di relax in spiaggia.
Tornati alla barca abbiamo cambiato posizione dell'ancoraggio per sicurezza e poi con il tender ho portato le bambole (le mie bimbe) in traino con il salvagente anulare a vedere il relitto sommerso: sono state estasiate.
Tornati in barca hanno disegnato quel che hanno visto (o creduto di vedere) del relitto per 3 ore!
Abbiamo cenato, poi DVD della scoperta del corpo umano per le bimbe (come al solito) e letture per me e Titti e poi a letto.
[u]
Martedì 7 agosto 2012
[u]
Dopo le solite attività mattutine siamo salpati alla volta della baia Pantera (Veli Rat) zona più nord al confine con il mare aperto. deliziosa Veleggiata con Titti al timone e io alle vele a fare continue virate per le poche miglia che ci separavano dalla meta.
Il maestrale è perfetto per queste 'lezioni ludiche' di vela.
Arrivati nella zona nord di Baia Pantera abbiamo ormeggiato ad un gavitello e siamo andati a fare una bellissima e lunghissima passeggiata nella parte di fronte verso il mare aperto con l'obiettivo di arrivare al faro.
Durante il percorso abbiamo visto come molti amano vivere le vacanza a contatto della natura, come vi siano calette nascoste in ogni dove con passaggi al mare bellissimi e difficili, e abbiamo visto i resti di un naufragio nella parte di costa della punta......
Arrivati al faro abbiamo lasciato le piccole godere delle altalene sugli alberi e poi di ritorno non senza 2 bei bagni in altrettante calette interne alla baia.
Ritornati in barca siamo salpati alla volta di Ist (Isto) alla ricerca di un posto al porto per fare rifornimento di acqua e di elettricità. Purtroppo dopo una gagliarda veleggiata di quasi 16 miglia per coprire le sole 8 in linea d'aria che ci separavano dalla ns destinazione scopriamo che il porto (piccolissimo) è stracolmo e la baia pure.
Ci mettiamo all'ancora e non rinunciamo a un bagno e poi a scendere con il tender in paese per una visita e una bella cena di pesce in uno dei ristorantini vicini al porto.

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Isto

[u]Mercoledì 8 agosto 2012[u]
Mi sono alzato presto per controllare l'ormeggio che mi sembrava sofferente (il vento era girato) rispetto al maestrale che si spegneva lasciando il posto a un NE (preannuncio della bora che sarebbe arrivata in serata). Dopo aver armato il tendalino della coperta sul boma, abbiamo fatto la colazione.
Stavo per iniziare a smontare il pagliolato per cercare di risolvere il problema della mancanza di scambio di acqua tra i gavoni di centro barca e quello di poppa, quando Titti mi ha fatto riflettere sulla necessità di trovare un posto al porto. Ho preso il tender e sono andato a verificare la disponibilità: c'era!
Allora di corsa sono tornato indietro e ho cercato di salpare il più in fretta possibile.
Mi sono diretto al porto e subito dopo un Sun Odissey 34 mi sono infilato facendo un errore madornale e intraversandomi tra i corpi morti tesi. Ne sono uscito indenne per la calma di vento che c'era.
Poi ho ormeggiato non senza fatica.
Conosciuto i vicini di barca. Bella e simpatica coppia.
Poi mi sono dato da fare con il pagliolato ma senza successo. Ho allora pulito la sentina e sistemato la passerella con il legno già presente in barca. Poi con l'aiuto del vicino di barca ho smontato il
carburatore del fb del tender, l'ho ripulito e poi l'ho rimontato: ANDATO! Ora è una scheggia.
Poi sono andato alla spiaggia dove Titti e le bimbe stavano facendo il bagno e mi sono unito a loro.
Problema acqua dolce in barca: davvero finita ora! E il porto non ne aveva.
Sera a cena da MAESTRO una bella pizza per le bimbe e polipo al forno per me e spaghetti ai frutti di mare, per Titti, tutto molto buono a 34€ tot.
Passeggiata per vedere l'altra parte della baia e poi a letto con fischi di bora sferzante nella notte.

[u]Giovedì 9 agosto 2012[u]
Siamo partiti dopo pranzo per aspettare che ci dessero l'acqua a 50 kune circa 282 litri (quindi i serbatoi tengono 270 litri max visto che i serbatoi risultavano completamente vuoti e ho riempito la tanica blu dicirca 10 15 litri max). Dopo aver risolto bene il problema dell'energia elettrica che basta e avanza per oltre 1 settimana di rada, devo far qualcosa per l'acqua che basta per 4 persone per 4 o 5 gg max in rada.
Ci penserò in futuro.
Siamo partiti alla volta di Olib per vedere la spiaggia fantastica a sud dell'isola.
CI siamo arrivati ma non siamo scesi e dopo un bagno (che stava diventando sempre più freddo) abbiamo deciso di salpare; siamo quindi subito ripartiti perché le condizioni di mare e vento e soprattutto
della temperatura non permettevano un bagno (era piuttosto freddo).
L'acqua del mare era splendida.
Levata l'ancora ci siamo diretti verso Silba e poco sopra il paese Abbiamo dato fondo all'ancora.
Splendida la navigazione con vento teso e onda formata; la bora di 15-25 nodi è perfetta per l'andatura di bolina strettissima (randa spesso fileggiava) e devo dire per la mia barca.
All'ancora nella baia sopra Silba (Papranika) siamo stati bene, nonostante il vento sferzasse.
Non siamo neppure scesi dalla barca, in effetti il tempo non era invitante per le basse temperature.

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Silba

[u]Venerdì 10 agosto 2012[u]
Lasciata la baia a nord di Silba ci siamo diretti a Lussin Piccolo.
Una bellissima navigazione sotto bora rafficata e onde invece piuttosto basse, di bolina strettissima e ciò nonostante con velocità spesso a 7,5 nodi di log (il gps mi segnava 0,5 nodi in meno stranamente - di solito segna almeno 1 nodo in più) ci ha condotti fino all'ingresso di Lussin Piccolo.
Vista l'ora tarda (erano le 19) abbiamo deciso di non rischiare di non trovare il posto in porto e abbiamo dato fondo in una baietta a nord dell'ingresso stracolma di barca in rada.
La scelta si è rivelata ottima per la sera. Anche qui la temperatura non ottimale ha impedito a tutti di fare
il solito lungo bagno.

[u]Sabato 11 agosto 2012[u]
Salpati dalla baia siamo subito andati in porto a Lussin Piccolo e dopo una breve attesa abbiamo trovato un posto non bellissimo (vicino al muro della strada). Abbiamo poi fatto una lunga passeggiata nella stupenda lingua di terra che lo separa a W dal mare. Veramente bella con spiaggette di sassi e scorci bellissimi.
Tornati al porto abbiamo dovuto risolvere il problema della posizione della barca troppo vicino al muro; dopo vari tentativi che producevano effetti miseri in termini di scostamento dal muro della ns fiancata, sono sceso sul pontile per capire il perché di tutta quella pressione sulla mia bella barca.
Semplice la barca vicino, ne provocava il 90% in quanto erano state cazzate male le cime del corpo morto (era l'unica storta di tutto il pontile galleggiante). Ho chiesto all'armatore se non si offendesse e se gli potevo cazzare i corpi morti e avendo ottenuto il suo consenso l'ho fatto: io che sono una schiappa a cazzare i corpi morti ho guadagnato almeno 70 cm su quello di sopravento e 50 cm su quello di sottovento.
Fatto questo la mia barca si è subito scostata di 1 metro scarso dal muro e dal pericoloso gradino a pelo d'acqua che aveva... fatto!
Poi ho lavato la coperta e siamo andati a cena in un ristorantino nella passeggiata opposta al ns pontile.
Le bimbe sono state nei tanto sopsirati 'gonfiabili'.
Io con la mia amata Titti.

[u]Domenica 12 agosto 2012[u]
Bora forte ancora.
Non senza tensioni siamo usciti da quel brutto ormeggio (mai più vicino al muro!); non appena hanno disormeggiato le
3 barche sopravento e sfruttando i loro corpi morti siamo partiti.
E ci siamo fatti un Quarnaro.... tranquillissimo!! che ha addirittura richiesto qualche mezz'oretta di motore!
Abbiamo dato fondo nella baia di Soline sotto Pola.
Notte tranquilla con tutta la barca chiusa per la paura dei ladri.
Accindenti: dimenticato sul pontile di Lussin Piccolo il ns bel tappeto blu 'Wellcome'...!!!

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Saline

[u]Lunedì 13 agosto 2012[u]
Ormai la crociera volge al termine.
Salpato dalla baia della Soline con una bellissima navigazione tutta sotto spinnaker siamo arrivati nel golfo
di Parenzo e siamo entrati in porto. Insistendo ci hanno dato un posto piuttosto comodo.
Visita alla bellissima città e alla chiesa di S. Eufrasania (?) con i famosi mosaici e poi a zonzo per le vie
strapiene di gente. Ottima cena al Friendl il ristorante del marina con una pizza a dir poco favolosa per le
bimbe e ottimo pesce per me e Titti.
Poi di nuovo in giro per le vie di notte molto belle e vive, fino al luna park dove con Elena e Silvia ho
fatto un giro in giostra che mi ha letteralmente fatto girare la testa (non lo farò mai più!).
A letto molto tardi stanchi ma appagati.

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Parenzo

[u]Martedì 14 agosto 2012[u]
Ultimo giorno di crociera.
Partenza dal porto al cardiopalma per la cima del corpo morto che si è impigliata nel timone (e temevo nell'elica) con vento abbastanza presente e che ci avrebbe potuto sbattere in banchina.
Credo che la stanchezza abbia i suoi effetti.
Per fortuna tutto a posto.
Poi attracco al secondo tentativo alla dogana per fare l'uscita.
Veleggiata al traverso (tutta a vela) con un bel ponente da 6-8 nodi fino all'ingresso di S.Giorgio.
Partiti alle 12.30 arrivati alle 19.30.
Tutto bene.

[u]FINE:[u]
Oltre 360 miglia
Ore motore tot: 27h
Visti gli attracchi numerosi, le entrate e uscite dal porto e il fatto che solo l'in e l'out del ns porto di ormeggio richiede circa 2h ... decisamente la miglior crociera a vela della mia vita.
Quando ero nel tirreno mi dicevano che l'adriatico è avaro di vento: in 5 anni in Corsica, Sardegna, Costa Azzurra e arcipelago toscano (nonché ovviamente nel ligure sia ponente che levante) MAI avuto tanto vento in agosto come quest'anno!!!!
Mare molto bello, isole selvagge ma soprattutto una infinità di baie, ridossi e approdi assolutamente inusitati per me!
Appagato.

https://www.youtube.com/user/trixarc100
15-10-2013 21:05
Trova tutti i messaggi di questo utente
Trixarc Offline
Tutor AdV

Messaggi: 20.822
Registrato: Jun 2010 Online
Messaggio: #2
Diario di una crociera in Croazia (windex)
Il link della discussione è http://forum.amicidellavela.it/showthread.php?tid=76231

https://www.youtube.com/user/trixarc100
15-10-2013 21:06
Trova tutti i messaggi di questo utente
Questa discussione è chiusa  


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
Video Crociera all'Elba 2018 - Video Trixarc 18 830 18-11-2018 13:03
Ultimo messaggio: Trixarc
  Primo giorno di crociera autunnale (sgt.pepper) Trixarc 1 2.509 15-05-2015 16:25
Ultimo messaggio: Trixarc
  Crociera corsa (Napoli) Trixarc 1 2.052 08-09-2014 13:24
Ultimo messaggio: Trixarc
  Un trasferimento indimenticabile (windex) Trixarc 0 2.775 14-01-2014 17:04
Ultimo messaggio: Trixarc
  Bella crociera in Corsica e Sardegna (avisintini) Trixarc 1 4.016 07-10-2013 20:28
Ultimo messaggio: Trixarc
  La crociera del solstizio d'estate (masquerade) Trixarc 1 2.642 13-09-2012 20:52
Ultimo messaggio: Trixarc
  Una bella crociera nel Tirreno Meridionale(sailor) Trixarc 1 1.835 02-09-2012 18:36
Ultimo messaggio: Trixarc
  In crociera tren'anni fa (pegaso) Trixarc 1 2.256 16-07-2012 20:43
Ultimo messaggio: Trixarc
  Crociera in Albania(a. brustoloni e innominato) Trixarc 1 5.558 27-06-2012 17:32
Ultimo messaggio: Trixarc
  Vermentino in crociera (svo75) Trixarc 1 1.466 12-04-2012 22:38
Ultimo messaggio: Trixarc

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)