Rispondi 
Help circuito primario
Autore Messaggio
pepe1395 Online
Vecio AdV

Messaggi: 6.049
Registrato: Jul 2011 Online
Messaggio: #41
RE: Help circuito primario
(07-09-2020 17:01)teo4x4 Ha scritto:  bho...io la penso come francidoro nel messaggio 34

Io invece, per una volta, non concordo con Francidoro: il fusibile sulle batterie ha senso, se uno dei cavi della batteria va in corto preferisco cercare il problema, risolverlo e cambiare il fusibile piuttosto che vedere come funzionano i miei estintori Smiley45
BV!

http://www.pepe1395.it MMSI:247204660
bacan d'a corda marsa d'aegua e de sä che a ne liga e a ne porta 'nte 'na creuza de mä (Faber)
Se pensate che un professionista sia caro è perché non avete idea di quanto vi costerà alla fine un dilettante (anonimo, forse un pro)
Forza Alex!
07-09-2020 20:46
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
teo4x4 Offline
Senior utente

Messaggi: 2.346
Registrato: Dec 2010 Online
Messaggio: #42
RE: Help circuito primario
(07-09-2020 20:46)pepe1395 Ha scritto:  Io invece, per una volta, non concordo con Francidoro: il fusibile sulle batterie ha senso, se uno dei cavi della batteria va in corto preferisco cercare il problema, risolverlo e cambiare il fusibile piuttosto che vedere come funzionano i miei estintori Smiley45
BV!

andiamo con ordine:
considerando le dimensioni dei cavi della batteria, per fare un corto devono surriscaldarsi talmente tanto da perdere l'isolamento, quindi parliamo di tantissimi A di assorbimento.
Domanda: cosa può generare un tale assorbimento?
Gli accessori elettrici che troviamo a bordo delle nostre barche sono tutti protetti a monte (se l'impianto non è stato manomesso da incompetenti) la vedo dura generare un assorbimento tale da procurare un corto tra i cavi della batteria.
Intendiamoci, nessuno vieta di mettere un maxi fusibile opportunamente dimensionato su ogni batteria.
09-09-2020 21:37
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
marmar Offline
Amico del Forum

Messaggi: 645
Registrato: Feb 2017 Online
Messaggio: #43
RE: Help circuito primario
Tanti anni fa...rottura capocorda del positivo al motorino di avviamento, onda di un motoscafo entrando a Porto Vecchio, caduta del positivo sul motore (a massa)...distruzione di tutti i cavi di potenza da motore a batterie, da batterie a quadro, ecc...non siamo andati a fuoco...ma due giorni fermi e non trovando cavi di potenza, sostituiti con unione in testa di cavi singoli...
Da quel dì, fusibili...
09-09-2020 21:50
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Verro Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 18
Registrato: Apr 2020 Online
Messaggio: #44
RE: Help circuito primario
Per esperienza personale, stringi le fascette il giusto. Troppo strette a lungo andare possono incidere il filo. Ti ritroverai un fusibile che salta, controllerai motori, relé capicorda e chi più ne ha ne metta... tutto ok; ma il fusibile continua a saltare.
09-09-2020 23:18
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
pepe1395 Online
Vecio AdV

Messaggi: 6.049
Registrato: Jul 2011 Online
Messaggio: #45
RE: Help circuito primario
(09-09-2020 21:37)teo4x4 Ha scritto:  andiamo con ordine:
considerando le dimensioni dei cavi della batteria, per fare un corto devono surriscaldarsi talmente tanto da perdere l'isolamento, quindi parliamo di tantissimi A di assorbimento.
Domanda: cosa può generare un tale assorbimento?
Risposta: ad esempio il cavo del motorino di avviamento crimpato con una bella martellata o un pinza (ne ho visti parecchi, con una leggerissima trazione il capocorda rimane al suo posto ed il cavo ti rimane in mano) oppure il cavo che porta la tensione al quadro elettrico, nelle batterie è immagazzinato qualche KW ed in caso di corto un bel falò è probabile.
Citazione:Gli accessori elettrici che troviamo a bordo delle nostre barche sono tutti protetti a monte (se l'impianto non è stato manomesso da incompetenti)
Appunto
Citazione: la vedo dura generare un assorbimento tale da procurare un corto tra i cavi della batteria.
Concordo, sicuramente non salta sicuramente il fusibile della batteria, dovrebbe saltare quello che protegge il cavo in corto che speriamo sia stato dimensionato correttamente. Brucia prima il cavo piccolo se non protetto adeguatamente.
Citazione:Intendiamoci, nessuno vieta di mettere un maxi fusibile opportunamente dimensionato su ogni batteria.
Un professionista serio ti avverte dei possibili problemini, poi spetta all’armatore decidere.
Comunque piccolo consiglio per chi deve eseguire delle crimpature, se i cavi cominciano ad avere diametri ragguardevoli, diciamo oltre i 16 mmq., la crimpatrice deve essere dimensionata opportunamente possibilmente idraulica. Qualsiasi crimpatura deve essere testata applicando una trazione al cavo elettrico proporzionale al diametro del cavo. Se questo si sfila porsi qualche domanda.
Una volta posizionato il cavo elettrico con relativo capocorda, evitare per quanto possibile che questo si muova fascettandolo ad altri cavi e, se possibile, utilizzando placchette avvitate anti trazione.
BV!

@marmar non avevo visto il tuo post perché ho impiegato molto tempo a rispondere a teo4x4, l’argomento è spinoso poiché impatta sulla sicurezza a bordo.
L’unica cosa che mi viene in mente è:
CVD 32
BV!

http://www.pepe1395.it MMSI:247204660
bacan d'a corda marsa d'aegua e de sä che a ne liga e a ne porta 'nte 'na creuza de mä (Faber)
Se pensate che un professionista sia caro è perché non avete idea di quanto vi costerà alla fine un dilettante (anonimo, forse un pro)
Forza Alex!
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 10-09-2020 09:25 da pepe1395.)
10-09-2020 09:21
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Cicala Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 70
Registrato: Sep 2019 Online
Messaggio: #46
RE: Help circuito primario
Grazie a tutti.per gli interventi,
dovrei essere riuscito a recuperare quasi tutto il materiale
per le crimpature ho una pinza apposta regolabile sulle misure da 16 a 50 mmq, ho fatto una prova sul 35 e la tenuta è giusta, ho provato a tirare il cavo e non si muove

Ieri ho portato l'alternatore(bosch 45A) ad un elettrauto per farlo pulire/revisionare, lui mi ha proposto invece un perkins 55A nuovo, non verniciato a 100€, il corpo è uguale al mio vecchio solo l'attacco è più largo ed è da spessorare
Ha due positivi fast-on, a cosa servono?
Come scelgo il regolatore di carica?
10-09-2020 11:31
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
teo4x4 Offline
Senior utente

Messaggi: 2.346
Registrato: Dec 2010 Online
Messaggio: #47
RE: Help circuito primario
poichè anche io dovrei provvedere a sistemare o revisionare integralmente l'impianto del mio GS che è tutto fuorchè decente, avrei le capacità per farlo, purtroppo non ho il tempo necessario, ho provato a cercare su google alla voce elettricisti settore nautico ma mi compaiono solo coloro che lavorano sul civile o industriale.
Mi sapete indicare quale parola chiave utilizzare?
Se qualcuno ha indicazioni di artigiani professionalmente preparati e seri me lo può comunicare con MP.
grazie mille in anticipo.
10-09-2020 12:22
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Markolone Offline
Senior utente

Messaggi: 4.410
Registrato: Dec 2009 Online
Messaggio: #48
RE: Help circuito primario
Sono interessato pure io al regolatore, anche perchè quello originale (e molto obsoleto) non funziona più.
Mi piace l'idea dell'automatismo con preferenza per la batteria servizi (utile anche se ci colleghi il salpaancore) e passaggio a quella del motore.
La batteriia servizi è AGM e quella motore è acido libero, l'ideale sarebbe che si adatti in automatico.
Qualche suggerimento sul marca e modello? punto più sulla affidabilità che su grandi potenze di cui non ho necessità.
10-09-2020 17:19
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Cicala Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 70
Registrato: Sep 2019 Online
Messaggio: #49
RE: Help circuito primario
https://www.svb-marine.it/it/sterling-al...-12v.html#
Per ora ho trovato questo, qualcuno lo conosce?
Sarebbe bello che costasse un pò meno, ma non voglio neanche risparmiare troppo a discapito delle prestazioni, è effettivamente un componente importante...
Che ne pensate?
10-09-2020 19:53
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Wally Offline
Senior utente

Messaggi: 1.581
Registrato: Mar 2018 Online
Messaggio: #50
RE: Help circuito primario
L'unica cosa che dico é che normalmente li ho sempre visti alettati per il raffreddamento, questo ha un involucro in plastica, non é che con il tempo ed il calore la plastica si cuoce ?
10-09-2020 20:16
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Resolution Offline
Amico del Forum

Messaggi: 358
Registrato: Sep 2007 Online
Messaggio: #51
RE: Help circuito primario
(10-09-2020 19:53)Cicala Ha scritto:  https://www.svb-marine.it/it/sterling-al...-12v.html#
Per ora ho trovato questo, qualcuno lo conosce?
Sarebbe bello che costasse un pò meno, ma non voglio neanche risparmiare troppo a discapito delle prestazioni, è effettivamente un componente importante...
Che ne pensate?

Magari è solo un errore nella traduzione ma dire "Può essere utilizzato con batterie VRLA (AGM e Gel [14.4V e 28.8V]) o piombo [14.8V e 29.6V]" è una stupidaggine. Meglio dire "VRLA o acido libero" in quanto tutte queste batterie sono al piombo.

Mario
Ex Resolution, ora Albachiara
"benedetti quelli che non hanno niente da dire e ciononostante se ne stan zitti". Karl Valentin, comico tedesco
10-09-2020 20:42
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Markolone Offline
Senior utente

Messaggi: 4.410
Registrato: Dec 2009 Online
Messaggio: #52
RE: Help circuito primario
(10-09-2020 19:53)Cicala Ha scritto:  https://www.svb-marine.it/it/sterling-al...-12v.html#
Per ora ho trovato questo, qualcuno lo conosce?
Sarebbe bello che costasse un pò meno, ma non voglio neanche risparmiare troppo a discapito delle prestazioni, è effettivamente un componente importante...
Che ne pensate?

L'avevo addocchiato e forse è tra le soluzioni più economiche tra i regolatori "avanzati". Però gestisce una sola batteria.
10-09-2020 23:16
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
pepe1395 Online
Vecio AdV

Messaggi: 6.049
Registrato: Jul 2011 Online
Messaggio: #53
RE: Help circuito primario
(10-09-2020 20:42)Resolution Ha scritto:  Magari è solo un errore nella traduzione ma dire "Può essere utilizzato con batterie VRLA (AGM e Gel [14.4V e 28.8V]) o piombo [14.8V e 29.6V]" è una stupidaggine. Meglio dire "VRLA o acido libero" in quanto tutte queste batterie sono al piombo.

Hai ragione, è sperabile sia un errore della traduzione.
BV!

http://www.pepe1395.it MMSI:247204660
bacan d'a corda marsa d'aegua e de sä che a ne liga e a ne porta 'nte 'na creuza de mä (Faber)
Se pensate che un professionista sia caro è perché non avete idea di quanto vi costerà alla fine un dilettante (anonimo, forse un pro)
Forza Alex!
11-09-2020 09:35
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Cicala Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 70
Registrato: Sep 2019 Online
Messaggio: #54
RE: Help circuito primario
Ciao a tutti, lo svolgimento dei lavori procede un pò a rilento ma procede...
stò cercando di avere un buon progetto, più definito possibile anche per capire bene gli spazi per il quadro e per i cavi
Sulle murate, nell’angolo interno con il ponte, scorre un tubo di plastica per il passaggio cavi, pensavo di aggiungerne un secondo per dividere i positivi dai negativi
stò progettando una paretina a chiudere il lato del carteggio dove montare il nuovo quadro, vorrei incernierarlo sul lato basso cosí è ispezionabile
Qualche domanda:
.il caricabatterie e l’alternatore devono andare diretti alle batterie, è un problema farli passare dal bus bar prima dello staccabatterie?
.dove metto la messa a terra del caricabatterie? E quella del cavo di banchina?

Allego il disegno dell’impianto, ho preso spunto da una discussione del forum

I pallini rossi sono fusibili


Allegati Anteprime
   
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 16-09-2020 12:26 da Cicala.)
16-09-2020 12:25
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Cicala Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 70
Registrato: Sep 2019 Online
Messaggio: #55
RE: Help circuito primario
Specifico l’ultima domanda sulla messa a terra visto che è un argomento molto trattato e dibattuto
Ho letto tutto quello che sono riuscito a trovare sul forum e sul web e ad oggi non ho ancora trovato una soluzione
Non ho una piastra porosa esterna, non ho utenze a 220v se non il caricabatterie
Ho letto sul libro di Zerbinati che è sbagliatissimo collegare la terra della banchina a quella del caricabatterie, sulla mia barca è esattamente cosí, nel salvavita tra banchina e caricabatterie entrano ed escono la fase e il neutro, i cavi di messa a terra invece si collegano esternamente
Posso risolvere forse con un isolatore galvanico?
16-09-2020 15:51
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
francidoro Offline
Senior utente

Messaggi: 3.851
Registrato: Feb 2005 Online
Messaggio: #56
RE: Help circuito primario
sicuramente a te è molto chiaro. Sicuramente sono io una capra, ma qualche domanda sovviene. A me.
intanto balza subito all'evidenza che hai un battery monitor, e va bene. Ma perché anche un voltmetro ?
Cosa intendi per "bus" ? è un punto a cui arrivano / partono i cavi da / verso le varie utenze ? oppure è una barra dove convergono i vari carichi ? Quindi una barra per il positivo ed una per il negativo.
Di solito, il caricabatterie va diretto alle batterie. Se leggi il manuale (anche scaricandolo da internet) dicono sempre così. Diversamente ti complichi la vita con giochi vari di staccabatterie.
l'uscita dell'alternatore normalmente va ad un ripartitore, che a sua volta va diretto alle batterie.
In sostanza, con in mezzo la batteria, avrai a monte il caricabatterie ed il ripartitore, a valle le utenze.
Io direi che su una barca delle dimensioni della tua, basta uno staccabatterie tra batteria ed utenze. Va bene metterne uno per il positivo ed uno per il negativo. Ma non è essenziale.
questo ti permette di ricaricare le batterie con la 220 da banchina o col motore in moto, anche se non hai utenze in funzione.
Per la 220 , è buona norma metterci un isolatore galvanico. Tantissimi non lo usano, ma "già che sei lì" perché no ? Il collegamento da fare è semplice : prendi il cavo di "terra" (quello giallo e verde) che esce dal salvavita e tra il salvavita e la presa di banchina ci metti questo "robo" di isolatore galvanico. Il filo giallo-verde entra ed esce. Fatto.
OKKIO al battery monitor. Deve sempre essere in linea, per averlo operativo in tutte le sue funzioni. Diversamente lo usi prevalentemente come voltmetro ed amperometro, ma senza poter monitorare le batterie (perché lui deve "ricordare" e quindi non deve essere spento)

Nihil credendum nisi prius intellectum
(Abelardo)
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 16-09-2020 17:25 da francidoro.)
16-09-2020 17:13
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Cicala Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 70
Registrato: Sep 2019 Online
Messaggio: #57
RE: Help circuito primario
Grazie mille Francidoro

Il battery monitor sarebbe un BM1 che si occupa della sola batteria servizi (il “BM1 plus” si occupa di due) e visto che ho un voltometro già a bordo pensavo di usarlo per quella di avviamento

Il “Bus” sarebbe un busbar, una morsettiera che devia la corrente delle batterie, ha 4 contatti a bullone e sopporta 250A, visto che non vorrei mettere troppi cavi sui poli delle batterie vorrei mettere il caricabatterie e il ripartitore(alternatore) su questa morsettiera, si può fare secondo te?

Avevo già a bordo 3 chiavette staccabatteria, una servizi, una motore e una di emergenza, ne ho presa un’altra per il negativo

Posso attaccare all’isolatore galvanico anche il cavo di terra del caricabatterie?

Il battery monitor sarebbe collegato direttamente alla batteria, a monte dello staccabatteria, quindi sempre in funzione

Grazie ancora per l’aiuto
16-09-2020 17:44
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
francidoro Offline
Senior utente

Messaggi: 3.851
Registrato: Feb 2005 Online
Messaggio: #58
RE: Help circuito primario
OK è corretta l'idea di monitorare la batteria motore almeno con un voltmetro.
L'idea di usare un "busbar" non è sbagliata, senz'altro contribuisce a dare ordine a tutto l'impianto. Per quanto riguarda il numero dei cavi in arrivo sui morsetti delle batterie, non hai particolari problemi, ci vanno tranquillamente, ma se vuoi usare la barra, non ci sono problemi tecnici. L'importante è che intesti bene i terminali sui cavi.
Giusto il pensiero di usare uno staccabatteria anche per il negativo. In teoria, quando lasci la barca da sola all'ormeggio, potresti anche solo staccare il negativo per staccare tutto.
Se ho capito bene, il caricabatterie è l'unico servizio a 220 che hai a bordo. Io porterei il cavo della 220 del caricabatterie su un quadretto dedicato alla 220. Metterei un interruttore dedicato (hai visto mai che in futuro vuoi ampliare ? magari un boiler per dire, e devi separare i due utenti a 220). Poi un salvavita e tra salvavita e presa di banchina l'isolatore galvanico.
Se può interessare, le normative dicono che tra attacco a bordo della presa di banchina e salvavita non ci deve essere più di un metro. A te non verrà mai a controllare niente nessuno. Però è giusto saperlo.

Nihil credendum nisi prius intellectum
(Abelardo)
16-09-2020 18:21
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Cicala Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 70
Registrato: Sep 2019 Online
Messaggio: #59
RE: Help circuito primario
Ottimo, ti ringrazio molto
A breve spero di postare qualche foto di.inizio lavori
Buon vento
16-09-2020 20:14
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  Schema circuito stampato Autohelm st 4000 CUCUDRIL 12 568 12-10-2019 23:37
Ultimo messaggio: CUCUDRIL
  Circuito elettrico supplementare kitegorico 15 748 15-04-2019 12:53
Ultimo messaggio: gc-gianni
  Batteria tampone per strumenti e suo circuito di protezione Emiliano666 11 698 10-07-2018 19:04
Ultimo messaggio: IanSolo
  Dubbi circuito elettrico e caricabatterie Quick drmtiede 0 853 29-01-2018 15:20
Ultimo messaggio: drmtiede
  Potenziare circuito 220 kitegorico 6 758 21-01-2018 15:24
Ultimo messaggio: kitegorico
  circuito carica batterie con parallelatore - dubbio marloc 19 2.270 17-10-2017 21:58
Ultimo messaggio: Resolution
  Circuito strano. Non trovo il senso... Edolo 4 1.060 08-10-2017 20:23
Ultimo messaggio: Edolo
  circuito per monitorare fughe di corrente scafo metallo cla4lenza 12 1.688 09-11-2015 20:10
Ultimo messaggio: dapnia
  ricerca di un corto circuito venticello 4 2.062 20-08-2012 21:01
Ultimo messaggio: venticello
Heart Circuito bonding su chiglia Lysithea 4 1.615 24-07-2012 16:52
Ultimo messaggio: gc-gianni

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)