Rispondi 
Randa senza matafioni e mani di terzaroli
Autore Messaggio
Marco Polo Offline
Senior utente

Messaggi: 2.563
Registrato: Jul 2014 Online
Messaggio: #21
RE: Randa senza matafioni e mani di terzaroli
la base randa è soggetta a regolazioni.
quando laschi la base per ingrassare la vela se non hai il velcro inevitabilemnte il punto di bugna si solleva e si sventa la balumina.
hai la bugna a 4 dita dal boma ma ogni tanto la regolerai pure.
cmq il velcro non c'entra nulla con la mano di terzaroli. resta armato cosi com'è senza spsotarlo/rimuoverlo.
è la mano stessa che, entrando in tensione, tira indietro ed in basso la brancarella. la mano è fissata al boma con una gassa e la tira in basso oltre che indietro.

i metafioni servono solo per raccogliere la vela in eccesso. non si deve prender dentro il boma altrimenti in fase di regolazione si rischia di strapparla se è vincolata al boma.

avvogli la randa in eccesso a sigaro e poi serri bene gli stroppi sempre senza boma. viene un lavoro pulito senza resistenze al vento e al mare.
15-11-2016 13:24
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Offline
Vecio AdV

Messaggi: 6.326
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #22
RE: Randa senza matafioni e mani di terzaroli
Senza la fascetta la bugna è libera di alzarsi; il tesa base comincia a lavorare sulla direzione delle balumina. Quando tesi la scotta randa, lavori praticamente sul tesa base. Invece se la bugna fosse assicurata tramite la fascetta, lo sforzo di tesare viene trasmesso alla balumina e il tesa base essendo vincolato tira come giusto sia verso poppa.

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno Sir Peter Blake
N.B.J.S. Erik Aanderaa Chi è in mare naviga, chi è a terra giudica
15-11-2016 14:00
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
morenji Offline
Amico del Forum

Messaggi: 524
Registrato: May 2015 Online
Messaggio: #23
RE: Randa senza matafioni e mani di terzaroli
Ok, ora ho capito! Avevo mischiato due cose e stavo facendo confusione. Vero infatti con la mano la vela viene tirata in basso dalla gassa, e indietro. Il velcro necessariamente passa sotto il boma. I matafioni (o altri stroppi) non devono passare sotto il boma altrimenti si strappa la vela se cede una mano, o regolando la vela. Ok tutto chiaro ora!
15-11-2016 16:06
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Stefano86 Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 72
Registrato: Oct 2013 Online
Messaggio: #24
RE: Randa senza matafioni e mani di terzaroli
Ciao a tutti, io sulla mia barca quando do la prima o seconda mano di terzaroli devo sempre intervenire con una cimetta per tenere la bugna della borsa più vicina possibile al boma. Posto un video per mostrarvi come risolvo, il problema è che quando ho lazy bag ho paura di rovinarlo.
C'è una soluzione che lavora meglio?
Grazie

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
23-05-2019 13:10
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
AndreaB72 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 677
Registrato: Nov 2012 Online
Messaggio: #25
RE: Randa senza matafioni e mani di terzaroli
Ti risponderanno i più titolati... ma direi che la borosa non è armata bene.
Dovrebbe passare dentro la brancarella e tornare giù sul boma dove dovrebbe essere fissata con un nodo (di solito anguilla).
Mi sembra di vedere che la tua borosa tira direttamente sulla brancarella quindi con una tensione quasi orizzontale al boma stesso.

Vedi figura in http://forum.amicidellavela.it/showthrea...042&page=2


(23-05-2019 13:10)Stefano86 Ha scritto:  Ciao a tutti, io sulla mia barca quando do la prima o seconda mano di terzaroli devo sempre intervenire con una cimetta per tenere la bugna della borsa più vicina possibile al boma. Posto un video per mostrarvi come risolvo, il problema è che quando ho lazy bag ho paura di rovinarlo.
C'è una soluzione che lavora meglio?
Grazie

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

La semplicità è la suprema sofististicazione. LdV
23-05-2019 14:38
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
albert Offline
Vecio ADV

Messaggi: 8.504
Registrato: Jun 2008 Online
Messaggio: #26
RE: Randa senza matafioni e mani di terzaroli
AndreaB72 ha già individuato il problema.
Ovviamente il lazy bag deve avere i passaggi per poter fare la gassa intorno al boma.
23-05-2019 15:25
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
RMV2605D Offline
Vecio AdV

Messaggi: 4.132
Registrato: Aug 2009 Online
Messaggio: #27
RE: Randa senza matafioni e mani di terzaroli
(23-05-2019 15:25)albert Ha scritto:  AndreaB72 ha già individuato il problema.
Ovviamente il lazy bag deve avere i passaggi per poter fare la gassa intorno al boma.

Oppure avere i golfari sul boma per le mani come nel mio Comet 420, nella foto si vedono i golfari della prima e seconda mano, c'è anche quello della terza che non si vede nella foto recuperata:

   

La bugna di scotta è fissata su un carrello che scorre su una rotaia e il tesabase agisce sul carrello.

Quando prendo le mani, per un migliore controllo della base vincolo sempre il nuovo punto di scotta al boma con una fettuccia che ha ad una estremità una gassa cucita in cui è inserito un anello in inox, passo la gassa nel punto di scotta finché l'anello la ferma, passo l'altro estremo sotto il boma (all'interno del Bag,le aperture del Lazy-Bag lo consentono), passo nella gassa e tendo prima di fare un nodo bandiera con chiave per bloccare il tutto.

Così la borosa fa in pratica solo da tesabase e si può allentare per dare il grasso voluto senza che il punto di scotta si alzi e sbandieri.

898989
23-05-2019 18:11
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Offline
Vecio AdV

Messaggi: 11.685
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #28
RE: Randa senza matafioni e mani di terzaroli
Stefano chi ti ha insegnato una cosa del genere?
La borosa deve tirare indietro e verso il basso, fatto il giro sul boma si fa la gassa sulla borosa stessa, la borosa deve essere fissata che non vada avanti indietro sul boma.-
23-05-2019 20:36
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Stefano86 Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 72
Registrato: Oct 2013 Online
Messaggio: #29
RE: Randa senza matafioni e mani di terzaroli
(23-05-2019 20:36)bullo Ha scritto:  Stefano chi ti ha insegnato una cosa del genere?
La borosa deve tirare indietro e verso il basso, fatto il giro sul boma si fa la gassa sulla borosa stessa, la borosa deve essere fissata che non vada avanti indietro sul boma.-

Smiley26 nessuno ma è stata una soluzione temporanea che ha funzionato, ora sto cercando di capire come risolvere.
Ma mi vengono in mente due problemi, il lazy bag non penso abbia il passaggio per la borosa e devo trovare il modo di gestire due mani con una sola borosa.

Grazie a tutti per le preziose informazioni.
23-05-2019 23:08
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lunarossa1953 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 246
Registrato: May 2018 Online
Messaggio: #30
RE: Randa senza matafioni e mani di terzaroli
Chiedo scusa Stefano, domanda da profano:
vedo dal filmato che l'amantiglio sembra ancora cazzato.
sotto mano è utile tenerlo cosi o dovevi ancora concludere la manovra?
Te lo chiedo perché spesso, vista la pochezza del mio equipaggio, prima di mandare la moglie in base d'albero con mare agitato ci penso su due o tre volte e finisce che lo lascio cazzato.
grazie
24-05-2019 07:59
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
albert Offline
Vecio ADV

Messaggi: 8.504
Registrato: Jun 2008 Online
Messaggio: #31
RE: Randa senza matafioni e mani di terzaroli
Io preferisco fare la gassa intorno al boma e non sulla borosa, per 2 motivi:
- quando si ammaina e si lascano le borose con la randa che sbatte, con la gassa intorno al boma la borosa si mantiene in posizione e non scappa dalla varea come può succedere se la gassa è sulla borosa.
- la gassa sul boma non si strozza, quindi non rovina l'eventuale lazy bag e consente, entro un certo limite, una regolazione del grasso della randa.

@lunarossa1953: l'amantiglio si lasca solo quando la manovra è terminata, prima di ricazzare la scotta. Se si lasca prima, in assenza di un vang rigido, il boma precipita in coperta e fa danni .....

@stefano86: 3 mani con 2 borose si possono gestire con dei testimoni tra le brancarelle, avendo una borosa che si può liberare.
Con 2 mani e una sola borosa puoi o decidere prima quale mano userai o, nel caso tu abbia preso già una mano, per non distruggere la randa facendola sbattere mentre tenti di infilare la borosa nella brancarella (mai provato?), dato che devi comunque togliere la mano in uso, ti conviene ammainare, preparare la mano ed issare nuovamente con la mano ripassata.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 24-05-2019 09:06 da albert.)
24-05-2019 08:58
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Stefano86 Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 72
Registrato: Oct 2013 Online
Messaggio: #32
RE: Randa senza matafioni e mani di terzaroli
(24-05-2019 07:59)lunarossa1953 Ha scritto:  Chiedo scusa Stefano, domanda da profano:
vedo dal filmato che l'amantiglio sembra ancora cazzato.
sotto mano è utile tenerlo cosi o dovevi ancora concludere la manovra?
Te lo chiedo perché spesso, vista la pochezza del mio equipaggio, prima di mandare la moglie in base d'albero con mare agitato ci penso su due o tre volte e finisce che lo lascio cazzato.
grazie
Sembra cazzato ma era mollato, forse non a sufficienza...
24-05-2019 09:54
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Offline
Vecio AdV

Messaggi: 6.326
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #33
RE: Randa senza matafioni e mani di terzaroli
Come dice albert, dove non hai vang rigido per tenere su il boma, mentre fai la manovra è opportuno cazzare l'amantiglio.
Parlando di crociera, avrebbe un senso anche preparandosi alla vera e proprio riduzione.
Le operazioni sono :
- lascare le forze dal basso ( scotta randa e vang )
- cazzare amantiglio affinchè la balumina sia ben scarica
- ricazzare la scotta randa.
In questo modo, la vela non porta perchè l'amantiglio alza il boma, ma il boma viene bloccato e garantisce un buon punto di appoggio per operare la vera e propria riduzione.
Agito su mura e borosa , si può riprendere l'assetto, ricordando di lascare amantiglio e cazzando scotta.
In regata non è pensabile avere l'amantiglio in varea e si fa tutto più rapidamente rischiando.

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno Sir Peter Blake
N.B.J.S. Erik Aanderaa Chi è in mare naviga, chi è a terra giudica
24-05-2019 12:34
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lunarossa1953 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 246
Registrato: May 2018 Online
Messaggio: #34
RE: Randa senza matafioni e mani di terzaroli
si, il concetto di cazzare l'amantiglio prima di dare una mano di terzaroli mi è ben chiaro, anche perché uno dei primi errori che ho fatto è stato proprio quello, ritrovandomi la varea sulla chiesuola. Mi chiedevo invece, per le necessità croceristiche familiari, quindi in pratica governando da solo, se sia un errore grave lasciare l'amantiglio in forza dopo aver concluso le operazioni di terzarolare e aver ripreso l'andatura, sino a quando sia possibile lasciare il timone alla moglie (o meglio all'autopilota)..
in sostanza a lasciarlo cazzato pregiudicherà sicuramente il profilo della randa, ma non produrrà danni. E' corretto?
24-05-2019 15:30
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Offline
Vecio AdV

Messaggi: 11.685
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #35
RE: Randa senza matafioni e mani di terzaroli
Luna non serve mettersi con la prua al vento per terzaruolare, molto probabilmente non avevi neanche il fiocco alzato altrimenti avrebbe preso a collo, questo pensando che la tua bussala sia al cemtro barca davanti alla ruota del timone.Andando di bolina il boma mentre si terzaruola anche se cade va a finire sulle draglie. Anche se lo lasci cazzato non succede nulla, solo la randa rimane svergolata. Ricordarsi di mollare il vang.
Forse per chiesuola intendevi qualcos'altro.
L'amantiglio si molla, lasca, di quel tanto che non rimanga in forza con il boma al centro quando si va di bolina, perciò il boma si abbassa di poco e non cade in coperta.
Tabarly non usava l'amantiglio, con equipaggio, perchè mentre lascava la drizza metteva anche in forza la borosa e il boma non cadeva, sistema per terzaruolare anche col vento in poppa.
Terzaruolare è un'oppppppinione.-
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 24-05-2019 17:49 da bullo.)
24-05-2019 17:42
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lunarossa1953 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 246
Registrato: May 2018 Online
Messaggio: #36
RE: Randa senza matafioni e mani di terzaroli
Si Bullo, grazie mille dei consigli per me preziosissimi.
In effetti la caduta della randa è avvenuta per una serie di grossolani errori di manovra: ero quasi prua al vento invece che di bolina, non cazzai l'amantiglio che era di suo troppo lasco e all'apertura dello stopper non avevo dato volta alla drizza randa sul winch con conseguente caduta del boma in direzione della chiesuola,peraltro "protetta " dalla console strumenti situata in alto e a proravia della stessa. Probabilmente avevo anche la scotta randa cazzata.... e il cocktail è servito... tutto ciò che non dovevo fare... è stato fatto. A mia misera discolpa posso dire che era la mia prima mano in condizioni effettive di necessità (vento che rinforzava fino a 18/20 nodi) con equipaggio familiare del tutto inadeguato.
Da allora di manovre ne ho fatte molte altre e non ho più sbagliato, ma mi è rimasta la paura... e tendo a mantenere l'amantiglio in forza anche quando non serve.
27-05-2019 09:54
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Stefano86 Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 72
Registrato: Oct 2013 Online
Messaggio: #37
RE: Randa senza matafioni e mani di terzaroli
C'è una scuola spagnola che seguo sul canale youtue che ha pubblicato un video dove si vede abastanza bene come hanno armato la mano di terzaroli.
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
31-05-2019 09:58
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Offline
Vecio AdV

Messaggi: 11.685
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #38
RE: Randa senza matafioni e mani di terzaroli
Come hanno armato la borosa per i terzaruoli non mi piace e non capisco cosa abbiano fatto.
L'angolo di scotta è alto rispetto al boma e la randa è grassa.
I terzaruoli sono un'oppppppinione.-
31-05-2019 12:47
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
albert Offline
Vecio ADV

Messaggi: 8.504
Registrato: Jun 2008 Online
Messaggio: #39
RE: Randa senza matafioni e mani di terzaroli
Gli spagnoli hanno messo la randa ammainata arrotolata dalla stessa parte del boma a cui fa capo la borosa, perciò è facile che a lungo andare facciano dei danni alla vela e sicuramente se nella parte strizzata c'è la stecca bassa, se la troveranno sbriciolata.
La borosa sarebbe da cazzare ancora un bel po', anche perchè è stato messo un loop con anello a scorrimento sulla brancarella che la allunga, ma se cazzassero ancora, probabilmente danneggerebbero, come già detto, la randa.
Bell'esempio Smiley26
31-05-2019 14:28
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
AndreaB72 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 677
Registrato: Nov 2012 Online
Messaggio: #40
RE: Randa senza matafioni e mani di terzaroli
Domanda da uno che la seconda mano l'ha usata MOLTO poco...

Quello che dice Albert è giusto e l'avevo notato anche io, ma supponiamo che tu abbia fatto tutto bene e la vela in eccedenza sia dalla parte opposta della prima borosa.
Quando dai la seconda mano la vela rimane proprio da quella parte e quando cazzi la borosa la triti, o no?

La semplicità è la suprema sofististicazione. LdV
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 31-05-2019 14:43 da AndreaB72.)
31-05-2019 14:43
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  Borose terzaroli rob 41 6.686 23-02-2021 10:55
Ultimo messaggio: albert
  Vele di prua avvolgibili senza cavo antitorsione timeout 56 5.004 16-12-2020 00:59
Ultimo messaggio: Mais78
  Code 0 One Sail senza cavo antitorsione kavokcinque 54 4.214 12-12-2020 17:56
Ultimo messaggio: bullo
  First 20, terzaroli e vela di prua kobold 44 1.641 27-10-2020 11:29
Ultimo messaggio: lord
  Circuito terzaroli che dà problemi Frappettini 36 2.361 23-09-2020 14:06
Ultimo messaggio: lord
Question Smontaggio paterazzo e navigazione senza raffasqualo 22 1.308 23-05-2020 12:56
Ultimo messaggio: nape
  Terza mano su boma Selden a 2 mani borosa unica kavokcinque 14 1.125 20-04-2020 07:08
Ultimo messaggio: Lupicante
  Modifica boma x circuito terzaroli. Naumachos 34 1.809 21-02-2020 15:03
Ultimo messaggio: ZK
  Sostituzione Sartie senza disalberare ventodiprua 21 1.533 07-01-2020 20:39
Ultimo messaggio: GARIBALDI
  senza se, senza ma e .. senza randa. ZK 15 1.460 23-07-2019 08:54
Ultimo messaggio: AndreaB72

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)