Rispondi 
maltempo improvviso e barca piccola : come comportarsi ?
Autore Messaggio
fab79 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 331
Registrato: Dec 2008 Online
Messaggio: #101
RE: maltempo improvviso e barca piccola : come comportarsi ?
(06-08-2019 23:17)Edolo Ha scritto:  Nimbo, ricordo un anno che stavamo portando a Trieste dalla Puglia un hanse 400 ed arrivati più o meno al traverso di Pola ci ha sorpresi una botta da 60 e passa nodi (non solo a noi, il giorno dopo a Trieste non si parlava d'altro). In pochi minuti il mare è cambiato eccome. Una caratteristica dell'adriatico, che lo rende stronsetto, è quella di avere onde corte e che tendono a frangere, complici bassi fondali. Sai meglio di me che l'altezza dell'onda è indicativa fino ad un certo punto, ma se il periodo è breve, anche un'onda da mezzo metro che frange, con un barchino può essere un bel problema.
L onda corta alta anche un metro ma verticale al traverso.. giá mi da fastidio. Forse queste onde vicine e verticali sono tipiche dei bassi fondali come il nostro alto adriatico
25-08-2019 19:13
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
fab79 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 331
Registrato: Dec 2008 Online
Messaggio: #102
RE: maltempo improvviso e barca piccola : come comportarsi ?
(05-08-2019 22:42)fab79 Ha scritto:  Interessante questa discussione.. sono anche le mie perplessità. Io con barca di 8.50 mt non so se mi troverei meglio.
ok bullo.. mi risollevi... ma manca l esperienza..
chissa quanti escono in barca come me.. sempre tempo bello e assicurato...però se capita poi di finirci dentro... che si fa.. non si é abituati, magari si entra nel panico, o si hanno altre persone a bordo che entrano nel panico ... ecc..

Inviato dal mio ASUS_X00DD utilizzando Tapatalk
25-08-2019 20:22
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
EC Offline
Amico del Forum

Messaggi: 924
Registrato: Aug 2015 Online
Messaggio: #103
RE: maltempo improvviso e barca piccola : come comportarsi ?
(24-08-2019 20:11)gourmet Ha scritto:  Personalmente con 16Ton di barca a chiglia lunga... non mi è mai capitata l'occasione di surfare l'onda... ma di planare si... ed è indubbio che con una "grande" barca ci si può divertire non poco... ma poi ci vuole sempre quel briciolo di spirito di conservazione che ti fa considerare altre variabili... le vele... gli alberi... le sartie... in barca (e non solo) ogni cosa ha i suoi limiti... ed in certe condimeteo è meglio non sperimentarli troppo... o troppo a lungo---
Forse intendevi dire il contrario, o effettivamente la tua barca può planare?Smiley30
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 25-08-2019 20:39 da EC.)
25-08-2019 20:39
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
gourmet Offline
Senior utente

Messaggi: 2.779
Registrato: Jun 2008 Online
Messaggio: #104
RE: maltempo improvviso e barca piccola : come comportarsi ?
(25-08-2019 20:39)EC Ha scritto:  Forse intendevi dire il contrario, o effettivamente la tua barca può planare?Smiley30

No... volevo dire esattamente quello... ma ero in Pacifico con relativo vento ed onda lunga... in mediterraneo sarei stato uno scoglio...Smiley4Smiley4Smiley4
P.s. Naturalmente parlo al passato... passato remoto... ma sempre presente...!!!
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 26-08-2019 10:06 da gourmet.)
26-08-2019 10:01
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Online
Vecio AdV

Messaggi: 12.203
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #105
RE: maltempo improvviso e barca piccola : come comportarsi ?
Goumert come puoi incontrare uno scoglio se sei uno scoglio?8989898989898989898989898989
26-08-2019 13:50
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
davebox70 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 336
Registrato: Jul 2013 Online
Messaggio: #106
RE: maltempo improvviso e barca piccola : come comportarsi ?
Occhio a non confondere le spere con l'ancora galleggiante, le prime si filano di poppa per diminuire il rischio che la barca si intraversi mentre si viaggia con vento e mare che arrivano da poppa, servono a offrire una certa resistenza all'avanzamento (ma non troppa) in modo che la barca "tirata un po all'indietro" non ruoti facilmente quando arriva l'onda.
L'ancora galleggante invece è una specie di grosso paracadute che offre una resistenza enorme nell'acqua, serve a far rallentare moltissimo la barca e si fila di prua, in quanto ti becchi le onde quasi come se fossi ancorato sul fondo.
Se il vento ti spinge verso la costa un'ancora galleggiante potrebbe rallentarti quanto basta per scampare agli scogli, di contro però rinunci a qualsiasi possibilità di manovrare finchè non la recuperi.
26-08-2019 14:45
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
gourmet Offline
Senior utente

Messaggi: 2.779
Registrato: Jun 2008 Online
Messaggio: #107
RE: maltempo improvviso e barca piccola : come comportarsi ?
(26-08-2019 13:50)bullo Ha scritto:  Goumert come puoi incontrare uno scoglio se sei uno scoglio?8989898989898989898989898989

Accidenti Bullo... vuoi dire che avrei dovuto stare attento ai tanti aspiranti regatisti... 100 Bhè... ormai non corro più di questi rischi... adesso vado col pedalò e col sole... ed è un gran piacere...79
26-08-2019 15:09
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
gourmet Offline
Senior utente

Messaggi: 2.779
Registrato: Jun 2008 Online
Messaggio: #108
RE: maltempo improvviso e barca piccola : come comportarsi ?
(26-08-2019 14:45)davebox70 Ha scritto:  Occhio a non confondere le spere con l'ancora galleggiante, le prime si filano di poppa per diminuire il rischio che la barca si intraversi mentre si viaggia con vento e mare che arrivano da poppa, servono a offrire una certa resistenza all'avanzamento (ma non troppa) in modo che la barca "tirata un po all'indietro" non ruoti facilmente quando arriva l'onda.
L'ancora galleggante invece è una specie di grosso paracadute che offre una resistenza enorme nell'acqua, serve a far rallentare moltissimo la barca e si fila di prua, in quanto ti becchi le onde quasi come se fossi ancorato sul fondo.
Se il vento ti spinge verso la costa un'ancora galleggiante potrebbe rallentarti quanto basta per scampare agli scogli, di contro però rinunci a qualsiasi possibilità di manovrare finchè non la recuperi.

NON sono d'accordo su tutto... ma le disquisizioni in merito sono e sono state molteplici... personalmente a bordo ho sempre tenuto l'ancora galleggiante da usare indifferentemente a prua... a poppa... ed anche al giardinetto quando necessario... le differenze pratiche sono pressochè inesistenti... l'importante è avercela e saperla usare...
qui alcuni esempi... da non prendere come oro colato... ma abbastanza esplicativi...
https://blog.magellanostore.it/ancore-ga...-analogie/
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 26-08-2019 15:23 da gourmet.)
26-08-2019 15:22
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
MichelePR Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 112
Registrato: Sep 2017 Online
Messaggio: #109
RE: maltempo improvviso e barca piccola : come comportarsi ?
(26-08-2019 14:45)davebox70 Ha scritto:  Occhio a non confondere le spere con l'ancora galleggiante, le prime si filano di poppa per diminuire il rischio che la barca si intraversi mentre si viaggia con vento e mare che arrivano da poppa, servono a offrire una certa resistenza all'avanzamento (ma non troppa) in modo che la barca "tirata un po all'indietro" non ruoti facilmente quando arriva l'onda.
L'ancora galleggante invece è una specie di grosso paracadute che offre una resistenza enorme nell'acqua, serve a far rallentare moltissimo la barca e si fila di prua, in quanto ti becchi le onde quasi come se fossi ancorato sul fondo.
Se il vento ti spinge verso la costa un'ancora galleggiante potrebbe rallentarti quanto basta per scampare agli scogli, di contro però rinunci a qualsiasi possibilità di manovrare finchè non la recuperi.

Mi sono incuriosito e ho trovato questo articolo
https://www.giornaledellavela.com/2019/0...leggiante/
è corretto quanto viene riportato?
Due cose mi lasciano un po' perplesso:
- 2000€ per un'ancora a paracadute per un 45 piedi (!?!?)
- 1 h per recuperare un'ancora a trascinamento? Anche questo dato mi sembra veramente esagerato.

Avendo l'idea di dotarmi di un'ancora galleggiante, propenderei per quella a paracadute, l'altra mi sembra roba da oceano ...
26-08-2019 15:26
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
gourmet Offline
Senior utente

Messaggi: 2.779
Registrato: Jun 2008 Online
Messaggio: #110
RE: maltempo improvviso e barca piccola : come comportarsi ?
(26-08-2019 15:26)MichelePR Ha scritto:  Mi sono incuriosito e ho trovato questo articolo
https://www.giornaledellavela.com/2019/0...leggiante/
è corretto quanto viene riportato?
Due cose mi lasciano un po' perplesso:
- 2000€ per un'ancora a paracadute per un 45 piedi (!?!?)
- 1 h per recuperare un'ancora a trascinamento? Anche questo dato mi sembra veramente esagerato.

Avendo l'idea di dotarmi di un'ancora galleggiante, propenderei per quella a paracadute, l'altra mi sembra roba da oceano ...

NON esiste roba da oceano... se l'oceano si incazza... fatti pure il segno di croce anche se sei ateo...!!!
Il mare incazzato è sempre tale... la differenza consiste nella lunghezza delle onde e nella forza del vento... ed al di sopra dei limiti della tua barca non esiste soluzione
Io non ho mai cercato i limiti nelle mie barche... mi è capitato di doverli subire e superare... in ogni caso è inutile cercare la "misura perfetta"... questa semplicemente varia con il variare delle forze in gioco...
Ovviamente un paracadute gigante ti frena il 45 piedi anche con forze maggiori...
ma spesso basta una misura più piccola... più economica... ma sopratutto più gestibile... per ottenere risultati soddisfacenti con condimeteo non estremissime...
In ultimo ho sentito parlare di bitte... bhè... questo è il modo migliore di perdere l'ancora... le bitte... e probabilmente un pezzo di barca...
Personalmente, essendo la mia un ketch, la legavo alla base d'albero.. ed i candelieri di poppa non mi davano fastidio... ma ogni barca è un caso a se... peso... dimensioni... robustezza... ingombri... son tutti fattori discriminanti da tenere in considerazione molto prima di essere nella necessità di doverla usare...

P.s. Hai un messaggio privato...
26-08-2019 16:10
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Online
Vecio AdV

Messaggi: 12.203
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #111
RE: maltempo improvviso e barca piccola : come comportarsi ?
Ci sono varie teoria sulla fuga al mare in poppa.
Dumas con il Legh II° dichiarava che non diminuiva tela e correva alla massima velocità barca di poco più di 9 m. doppia prua.
Moitesier sul libro " capo horn alla vela" racconta, mentre scendeva verso il capo in Pacifico di esser stato preso da due burrasche che durarono sei giorni, di aver calato a poppa cavi e persino una giapponese, rete per arrampicarsi sul bordo della nave, per diminuire la velocità e rimanere col mare in poppa, la barca veniva completamente sommersa dalle onde, lesse quello che diceva Dumas andò fuori e tagliò via tutto, da quel momento le onde non ruppero più sulla poppa la barca faceva dai 5/6 nodi a secco viaggiado ad una ventina di gradi dal fil di ruota.
Da quel giorno usò sempre questa tattica e di ml. ne ha fatte a quelle latitudini.
Le barche moderne corrono in poppa più veloci e sicure di quelle di una volta gli oceanografi hanno stabilito che la velocità minima per correre a quelle latitudine deve essre di almeno 8 nodi altrimenti si rischia la capriola.
Correre in poppa è un'opppinione.-
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 26-08-2019 18:22 da bullo.)
26-08-2019 18:21
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
gourmet Offline
Senior utente

Messaggi: 2.779
Registrato: Jun 2008 Online
Messaggio: #112
RE: maltempo improvviso e barca piccola : come comportarsi ?
(26-08-2019 18:21)bullo Ha scritto:  Ci sono varie teoria sulla fuga al mare in poppa.
Dumas con il Legh II° dichiarava che non diminuiva tela e correva alla massima velocità barca di poco più di 9 m. doppia prua.
Moitesier sul libro " capo horn alla vela" racconta, mentre scendeva verso il capo in Pacifico di esser stato preso da due burrasche che durarono sei giorni, di aver calato a poppa cavi e persino una giapponese,Smiley34 rete per arrampicarsi sul bordo della nave, per diminuire la velocità e rimanere col mare in poppa, la barca veniva completamente sommersa dalle onde, lesse quello che diceva Dumas andò fuori e tagliò via tutto, da quel momento le onde non ruppero più sulla poppa la barca faceva dai 5/6 nodi a secco viaggiado ad una ventina di gradi dal fil di ruota.
Da quel giorno usò sempre questa tattica e di ml. ne ha fatte a quelle latitudini.
Le barche moderne corrono in poppa più veloci e sicure di quelle di una volta gli oceanografi hanno stabilito che la velocità minima per correre a quelle latitudine deve essre di almeno 8 nodi altrimenti si rischia la capriola.
Correre in poppa è un'opppinione.-

Ciao Bullo... non voglio certo contestare Moitessier... ma come già detto le opinioni e le circostanze sono ogni volta uniche ed irripetibili... e richiedono decisioni rapide ed efficaci... che naturalmente solo chi è al timone può prendere...
Correre in poppa...??? Si certo... finchè puoi...!!! ma se e quando l'onda ti raggiunge che fai...??? Capriole a go-go...??? Giravolte...???
Bhè io le ho fatte... ma il mio era un uragano (seppur in dissolvimento...) e sinceramente non le auguro a nessuno...
A proposito... era novembre... ed ero al largo di Cabo S.Lucas... e questo mi ricorda qualcuno...100
26-08-2019 18:53
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
sgiulio Offline
Amico del Forum

Messaggi: 649
Registrato: Jul 2007 Online
Messaggio: #113
RE: maltempo improvviso e barca piccola : come comportarsi ?
Ciao,

molto interessante questa chiaccherata !
Anch' io ho appreso dati nuovi. Soprattutto sui Siti per le previsioni meteo.
All' amico Crocchidù, che ha inserito 4 link, chiedo alcune delucidazioni.

Ringrazio, perchè quelle carte le igniravo perchè incomprensibile per me e di difficile lettura! .
Aprendo il link:
https://www.ilmeteo.it/portale/node/130/3

ci sono due cose che vorrei comprendere:
- La scala dei colori, il significato:
- ad ogni colore è correlato un numero ( 10 per blu, 550 per il rosso). Cosa indicano i numeri, su quala Scala ?

Grazie.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 06-09-2019 14:30 da sgiulio.)
06-09-2019 14:26
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
carlo1974 Offline
Senior utente

Messaggi: 1.471
Registrato: Sep 2018 Online
Messaggio: #114
RE: maltempo improvviso e barca piccola : come comportarsi ?
(07-08-2019 17:17)Nimbo Ha scritto:  Poi credo che Carlo cerchera' in tutti i modi di scansarla, ma se mai la prendera' spero ci bvenga a raccontare come e' andata e come la ha risolta.

due anni dopo , ho beccato il groppo Smiley4
è successo la mattina di domenica 1° agosto 2021 tra rimini e bellaria .

ritornavamo da una minicrociera a vallugola . lunedì si doveva lavorare , per cui , non potevamo rimandare . le previsioni davano libeccio 20+ nodi dal primo pomeriggio di domenica . ora, il libeccio in romagna è un vento di terra , basta stare sottocosta che il mare è calmo . però , siamo in vacanza , ho la signora al seguito che non sà fare nulla in barca e ...non le interessa imparare nulla . se la barca sbanda oltre i 10 gradi stà in apprensione e quindi decido di partire la mattina presto e di arrivare a cervia prima del mezzogiorno per evitare il ventone . sveglia alle 5 e via si parte !
fuori c'è pochissimo vento (3-5 nodi ...) e si viagga solo a motore a oltre 5 nodi con la deriva mobile sollevata (con 5 cavalli di fuoribordo , il mio barchino è un motorsailer ! viagga a velocità di carena ! ) . dopo cattolica , aumenta un pochino il vento anche se l'abbiamo al lasco e isso anche il fiocco . isso il fiocco anzichè la randa perchè avendo un debole apparente al lasco-gran lasco , la randa dovrebbe stare molto lascata e ci troveremmo il boma che sballonzola sopra le nostre teste . il fiocco a prua non ci crea problemi .
la signora si và a stendere e riprende a dormire ...
poco dopo riccione , un nuvolone nero ci insegue da sud-ovest . ci passa a meno di mezzo miglio da poppa . si vede chiaramente la pioggia , ma non ci tocca . arrivati quasi al porto di rimini , un'altro nuvolone nero carico di pioggia , sempre proveniente da sud-ovest , ci sorpassa alla nostra sinistra .
poco prima di bellaria , l'orizzonte davanti a noi cambia rapidamente ...
prima i nuvoloni , arrivavano dalla costa e si dirigevano in mare diretti verso nord-est e dietro di loro , ritornava il sereno . ora, davanti a noi il cielo si era tutto chiuso e diventava sempre più scuro . se il temporale seguirà la direzione dei nuvoloni precedenti , non ci saran problemi , sfilerà in mare prima del nostro arrivo . invece , un paio di miglia davanti a noi cominciano a venire giù fulmini e tutto diventa nero . rallento per capire che direzione stà rendendo il temporale , spengo il motore e procedo solo col fiocco quasi di poppa piena a 2,5-3 nodi .
realizzo che ci stà venendo contro !
riaccendo il motore , sveglio la signora indossiamo i giubotti di salvataggio e corro a prua a amainare il fiocco e a legarlo saldamente alla battagliola . quì succede un fatto strano ...
sono intento a fissare il fiocco alla battagliola quando mi accorgo che la randa (che è ancora piegata sul boma e fissata col ragno elastico...) , tende a sollevarsi dal boma subito dietro alla trozza . è il vento che la fà gonfiare tra le pieghe . guardo il mare (prima ero intento sul mio lavoro ...) e vedo che il vento formava delle striature bianche ortogonali alle onde . giuro che saà stata l'adrenalina in circolo , ma non avevo sentito tutto questo vento ! comunque , in mano ho delle cimette e fisso subito anche la randa sul boma .
ritorno al timone e inverto la rotta (tanto , eravamo ormai fermi , il motorino non ce la faceva ad avanzare controvento...) puntando il porto di rimini che è 4-5 miglia più a sud . nel fare inversione , il vento sulla fiancata ci stende con la falchetta abbondantemente sott'acqua ! fortuna che avevamo la parte mobile della deriva sollevata !
ora siamo poppa al vento e il motore è acceso giusto per sicurezza perchè solo col vento siamo a velocità di carena o quasi .
quasi di colpo il vento aumenta ancora e di molto . il vento "strappava" l'acqua nebulizzata dal mare e sembrava di essere tra il fumo nel mezzo di un'incendio . e poi pioggia , tantissima, grossissima e orizzontale . mi ha stupito che ... non si riusciva a stare col viso girato verso al vento , non si riusciva a respirare , solo acqua nebulizzata ! la visibilità era...poco più della prua del mio barchino !
nel giro di qualche minuto , il serbatoio del fuoribordo mi galleggiava in giro per il pozzetto . gl'ombrinali (2 di diametro 40mm circa...) non riuscivano a espellere l'acqua della pioggia più quella del mare che entrava in pozzetto .
ora avevo paura di schiantarmi sul porto di rimini che era da qualche parte davanti a noi . quindi ho provato a guadagnare un pò il largo ma confermo quanto detto da bullo , se orzavo più di 20-30 gradi , il vento sulla fiancata mi stendeva fino a farmi mettere i passavanti sott'acqua e poi, avendo la deriva alzata , viaggavamo così sbandati scarrocciando ma senza guadagnare nulla in termini di rotta . di buono era che così sbandati svuotavamo il pozzetto però il motorino metteva l'elica fuori !
poi, nel giro di pochi minuti , il vento ha cominciato a calare la pioggia era più fine e l'acqua del mare non veniva più nebulizzata .
allora ho invertito la rotta ancora per andare in direzione contraria del groppo e uscirne presto .
tempo mezz'ora o forse meno , eravamo ancora in estate !
per la cronaca , in mare c'erano diversi canottini, materassini, palloni ! un canottino che era sulla nostra rotta , l'abbiamo pure preso a bordo !
la signora non si è traumatizzata più di tanto e la cosa mi ha positivamente colpito . se avesse avuto un'attacco di panico , sarebbero stati problemi seri .
il barchino si è comportato meglio di quel che potevo pensare , probabilmente anche merito di aver sollevato la parte mobile della pinna e di aver concentrato tutto il peso dei bagagli sul pagliolo della cabina(eravamo in vacanza quindi m un paio di borse di panni , fornello , pentolame , acqua , viveri , ancore , cime , ecc... diciamo che un quintalotto ci poteva essere ...) che credo abbia contribuito alla stabilità .
non si è rotto nulla e nessuno si è fatto male percui ...alla fine è stata un'esperienza ....entusiasmante ! (che però non vorrei ripetere !Smiley36 )

essere stupidi è un privilegio
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 23-08-2021 21:56 da carlo1974.)
23-08-2021 21:50
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Nimbo Offline
Senior utente

Messaggi: 2.452
Registrato: Mar 2010 Online
Messaggio: #115
maltempo improvviso e barca piccola : come comportarsi ?
Ottimo!!!!

Matteo
30-08-2021 15:12
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
etabeta 1° Offline
Amico del Forum

Messaggi: 698
Registrato: Oct 2008 Online
Messaggio: #116
RE: maltempo improvviso e barca piccola : come comportarsi ?
un unica domanda.... ma non è meglio avere la deriva abbassata? ti aiuta a rollare in modo meno violento e contribuisce a tenere in asse la barca.
31-08-2021 11:29
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
carlo1974 Offline
Senior utente

Messaggi: 1.471
Registrato: Sep 2018 Online
Messaggio: #117
RE: maltempo improvviso e barca piccola : come comportarsi ?
bisognerebbe provare . io avevo la deriva sollevata in quanto stavo procedendo a motore . avevo anche il fiocco issato , ma ero al gran lasco per cui la deriva non mi serviva .
quando eravamo dentro al groppo , il mare non aveva montato tanto e comunque era di poppa . se provavamo di orzare , non appena si esponeva la fiancata della barca , la forza del vento ci faceva sbandare tantissimo . non avendo la deriva giù , ci inclinavamo e poi scarrocciavamo . penso che se la pinna fosse stata fuori , forse avrebbe fatto lo "sgambetto" e il vento ci avrebbe steso .
per quel che riguarda la mia pinna mobile , essa ha solo funzione antiscarroccio , non serve come zavorra .
la funzione di zavorra è svolta da una fissa e corta pinna in ghisa con siluro finale al cui interno bascula la deriva mobile .

essere stupidi è un privilegio
31-08-2021 11:57
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
etabeta 1° Offline
Amico del Forum

Messaggi: 698
Registrato: Oct 2008 Online
Messaggio: #118
RE: maltempo improvviso e barca piccola : come comportarsi ?
(31-08-2021 11:57)carlo1974 Ha scritto:  bisognerebbe provare . io avevo la deriva sollevata in quanto stavo procedendo a motore . avevo anche il fiocco issato , ma ero al gran lasco per cui la deriva non mi serviva .
quando eravamo dentro al groppo , il mare non aveva montato tanto e comunque era di poppa . se provavamo di orzare , non appena si esponeva la fiancata della barca , la forza del vento ci faceva sbandare tantissimo . non avendo la deriva giù , ci inclinavamo e poi scarrocciavamo . penso che se la pinna fosse stata fuori , forse avrebbe fatto lo "sgambetto" e il vento ci avrebbe steso .
per quel che riguarda la mia pinna mobile , essa ha solo funzione antiscarroccio , non serve come zavorra .
la funzione di zavorra è svolta da una fissa e corta pinna in ghisa con siluro finale al cui interno bascula la deriva mobile .
chiaro. se non ha funzione di zavorra al massimo aiuta un po' col rollio ma effettivamente non saprei se alla fine dei conti potrebbero esserci altri effetti indesiderati.
chiedevo per conoscenza, io non ho esperienza su derive mobili.
ciao e buon vento!
31-08-2021 12:56
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)