I Forum di Amici della Vela

Versione completa: Passerella antiscivolo
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Ciao a tutti, vorrei vetroresinare e gelcoattare la mia passerella in legno.
Essendo totalmente neofita di "fai da te nautico", vorrei qualche consiglio su come realizzare l'antiscivolo in fase di gelcoattatura (almeno penso che sia in questa fase che si debba procedere).

Grazie in anticipo per i consigli

Daniele
lavoro inutile e costoso, rende il manufatto pesante

io ho fatto la passerella tagliando un'asse di legno da 4 metri (misura commerciale), spessore 4 cm, in due pezzi (così ne ho uno di scorta, cioè due passerelle)

trattamento a più mani con impregnante (colorato come si vuole)

sul lato di calpestio (superiore) ho successivamente steso un prodotto plastico granuloso (è lo stesso che si usa per le passerelle "acqua alta" a Venezia), duraturo e assolutamente anti-scivolo

per non farmi mancare nulla, sul lato "banchina", di sotto, due rotelle acquistate in ferramenta, in modo da farla scorrere e non strisciare .. sul lato "barca" 2 fori per legarla, eventuale smussatura per appoggio su tendipaterazzo ..

costo totale (legno + impregnante + rivestimento plastico + rotelle) circa 15 EURO per pezzo (30 euro totali per i due pezzi), lavoro: 3 ore totali per le due passerelle ..

una passerella così fatta dura almeno 5-6 anni, anche di più .. poi si butta, si prende l'altra conservata a casa ed è nuova, altri anni di buon lavoro ..
(11-10-2021 22:01)lucianodb Ha scritto: [ -> ]lavoro inutile e costoso, rende il manufatto pesante

io ho fatto la passerella tagliando un'asse di legno da 4 metri (misura commerciale), spessore 4 cm, in due pezzi (così ne ho uno di scorta, cioè due passerelle)

trattamento a più mani con impregnante (colorato come si vuole)

sul lato di calpestio (superiore) ho successivamente steso un prodotto plastico granuloso (è lo stesso che si usa per le passerelle "acqua alta" a Venezia), duraturo e assolutamente anti-scivolo

per non farmi mancare nulla, sul lato "banchina", di sotto, due rotelle acquistate in ferramenta, in modo da farla scorrere e non strisciare .. sul lato "barca" 2 fori per legarla, eventuale smussatura per appoggio su tendipaterazzo ..

costo totale (legno + impregnante + rivestimento plastico + rotelle) circa 15 EURO per pezzo (30 euro totali per i due pezzi), lavoro: 3 ore totali per le due passerelle ..

una passerella così fatta dura almeno 5-6 anni, anche di più .. poi si butta, si prende l'altra conservata a casa ed è nuova, altri anni di buon lavoro ..
Grazie mille per l aiuto.
Impregnate e plastico granuloso lo hai preso on line? Non è che hai il link più che altro del secondo?
(11-10-2021 22:04)danielebardi Ha scritto: [ -> ]Grazie mille per l aiuto.
Impregnate e plastico granuloso lo hai preso on line? Non è che hai il link più che altro del secondo?

l'impregnante lo compri in qualsiasi negozio di colori

il rivestimento plastico forse anche (chiedi sempre al negozio di colori, se è un colorificio possono fartelo loro o insegnarti come si fa)

io sono andato bene perchè nel paese dove abito c'è la fabbrica che fornisce il granulato al Comune di Venezia, un barattolo da un paio di kg. e spalmi quante passerelle vuoi ..
(11-10-2021 22:11)lucianodb Ha scritto: [ -> ]l'impregnante lo compri in qualsiasi negozio di colori

il rivestimento plastico forse anche (chiedi sempre al negozio di colori, se è un colorificio possono fartelo loro o insegnarti come si fa)

io sono andato bene perchè nel paese dove abito c'è la fabbrica che fornisce il granulato al Comune di Venezia, un barattolo da un paio di kg. e spalmi quante passerelle vuoi ..
Ok se magari mi mandi il link del negozio vedo se mi sanno dire come si chiama questo Granulato così provo a vedere dove lo vendono
https://www.isolcem.com/

(posso magari procurartelo io)
(11-10-2021 22:18)lucianodb Ha scritto: [ -> ]https://www.isolcem.com/

(posso magari procurartelo io)
Dovrebbe essere Rain Blindo Mare
esattamente, è proprio quello
(11-10-2021 22:01)lucianodb Ha scritto: [ -> ]lavoro inutile e costoso, rende il manufatto pesante

io ho fatto la passerella tagliando un'asse di legno da 4 metri (misura commerciale), spessore 4 cm, in due pezzi (così ne ho uno di scorta, cioè due passerelle)

trattamento a più mani con impregnante (colorato come si vuole)

sul lato di calpestio (superiore) ho successivamente steso un prodotto plastico granuloso (è lo stesso che si usa per le passerelle "acqua alta" a Venezia), duraturo e assolutamente anti-scivolo

per non farmi mancare nulla, sul lato "banchina", di sotto, due rotelle acquistate in ferramenta, in modo da farla scorrere e non strisciare .. sul lato "barca" 2 fori per legarla, eventuale smussatura per appoggio su tendipaterazzo ..


Esattamente quello che ho fatto anch'io, rotelline comprese. Solo che avevo in casa un fondo di barattolo di una vernice antiscivolo, e l'ho data sul lato superiore della passerella.
Potrebbe andar bene anche una vernice bicomponente tipo Gel gloss veneziani, ma anche altre, sulla quale spargi polvere di pietra pomice o sabbia, in fase di asciugatura.
o addirittura mescolare polvere antisdrucciolo alla vernice impregnante, da passare in secondo momento sul lato di calpestio
Ancora più facile...strisce di nastro antiscivolo trasparente TESA...
(12-10-2021 23:35)marmar Ha scritto: [ -> ]Ancora più facile...strisce di nastro antiscivolo trasparente TESA...

sicuramente più costoso, e poi non è sicuro che rimangano in loco a lungo

(le ho usate in passato, ma preferisco spalmare tutta la passerella con antiscivolo)
Io ho preso una tavola di larice e non ho fatto nessun trattamento. E' vero che l'adopero poco ma è sempre esposta da almeno 15 anni di cui 5 in laguna e gli altri in Grecia.
(14-10-2021 08:47)Moody Ha scritto: [ -> ]Io ho preso una tavola di larice e non ho fatto nessun trattamento. E' vero che l'adopero poco ma è sempre esposta da almeno 15 anni di cui 5 in laguna e gli altri in Grecia.

Il larice è noto per la sua resistenza all'acqua e altri agenti. In mancanza d'altro (e poca simpatia per i ruvidi antisdruccioli in vendita) avevo rivestito la mia tavola con una tela blu di un vecchio cagnaro. Apprezzatissima dalle signore per poterci camminare a piedi nudi e assolutamente antisdrucciolo, sia bagnata che asciutta. Dopo molti anni, un po' scolorita a forza di sole e sale, ancora resiste.87
L’antiscivolo si crea semplicemente verniciando il piano di calpestio con una vernice non troppo fluida (o anche resina) alla quale aggiungere (mescolandolo) un inerte granuloso. In commercio se ne trovano tanti normalmente in materiale plastico (es. Veneziani Antiskid Powder, Stoppani additivo antisdrucciolo e simili di altre marche). Io l’ho usato anche per la mia tavola da SUP e non sono mai scivolato, neppure a piedi nudi
Nelle vecchie barche e sulle tavole da surf si usava anche polvere di silice o quarzo (es. Prochima - Quarzo Antisdrucciolo) o anche della banalissima sabbia asciutta raccolta sulla spiaggia e passata ad un setaccio molto fine. ovviamente queste sono più pesanti
URL di riferimento