Rispondi 
Circuito unico terzaroli
Autore Messaggio
lord Offline
Vecio AdV

Messaggi: 6.120
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #141
RE: Circuito unico terzaroli
Mi riferisco al disegno postato sopra.
La tensione sulla bugna di scotta deve tirare verso dietro e tenere piu' bassa possibile la vela.
La tensione della nuova base della vela e' quella esercitata tra la bugna di scotta e quella di mura.
La tensione sulla borosa e' quella che riesci ad esercitare solo quando la mura e' fissa poiché la borosa e' unica.
Nei sistemi che ho visto, la mura non rimane un punto fisso come quando e' su un corno o legata ad uno stroppo.
Questo nn vuol dire che la mano non si riesca a prendere... Ma attriti a parte sempre ben presenti, la randa rimane un po' un sacco di base e visto il vento che c'è quando prendi la mano, non ritengo lo ritengo corretto.
Sia legato a dove viene posizionata la mura della mano, sia sbagliato il bozzello, ci voglia un rimando all'albero, bisogna stare tutti su un piede in attesa della presa di terzarolo .... Smiley57 Non so, ma questo e' quello che ho visto.
Sono certo qualcuno analizzando riesca a farlo funzionare a dovere. Ma sono altresì convinto che il corno o lo sbirro funzionino sempre bene senza menate . E ' certo che qualcuno all'albero andare ci deve.

Forse il sistema Selden, se applicato alla "giusta" randa funziona meglio

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno Sir Peter Blake
N.B.J.S. Erik Aanderaa Chi è in mare naviga, chi è a terra giudica
28-03-2018 09:16
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
umeghu Offline
Vecio AdV

Messaggi: 13.072
Registrato: Mar 2010 Online
Messaggio: #142
RE: Circuito unico terzaroli
Beh, un "trucchetto" è di prendere i terzaroli sulle mura giuste: seguendo il disegno postato, la prima mano si prende con mura a dritta, la seconda con mure a sx.
28-03-2018 10:46
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
zankipal Offline
Senior utente

Messaggi: 3.647
Registrato: Jan 2009 Online
Messaggio: #143
RE: Circuito unico terzaroli
(28-03-2018 09:16)lord Ha scritto:  Mi riferisco al disegno postato sopra.
La tensione sulla bugna di scotta deve tirare verso dietro e tenere piu' bassa possibile la vela.
La tensione della nuova base della vela e' quella esercitata tra la bugna di scotta e quella di mura.
La tensione sulla borosa e' quella che riesci ad esercitare solo quando la mura e' fissa poiché la borosa e' unica.
Nei sistemi che ho visto, la mura non rimane un punto fisso come quando e' su un corno o legata ad uno stroppo.
Questo nn vuol dire che la mano non si riesca a prendere... Ma attriti a parte sempre ben presenti, la randa rimane un po' un sacco di base e visto il vento che c'è quando prendi la mano, non ritengo lo ritengo corretto.
Sia legato a dove viene posizionata la mura della mano, sia sbagliato il bozzello, ci voglia un rimando all'albero, bisogna stare tutti su un piede in attesa della presa di terzarolo .... Smiley57 Non so, ma questo e' quello che ho visto.
Sono certo qualcuno analizzando riesca a farlo funzionare a dovere. Ma sono altresì convinto che il corno o lo sbirro funzionino sempre bene senza menate . E ' certo che qualcuno all'albero andare ci deve.

Forse il sistema Selden, se applicato alla "giusta" randa funziona meglio

La mura a un certo punto più di lì non va e incomincia a tesarsi la base, il sistema se è fatto bene funziona benissimo
Il trucco è quello di mollare il vang in modo che il boma si alza e si fa meno fatica, poi lo ricazzi e si tensiona bene anche la base
28-03-2018 11:32
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Offline
Vecio AdV

Messaggi: 6.120
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #144
RE: Circuito unico terzaroli
Lascare le forze dal basso ed eventualmente alare l'amantiglio non c'è dubbio aiuti !
Col bozzello attaccato alla randa sulla mura ho visto il bozzello voltarsi e creare attrito .
Inoltre il bozzello va in battuta contro al boma e una volta in contatto, difficilmente lavora primo di attriti.
Probabilmente se dite che funziona bene , ce ne saranno alcuni/molti montati male. Mi piacerebbe comprendere dove sta il problema .

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno Sir Peter Blake
N.B.J.S. Erik Aanderaa Chi è in mare naviga, chi è a terra giudica
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 28-03-2018 13:12 da lord.)
28-03-2018 12:53
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Offline
Vecio AdV

Messaggi: 10.881
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #145
RE: Circuito unico terzaroli
Sulla mura c'è una puleggia cucita fissa che non può girarsi, non un bozzello girevole.-
28-03-2018 13:15
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
zankipal Offline
Senior utente

Messaggi: 3.647
Registrato: Jan 2009 Online
Messaggio: #146
RE: Circuito unico terzaroli
(28-03-2018 12:53)lord Ha scritto:  Lascare le forze dal basso ed eventualmente alare l'amantiglio non c'è dubbio aiuti !
Col bozzello attaccato alla randa sulla mura ho visto il bozzello voltarsi e creare attrito .
Inoltre il bozzello va in battuta contro al boma e una volta in contatto, difficilmente lavora primo di attriti.
Probabilmente se dite che funziona bene , ce ne saranno alcuni/molti montati male. Mi piacerebbe comprendere dove sta il problema .

Dipende da dove è posizionato il ponticello sull'albero, se il bozzello si incasina basta fare un segno sulla drizza randa in modo da non permettere di scendere più di tanto e mantenere il bozzello dritto
28-03-2018 13:38
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Offline
Vecio AdV

Messaggi: 6.120
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #147
RE: Circuito unico terzaroli
@ bullo , forse la veleria nn sapendo quale circuito sarà montato puoi mettere un bozzello per semplificare ?

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno Sir Peter Blake
N.B.J.S. Erik Aanderaa Chi è in mare naviga, chi è a terra giudica
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 28-03-2018 13:40 da lord.)
28-03-2018 13:38
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Offline
Vecio AdV

Messaggi: 10.881
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #148
RE: Circuito unico terzaroli
No! il velaio deve saperlo.-
28-03-2018 20:10
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  Circuito autovirante Hanse: un chiarimento skybet 19 2.908 ieri 16:51
Ultimo messaggio: Blu
  Modifica boma x circuito terzaroli. Naumachos 34 1.124 21-02-2020 15:03
Ultimo messaggio: ZK
  Circuito terzaroli che dà problemi Frappettini 34 1.169 15-02-2020 22:36
Ultimo messaggio: ZK
  nuovo circuito scotta randa capitanbil 11 657 08-02-2020 15:36
Ultimo messaggio: nedo
  Randa senza matafioni e mani di terzaroli morenji 43 5.551 02-06-2019 21:34
Ultimo messaggio: AndreaB72
  circuito Gennaker alexflibero 100 8.478 26-03-2019 10:45
Ultimo messaggio: lord
  Come modificare circuito cima carrello randa? kavokcinque 90 8.819 15-05-2018 17:43
Ultimo messaggio: Franc
  Circuito lazy jack e anelli Antal Guido_Elan33 27 3.438 14-05-2018 22:48
Ultimo messaggio: Guido_Elan33
  Modifica circuito carrello trasto randa fraraspa 4 999 12-04-2018 09:29
Ultimo messaggio: lord
  Circuito spinnaker doppio barcapolacca 40 12.361 13-03-2018 01:00
Ultimo messaggio: bullo

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)