I Forum di Amici della Vela
VHF + DSC + MMSI - SRC - Versione stampabile

+- I Forum di Amici della Vela (https://forum.amicidellavela.it)
+-- Forum: TECNICA E MANUTENZIONE (/forumdisplay.php?fid=12)
+--- Forum: Elettricita' ed Elettronica (/forumdisplay.php?fid=15)
+--- Discussione: VHF + DSC + MMSI - SRC (/showthread.php?tid=84022)

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - suzukirf600 - 24-10-2019 10:30

(21-10-2019 12:13)Casper Ha scritto:  Devi considerare che tutto questo sistema è a servizio di chi sta in mare, che nella stragrande maggioranza dei casi è gente che in mare ci lavora; noi diportisti siamo una piccola parte, e per come la vedo io siamo fortunati a poter contare su un sistema di allarme e soccorso che copre paraticamente tutto il globo.

Io capisco la tua posizione. Ma continuo a pensarla diversamente, almeno per il diporto.
Se è un dispositivo salvavita deve avere l'obiettivo di essere utilizzabile nel modo piu' semplice possibile per CHIUNQUE.
Ad esempio l'allarme antincendio in un ospedale... puo' essere attivato da chiunque. Certo che un falso allarme crea un bel casino!
Ma non ci vuole la patente per rompere il vetro e pigiare il tasto. Ecco il distress del DSC (in caso di mayday) dovrebbe essere una cosa simile...

By the way... il mio punto di vista è sterile... nel senso che non sono il legislatore...
Pero' mi scoccia noleggiare una barca... e non avere il dsc perche' giustamente l'armatore non lo attiva non sapendo se chi noleggia avrà il famoso src.
E se lo avesse... non poterlo usare perche' troppo complicato tanto da avere bisogno di un corso...


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - IanSolo - 24-10-2019 11:04

Suzukirf600,
Non e' vero che sia "troppo complicato", consente semplicemente molte piu' funzioni di quelle che pensi ed e' bene conoscerle per poterle utilizzare come si conviene: nel senso che non e' una semplice chiamata "distress" per la quale c'e' l'EPIRB apposta (e se vuoi una cosa automatica e semplicissima ti basta quello), si possono selezionare numerosi tipi di richiesta di intervento (affondamento, avarie, fuoco, persona con problemi di salute, ecc.) con diversi livelli di urgenza (Mayday, PanPan, ecc.) e vari altri tipi e livelli di segnalazione che possono essere utili ad altri. E' talmente facile l'apprendimento che ad una normalmente volonterosa persona basta mezza giornata per apprenderne le funzioni base (i citati corsi "RYA", teoria, normativa, esercizi pratici ed esame compreso fanno tutto in giornata e riescono a dare una preparazione adeguata).


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - rob - 24-10-2019 13:12

Giusto per precisare un'ennesima volta, non c'è nessun bisogno di certificato operatore (patente) per inviare un distress.Viceversa, in caso di abuso/uso illecito o improprio del sistema, l'assenza del certificato è considerata aggravante.
È stabilito a livello internazionale dalle Radio Regulations dell'ITU, punto 4.9, Articolo 4

4.9 No provision of these Regulations prevents the use by a station in distress, or by
a station providing assistance to it, of any means of radiocommunication at its disposal to attract
attention, make known the condition and location of the station in distress, and obtain or provide
assistance.

bv r


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - enio.rossi - 24-10-2019 13:26

(24-10-2019 13:12)rob Ha scritto:  non c'è nessun bisogno di certificato operatore (patente) per inviare un distress.

bv r

Beh, se è così e non ho motivo di non crederlo, la cosa è molto più razionale e posso inserire il mio MMSI. Ho però il dubbio su come possa interpretare questa cosa l'autorità italiana. Buon pranzo!


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - Luciano53 - 24-10-2019 13:27

(24-10-2019 13:12)rob Ha scritto:  Giusto per precisare un'ennesima volta, non c'è nessun bisogno di certificato operatore (patente) per inviare un distress.Viceversa, in caso di abuso/uso illecito o improprio del sistema, l'assenza del certificato è considerata aggravante.
È stabilito a livello internazionale dalle Radio Regulations dell'ITU, punto 4.9, Articolo 4

4.9 No provision of these Regulations prevents the use by a station in distress, or by
a station providing assistance to it, of any means of radiocommunication at its disposal to attract
attention, make known the condition and location of the station in distress, and obtain or provide
assistance.

bv r

Quindi si conferma che se si schiaccia il distress in caso di pericolo vero, non si viola nulla anche in assenza di brevetto.
Se si ha avuto cura di studiare la procedura su uno manuali online disponibili è meglio.
il problema può sorgere che "qualcuno" schiaccia il bottone per gioco, perché allora iniziano i guai.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - enio.rossi - 24-10-2019 13:47

(24-10-2019 13:27)Luciano53 Ha scritto:  Quindi si conferma che se si schiaccia il distress in caso di pericolo vero, non si viola nulla anche in assenza di brevetto.
Se si ha avuto cura di studiare la procedura su uno manuali online disponibili è meglio.
il problema può sorgere che "qualcuno" schiaccia il bottone per gioco, perché allora iniziano i guai.

Va beh, ma anche se uno "per gioco" sfila il log dal suo buco o stacca l'autopilota, fa danni e che danni.....Sono questioni di disattenzione o pirlaggine difficilmente ovviabili anche con i più rigorosi brevetti


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - Luciano53 - 24-10-2019 13:51

(24-10-2019 13:47)enio.rossi Ha scritto:  Va beh, ma anche se uno "per gioco" sfila il log dal suo buco o stacca l'autopilota, fa danni e che danni....

Certo, ma un tastino rosso bene in vista può essere un irresistibile richiamo, ad esempio per un bambino.
Non credo che un bambino si infili sotto ad un pagliolo per sfilare il log.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - enio.rossi - 24-10-2019 14:25

Non vorrei aprire un battibecco, tantomeno con Luciano, ma io sono contrario alle troppe regolamentazioni di tutto che di fatto deresponsabilizzano chi invece responsabile dovrebbe esserlo. Questo per dire che, anche se hai un brevetto SRC un irresponsabile (sia bambino, sia adulto) è difficile da tenere sotto controllo. Tuttalpiù, se il rischio è la troppa facilità del pigiamento di un tastino, si blocchi il tastino con una chiave, ma non imponendo un esame, A ROMA, allo skipper della barca. Comunque, quanto sopradetto, significa che l'esame non è indispensabile?


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - rob - 24-10-2019 14:40

Fra le cose che ripetono ai corsi, cosa sia un Mayday: pericolo grave e immediato per la vita o la barca e richiesta di assistenza immediata.
Uno che schiaccia il bottone rosso perché ha finito la benzina ed è fermo in bonaccia senza alcun tipo di pericolo, chiaro gli si può contestare l'allarme ingiustificato, aggravato dalla mancanza di certificato operatore. Se uno ha fatto o si è letto il contenuto del corso, l'idea che esista un Cancel Mayday e un minimo di rimembranza di procedura non dovrebbe essergli troppo estranea.

Però si parla unicamente di Distress: per tutte le altri funzioni DSC (chiamate individuali, chiamate all stations, eccetera) il certificato operatore ci deve essere.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - Luciano53 - 24-10-2019 14:42

Enio, intendevo che se capita una accensione indesiderata, nel caso di soggetto abilitato è possibile un annullamento dell'allarme senza conseguenze. Se accade senza SRC, probabile che si passi qualche guaio.
Comunque è ITU che stabilisce le regole.
Diverso il discorso della procedura per ottenere il SRC che in Italia é scandaloso.
Tuttavia, come detto, c'è il RYA che fa gli SRC in giornata presso molto circoli.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - rob - 24-10-2019 14:47

Fra le varie considerazioni, aggiungerei che andando in mare in teoria si dovrebbe cercare di aiutarsi gli uni con gli altri, quindi non preoccuparsi unicamente di come gli altri possano venire a salvare noi, ma anche come poter noi aiutare gli altri o comunque contribuire alla sicurezza generale. Come usare una radio se si sente una richiesta di aiuto, se l'mrcc non riceve bene il segnale, per segnalare di aver visto cento metri di rete abbandonati in mare, per segnalare di aver visto un razzo, per dire che per esempio il bollettino in ricezione e' quello del giorno prima o della zona sbagliata, eccetera eccetera.
Come ci si sentirebbe se fossimo noi ad avere bisogno, e nell'unica barca in prossimità stessero tutti facendo gli struzzi con radio spenta "tanto non abbiamo bisogno di niente" o esitando a rispondere facendo finta di niente per timore di beccarsi la multa? Smiley30


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - enio.rossi - 24-10-2019 15:08

(24-10-2019 13:27)Luciano53 Ha scritto:  Quindi si conferma che se si schiaccia il distress in caso di pericolo vero, non si viola nulla anche in assenza di brevetto.
Se si ha avuto cura di studiare la procedura su uno manuali online disponibili è meglio.

Questo significa che io posso inserire nel VHF il mio MMSI belga, anche senza aver preso brevetto? Sia con bandiera belga che italiana? Se è così lo faccio subito.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - IanSolo - 24-10-2019 16:10

Facciamo un po' di chiarezza:
- anche se le Radio Regulations dell'ITU, punto 4.9, Capitolo 4 consentono a chiunque sia in stato di necessita' di inviare una richiesta di soccorso anche senza titoli per farlo preciso che il punto cui si fa' riferimento e' parte del Capitolo che si occupa dell'allocazione delle frequenze radio (ossia del loro corretto uso) ma NON si riferisce specificamente all'argomento di cui si sta' parlando, non ha quindi relazione diretta con l'uso della chiamata automatica "distress" del sistema DSC.
E' comunque corretto che, impossibilitato o assente l'operatore della stazione una qualunque persona sia autorizzata in caso di necessita' ad effettuare chiamate di emergenza (e questo vale CON QUALSIASI SISTEMA SU QUALSIASI FREQUENZA).
- Poiche' l'apparato VHF DSC e' in grado di effettuare anche chiamate "selettive" o "generali" in automatico con sistema di chiamata digitale ne consegue che sia necessario conoscerne le modalita' prima della loro attivazione (che viene eseguita inserendo il codice MMSI). E' conseguenza logica che quindi a bordo debba essere presente un operatore edotto di tali modalita' quando la funzione e' attivata.
- E' chiaro che disponendo di un codice MMSI valido per il mezzo su cui si sta' navigando non si commette alcuna violazione se nel momento di pericolo si inserisce tale codice (richiede pochi secondi) e si lancia la richiesta di soccorso ma, al contrario, e' scorretto (e in molti Paesi perseguibile) inserirlo prima se non e' presente a bordo un operatore a conoscenza delle procedure.
- Ricordo infine che il Canale 16 del VHF e' comunque sempre monitorato dalle Stazioni Costiere e dalla quasi totalita' delle navi ed utilizzabile per le chiamate d'emergenza.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - rob - 24-10-2019 17:38

La non necessità del certificato operatore per il distress è ripetuta anche nelle "General Provisions" che si applicano ai settori radiomarittimo, radioaeronautico e mobile terrestre. In particolare marittimo i capitoli successivi riguardano anche il dsc.

30.1 § 1 This Chapter contains the provisions for the operational use of the global
maritime distress and safety system (GMDSS), whose functional requirements, system elements
and equipment carriage requirements are set forth in the International Convention for the Safety of
Life at Sea (SOLAS), 1974, as amended. This Chapter also contains provisions for initiating
distress, urgency and safety communications by means of radiotelephony on the frequency
156.8 MHz (VHF channel 16). (WRC-07)

30.2 § 2 No provision of these Regulations prevents the use by a mobile station or a
mobile earth station in distress of any means at its disposal to attract attention, make known its
position, and obtain help (see also No. 4.9).


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - IanSolo - 24-10-2019 22:25

Poiche' non posso pensare (e sono certo che concordi su questa affermazione) che un ente serio come l'ITU possa prescrivere cose in contrasto con le sue stesse regole invito a leggere gli "ARTICLE 36" e "ARTICLE 37" dello stesso regolamento dove si prescrive che il controllo della stazione deve essere affidato ad un operatore munito di idoneo Certificato. I commi cui ti riferisci dicono semplicemente che "non e' interdetto (e si sottintende a tutti) l'uso di una stazione sia essa mobile o fissa in caso di necessita' per emergenza" ma NON DICONO ASSOLUTAMENTE che la stazione possa essere normalmente gestita da operatore senza certificazione corrispondente alla tipologia della stazione stessa: ovvero la stazione DEVE essere normalmente operata da o sotto la responsabilita' di un addetto avente abilitazione attestante idonei requisiti, tuttavia in sua assenza o impossibilita' ad intervenire e' concesso a chiunque di attivare le procedure di emergenza opportune quando necessario.
In sintesi se la stazione e' idonea ad operare in DSC (ovvero con MMSI inserito) ci deve essere un responsabile (operatore) munito di corrispondente abilitazione e questo vale in tutti i casi in cui non sia presente una situazione di emergenza, solo in caso di grave necessita' e' consentito derogare da quanto prescritto effettuando una chiamata anche senza avere titolo idoneo o abilitare le funzioni DSC (introducendo MMSI) se necessario per attivare la chiamata automatica.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - spinner - 30-10-2019 17:21

(24-10-2019 11:04)IanSolo Ha scritto:  Suzukirf600,
Non e' vero che sia "troppo complicato", consente semplicemente molte piu' funzioni di quelle che pensi

La chiamata selettiva è nata sulle nostre radio, in origine usando i toni DTMF, figurati se non posso pensare alle limitate funzioni di chiamata previste dal sistema nautico.

La mia critica non è all'esame di per se ma alla complessità dell'ottenimento dello stessa abilitazione. Perfino per ottenere il patentino senza esami va affrontata una odissea di bolli e carte, e tempi di attesa, assolutamente inconcepibili.

Queste cose in Italia devono cambiare tanto più che poi scopri che chi ha il "titolo" spesso non opera in modo corretto, e vale anche per le patenti, basta vedere che ti combinano alcuni "comandanti" in giro per il mare.

Quindi personalmente, pur super titolato come esperienza, detto esame non lo farò mai e non programmo quindi il VHF. Userò le mie radio od i sistemi concessi, Ricordo che ne esistono di privati che consentono anche risparmi sulle polizze assicurative come il Nautisat 24.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - spinner - 30-10-2019 17:23

(24-10-2019 13:12)rob Ha scritto:  Giusto per precisare un'ennesima volta, non c'è nessun bisogno di certificato operatore (patente) per inviare un distress.Viceversa, in caso di abuso/uso illecito o improprio del sistema, l'assenza del certificato è considerata aggravante.
È stabilito a livello internazionale dalle Radio Regulations dell'ITU, punto 4.9, Articolo 4

4.9 No provision of these Regulations prevents the use by a station in distress, or by
a station providing assistance to it, of any means of radiocommunication at its disposal to attract
attention, make known the condition and location of the station in distress, and obtain or provide
assistance.

bv r

Ok, ed è anche giusto e logico. il titolare peraltro della patente potrebbe essere disperso. Ma .. esiste un enorme MA:

>>Certificato limitato di radiotelefonista per navi senza esami:


è idoneo per l'impiego stazioni di bordo con potenza non superiore ai 60 watt, installate su navi di stazza lorda inferiore a 150 tonnellate che non impiegano la chiamata selettiva digitale (DSC - Digital Selective Call)
Questo significa che è possibile utilizzare apparati sia VHF che MF/HF muniti di funzioni DSC (in genere tutti quelli prodotti dopo il 1999) purchè tali funzioni non siano "attivate", ossia non sia stato memorizzato il codice MMSI della nave. Per poter utilizzare gli stessi apparati con funzioni DSC attivate è necessario ottenere un Certificato generale o limitato di operatore G.M.D.S.S..
L'uso di E.P.I.R.B. o di A.I.S. è invece consentito anche con il solo Certificato limitato di operatore radiotelefonista per navi con e senza esami in quanto il loro impiego non richiede conoscenze sul GMDSS.<<

Ovvero NON si può inserire il codice nel VHF se nessuno a bordo può dimostrare di avere la patente. Il problema quindi è:

Come lo usi, pur non abilitato, se non puoi inserire il codice MMSI ?

Confermo che sia una follia la burocrazia che limita questo punto. Ti danno licenza VHF anche senza sapere se sai accenderla e non ti permettono di programmare il salvavita (che è quasi automatico) ?

Qualcosa non quadra. Dubito che la ITU sia d'accordo su questo altrimenti quel punto 4.9 sarebbe assurdo. La norma va cambiata oppure semplificata la procedura per ottenere detto permesso a salvarsi ed è folle vietare l'inserimento del codice MMSI in una radio salvavita che non usa direttamente neppure il sistema satellitare con tanto di minacce e perfino di manette.

(24-10-2019 15:08)enio.rossi Ha scritto:  Questo significa che io posso inserire nel VHF il mio MMSI belga, anche senza aver preso brevetto? Sia con bandiera belga che italiana? Se è così lo faccio subito.

In Italia no. Con altre bandiere forse si può. Le procedure per il VHF sono meno complicate.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - IanSolo - 30-10-2019 19:27

Quando fai richiesta di Certificato Senza Esami dichiari nel modulo sotto la tua responsabilita' che sai utilizzare l'apparato e ne conosci le procedure minime per il suo impiego, infatti affermi "di possedere le conoscenze pratiche e generali e le attitudini richieste dal regolamento internazionale delle radiocomunicazioni, contenute nell'estratto facente parte del Decreto Ministeriale 10/8/65, pubblicato sulla G.U. n. 228 del 10/9/65" tanto basta per il livello base ma e' comunque una dichiarazione con serie implicazioni cui non tutti fanno attenzione. Quanto detto con riferimento a questo documento: [hide] https://www.mise.gov.it/images/stories/moduli/rtf-rev.pdf [/hide]


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - rob - 30-10-2019 20:11

quindi se per esempio io prendo a noleggio una barca in Italia, con tutta probabilita' la radio non avra' codificato l MMSI perche' la lasciano cosi' in modo da non far rischiare la multa a eventuali noleggianti senza certificato ?


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - IanSolo - 30-10-2019 22:09

Cosi' dovrebbe essere e mi risulta che analogo problema ci sia in qualche altro Paese dove pero' fare il corso e l'esame e' molto piu' semplice e veloce.