Amici Della Vela
Amici Della Vela
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | | Sondaggi Attivi | Utenti | Meteo | Download | Risorse | Cerca | Ricerca Avanzata | Ricerca ADV | Le mie discussioni | FAQ | Ridimensiona Immagini | CODICE ADV: ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 TECNICA E MANUTENZIONE
 Sails Rigging and Racing..
 Vento reale, vento apparente

 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 3

Sebastian
Amico del Forum


Città: Riva di Traiano (RM)


2974 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 11:59:28  Mostra Profilo
ZK ha scritto:

la mia stazione del vento mi dice 14,86 nodi di apparente ...

Se faccio sei nodi contro una corrente perfettamente opposta di sei nodi e ho 10 nodi di reale, secondo me, che di calcoli ne capisco poco, la stazione del vento segna 10 nodi.

Non riesco a seguirvi... ci provo ci provo e non riesco.


Torna all'inizio della Pagina

ZK
Amico del Forum



5527 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 12:16:30  Mostra Profilo
Sebastian ha scritto:

ZK ha scritto:

la mia stazione del vento mi dice 14,86 nodi di apparente ...

Se faccio sei nodi contro una corrente perfettamente opposta di sei nodi e ho 10 nodi di reale, secondo me, che di calcoli ne capisco poco, la stazione del vento segna 10 nodi.

Non riesco a seguirvi... ci provo ci provo e non riesco.


io penso che hai ragione pero il giochino mi piaceva.. se ti stavi zitto.. se ne era accorto solo cinghia.. pero l'aveva scritto tra le righe.
Torna all'inizio della Pagina

Sebastian
Amico del Forum


Città: Riva di Traiano (RM)


2974 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 12:38:52  Mostra Profilo
ZK ha scritto:


io penso che hai ragione pero il giochino mi piaceva.. se ti stavi zitto.. se ne era accorto solo cinghia.. pero l'aveva scritto tra le righe.


...e io che provo a starvi appresso... ma pensa tu!


Torna all'inizio della Pagina

albert
Amico del Forum


Città: San Michele al Tagliamento (VE)


5126 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 13:03:53  Mostra Profilo
Ma state scherzando tutti o ci ciucciamo un'altra riga di pagine di incomprensioni e di paradossi di Zenone ??

Avete presente i sistemi di riferimento ??...ecco.

I miei strumenti a bordo, da fermo prima di cazzare le vele mi danno 10 nodi di reale ???.....questo è il vento reale ...fin qui ci siamo ??

La barca Comitato ancorata misura il vento Over Ground (che non è il reale che misurano gli strumenti della mia barca che deriva con la corrente a 6 nodi).....14.86 nodi.

Parto e cazzo le vele e vado a 6 nodi contro la corrente di 6 nodi.... sono fermo rispetto al fondo, come la barca comitato, dunque il mio apparente è identico al reale rilevato dall'udr sulla barca comitato.....14.86 nodi

Per dirla con un noto ADV: ZK mi hai deluso .....omissis



Modificato da - albert in data 21/12/2012 14:36:31
Torna all'inizio della Pagina

kermit
Amico del Forum


Città: Riva di Traiano


11096 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 13:09:22  Mostra Profilo
...tranquilli, tranquilli queste sono tutte cose banali e scontate

Non c'entra nulla ma Bullo mi piace sempre di più....


Torna all'inizio della Pagina

dru
Amico del Forum

Città: roma


2410 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 13:11:52  Mostra Profilo
non ho letto tutto ma una curiosità:

ma i 6 nodi che dite quando scrivete "cazzo le vele e vado a 6 nodi" con cosa sono misurati? gps o elichetta del log.

grazie


Torna all'inizio della Pagina

albert
Amico del Forum


Città: San Michele al Tagliamento (VE)


5126 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 13:20:18  Mostra Profilo
dru ha scritto:

non ho letto tutto ma una curiosità:

ma i 6 nodi che dite quando scrivete "cazzo le vele e vado a 6 nodi" con cosa sono misurati? gps o elichetta del log.

grazie


elichetta del log, ovviamente, altrimenti casca tutto il palco .....e avrei scritto "cazzo le vele e mi fermo"....

Come ho detto prima, è fondamentale rapportare tutti i vettori ad un sistema di riferimento, senza dimenticare che se alcuni sono rilevati in un sistema e altri nell'altro, si deve fare la conversione sommandone vettorialmente il moto reciproco.



Modificato da - albert in data 21/12/2012 13:21:21
Torna all'inizio della Pagina

kermit
Amico del Forum


Città: Riva di Traiano


11096 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 13:27:01  Mostra Profilo
Albert ok il tuo esempio è corretto ma è una situazione differente, ZK (pur sbagliando....) ne aveva fatto un'altro....
Partiva che la barca comitato, ancorata, leggeva 10 nodi di vento e non 14 ecc...
Ora continuate voi
Io come va a finire lo so.....



Modificato da - kermit in data 21/12/2012 13:53:29
Torna all'inizio della Pagina

dru
Amico del Forum

Città: roma


2410 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 13:31:55  Mostra Profilo
tiger86 ha scritto:

[.tu ritieni io sia stato troppo duro con Dru? Io credo di no. Lui viene dalla scuola di kermit e non c'è niente di peggio di chi si crea dei falsi maestri... ..


ciao Tiger, solo a mò di precisazione e senza necessità di ulteriori OT: io di Maestro ne ho 1 solo e non è legato al mondo della nautica. nell'altro 3ad ho scritto maestro riferendoti ovviamente a kermit che è la persona che mi ha iniziato al mondo delle regate. con lui ho imparato molte cose utili sia in barca che fuori, ma, mi spiace deluderti non è il mio Maestro. inoltre, fortunatamente, ho una mia testa e in barca, la mia, decido io sul da farsi.

vuoi conferma di ciò? non credo che kermit avrebbe fatto passare tanto facilmente l'altra barca. io l'ho fatto passare e ho spiegato anche il perchè. ma visto che oggi sono in vena di scrivere e non ho problemi a dire certe cose approfondisco: in caso di urto non ho nè il tempo per via del lavoro, nè le risorse economiche per affrontare una eventuale riparazione di danni. quindi, in barca da me vige la regola del non far danni e divertirsi tanto. (nell'occasione in quetione, non ho fatto danni e ti assicuro che il mio equipaggio si è divertito ed esaltato nell'andare cosi vicini ad un'altra barca. a bordo avevo una persona alla sua prima uscita e vederlo entusiasmato in quei minuti per me è stato motivo di soddisfazione) è per lo stesso motivo che in partenza sto sempre fuori dalle scatole...altrui

in amicizia, sincera, grazie per le tue osservazioni...però non t'allargà

p.s. ah... duro con me? è che non sai che è il Dru e non l'hai mai visto...


Torna all'inizio della Pagina

Mr. Cinghia
Moderatore


Città: Disneyland


18917 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 13:33:37  Mostra Profilo
ZK ha scritto:

Sebastian ha scritto:

ZK ha scritto:

la mia stazione del vento mi dice 14,86 nodi di apparente ...

Se faccio sei nodi contro una corrente perfettamente opposta di sei nodi e ho 10 nodi di reale, secondo me, che di calcoli ne capisco poco, la stazione del vento segna 10 nodi.

Non riesco a seguirvi... ci provo ci provo e non riesco.


io penso che hai ragione pero il giochino mi piaceva.. se ti stavi zitto.. se ne era accorto solo cinghia.. pero l'aveva scritto tra le righe.


Forse perche' ho una visione molto pratica della questione e molto meno teorica.

Comunque se parti mure a dritta... non parti... se viri... nemmeno.


Torna all'inizio della Pagina

dru
Amico del Forum

Città: roma


2410 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 13:35:09  Mostra Profilo
albert ha scritto:

dru ha scritto:

non ho letto tutto ma una curiosità:

ma i 6 nodi che dite quando scrivete "cazzo le vele e vado a 6 nodi" con cosa sono misurati? gps o elichetta del log.

grazie


elichetta del log, ovviamente, altrimenti casca tutto il palco .....e avrei scritto "cazzo le vele e mi fermo"....

Come ho detto prima, è fondamentale rapportare tutti i vettori ad un sistema di riferimento, senza dimenticare che se alcuni sono rilevati in un sistema e altri nell'altro, si deve fare la conversione sommandone vettorialmente il moto reciproco.


non dubitavo. tra l'altro in attesa di una tua risposta ho letto tutto il 3ad (cercando risposta alla mia domanda) ma ho poi letto un post che mi ha un pò distolto dal discorso. comunque capito con galileo e trigonometria, grazie


Torna all'inizio della Pagina

Sebastian
Amico del Forum


Città: Riva di Traiano (RM)


2974 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 13:56:35  Mostra Profilo
albert ha scritto:

Ma state scherzando tutti o ci ciucciamo un'altra riga di pagine di incomprensioni e di paradossi di Zenone ??

Lasciando Zenone, e considerando che per me Aristotele non è stato superato nemmeno da Hegel, la barca comitato leggeva 10.

Se io sono fermo (perché all'ancora o perché controcorrente), rileverò 10 nodi.

Se i miei strumenti segnassero 14 e qualcosa delle due l'una. O sono starati o sto sotto raffica. Oppure, ma in partenza dubito, sto andando a motore.


Torna all'inizio della Pagina

kermit
Amico del Forum


Città: Riva di Traiano


11096 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 13:58:55  Mostra Profilo
Ludovico non fare considerazioni affrettate sul far passare o non far passare una barca in regata, ci sono ragionamenti di convenienza da fare, facile invece che io una barca che mi doppia e che non sta nella mia classe e che non devo coprire, faccio in modo di passargli di poppa e lo incito anche a passare ciao



Modificato da - kermit in data 21/12/2012 14:00:42
Torna all'inizio della Pagina

Mr. Cinghia
Moderatore


Città: Disneyland


18917 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 14:04:12  Mostra Profilo
kermit ha scritto:

Ludovico non fare considerazioni affrettate sul far passare o non far passare una barca in regata, ci sono ragionamenti di convenienza da fare, facile invece che io una barca che mi doppia e che non sta nella mia classe e che non devo coprire, faccio in modo di passargli di poppa e lo incito anche a passare ciao


Mi sa che hai fatto caos con i 3d. Qui siamo su VENTO E CORRENTE...


Torna all'inizio della Pagina

kermit
Amico del Forum


Città: Riva di Traiano


11096 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 14:05:03  Mostra Profilo
Mr. Cinghia ha scritto:

ZK ha scritto:

Sebastian ha scritto:

ZK ha scritto:

la mia stazione del vento mi dice 14,86 nodi di apparente ...

Se faccio sei nodi contro una corrente perfettamente opposta di sei nodi e ho 10 nodi di reale, secondo me, che di calcoli ne capisco poco, la stazione del vento segna 10 nodi.

Non riesco a seguirvi... ci provo ci provo e non riesco.


io penso che hai ragione pero il giochino mi piaceva.. se ti stavi zitto.. se ne era accorto solo cinghia.. pero l'aveva scritto tra le righe.


Forse perche' ho una visione molto pratica della questione e molto meno teorica.

Comunque se parti mure a dritta... non parti... se viri... nemmeno.

Cinghia devi avere pazienza tu sei normale regatante come me, ZK è un tattico e fa partire le barche anche quando sono ferme


Torna all'inizio della Pagina

kermit
Amico del Forum


Città: Riva di Traiano


11096 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 14:07:52  Mostra Profilo
Mr. Cinghia ha scritto:

kermit ha scritto:

Ludovico non fare considerazioni affrettate sul far passare o non far passare una barca in regata, ci sono ragionamenti di convenienza da fare, facile invece che io una barca che mi doppia e che non sta nella mia classe e che non devo coprire, faccio in modo di passargli di poppa e lo incito anche a passare ciao


Mi sa che hai fatto caos con i 3d. Qui siamo su VENTO E CORRENTE...

Che te posso fa, io rispondevo a DRU poco sopra il mio intervento.....


Torna all'inizio della Pagina

Mr. Cinghia
Moderatore


Città: Disneyland


18917 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 14:07:54  Mostra Profilo
kermit ha scritto:
Cinghia devi avere pazienza tu sei normale regatante come me, ZK è un tattico e fa partire le barche anche quando sono ferme


Beato Lui... dovra' spiagarmi come si fa!
ZK...pari un 3d per piacere.


Torna all'inizio della Pagina

kermit
Amico del Forum


Città: Riva di Traiano


11096 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 14:21:48  Mostra Profilo
Il bello di questo 3d, come inizialmente diceva qualcuno, fatto di cose banali e scontate.... ,a quanto pare non sembra che non lo sia.

Vi siete mai chiesti perchè spesso il campo di regata non sia orientato come il vostro vento reale (cioè quello segnato dagli strumenti di bordo) lascerrebbe supporre?

Su questo tema ho sentito le versioni più strampalate, come ad esempio che i giudici che non vogliono far partire i regatanti in barca e l'orientano a favore della boa di partenza.
Peccato che quando per curiosità l'ho chiesto a qualcuno della Giuria loro hanno sempre negato...e li credo

Buon approfondimento su questo ed altro



Modificato da - kermit in data 21/12/2012 14:26:15
Torna all'inizio della Pagina

Mr. Cinghia
Moderatore


Città: Disneyland


18917 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 14:28:52  Mostra Profilo
kermit ha scritto:

Il bello di questo 3d, come inizialmente diceva qualcuno, fatto di cose banali e scontate.... ,a quanto pare non sembra che non lo sia.

Vi siete mai chiesti perchè spesso il campo di regata non sia orientato come il vostro vento reale (cioè quello segnato dagli strumenti di bordo) lascerrebbe supporre?

Su questo tema ho sentito le versioni più strampalate, come ad esempio che i giudici che non vogliono far partire i regatanti in barca e l'orientano a favore della boa di partenza.
Peccato che quando per curiosità l'ho chiesto a qualcuno della Giuria loro hanno sempre negato...e li credo


Ti posso assicurare che il motivo e' anche questo. Rendono leggermente piu' favorevole la boa perche' altrimenti le barche si ammasserebbero fisiologicamente in barca.

Specie se la barca e' di un guiudice.

In cete partenze infatti c'e' una boa a pochi metri dalla poppa della barca.


Torna all'inizio della Pagina

kermit
Amico del Forum


Città: Riva di Traiano


11096 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 14:33:31  Mostra Profilo
Può darsi che sia anche come dici tu, non lo si può negare, ma io ad esempio quando vedo anche ben 10 gradi di sfasamento (come domenica a RdT..) mi faccio qualche domanda sulla corrente........
BV



Modificato da - kermit in data 21/12/2012 14:34:54
Torna all'inizio della Pagina

albert
Amico del Forum


Città: San Michele al Tagliamento (VE)


5126 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 14:56:20  Mostra Profilo
Sebastian ha scritto:


Lasciando Zenone, e considerando che per me Aristotele non è stato superato nemmeno da Hegel, la barca comitato leggeva 10.

Se io sono fermo (perché all'ancora o perché controcorrente), rileverò 10 nodi.

Se i miei strumenti segnassero 14 e qualcosa delle due l'una. O sono starati o sto sotto raffica. Oppure, ma in partenza dubito, sto andando a motore.


Non nego che ho preso un abbaglio, perchè non sono andato a rileggere il post di ZK ed ho risposto al tuo.......

Se faccio sei nodi contro una corrente perfettamente opposta di sei nodi e ho 10 nodi di reale, secondo me, che di calcoli ne capisco poco, la stazione del vento segna 10 nodi.

I casi sono due: o hai 10 nodi di reale, allora vale il mio esempio, oppure hai 10 nodi di apparente (quello che rileva il cdr) e allora il reale sarà di circa 7 (fate voi i conti)......

Ciao



Modificato da - albert in data 21/12/2012 14:56:46
Torna all'inizio della Pagina

kermit
Amico del Forum


Città: Riva di Traiano


11096 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 15:21:51  Mostra Profilo
Bullo su questo argomento è stato il primo che alla velocità della luce (butta l'ancora Bullo sei troppo veloce..) ha dato un senso a quello che volevo introdurre io.

Il vento che viene fuori componendo vettorialmente il vento reale (non quello dello strumento di bordo ma quello misurato da una una stazione vento vincolata alla terra) e la corrente marina Bullo l'ha chiamato "Vento di Superficie".

Senz'altro termine corretto ma siccome io amo il sistema didattico anglosassone in particolare quello americano, preferisco chiamarlo "Sailing Wind" , li lo chiamano così e mi sembra più appropriato.

In effetti è il vento che interessa al velista perchè alla fine dei giochi è quello che effettivamente impatta la barca navigando ed è quello a chi si riferiscono le polari della barca ed a cui si fa riferimento.
In pratica è quello che sullo strumento della barca (quando naviga...e non quando è ferma) torna ad essere per tutti i velisti il "Vento reale".

Altra chicca, ma non vi ci abituate , il "Sailing Wind"o vento reale (cioè quello dello strumento a bordo per intenderci)vi cambia se siete di bolina o di poppa (quando c'è corrente).
Lo strumento ve lo ha sempre detto (ed alcuni li hanno anche presi a mazzate perchè pensava che fossero rotti) ma molti non ci hanno mai fatto caso

E vabbè so fatto strano io ora dopo quest'ultima dichiarazione, menatemi, mettetemi in castigo ma questa cosa ve la dovevo proprio dire, potrei anche aver toppato ma prima di dirvela ci ho pensato un po .....

BV



Modificato da - kermit in data 21/12/2012 15:46:00
Torna all'inizio della Pagina

bullo
Amico del Forum

Città: Venezia


3111 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 15:24:54  Mostra Profilo
Si capisce poco perchè se non si da esattanente l'intensità e la direzione del vento e della corrente non si conosce il vento di superficie.Con tanto vento c'è poca differenza tra il reale e il vento di superficie con poco la differenza è molto marcata. Il caso più semplice vento e corrente opposti, vr 5 nodi corrente 3 nodi vento di superficie 8 nodi, al contrario tutte e due nello stesso senso Vs 2 nodi. Amettendo di essere in partenza col vento esattamante in prua 0° e una corrente di 6 nodi che va per 225° ci sarà un vento di superficie di 7 nodi da 306° circa in questo caso potrò andare in boa senza fare nessun bordo, mure a sinistra considerando anche la deriva a sinistra.


Torna all'inizio della Pagina

Alpa550
Amico del Forum


Città: Venezia


1604 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 15:53:57  Mostra Profilo  Bekijk het Skype telefoon adres van Alpa550
kermit ha scritto:

Può darsi che sia anche come dici tu, non lo si può negare, ma io ad esempio quando vedo anche ben 10 gradi di sfasamento (come domenica a RdT..) mi faccio qualche domanda sulla corrente........
BV



Permettimi di dubitare in CdR così accorti per regatine a vele bianche
Uno dei motivi è l'evitare ammassamenti in barca comitato (sulla questione boa vicino a tale barca sarebeb da discutere... e alcuni ci piazzano pure il gommone dei posaboe...), un altro è la conoscenza del vento alla boa di bolina (di solito c'è un gommone) il quale potrebbe differire molto con quello sulla linea di partenza (risultando quasi simile ad una rotazione progressiva durante il lato), altre volte è la presenza di onda non in fase con il vento, altre volte è perchè in barca risenti del TWD mentre il comitato (ancorato) vede solo la GWD, etc...

Le variabili sono molte e ognuno ne elabora tante quanto la sua esperienza gli consente, però io standoci nelle barche comitato posso dire per certo che la componente "salviamo la barca CdR" esiste.



Modificato da - Alpa550 in data 21/12/2012 15:54:55
Torna all'inizio della Pagina

TestaCuore
Amico del Forum


Città: salerno


3628 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 15:58:36  Mostra Profilo
ZK ha scritto:

kermit ha scritto:

Zk io gli aspetti tattici non li ho toccati appositamente perchè diventa poi difficile districare la matassa.
Ti faccio sono una domanda precisa e rispondimi con una risposta precisa:
Mentre veleggi, stesso vento su tutto il campo di regata, in caso di corrente, l'intensità di vento reale che ti mostra la stazione vento è la stessa intensità che legge la barca giuria?

un orologio fermo dice l' ora esatta due volte al giorno, un orologio normale non la dice mai in tutta la sua vita.
in barca giuria leggono 10 nodi.
io parto a 6 nodi con un angolo di 45 gradi contro una corrente perfettamente contraria di 6 nodi, sto fermo ma il mio log legge 6 nodi e la mia stazione del vento mi dice 14,86 nodi di apparente ... poi viro, finalmente mi muovo.. continuo?
quando e' che imparerai a mettere un po di condizioni al contorno?
la risposta che vuoi la conosco.. te la do, no la velocita del vento che leggo in giro per il campo di regata e' quasi sempre diversa.. se lo skiulo non ci mette una pezza.mo che ci fai?


questa dei 14,86 nodi non l'ho capita! Non leggo sempre 10 nodi? o non ho capito la domanda?
comunque ne approfitto per fare un'altra domanda: gli strumenti non tengono già conto della corrente?
Io ho banale strumentazione Raymarine che mi da indicazioni sulla corrente, ma non ho mai capito come funziona. chi sa spiegarlo?


Torna all'inizio della Pagina

albert
Amico del Forum


Città: San Michele al Tagliamento (VE)


5126 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 16:06:17  Mostra Profilo
kermit ha scritto:




Altra chicca, ma non vi ci abituate , il "Sailing Wind"o vento reale (cioè quello dello strumento a bordo per intenderci)vi cambia se siete di bolina o di poppa (quando c'è corrente).
Lo strumento ve lo ha sempre detto (ed alcuni li hanno anche presi a mazzate perchè pensava che fossero rotti) ma molti non ci hanno mai fatto caso

E vabbè so fatto strano io ora dopo quest'ultima dichiarazione, menatemi, mettetemi in castigo ma questa cosa ve la dovevo proprio dire, potrei anche aver toppato ma prima di dirvela ci ho pensato un po .....

BV


Vabbè...prima di farti menare spiegami bene questa "chicca"......magari con un esempio, perchè sai, sono un po' tardo ......


Torna all'inizio della Pagina

kermit
Amico del Forum


Città: Riva di Traiano


11096 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 16:14:17  Mostra Profilo
Alpa non capito su cosa dubiti

Io non ho escluso quello che dice Cinghia ossia di orientare diversamente il campo di regata per evitare congestioni di barche al CdR.
Anche il fatto delle regate a vele bianche non l'ho capito.... a RdT partono 5 minuti dopo i classe regata che fanno orientamenti del campo differenti?

Però visto che sei giudice ti domando è lecito non orientare il campo di regata perfettamente al vento?


Torna all'inizio della Pagina

kermit
Amico del Forum


Città: Riva di Traiano


11096 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 16:22:40  Mostra Profilo
albert ha scritto:

kermit ha scritto:




Altra chicca, ma non vi ci abituate , il "Sailing Wind"o vento reale (cioè quello dello strumento a bordo per intenderci)vi cambia se siete di bolina o di poppa (quando c'è corrente).
Lo strumento ve lo ha sempre detto (ed alcuni li hanno anche presi a mazzate perchè pensava che fossero rotti) ma molti non ci hanno mai fatto caso

E vabbè so fatto strano io ora dopo quest'ultima dichiarazione, menatemi, mettetemi in castigo ma questa cosa ve la dovevo proprio dire, potrei anche aver toppato ma prima di dirvela ci ho pensato un po .....

BV


Vabbè...prima di farti menare spiegami bene questa "chicca"......magari con un esempio, perchè sai, sono un po' tardo ......

Albert mena quanto vuoi anzi se si chiarisce di più è meglio e te ne sarei grato

Io sono partito dal ragionamento che il log non misura la corrente e non la conosce e che in una qualsiasi andatura lui fa sempre i calcoli del vento reale (quello dello strumento e non del cdr) facendo un calcolo vettoriale tra l'apparente e la velocità log (e relativi angoli), pertanto il dato di vento reale sarà sempre falsato dalla corrente che incide in base alla tua andatura rispetto a questa.
In altre parole il calcoli del segnavento sono corretti solo se la corrente è zero.

Ho detto una cacchiata? Si pazienza ...
Ho detto una cosa giusta? Può darsi, ma se è così credo sia importante



Modificato da - kermit in data 21/12/2012 16:26:13
Torna all'inizio della Pagina

anonimone
Amico del Forum




11798 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 16:27:11  Mostra Profilo
se la corrente #279; perpendicolare al campo la variazione che ti legge lo strumento #279; sulle mure opposte, non su poppa/bolina.

BV
Torna all'inizio della Pagina

Alpa550
Amico del Forum


Città: Venezia


1604 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 16:28:53  Mostra Profilo  Bekijk het Skype telefoon adres van Alpa550
kermit ha scritto:

Alpa non capito su cosa dubiti

Io non ho escluso quello che dice Cinghia ossia di orientare diversamente il campo di regata per evitare congestioni di barche al CdR.
Anche il fatto delle regate a vele bianche non l'ho capito.... a RdT partono 5 minuti dopo i classe regata che fanno orientamenti del campo differenti?

Però visto che sei giudice ti domando è lecito non orientare il campo di regata perfettamente al vento?


E' lecito. Anche perchè sarebbe impossibile farlo esattamente orientato rispetto al vento: quale vento?!?! Quello in boa!?!?? Quello in barca comitato?!?!?!
Si dovrebbe cercare di fare un campo senza lati favoriti, almeno fotografandolo al momento della partenza, evitando di rendere la regata monotona. E' cosa difficile e sicuramente durante la regata vi sarà qualcosa che sbilancerà la disposizione del campo... e che rende bello il veleggiare...

A volte un campo con partenza buona in boa... da indicazioni utili su cosa ha letto il comitato... però poi non si sa se ha letto bene


Torna all'inizio della Pagina

kermit
Amico del Forum


Città: Riva di Traiano


11096 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 16:37:49  Mostra Profilo
anonimone ha scritto:

se la corrente #279; perpendicolare al campo la variazione che ti legge lo strumento #279; sulle mure opposte, non su poppa/bolina.

BV

Non ho capito Anonimò, ma già mi dici una cosa che mi suona bene


Torna all'inizio della Pagina

anonimone
Amico del Forum




11798 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 16:45:45  Mostra Profilo
Alpa550 ha scritto:


Si dovrebbe cercare di fare un campo senza lati favoriti, almeno fotografandolo al momento della partenza, evitando di rendere la regata monotona.


#278; scritto da qualche parte nel regolamento od #279; un'indicazione di comportamento data ai giudici??

xchè (a parte salvare la barca del cdr e cercare di invogliare la flotta a distribuirsi sulla linea) la linea di partenza dovrebbe essere perpendicolare al vento reale in partenza .

per come la vedo io è la cosa che conta, se l'aria in boa è 10 gradi ruotata a destra non conta sulla linea (gira costante, salta 100 metri dopo la partenza, salta a 100 metri dalla boa?? come fa il comitato a saperlo?)

il comitato deve capire se la regata ha buone probabilità di avere uno svolgimento regolare o no. in base a questo decide se dare la partenza o no, non se mettere la linea storta di 20 gradi perchè a metà del campo girerà a destra.

diverso invece se il comitato (molto bravo) sa già che durante le operazioni di prepartenza l'aria girerà sulla zona di partenza e posiziona già la linea x il vento previsto al momento del via (magari se aspetta la rotazione prima di posizionare il campo è pure meglio)

opinione personalissima eh!!

BV
Torna all'inizio della Pagina

Alpa550
Amico del Forum


Città: Venezia


1604 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 17:17:13  Mostra Profilo  Bekijk het Skype telefoon adres van Alpa550
Opinione che non condivido pienamente, ma la mia conta poco perchè non amo disporre i campi di regata (infatti le poche volte che lo faccio cerco di fare il CdP e non il CdR).

In ogni caso ogni regata ha condizioni a sè stanti e abbiamo esperienze diverse (chi regata, chi non l'ha mai fatto, chi ha solo studiato sui libri) che ci fanno propendere per alcune scelte rispetto ad altre. Io ti ho solo detto cosa un comitato può o meno valutare durante il suo lavoro.

Il manuale ISAF dice:

The starting line - bias:
Adjusting bias for tidal effect
....
Adjusting start line bias if one side of the course is favoured
....
Factors to consider are: wind shift, wind velocity, Waves, current
.....




Come vedi lo stesso manuale ISAF (spesso non letto dagl'Udr Zonali) dà ottime indicazioni e ti dice quello che ho detto io.
Anche io sono un Udr zonale, ma un regatante un pelo più girovago



Modificato da - Alpa550 in data 21/12/2012 17:36:43
Torna all'inizio della Pagina

kermit
Amico del Forum


Città: Riva di Traiano


11096 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 17:24:05  Mostra Profilo
Mi è venuto un esempio elementare:

Prendiamo una barca che sta nell'oceano, non ha riferimenti, ci sono 10 nodi di vento e 5 di corrente perfettamente orientati e stesso verso.

La barca va a 5 nodi contro vento e corrente (in pratica sta ferma) gli strumenti leggono: 5 nodi di log, 10 di apparente, 5 di reale

Si gira di 180° e va sempre a 5 nodi in questo caso leggiamo:
5 nodi di log, 0 di apparente, 5 nodi di vento reale.

Ok sulla chicca mi sono sbagliato ma si conferma che il reale di bordo è diverso da quello della barca giuria



Modificato da - kermit in data 21/12/2012 17:27:15
Torna all'inizio della Pagina

Stefano Di
Amico del Forum

Città: Livorno


500 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 17:27:24  Mostra Profilo  Bekijk het Skype telefoon adres van Stefano Di
kermit, hai levato un intervento?? (quello della barca a motore nell' oceano)


Torna all'inizio della Pagina

Stefano Di
Amico del Forum

Città: Livorno


500 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 17:28:21  Mostra Profilo  Bekijk het Skype telefoon adres van Stefano Di
ahahaha, ora va bene


Torna all'inizio della Pagina

kermit
Amico del Forum


Città: Riva di Traiano


11096 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 17:33:44  Mostra Profilo
Stefano Di ha scritto:

ahahaha, ora va bene


No, no, avevo fatto i conti male levato e rimesso corretto



Modificato da - kermit in data 21/12/2012 17:35:13
Torna all'inizio della Pagina

Stefano Di
Amico del Forum

Città: Livorno


500 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 17:49:01  Mostra Profilo  Bekijk het Skype telefoon adres van Stefano Di
Regatando, o comunque navigando, in vento e corrente costante l' approccio migliore è considerare come reale quello che bullo chiama "vento di superficie", e kermit chiama "sailing wind" (sailing wind che ci viene indicato costante in qualunque andatura noi stiamo andando).
A questo punto dobbiamo considerare le boe e il battello comitato come se fossero in movimento, cioè come se diventassero un bersaglio mobile e non più fisso, e dobbiamo quindi fare tutte le considerazioni del caso (la rotta per boa diventa per esempio una rotta di riunione a una barca che si muove di moto rettilineo ed uniforme).
Questa piccola complicazione ci regala la semplificazione di poter impostare la conduzione della barca, la tattica e la strategia come se la corrente non ci fosse.
Questo vale se ci basiamo sugli strumenti classici (log e stazione del vento), non interfacciati col gps.


Torna all'inizio della Pagina

Alpa550
Amico del Forum


Città: Venezia


1604 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 17:56:08  Mostra Profilo  Bekijk het Skype telefoon adres van Alpa550
Stefano Di ha scritto:

Regatando, o comunque navigando, in vento e corrente costante l' approccio migliore è considerare come reale quello che bullo chiama "vento di superficie", e kermit chiama "sailing wind" (sailing wind che ci viene indicato costante in qualunque andatura noi stiamo andando).
A questo punto dobbiamo considerare le boe e il battello comitato come se fossero in movimento, cioè come se diventassero un bersaglio mobile e non più fisso, e dobbiamo quindi fare tutte le considerazioni del caso (la rotta per boa diventa per esempio una rotta di riunione a una barca che si muove di moto rettilineo ed uniforme).
Questa piccola complicazione ci regala la semplificazione di poter impostare la conduzione della barca, la tattica e la strategia come se la corrente non ci fosse.
Questo vale se ci basiamo sugli strumenti classici (log e stazione del vento), non interfacciati col gps.


Caspita, più che semplificazione mi sembra di giocare a SpaceInvaders: "non sparare dove sono, ma dove tu pensi io potrò essere tra x secondi"

Fate un pò come volete: l'importante è alla fine che tutti ne escano divertiti.

Ora scappo e vi auguro buone feste


Torna all'inizio della Pagina

Stefano Di
Amico del Forum

Città: Livorno


500 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 18:16:51  Mostra Profilo  Bekijk het Skype telefoon adres van Stefano Di
Operativamente è davvero una enorme semplificazione, mentre concettualmente resta un approccio rigorosissimo.


Torna all'inizio della Pagina

bullo
Amico del Forum

Città: Venezia


3111 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 20:06:30  Mostra Profilo
Kermit non ho capito cosa fa la barca in oceano. Con i dati che hai dato, ammettendo che stringa 40° di reale, prua, 5 nodi di velocità di superficie, non sta ferna ma terrà una rotta effettiva di 120° rispetto al vento e una velocità effettiva di 3,5 nodi, torna indietro. Come fa in poppa a fare 5 nodi con apparente 0 nodi?


Torna all'inizio della Pagina

tiger86
Amico del Forum


Città: Treviso


3370 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 20:15:22  Mostra Profilo
Stefano Di ha scritto:

Regatando, o comunque navigando, in vento e corrente costante l' approccio migliore è considerare come reale quello che bullo chiama "vento di superficie", e kermit chiama "sailing wind" (sailing wind che ci viene indicato costante in qualunque andatura noi stiamo andando).
A questo punto dobbiamo considerare le boe e il battello comitato come se fossero in movimento, cioè come se diventassero un bersaglio mobile e non più fisso, e dobbiamo quindi fare tutte le considerazioni del caso (la rotta per boa diventa per esempio una rotta di riunione a una barca che si muove di moto rettilineo ed uniforme).
Questa piccola complicazione ci regala la semplificazione di poter impostare la conduzione della barca, la tattica e la strategia come se la corrente non ci fosse.
Questo vale se ci basiamo sugli strumenti classici (log e stazione del vento), non interfacciati col gps.

Certo che si, solo che inutile chiamare il vento reale in modo fantasioso, si chiama semplicemente vento vero TW (true wind) e prima diventassimo tutti inglrsi si chiamava vento di superficie.

Se poi vogliamo chiamarlo jolie wind, sailingwind, helmwind, ciupaciupawind, va bene basta capirsi


Torna all'inizio della Pagina

albert
Amico del Forum


Città: San Michele al Tagliamento (VE)


5126 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 20:21:52  Mostra Profilo
kermit ha scritto:



Ok sulla chicca mi sono sbagliato


.....evabbè......per questa volta ti sei risparmiato il castigo....

Volevo chiederti una cortesia, così non prendiamo dei brutti vizi: sulla barca che fa da allineamento e dà i segnali c'è il comitato di regata, dunque chiamala barca comitato.

Le barche giuria sono quelle con la J a riva che girano per il campo di regata per accertare eventuali infrazioni alle regole......

Ciao


Torna all'inizio della Pagina

TestaCuore
Amico del Forum


Città: salerno


3628 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 21:07:15  Mostra Profilo
Ripeto la domanda non avendo ricevuto risposta :
ho banale strumentazione Raymarine che mi da indicazioni sulla corrente (come credo tutte), ma non ho mai capito come funziona. chi sa spiegarlo?


Torna all'inizio della Pagina

tiger86
Amico del Forum


Città: Treviso


3370 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 21:37:12  Mostra Profilo
albert ha scritto:

kermit ha scritto:



Ok sulla chicca mi sono sbagliato


.....evabbè......per questa volta ti sei risparmiato il castigo....

Volevo chiederti una cortesia, così non prendiamo dei brutti vizi: sulla barca che fa da allineamento e dà i segnali c'è il comitato di regata, dunque chiamala barca comitato.

Le barche giuria sono quelle con la J a riva che girano per il campo di regata per accertare eventuali infrazioni alle regole......

Ciao


Torna all'inizio della Pagina

albert
Amico del Forum


Città: San Michele al Tagliamento (VE)


5126 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 22:52:43  Mostra Profilo
TestaCuore ha scritto:

Ripeto la domanda non avendo ricevuto risposta :
ho banale strumentazione Raymarine che mi da indicazioni sulla corrente (come credo tutte), ma non ho mai capito come funziona. chi sa spiegarlo?


Il software dello strumento fa la differenza tra il vettore definito da sog e cog (da gps) e quello definito da BS e Heading (da elichetta e bussola elettronica): il risultato è il vettore corrente ( definito da velocità e direzione).

Solo le strumentazioni in cui i dati gps sono interfacciati con quelli rilevati dai trasduttori sono in grado di farlo.....


Torna all'inizio della Pagina

TestaCuore
Amico del Forum


Città: salerno


3628 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 22:56:14  Mostra Profilo
Quindi, dove c'è segnalato il vettore corrente vuol dire che si ha il vero vento reale, giusto?


Torna all'inizio della Pagina

albert
Amico del Forum


Città: San Michele al Tagliamento (VE)


5126 Messaggi

Inserito il - 21/12/2012 : 23:33:25  Mostra Profilo
TestaCuore ha scritto:

Quindi, dove c'è segnalato il vettore corrente vuol dire che si ha il vero vento reale, giusto?


Non ho avuto molte occasioni di regatare con i Raymarine, dunque non li conosco bene, ma quando sono salito su una barca da crociera a provare le vele a Monfalcone in un giorno di bora e c'erano su i Raymarine appena usciti.......quando ho letto sul multi funzione: "vento di terra 25 kn", dopo un attimo di perplessità in cui ho pensato "come hanno fatto a interfacciare gli strumenti col plotter per sapere che il vento viene da terra?", ho capito che quella era la traduzione maccheronica di "Wind over ground"......che non è il vento reale che interessa a chi naviga....... se c'è scritto TWS e TWA, quelli sono i dati elaborati relativi al vento reale o di superficie (liquida).



Torna all'inizio della Pagina

TestaCuore
Amico del Forum


Città: salerno


3628 Messaggi

Inserito il - 22/12/2012 : 00:14:56  Mostra Profilo
Si, infatti, chi ho messo due anni per capire cosa significasse


Torna all'inizio della Pagina

rob
Amico del Forum


Città: Lorient


7536 Messaggi

Inserito il - 22/12/2012 : 01:03:44  Mostra Profilo

un esempio pratico senza "dipende" ? allora si hanno tutti questi strumenti, polari e tutto

vento da N, 10 nodi reale (misurato su una boa ), bello fisso non oscilla di direzione né varia di velocità

boa di partenza esattamente sottovento a boa arrivo, mettiamo 5 miglia


polari dell'Hanse mostrato prima, o di un'altra barca


partenza ore 1000, dalle 1000 alle 1100 corrente 2 nodi verso 135°, dalle 1100 in poi 2 nodi verso 180°


che rotta fare ?



Modificato da - rob in data 22/12/2012 01:04:43
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 3 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva

 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Amici Della Vela © Amici Della Vela Torna all'inizio della Pagina
Pagina generata in 1,36 secondi. Herniasurgery.it Snitz.it | Snitz Forums 2000 |