I Forum di Amici della Vela
VHF + DSC + MMSI - SRC - Versione stampabile

+- I Forum di Amici della Vela (https://forum.amicidellavela.it)
+-- Forum: TECNICA E MANUTENZIONE (/forumdisplay.php?fid=12)
+--- Forum: Elettricita' ed Elettronica (/forumdisplay.php?fid=15)
+--- Discussione: VHF + DSC + MMSI - SRC (/showthread.php?tid=84022)

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - kavokcinque - 30-10-2019 23:11

enio.rossi Ha scritto:
Questo significa che io posso inserire nel VHF il mio MMSI belga, anche senza aver preso brevetto? Sia con bandiera belga che italiana? Se è così lo faccio subito.

In Italia no. Con altre bandiere forse si può. Le procedure per il VHF sono meno complicate.


Non mi è chiaro:ho bandiera belga e la licenza radio belga completa di codice mmsi
Ho il certificato limitato di rdt italiano.
Posso inserire il codice sul vhf e sul trasponder?
Se non posso e li insrisco chi potrebbe controllare che lo ho inserito e quale sanzione potrebbe comminarmi?
Se non posso e ho la disgrazia di doverlo usare della sanzione poi me ne importerebbe 0,0


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - IanSolo - 31-10-2019 08:21

(24-10-2019 15:08)enio.rossi Ha scritto:  Questo significa che io posso inserire nel VHF il mio MMSI belga, anche senza aver preso brevetto? Sia con bandiera belga che italiana? Se è così lo faccio subito.
No, e' illegale in tutti i Paesi non avere la corrispondenza fra registrazione del codice e bandiera: codice belga su mezzo di bandiera italiana e' come esporre una bandiera fasulla! E' una cosa che fanno i pirati..


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - spinner - 01-11-2019 02:59

(30-10-2019 19:27)IanSolo Ha scritto:  Quando fai richiesta di Certificato Senza Esami dichiari nel modulo sotto la tua responsabilita' che sai utilizzare l'apparato e ne conosci le procedure minime per il suo impiego,

Si .. on off .. la stragrande maggioranza di chi ha tale licenza non sa neppure che siano le onde stazionarie. Usano tutti sempre la potenza massima quando invece di default andrebbe usata la minima. Poi non essendoci possibilità di verifica e controllo chi potrebbe contestare quanto dichiari ?
Alla stessa stregua potrebbe valere per la chiamata selettiva.

Quando ho fatto il mio esame, oltre a dover imparare a trasmettere e ricevere il CW (morse) ho dovuto sostenere un esame molto tecnico su conoscenza di apparati, componenti, antenne e varie frequenze. La procedura e normativa era una minima e elementare parte. Il corso per affrontarlo è durato 6 mesi !! e partivo da già "esperto". Solo imparare il morse pur a 40 cm assicuro che non era un gioco da ragazzi, e poi i vari codici Q

Ora che ad un Radioamatore non venga concessa di default l'autorizzazione per lo meno limitata è un insulto.

Dopo questa considerazione credo che invece per ottenere la licenza anche limitata dovrebbe esserci un esame fatto nel luogo di residenza, per chi non abbia altri titoli superiori, non tecnico ma sulle procedure che includano anche il GMDSS. Semplice ma essenziale a chi non ha idea di cose significhi trasmettere nell'etere. Anzi lo stesso potrebbe essere incluso insieme al rilascio della patente illimitata.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - spinner - 01-11-2019 03:10

(30-10-2019 23:11)kavokcinque Ha scritto:  Non mi è chiaro:ho bandiera belga e la licenza radio belga completa di codice mmsi
Ho il certificato limitato di rdt italiano.
Posso inserire il codice sul vhf e sul trasponder?

Il codice MMSI deve essere rilasciato dal'autorità Belga e va verificato se la loro normativa consenta l'inserimento o meno nel VHF e/o a che condizioni. L'italiana lo nega.

PS ho verificato. Il Beglio vuole un esame per la licenza del VHF che abilita anche ad MMSI quindi tu non puoi usare neppure il VHF altro che MMSI .. ovviamene il certificato italiano non vale.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - IanSolo - 01-11-2019 11:21

(01-11-2019 03:10)spinner Ha scritto:  PS ho verificato. Il Beglio vuole un esame per la licenza del VHF che abilita anche ad MMSI quindi tu non puoi usare neppure il VHF altro che MMSI .. ovviamene il certificato italiano non vale.
Un po' di chiarezza:
1) - Il Certificato Limitato senza esami rilasciato in Italia vale solo su barche battenti bandiera italiana aventi stazione con VHF non operante DSC (ovvero con MMSI non inserito), per altri Paesi vale la loro normativa che non conosco ed e' opportuno informarsi (qualche Paese non richiede certificato, qualcuno lo rilascia senza esami come in Italia e qualcuno vuole almeno il superamento di un esame molto elementare).
2) - La norma ITU prescrive a livello internazionale che un ricetrasmettitore dotato di funzioni DSC (con MMSI inserito) sia operato/gestito da un operatore abilitato munito almeno di Short Range Certificate (SRC) rilasciato con esame.
3) - Il Certificato rilasciato con esame ha validita' internazionale e non importa quindi quale sia il Paese presso il quale si e' sostenuto l'esame, unica limitazione (che pero' non tocca i diportisti) e' per la conversione nazionale di Certificati ad uso professionale che talora alcuni Paesi consentono solo con esame integrativo non considerando sufficiente il livello di preparazione accettato presso altri.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - Luciano53 - 01-11-2019 12:20

Non ho con me la licenza ma mi sembra di ricordare che sul tesserino non sia scritto "senza esami" ma solo "licenza limitata" intesa per tonnellaggio nave e potenza trasmissione.
Naturalmente una nave da guerra belga, ammesso che esista, potrebbe contestare qualcosa, forse, ma non è detto se il MMSI non è memorizzato.
Questa nostra licenza (limitata) è accettata da tutti i paesi che io sappia, ancor più dall'Italia che non è tenuta ad applicare la normativa di un altro paese.
Quindi, almeno secondo me, possiamo stare più che tranquilli con la nostra licenza limitata.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - IanSolo - 01-11-2019 16:12

Luciano, e' proprio la definizione "Limitato" l'attributo di quel tipo di Certificato che per l'Italia lo definisce concesso senza esami. Ben diversa e' la questione in Belgio dove lo "INSTITITUT BELGE DES SERVICES POSTAUX ET DES TELECOMMUNICATIONS" prevede che il livello minimo per l'uso del VHF sia un Certificato definito "Certificat restreint d'opérateur radiotéléphoniste (VHF)" conseguito con un semplicissimo esame (domande a risposta multipla da spuntare) come qui descritto in un documento ufficiale [hide] https://www.bipt.be/public/files/fr/1608/1848_fr_exreglem-fr.pdf [/hide] : in pratica ci possono essere dubbi sulla regolarita' del nostro Certificato Limitato su un mezzo battente bandiera belga..
Il tutto con riferimento al documento del link nelle sezioni "A" punti 3 - 5.5 - 6 (in questo ultimo punto viene definita una validita' di 5 anni rinnovabile a pagamento), "B" punto 4 ed "Annexe 5". La cosa si complica per la navigazione nelle loro acque interne (canali) ma non e' il caso comune del diportista italiano. Il nostro Certificato Limitato e' accettato da tutti i Paesi quando su barca battente la nostra bandiera, negli altri casi temo ci sia da informarsi.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - Luciano53 - 01-11-2019 17:24

Però negli altri paesi non possono intuire il significato italico di "limitato", soprattutto quando apparentemente i limiti indicati in licenza sono tonnellaggio e potenza trasmissione.
Di fatto paesi come la Croazia e mi pare di capire anche la Slovenia accettano la nostra licenza, qualora richiesta dalla CP (non capita quasi mai)
La irregolarità sarebbe per le autorità belghe ma, come sappiamo, un controllo da parte loro è praticamente impossibile.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - rob - 01-11-2019 17:31

(01-11-2019 16:12)IanSolo Ha scritto:  . Il nostro Certificato Limitato e' accettato da tutti i Paesi quando su barca battente la nostra bandiera, negli altri casi temo ci sia da informarsi.

Per barche bandiera Francia e UK è valido. Tale certificato "senza esami" esisteva anche in quei Paesi (chiamato "vieux CRR" dai francesi per non confonderlo con il nuovo che copre il DSC ed è obbligatoriamente con esame, idem in UK avevano il "VHF certificate", prima dell'introduzione del SRC); anni '90 avevo chesto se me lo potevano convertire nei loro certificati nazionali e mli hanno detto di no perché c'era il riconoscimento automatico fra i vari Paesi.
Fra l'altro, abilita a operare anche in ricetrasmissione HF bande marine, purché chiaro senza DSC.
Il "problema" italiano è che in quegli anni (non ricordo più quando esattamente, anni 90?) Francia e UK hanno cominciato a rilasciare esclusivamente il "nuovo" certificato operatore src con esami e messo il vecchio senza esami nel dimenticatoio, in Italia viceversa tutto sotto silenzio facciamo finta di niente per 20 anni, chi rompe le scatole venga pure a Roma per fare l'esame accidenti a lui ci tocca anche creare la commissione. Già che siam qui esplicitiamo pure l'interdizione di inserire l'mmsi nella radio. Umeghu sapeva le cifre esatte, ma Francia e UK hanno svariate decine di migliaia di certificati emessi, in Italia sono qualche centinaio, oh vuol dire 100:1, in un Paese dove la conformazione geografico/marittima è tale da rendere il vhf lo strumento assolutamente principale per la sicurezza in mare Smiley26
Come detto più volte, se invece di fare patenti con quelle utilissime domande su rotte ortodromiche o calcoli di prore a 48.67° inserissero un minimo di informazione sull'uso del vhf...

specifico, certif italiano senza esami formalmente "valido" su barche estere FR UK per stazioni non-dsc, mai sentito parlare di norme specifiche di tali Paesi che vieterebbero l'inserimento del mmsi in mancanza del certificato operatore. Più facile organizzare gli esami e formare le persone che far passare una legge apposita per bloccare tutto.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - Luciano53 - 01-11-2019 18:05

Direi che l'inserimento del MMSI non sia illegittimo ma che lo sia l'utilizzo del DSC.
Nulla vieta infatti che si imbarchi a periodi alterni un soggetto abilitato SRC. In sua presenza il DSC sarebbe utilizzabile, quando sbarca mica si può ogni volta chiamare il tecnico per resettare l'apparato.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - kavokcinque - 01-11-2019 18:33

Per arrivare a qualcosa :
Bandiera belga, licenza radio belga, certificato italiano.
Inserisco mmsi nel vhf e nel trasponder
No ho al momento l'Src.
Mi muovo in Italia e Francia.
Chi è come può rilevare l'infrazione e quali sanzioni pecuniarie può comminare?
Possono salire a bordo e verificare se sul vhf è inserito l mmsi?
Ovviamente sul vhf non faccio chiamate di soccorso, salvo guai seri e allora chi se ne frega della multa. Con il trasponder mi vedono tutti, ma la Guardia Costiera é andata mai da qualcuno a chiedergli l SRC perché lo aveva individuato sul loro strumento di bordo?
Tempo fa mi sembra fu detto che inserire l mmsi nel trasponder é tollerato. Se questo è vero per il trasponder siamo a posto, per il Vhf lo stesso perché la chiamata distress é un caso eccezionale.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - IanSolo - 01-11-2019 23:28

(01-11-2019 17:31)rob Ha scritto:  ... mai sentito parlare di norme specifiche di tali Paesi che vieterebbero l'inserimento del mmsi in mancanza del certificato operatore...
Il regolamento ITU prescrive (Capitolo IX Art.46) che per ogni particolare tipo di stazione vi debba essere un operatore con corrispondente livello di Certificazione di competenza e su questo credo nessuno puo' avere obiezioni. Ora un apparato in cui non sia stato inserito il codice MMSI e' a tutti gli effetti un ricetrasmettitore base NON DSC per il quale basta il minimo livello di Certificato, diversamente se l'apparato e' abilitato alle funzioni DSC inserendo il codice MMSI questo diviene in tutto e per tutto un ricetrasmettitore DSC per l'operativita' del quale e' previsto un diverso e piu' elevato grado di Certificato per l'operatore. Non e' necessario dichiarare quindi esplicitamente il divieto di inserire il codice in mancanza di operatore qualificato: e' una naturale e logica conseguenza della prescrizione, non ha quindi senso emettere una disposizione in merito (solo burocrati "bizantini" lo fanno e su cose del genere gia' dissi che ne potremmo fare un libro).
Per quanto riguarda la procedura per il conseguimento del Certificato concordo in pieno sulla eclatante inerzia del sistema italiano che, fra l'altro, si sta' pure perdendo una facile possibilita' "di fare cassa" visto che molti sono coloro che sono (e sono stati) disposti a pagare qualcosa per sostenere l'esame tramite certificatori esteri (taluni dei quali operano anche in Italia), esame e corso del tutto simili a quanto gia' fecero per regolarizzare gli operatori dei pescherecci (teoria studiata a casa su facile e chiara dispensa, una mezza giornata di prove su simulatore ed esame a quiz con risposte multiple sostenuto presso la Capitaneria piu' vicina al luogo di residenza).. ma forse la memoria e' corta!



(01-11-2019 18:33)kavokcinque Ha scritto:  Per arrivare a qualcosa :
Bandiera belga, licenza radio belga, certificato italiano.
Inserisco mmsi nel vhf e nel trasponder
No ho al momento l'Src.
Mi muovo in Italia e Francia.
Chi è come può rilevare l'infrazione e quali sanzioni pecuniarie può comminare?
Possono salire a bordo e verificare se sul vhf è inserito l mmsi?
Ovviamente sul vhf non faccio chiamate di soccorso, salvo guai seri e allora chi se ne frega della multa. Con il trasponder mi vedono tutti, ma la Guardia Costiera é andata mai da qualcuno a chiedergli l SRC perché lo aveva individuato sul loro strumento di bordo?
Tempo fa mi sembra fu detto che inserire l mmsi nel trasponder é tollerato. Se questo è vero per il trasponder siamo a posto, per il Vhf lo stesso perché la chiamata distress é un caso eccezionale.
Stiamo parlando di quale siano le regole, non di come eluderle o ignorarle, cosa che ognuno sotto la propria responsabilita' e accettazione di eventuali conseguenze puo' fare (legalmente non dovrebbe ma puo').


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - crafter - 02-11-2019 00:22

Parlo di barche da diporto:
Nel mio stato di bandiera per comprare e usare un VHF anche con DSC, per ottenere un MMSI, per registrare un EPIRB e per usare il radar non ci vuole ne "Station licence" ne "operator permit".
La station licence, ma non l'operator permit, diventano necessarie se la barca intraprende quello che si chiama un "Viaggio Internazionale".
referenza: vedi qui il paragrafo intitolato: Federal Communication Commission (FCC) Radio License Information.
https://www.navcen.uscg.gov/?pageName=mtBoater

Conclusioni:
Se vengo in Italia con una barca con Bandiera USA e solo con in VHF, EPIRB, RADAR secondo la convenzione di Montego Bay delle Nazioni Unite l'unica cosa che devo avere e' una Station Licence ma non un Operator Permit. Cosa ne pensate?

Se vengo in Italia come cittadino USA quindi non obbligato ad aver conseguito un "Operator Permit" e affitto una barca con bandiera Italiana o altra, non mi sono chiari gli obblighi a cui sono soggetto: Devo fare comunque il SRC?

Mi sembra che almeno nel primo caso si crei una contraddizione tra le direttive della ITU e quelle di Montego Bay, entrambi frutto dell' operativita' delle Nazioni Unite.





Grazie.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - rob - 02-11-2019 01:51

(01-11-2019 18:33)kavokcinque Ha scritto:  Per arrivare a qualcosa :
Bandiera belga, licenza radio belga, certificato italiano.
Inserisco mmsi nel vhf e nel trasponder
No ho al momento l'Src.
Mi muovo in Italia e Francia.

26 (quasi 27) anni di vela in Francia, *mai* sentito di controlli del genere, corrispondenza fra inserimento o meno dell MMSI e tipo di certificato operatore; diciamo che la venerazione/sottomissione al terzo comma codicillo ventisette bis da parte delle autorità di controllo deve essere molto inferiore rispetto all'Italia, guardano un tantinello in più alla sostanza rispetto ai mille modi di scovare infrazioni da verbalizzare o di cercare di eludere le regole con ogni possibile sotterfugio.
Invece verbali (e visti alcuni degli estremi probabilmente del penale in svariati casi) per abuso grave del sistema.
Esempi di abuso grave: intervento ripetuto e ostinato sul canale 16 per comunicazioni private eufemismo per montagne di risatine stupide nonostante il Silence Mayday inviato più volte dal MRCC, li hanno localizzati e inviato i gendarmi marittimi; invio di svariati Mayday-tasto rosso perché la richiesta di rimorchio non arrivava (nella barca avevano volume al minimo, o cosa del genere).

Mayday "tastorosso" inviato per sbaglio, l MRCC ha risposto, chiedendo cosa stesse succedendo, "scusi ci siamo sbagliati", risposta nessun problema, almeno sapete che la vostra chiamata selettiva funziona.

Devo dire che a me personalmente fà sempre impressione quanto la nautica in Italia sia sottomessa a regole a dir poco folli, correggo, meglio come sia folle l'applicazione di regole che in altri Paesi viene fatta con del semplice buon senso. E che i diportisti passino più ore a pensare a come aggirare il codicillo che non a leggersi magari un opuscoletto con delle regole di base.

kavok, scuse per la digressione: chiedi sulla Francia, se ti leggi il libriccino e segui le regole, anche all'ingrosso, del certificato appropriato non importa un fico secco a nessuno.

bv r


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - Luciano53 - 02-11-2019 10:33

@crafter
Mio parere, prevale Montego Bay con barche di bandiera non italiana ed è necessaria la licenza di bordo se si hanno apparati regolamentati da ITU. Chiaro per per l'uso degli stessi serve una licenza operatore.
Per barche italiane probabilmente ci si può riferire per analogia alle norme per le patenti, anche se appunto per l'utilizzo degli apparati prevalgono le norme ITU.
---
Art. 34.
Comando di unita' da diporto da parte di stranieri in acque
territoriali italiane
1. Gli stranieri e i cittadini italiani residenti all'estero,
muniti di un titolo di abilitazione o documento riconosciuto
equipollente dallo Stato di appartenenza o, rispettivamente, di
residenza, possono comandare, purche' a titolo gratuito, imbarcazioni
e navi da diporto iscritte nei registri di cui all'articolo 15 del
codice e natanti da diporto di cui all'articolo 27 del codice entro i
limiti dell'abilitazione medesima. Il titolo o documento deve essere
tenuto a bordo.
2. Per gli stranieri ed i cittadini italiani residenti all'estero
che comandano imbarcazioni e navi da diporto iscritte in registri
stranieri, l'obbligo di patente nautica e' regolato dalla legge dello
Stato di bandiera dell'unita'.
3. Per i cittadini di Stati membri dell'Unione europea si prescinde
dall'obbligo del titolo per comandare le unita' da diporto di cui ai
commi 1 e 2 del presente articolo, qualora esibiscano una
dichiarazione rilasciata dalle proprie autorita' da cui risulti che
la legislazione, rispettivamente, del Paese di provenienza del
soggetto o dello Stato di bandiera dell'unita' non prevede il
rilascio di alcun titolo di abilitazione
---
@Iansolo
Io rimango dell'idea che sia perfettamente legittimo inserire il Codice MMSI in ogni caso.
Faccio l'ipotesi di una barca in comproprietà fra 3 persone, una ha lo SRC e le altre due no. Non mi si dica che quando navigano le 2 persone non certificate il Codice deve essere rimosso.
Quindi è l'uso del DSC che comporta l'obbligo di avere un soggetto abilitato, non l'avvenuto inserimento del codice.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - IanSolo - 02-11-2019 12:14

Per quanto riguarda i mezzi battenti bandiera americana e' corretta l'interpretazione di Luciano53, infatti le FCC Rules nella sezione in cui parlano delle "Ship Radio Stations" dicono:
"LICENSING
Who Needs a Ship Station License
You do not need a license to operate a marine VHF radio, radar, or EPIRBs aboard voluntary ships operating domestically. The term "voluntary ships" refers to ships that are not required by law to carry a radio. Generally, this term applies to recreation or pleasure craft.
....omissis....
Ships are considered as operating domestically when they do not travel to foreign ports or do not transmit radio communications to foreign stations. Sailing in international waters is permitted, so long as the previous conditions are met. If you travel to a foreign port (e.g., Canada, Mexico, Bahamas, British Virgin Islands), a License is required. Additionally, if you travel to a foreign port, you are required to have an Operator Permit."
e quanto scritto non necessita di ulteriori commenti.


Per quanto riguarda l'inserimento del codice assimilo la cosa al caso di un motore "depotenziato" in uso a piu' persone di cui una sola patentata che e' legale per tutti condurre senza patente quando intatto ed erogante una potenza massima sotto il limite ma non e' legale condurre da parte di chi e' senza patente dopo aver rimosso il diaframma limitatore di potenza (che richiede aggiornamento dei documenti del motore) asserendo che "io lo uso a bassa potenza e mi impegno a non superare il limite", sono lo stesso concetto: il ricetrasmettitore senza codice e' "depotenziato" (non puo' eseguire ne' accedere a certe operativita') mentre il ricetrasmettitore con codice e' a piena funzionalita' e non vale il mio impegno (verbale) a non usarne le funzioni aggiuntive (parlo delle numerose funzioni DSC). Diverso sarebbe il concetto se l'apparato una volta inserito il codice fosse limitato alla sola funzione aggiuntiva di chiamata d'emergenza, in tale caso e' ovvia conseguenza che non serva certificazione e tantomeno eventuale licenza particolare: questo e' infatti il caso dell'EPIRB per il quale basta la registrazione del codice sull'apparato e l'informazione circa il mezzo cui e' collegato (per ovvie ragioni). Purtroppo non esistono in commercio apparati ricetrasmittenti con tale limitazione e trattandosi quindi di apparati DSC a piena operativita' legalmente si applicano le normative di ciascun Paese di bandiera (anche se non logiche ne' condivisibili ma sempre norme sono) quando nelle proprie acque e le normative internazionali quando al di fuori (vedasi il caso dei mezzi battenti bandiera americana sopra citato).


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - kavokcinque - 02-11-2019 18:20

Oggi ho incontrato l'amico Andrea B 52, cortesissimo e simpatico, che mi ha dato un po' di dritte per montare dei nuovi strumenti in barca e mi ha convinto a prendere l 'SRC indirizzandomi per come fare. Alla fine un po' di cultura in più sull argomento non mi può fare che bene.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - rob - 02-11-2019 23:15

(02-11-2019 18:20)kavokcinque Ha scritto:  e mi ha convinto a prendere l 'SRC indirizzandomi per come fare. Alla fine un po' di cultura in più sull argomento non mi può fare che bene.

e un filo di 11 pagine che dal 2013 ripete le stesse cose, mai suscitato niente?
ogni tanto ci si chiede perche' scrivere Sadsmiley


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - kavokcinque - 02-11-2019 23:41

Hai ragione,ma non ho letto tutto e non conoscevo la questione.Mi sono interessato da pochissimo volendo montare un transponder.


RE: VHF + DSC + MMSI - SRC - Ross1 - 08-12-2019 00:46

Si discute sul significato di licenza limitata. al momento, per me, le cose che contano sono:
1) che non avremo problemi con la certificazione limitata, finché la certificazione per l'uso del DSC non diventa obbligatoria.
2) fatto più importante è sicuramente utilissimo conoscere: le procedure, le frequenze, .... necessarie per chiedere/prestare soccorso.

BV