Rispondi 
BAVARIA - DE - NAUTITECH 40 OPEN
Autore Messaggio
Colle Offline
Amico del Forum

Messaggi: 576
Registrato: Mar 2010 Online
Messaggio: #1
BAVARIA - DE - NAUTITECH 40 OPEN
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
In banchina nella sosta a Union il 30 marzo 2019

Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Itinerario della crociera dall'24marzo al 7 Aprile 2019 Complessivamente circa 360 miglia nautiche con 3 ormeggi in banchina di cui 1 all'inglese (Sufriere) 1 con trappe (Le Marin) e 1 con l'ancora (Union); 16 ormeggi in baia, 7 all'ancora et 9 alla boa
Temperatura compresa tra la minima dei 22 gradi notturna alle massime di 30 gradi.
Vento aliseo nei primi giorni da est e negli ulti mi da est nord est variabile dai 7 a 35 nodi.
In alcuni punti correnti superiori ai 2 nodi con la temperatura dell'acqua tra i 24 e i 27 gradi.
Pioggia alternata a lungi periodi di schiarite.
Complessivamente 12 giorni di navigazione con una sola navigazione notturna. Navigazione prevalentemente a vela anche con brevi tratti mista. Il motore è stato usato prevalentemente per ricaricare le batterie complessivamente si sono consumati 40 galloni di gasolio (181 litri)

CARATTERISTICHE LAGOON 400 del 2012
LUNGHEZZA 11,98 m
LARGHEZZA 6,91 m
TIRANTRE D'ACQUA 1,35 m
Sup. VELICA 95 m2 (60mq? randa steccata a tre terzaroli e 35mq?di fiocco avvolgibile)
STAZZA 7,80 ton
POTENZA 2X20 Hp
Serb. Gasolio 2x215lt
Serb. ACQUA 2x215 lt
Randa steccata 63 mq
Fiocco autovirante 28 mq
(vedere anche scheda tecnica in
https://www.bavariayachts.com/en-uk/cata...quipment/)

IMPRESSIONI
Premetto che era la mia undicewima esperienza su un catamarano e da subito mi sono trovato meno a mio agio che negli altri casi;

differenze maggiori riscontrate rispetto agli altri catamarani già descritti:

a) dinette esterna molto grande a scapito di quella interna con un indubbio vantaggio se si pranza numerosi all'esterno ma impossibile da pranzare all'interno per cui solo per l'estate o i climi caldi.

b) posto di guida basso a tribordo sicuramente consente una migliore utilizzazione delle vele potendo ribassare il boma ma per contro riduce notevolmente la visibilità di chi è al timone nelle manovre.

c) la gestione delle vele (nonostante il fiocco autovirante) richiede due persone in quanto l'avvolgifiocco è posto a babordo

d) si ha comunque una maggiore risposta velica e la sensazione che a vela sia più veloce.

e) i timoni sono sensibilmente più grandi degli altri catamarani provati per cui diventano attivi anche a basse velocità.

f)essendo più profondo e con chiglia allungata deriva leggermente meno et si puo stringere di qualche grado di più la bolina.

g) come dotazione speciale il modello provato aveva il dissalatore

- manovre in porto
rispetto al monoscafo confermo il grande vantaggio dei due motori cosi lontani che consentono di ruotare la barca su se stessa senza usare il timone; nelle manovre a bassa velocità il timone è subito influente et occorre fare attenzione che non contrasti i due motori(ricordarsi di tenere ferma al centro la barra nelle manovre)


- conduzione a motore
Nella zona del timone ci sono i due quadri dei motori i comandi dei due motori lo schermo del GPS, il comando dell'autopilota, lo schermo del vento e lo schermo con velocità e profondità, e la bussola;
con mare calmo i due motori a 2000 giri imprimono una velocità di 6 nodi;
mentre con un solo motore la velocità è di 4,5 nodi che si riducono a meno di 2,5 nodi con mare a forza 6-7 contro sperimentato nel risalire con onde di 2 metri e periodo di 4 -5 sec.
Con andatura di bolina larga il comportamento è molto migliore velocità costanti anche superiori ai 7 nodi con poca vela nonostante i beccheggio;

- uso delle vele
La gestione delle vele non richiederebbe un aiuto in quanto può essere fatta interamente dal posto di comando salvo per l'apertura la chiusura e le riduzione ed aumenti di velatura.
Con un Winch elettrico l'apertura della randa non richiede particolari sforzi. Mentre il circuito del rulla fiocco riporta lo stesso a babordo e e non al posto di pilotaggio; essendo autovirante le scotte sono ridotte ad un unica anche per il fiocco
Complessivamente sono presenti 1 winch elettrico per la drizza e la scotta del fiocco un winch per il rullafiocco 2, 1winch per la scotta del della randa e il carrello di randa ed all'albero un ulteriore winch per le 3 borose.
Con vento portante sembra di scivolare sull'acqua le velocità raggiunte al lasco con vento apparente sono state le seguenti:
vento a 10 nodi randa e fiocco 4/4 velocità intorno ai 5 nodi
vento a 13 nodi randa e fiocco 4/4 velocità intorno ai 6 nodi
vento a 18 nodi randa e fiocco 4/4 velocità intorno ai 8 nodi (mare formato)
Con vento contro ( tra 45 e 55 gradi rispetto al vento)
vento a 18 nodi randa 4/4 e fiocco 4/4 velocità intorno ai 7 nodi
vento a 25 nodi randa 3/4 e fiocco 4/4 velocità intorno ai 10 nodi
vento a 30 - 35 nodi randa 2/4 e fiocco 2/4 velocità intorno ai 8,5 nodi con punte a 9 nodi (onde superiori ai 2 metri)

Con vento contro e onde di due metri l'andatura non è propriamente confortevole al contrario che al lasco.

- messa a punto delle vele
Il boma ha un possibile angolo di rotazione maggiore rispetto ai catamarani di nuova generazione e il fiocco ha dimensioni rispettabili ancorhè un autovirante comunque per venti leggeri portanti si sente la necessità di un jennaker;
la randa presenta tre possibili riduzioni con prese di terzaroli da gestire dall'albero; non inclinandosi il catamarano la presa dei terzaroli risulta al quanto meno complessa anche con mare formato.
Abbiamo preso la prima mano di terzaroli raggiunti ai 20 nodi la seconda mano di terzaroli raggiunti i 32 nodi.

- andature
al lasco, al gran lasco ma soprattutto al traverso la barca si muove bene dando molte soddisfazioni; entrando negli angoli morti rallenta velocemente e altrettanto rapidamente riprende la velocità al riprendere la portanza delle vele;

in particolare al gran lasco il luogo preferito dei naviganti è sul terrazzino di prua


Di bolina larga (sino a 45 gradi rispetto al vento) la velocità resta accettabile anche con mare formato per contro non il conforto;

- virata
avere l'accortezza di eseguirla celermente (anche se meno di quanto mi aspettavo) con il fiocco autovirante risulta comodada gestire dal solo timoniere;

- strambata
anche la strambata è facile da gestire riportando il boma al centro in modo classico gestibile nella fattispecie anche dal solo timoniere;

- confort
sia all'ormeggio: in porto o in rada, sia alle varie andature le oscillazioni sono molto più contenute rispetto ad un monoscafo ad eccezione per l'andatura contro onda e vento per cui il disagio è lo stesso e la velocità ne risente maggiormente, la vivibilità del catamarano è di un altro ordine di grandezza rispetto ai monoscafi anche molto più grandi: non dover passare dalle scale per andare dalla dinette al pozzetto esterno è una gran comodità per chi come noi ama anche fare colazione pranzo e cena in pozzetto;

- ormeggio in rada
nessuna difficoltà anzi rispetto al monoscafo con i due motori si gestisce meglio sia l'ancoraggio che il ritiro dell'ancora e con la minor profondità ci si può avvicinare maggiormente a riva (facilitando le operazioni per la cima a terra)
accortezza da avere nella retromarcia: attenzione che non ci siano cime che possono essere prese dall'elica (anche se in questa barca l'elica è a monte del timone che le offre una piccola protezione)

- tender
La gestione del tender è una comodità in più che offre il catamarano nelle operazioni di messa in acqua e recupero.

- abitabilità
è una casa con terrazza sul mare; il vantaggio maggiore rispetto al monoscafo è proprio in rada all'ancora non si soffre il rullio ed anche quelli che si sentono sicuri solo in porto sui monoscafi... con il catamarano apprezzano il piacere di restare alla fonda in particolare nelle mezze stagioni quando il vento non è più piacevole. Anche in navigazione si apprezza l'abitabilità offerta dai ponti e dai corridoi; in caso di mare formato il vantaggio di disporre di 'dimette' e giardinetto posteriore al posto del solo pozzetto e' sempre molto apprezzato; tutte le cabine sono molto luminose con letti relativamente ampi e i due bagni hanno vere docce, il pozzetto posteriore molto grande nel catamarano in oggetto consentiva di pranzare comodamente in 8 par contro nei climi freddi la ridotta dimensine della dinette è un grande svantaggio;

- autonomia
Il Nautitech 40 open dispone di 2 serbatoi di gasolio per cmplessivi 430 litri due serbatoi d'acqua per complessivi 430 litri, quello provato dispone di dissalatore con capacità di 60 litri hora molto utile quando si è numerosi in barca; nella crociera abbiamo consumato meno di 200 litri di gasolio soprattutto perricaricare le batterie per i servizi frigo acqua luce ecc.

- costi
il Nautitech 40 open nuovo costa intorno ai 500 000 euro Si può trovare usato per l'acquisto o semplicemente noleggiarlo.


- soddisfazione
sia io sia gli altri con me siamo stati molto soddisfatti per questa imbarcazione, anche se il posto di guida consente non consente un ottima visibilità a babordo nelle manovre di attracco all'inglese e avendola usata solo in clima estivo;

- osservazioni
Per le mezze stagioni alle nostre latitudini è ottimale per un massimo di 4 persone.
09-04-2019 02:06
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
scornaj Offline
Vecio AdV

Messaggi: 2.227
Registrato: Jan 2010 Online
Messaggio: #2
BAVARIA - DE - NAUTITECH 40 OPEN
Aggiungo recensione dopo un anno abbondante di utilizzo
Comprato esemplare francese usato a marzo 21 uno dei primi costruiti ad un prezzo vantaggioso ma paragonabile ad un motoscafo 40’nuovo
Fatto periziare in Francia (ottimo lavoro del perito)
La barca era stata acquistata in programma di cogestione armatore era a bordo nelle ultime due settimane di agosto. Ciò ha garantito che le manutenzioni nel corso degli anni venissero fatte regolarmente (l’armatore era l’ultimo a scendere prima della pausa invernale, poi tornava in primavera a vedere se tutto ok)
Perizia non mostrava nulla di che, se non un po’ di usura ai legni della zona cucina.
4000 ore di motore.
Abbiamo fatto un giro di falegname, installato bompresso e siamo partiti per la crociera estiva. Nessun problema tranne occlusione scarico wc di sx (mai capito se siamo stati noi o se era così dall’acquisto)
A settembre abbiamo tirato su
Sbarcato motori per revisione completa (ottimo lavoro di aquilani a Civitavecchia, peraltro pagato a mio avviso prezzo molto onesto)
Sostituzione guarnizioni sdrive
Sostituzione eliche installate autoprop
AV
Cambio rubinetteria interna
Sostituzione linee di scarico wc
Riparazione di qualche graffio e lucidatura completa.
Commento:
La barca di bolina cammina peggio della precedente (monoscafo elan s5), ma è più veloce in tutte le altre andature. Pesa poco più (8,5 vs 7,5) , ma ha il 20% di superficie bagnata in meno. Stessa superficie velica (100 di bolina, al lascò uso stesso gennaker e stesso code zero che avevo prima)
I timoni sono sensibili non è un camion come altri cat da crociera pura. Se c’è sufficiente spazio in banchina, si ormeggia più facilmente che un mono visto la posizione dei due motori.
Per il resto: viaggia piatta, la moglie è tornata in barca, mio figlio la usa come casa al mare. Con i pannelli solari non mi sono mai attaccato in banchina. Ho tre frigoriferi e ogni tanto faccio anche il ghiaccio.
Unico svantaggio costa di più l’ormeggio altri costi più i meno equivalenti. E bisogna dare terzaroli alle intensità previste e non quando credi sia necessario. Lei non sbanda, ma a un certo punto qualcosa si strappa.
Per le regate ho ricomprato la deriva.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 05-07-2022 22:10 da scornaj.)
05-07-2022 17:18
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lupo planante Offline
Vecio AdV

Messaggi: 8.436
Registrato: Nov 2007 Online
Messaggio: #3
RE: BAVARIA - DE - NAUTITECH 40 OPEN
visto al salone a Cannes...

molto bello, prezzo giusto, bisognerebbe provarlo...
13-09-2022 18:37
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
scornaj Offline
Vecio AdV

Messaggi: 2.227
Registrato: Jan 2010 Online
Messaggio: #4
BAVARIA - DE - NAUTITECH 40 OPEN
(13-09-2022 18:37)lupo planante Ha scritto:  visto al salone a Cannes...

molto bello, prezzo giusto, bisognerebbe provarlo...


Se passi all’Argentario, fischia.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
14-09-2022 07:54
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ffortuna Offline
Amico del Forum

Messaggi: 484
Registrato: Oct 2013 Online
Messaggio: #5
RE: BAVARIA - DE - NAUTITECH 40 OPEN
scrive scornaj:
"Unico svantaggio costa di più l’ormeggio altri costi più i meno equivalenti".
premesso che i cat mi piacciono e che ne vorrei uno, la manutenzione di due motori, il consumo di olio e gasolio, l'antivegetativa per due scafi non costano proprio le stesse cifre del monoscafo.
Quando sono stato in crociera con l'amico che aveva un Lagoon 40 (ho un monoscafo 38) mi parlava di costi più elevati dei miei. Per alcune voci, doppi.
Comunque, complimenti!
Ti invidio moltissimo30
14-09-2022 18:24
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
windex Offline
Amico del Forum

Messaggi: 431
Registrato: Apr 2011 Online
Messaggio: #6
RE: BAVARIA - DE - NAUTITECH 40 OPEN
Vero per i motori: senza dubbio costi doppi, anche in relazione alle velox per le eliche ad es...
Poi in realtà se escludiamo anche i costi dell'ormeggio (che per fortuna non sono doppi ma comunque sensibilmente più alti) gli altri costi sono assolutamente equiparabili e direi quasi uguali

Io spendo la stessa cifra del mio precedente 45 piedi, ad esclusione del posto barca e dei tagliandi ecc... dei motori che son 2 invece che 1.

In ferie invece posso dire che dopo 2 estati i costi sono equivalenti tra il mio 41 cat e il 45 mono di prima, anzi se escludiamo la Croazia posso dire che sono diminuiti (per varie ragioni ma è così...)
26-10-2022 15:25
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  BAVARIA - DE - 40 Cruiser J&J m.y 2008 kavokcinque 61 17.262 24-11-2022 23:40
Ultimo messaggio: kavokcinque
  BAVARIA - DE - Bavaria 36 doti marine mantonel 87 25.798 17-09-2022 12:22
Ultimo messaggio: kavokcinque
  BAVARIA - DE - 41 New N/A 4 3.315 23-01-2022 14:18
Ultimo messaggio: Mikey
  BAVARIA - DE - EASY 9.7 sonmì 28 1.533 18-11-2021 10:41
Ultimo messaggio: antonio83
  BAVARIA - DE - 38 Ocean lluca 18 6.313 27-06-2021 16:49
Ultimo messaggio: in_attivo
  BAVARIA - DE - Bavaria 32 HAL9001 74 10.643 26-01-2021 21:56
Ultimo messaggio: Volpino vela
  BAVARIA - DE - new 40 farr-bmw davidevet 74 22.193 10-04-2019 13:33
Ultimo messaggio: grossifs
  Bavaria 31 vs Hanse 315 vs Jeanneau 29.2 sonmì 25 18.195 02-12-2018 18:45
Ultimo messaggio: pastoredionde2
  BAVARIA - D - C45 grossifs 17 4.589 15-04-2018 22:32
Ultimo messaggio: kavokcinque
  BAVARIA - DE - new 40 farr-bm grossifs 15 4.646 04-12-2015 09:54
Ultimo messaggio: grossifs

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)