Rispondi 
470 manutenzione deriva
Autore Messaggio
STEFAN0 Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 6
Registrato: May 2021 Online
Messaggio: #1
470 manutenzione deriva
Buongiorno tutte/i
sono nuovo su questo fantastico mondo della vela ed ho avuto la fortuna di ricevere un 470 come prima barca a vela, con la quale ho già fatto alcune uscite.
C'è però un problema che devo risolvere e prima di fare pasticci vorrei chiedere un vostro consiglio sul modo migliore per fare bene un lavoro definitivo.
La deriva è comandata da un circuito chiuso, cioè una sola cima apre e chiude.
Ma è durissima da azionare specialmente i primi gradi, poi allenta. Stessa cosa oer chiuderla nella scassa al rientro o in andature di poppa.
In pratica la parte più spessa vicino al perno struscia sulla scassa.
Ho quindi deciso di smontarla per fare una revisione completa.
premesso che cambierò la cima, la mia domanda è sul trattamento da fare e sui prodotti da utilizzare/ non utilizzare
il materiale è legno ma rivestito da una vernice bianca, non so se sia gelcoat oppure flatting o altro ancora, in alcune parti il materiale protettivo è screpolato e si intravede il legno.
come la trattereste voi?
in naticipo ringrazio chiunque volesse lasciare un suggerimento
saluti e buon vento
StefanoQuesto contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 29-07-2021 16:32 da STEFAN0.)
29-07-2021 16:31
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
oudeis Offline
Vecio AdV

Messaggi: 11.748
Registrato: Mar 2012 Online
Messaggio: #2
RE: 470 manutenzione deriva
Ciao e ben arrivato in questa gabbia di matti (ma bravi!)
Il 470 è una delle migliori derive che ti darà grandi soddisfazioni e ti insegnerà molto se la "sentirai".
Credo che la tua deriva si sia un po' gonfiata, probabilmente la verniciatura non è più integra.
Come stanno le strisce di gomma o plastica che chiudono sotto? A volte si piegano all'interno e frenano lo scorrimento.
Perchè non ti piace il circuito chiuso?
BV!

Timore di vita frugale induce molti a vita piena di timore.
(Porfirio)
29-07-2021 22:07
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ADL Offline
Senior utente

Messaggi: 2.174
Registrato: Sep 2007 Online
Messaggio: #3
RE: 470 manutenzione deriva
succede solo a barca ghindata o anche a rig scarico?
30-07-2021 08:43
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
STEFAN0 Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 6
Registrato: May 2021 Online
Messaggio: #4
RE: 470 manutenzione deriva
Ciao Oudeis, grazie per il benvenuto
a me piace il circuito chiuso ma deve funzionare bene, l'ultima volta sono uscito con 10 nodi, prima di abbassare la deriva ho scarrocciato talmente tanto che stavo per finire sul molo.. (considera che sono alle prime esperienze, non ho ancora piena padronanza al timone ed ero da solo)
le strisce sotto le ho già sostituite perchè le vecchie erano andate, ma era già dura prima del lavoro quindi posso escluderle.
Io farei in questo modo:
carteggio con grana 100 ma non fino a legno vivo, quel tanto che basta per togliere la vernice screpolata rendere la superfice para e assottigliare la parte più spessa che è quella che frena il movimento all'interno della scassa.
Poi verniciatura, ma con quale prodotto? deve essere isolante idrorepellente ma allo stesso tempo sottile (che non aumenta il volume altrimenti sarà sempre frenata) e sopra tutto compatibile con il vecchio prodotto (che non so cosa sia) probabilmente quello originale da cantiere.
attendo consigli
Grazie

(30-07-2021 08:43)ADL Ha scritto:  succede solo a barca ghindata o anche a rig scarico?
Perdonami sono nuovo a questi termini, per "ghindata" intendi armata con drizze fiocco e randa cazzate immagino...
comunque si, è indifferente è dura sempre anche scuffiata se la muovo a mano
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 30-07-2021 09:10 da STEFAN0.)
30-07-2021 09:06
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ADL Offline
Senior utente

Messaggi: 2.174
Registrato: Sep 2007 Online
Messaggio: #5
RE: 470 manutenzione deriva
un po' di terminologia: la ghinda è il cavo d'acciaio dentro linferitura del fiocco, che metti in tensione (con apposito paranco) e determina la tensione di tutte le sartie. lo strallo quando metti in tensione la ghinda si scarica e va in bando.

quando metti in tensione il rig (cioè alberatura sartie ghinda..) può succedere che la barca si "chiuda" lateralmente, è frequente con le barche vecchie. da cui la mia domanda. se succede anche con le vele ammainate, allora hai un problema di spessori. può essere:

- la deriva che si è gonfiata, se di legno e mal tenuta
-uno degli spessori della scassa che si è staccato e incastrato
-una delle lamelle che si è girata all'inverso e fa attrito (già detto più su)

prova a smontarla e vedere cosa succede. in teoria dovrebbe scorrere con un minimo di attrito e con maggiore difficoltà di bolina (ma sempre maneggiabile a mano o a pedate), per via del carico laterale.
30-07-2021 09:56
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
oudeis Offline
Vecio AdV

Messaggi: 11.748
Registrato: Mar 2012 Online
Messaggio: #6
RE: 470 manutenzione deriva
ADL precisissimo, spiega quel che cercavo di dirti sulla flessione dello scafo sotto il carico del rig(= armo in italico) ma da come la racconti sembra davvero il legno gonfio. Se puoi metterlo ad asciugare bene se no rischi di perdere tempo e fatica, fai attenzione che non svergoli messo in piano, meglio se lo tieni verticale.
Forse per un lavoro radicale puoi aspettare fine stagione...
Quanto alla vernice dipende se vuoi una bicomponenete o una più semplice la scelta è ampia, quello che discrimina il risultato è la preparazione del fondo=oliodigomito30
Che cos'è il 470? sembra un Roga.

Timore di vita frugale induce molti a vita piena di timore.
(Porfirio)
30-07-2021 17:31
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
STEFAN0 Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 6
Registrato: May 2021 Online
Messaggio: #7
RE: 470 manutenzione deriva
Grazie mille per le spiegazioni ed i consigli.
È veramente bello leggere un argomento da chi ne capisce più di me.
Avevo anche pensato di farla a fine stagione ma era troppo difficile da gestire e mi dava fastidio in manovra.
Al circolo dove ho la barca mi hanno consigliato di portare a legno vivo, 2 o 3 mani di impregnante e poi flatting.
Comunque l'hai riconosciuta è cantieri Roga
01-08-2021 08:47
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
oudeis Offline
Vecio AdV

Messaggi: 11.748
Registrato: Mar 2012 Online
Messaggio: #8
RE: 470 manutenzione deriva
(01-08-2021 08:47)STEFAN0 Ha scritto:  Grazie mille per le spiegazioni ed i consigli.
È veramente bello leggere un argomento da chi ne capisce più di me.
Avevo anche pensato di farla a fine stagione ma era troppo difficile da gestire e mi dava fastidio in manovra.
Al circolo dove ho la barca mi hanno consigliato di portare a legno vivo, 2 o 3 mani di impregnante e poi flatting.
Comunque l'hai riconosciuta è cantieri Roga
Bene, la barca ti farà divertire e ti insegnerà molto pur lasciando buoni margini di errore.
Portare a legno sì, ma non userei flatting e impregnante, cercherei una più dura
protezione, credo che l'originale fosse smalto bicomponente, se non gelcoat.
Direi che una volta scoperto il legno secondo lo stato estetico potresti semplicemente dare tre o quattro mani di epossidica che è trasparente e impermeabile, coprendola poi con una mano di protezione per i raggi uva, oppure una colorata che resiste. Prima di decidere fatti una ricerchina su cecchi.
Buon lavoro.

Timore di vita frugale induce molti a vita piena di timore.
(Porfirio)
01-08-2021 15:59
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
fomalhaut Offline
Amico del Forum

Messaggi: 264
Registrato: Dec 2010 Online
Messaggio: #9
RE: 470 manutenzione deriva
Salve
tanto per discutere ma il cavo di acciaio del fiocco è in pratica la ralinga a cui è assicurato il fiocco con due legature (mura e penna). Per ghindare s'intende l'operazione di mettere in tensione una manovra tramite un paranco o dispositivi simili.
01-08-2021 18:38
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
oudeis Offline
Vecio AdV

Messaggi: 11.748
Registrato: Mar 2012 Online
Messaggio: #10
RE: 470 manutenzione deriva
(01-08-2021 18:38)fomalhaut Ha scritto:  Salve
tanto per discutere ma il cavo di acciaio del fiocco è in pratica la ralinga a cui è assicurato il fiocco con due legature (mura e penna). Per ghindare s'intende l'operazione di mettere in tensione una manovra tramite un paranco o dispositivi simili.
Sì, nel 470 c'è un paranchino al piede d'albero che facilita l'operazione, ovviamente bisogna prima aver stabilito la giusta lunghezza delle sartie e la posizione dell'albero, che dipende da vari fattori. Osserverai che lo strallo resta in bando e l'albero sostenuto appunto dalla ralinga. Ciò permette al fiocco di assumere la forma di progetto e di essere più o meno smagrito al caso, riducendo o azzerando la catenaria.

Timore di vita frugale induce molti a vita piena di timore.
(Porfirio)
01-08-2021 19:00
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
STEFAN0 Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 6
Registrato: May 2021 Online
Messaggio: #11
RE: 470 manutenzione deriva
Alla fine smontando e iniziando a carteggiare mi sono reso conto di due cose:

1 non è messa poi cosi male come immaginavo
2 il prodotto applicato all'origine è ancora ben saldo su quasi tutta la superficie

Quindi ho deciso per il momento di fare un intervento superficiale per poter utilizzare al più presto di nuovo il "mio giocattolo" e rimandare al futuro questo lavoro.
Molto interessante i cicli di verniciatura cecchi, è tanta roba!
Grazie 1000 a tutti per i consigliQuesto contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
03-08-2021 13:06
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
sgiulio Offline
Amico del Forum

Messaggi: 649
Registrato: Jul 2007 Online
Messaggio: #12
RE: 470 manutenzione deriva
Ciao Stefano,
fai bene, fai molto bene a condividere sia la gioia di veleggiare in deriva sia sui lavori da fare sul tuo gioiello.

Io , da giovane ho veleggiatoanche col 470. Lo conosco un pò.
Quello della deriva , si, è vero! Anche sulla mia era dura da "muovere".
Cito: " ....Ma è durissima da azionare specialmente i primi gradi, poi allenta. Stessa cosa oer chiuderla nella scassa al rientro o in andature di poppa."

Dico la mia: potrebbe essere che il circuito della deriva "lavori-male", per una questione di angolo !
Domanda: ti appare sia la deriva(la pinna di) originale oppure è stata rifatta ?
Potrebbe essere che "abbiano taggliato" un pezzo della deriva Xkè impicciava in pozzetto !
Se osservi bene " quel giro" col bozzello lavora male, anzi non lavora a dovere.
Sarei dell' idea di suggerirti:
- va a vedere un 470 da regata;
- esegui, come da foto la modfica.
Se esegui tu stesso i lavori sul 470, Imho, è bene considerare costi/benefici.
Tra i costi:
- acquisto materiali;
- tempio impiegarto per le riparazioni:

Tranne particoli casi le derive, come il tuo 470, non sono dipinte con smalto.
Si applica sia esternamente che in pozzetto il gealcoat che è , forse già sai, è un resina poliestere /vinilestere bi-componente con aggiunta di opaccizante e colore bianco.

Non so, o meglio non dici quanta manualità hai nei lavori di carpenteria.
Imho, è meglio il gealcoat.
Forse, potrebbe apparire + complicato da applicare ( se hai piacere ti svelo tutte le operazioni), rispetto lo smalto, che anch' esso sarà bi-componente.
Ma il gealcoat dura molto e molto tempo negli anni.

Dimmi cosa ne pensi !
Io ho veleggiato in quel di Grado con una deriva francese, Vaurien . Tutti lavori e la manutenzione li facevo io. E con risparmio (di danaro) e con grande soddisfazione !!!

Nota. Non lesinale con le foto. Potremo darti consigli/suggerimenti + appropriati.
2 Nota. Sono andato a leggere la tua presentazione.Affermi che esci col 470, da solo.
Beh, dico la mia: se il tuo intento è quello di uscire da solo, forse sarebbe meglio un' altra deriva !
Non per scoraggiarti, ma:
-il 470 ha una randa con buona superficie;
- il 470, esige un equipaggio sui 100 kg (vado a memoria);
- il 470 è una deriva con trapezio, perchè il raddrizzamento lo fa anche il prodiere appeso al trapezio.
Ti riporto cosa scrive un noto cantiere italiano circa il "470": ""Deriva olimpica disegnata dall'architetto navale francese André Cornu nel 1963. Barca a scafo rotondo per 2 persone di equipaggio con peso ideale 120-145 Kg, armata con randa, fiocco e spinnaker e trapezio. Ottima per l'attività agonistica dei ragazzi e degli adulti dopo il periodo di formazione sul Vaurien e sul 420.
Buoni lavori.

[font=Times New Roman]Giulio[/font]
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 10-08-2021 18:16 da sgiulio.)
10-08-2021 18:06
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  Deriva a perno o a baionetta? Max75 13 4.444 22-11-2020 11:10
Ultimo messaggio: ZK
  Restauro deriva 4.5 metri Pietra Filosofale 1 1.289 20-05-2020 17:18
Ultimo messaggio: oudeis
  Paura13 la mia deriva a vela, autocostruita epoxyfox 248 48.678 20-11-2018 19:35
Ultimo messaggio: marcofailla
  Rottura deriva mobile Phoenix 700 (sasanka 660) marc7 7 1.008 27-10-2018 19:32
Ultimo messaggio: gorniele
  Ricostruzione Deriva Lezha 4 1.138 27-07-2018 09:42
Ultimo messaggio: Temasek
  Autocostruzione piccola deriva Bernarda 10 (foto nel 1o post) Piccolouomo 76 13.439 22-06-2018 15:45
Ultimo messaggio: Piccolouomo
  Aiuto su manutenzione coperta FD. Resine, gelcoat e tanta confusione cosmy 4 1.128 11-06-2018 10:36
Ultimo messaggio: cosmy
  Nuova deriva autocostruito in cedro rosso Altin71 39 5.006 07-05-2018 10:54
Ultimo messaggio: Piccolouomo
  Prima deriva catamarano o trimarano OUT-SIDE 5 1.980 28-11-2017 16:55
Ultimo messaggio: montecio
  Sapete di che deriva si tratti? bigor15 6 1.910 01-10-2017 16:28
Ultimo messaggio: bigor15

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)