Rispondi 
Brutte pieghe sulla randa
Autore Messaggio
mania2 Offline
Senior utente

Messaggi: 2.456
Registrato: Jan 2006 Online
Messaggio: #21
Brutte pieghe sulla randa
<blockquote id='quote][size='1' face='Verdana,Arial,Helveti' id='quote]Citazione:<hr height='1' noshade id='quote]Messaggio inserito da birimbao
Giusto per rimanere in tema ecco una foto scattata oggi alla mia randa da crociera. Da un po' di tempo mi sono accorto di queste pieghe che partono 'radialmente' dal punto di scotta...non ci sono altre pieghe strane nella restante parte della randa.
La randa è 4 stecche full ed ha 5 stagioni all'attivo.
Usura? Sbagliata regolazione delle stecche? oppure c'e' dell'altro?

Grazie e buon vento
Birimbao
<hr height='1' noshade id='quote]</blockquote id='quote][color='quote]
Albert nel commentare è stato molto diplomatico ma, io mi sbilancio e devo dire che una randa fatta così 'male' raramente l'ho vista.
Ma perchè invece di riempire le barche di tonnellate di optional non sempre necessari, non regalate alle vostre barche delle belle vele, si tratta sempre di barche a 'vela'Big GrinBig GrinBig Grin
06-11-2009 15:43
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
mckewoy Offline
Vecio ADV

Messaggi: 14.416
Registrato: Oct 2009 Online
Messaggio: #22
Brutte pieghe sulla randa
ho l'impressione che sia ancora una buona vela.

molto probabilmente gli si è ristretto il gratile e gli fa arricciature.

se lo tira a lo tiene allungato un paio di volte riprende la lunghezza.

con la mia ha funzionato

ciao, Mc

i Responsabili. chissà quanto pagarebbero per essere comprati

mi dispiace aver venduto la Gitana ma son contento



06-11-2009 16:56
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
mania2 Offline
Senior utente

Messaggi: 2.456
Registrato: Jan 2006 Online
Messaggio: #23
Brutte pieghe sulla randa
<blockquote id='quote][size='1' face='Verdana,Arial,Helveti' id='quote]Citazione:<hr height='1' noshade id='quote]Messaggio inserito da mckewoy
ho l'impressione che sia ancora una buona vela.

molto probabilmente gli si è ristretto il gratile e gli fa arricciature.
se lo tira a lo tiene allungato un paio di volte riprende la lunghezza.
con la mia ha funzionato
ciao, Mc
<hr height='1' noshade id='quote]</blockquote id='quote][color='quote]
mi rimetto alla clemenza della corte...Big GrinBig GrinBig Grin
06-11-2009 19:54
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lunar1960 Offline
Senior utente

Messaggi: 1.783
Registrato: Sep 2008 Online
Messaggio: #24
Brutte pieghe sulla randa
Dico anch' io la mia.
Prova a lascare ben bene la base (oltre che naturalmente la scotta) quando dai di drizza e poi cazza base e scotta.
BV
06-11-2009 20:14
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
tiger86 Offline
Senior utente

Messaggi: 3.312
Registrato: Nov 2008 Online
Messaggio: #25
Brutte pieghe sulla randa
Messaggio inserito da mckewoy

ho l'impressione che sia ancora una buona vela.

molto probabilmente gli si è ristretto il gratile e gli fa arricciature.
se lo tira a lo tiene allungato un paio di volte riprende la lunghezza.
con la mia ha funzionato
ciao, Mc



O signor roba da mago Casanova.Big Grin

Cmq sarà una brutta randa, sarà ora che la cambi, ma intanto, se vuoi, sicuramente quelle pieghe le togli, basta impegnarsi un po' di più.
Adattare bend dell'albero agendo su paterazzo o stralletto e giusta tensione drizze e stecche a richiamo della vela indipendentemente dalle tue esigienze. Deve venire non c'è storia.
Sicuramente ti ritroverai con una randa che non risponde alle tue esigienze di navigazione, ma intanto di adatti finché 'Albert ti fa' una bella randa moderna da crociera in mylar taffetato.SmileWink

Tra me e il mare comanda il tempo...
Leandro
06-11-2009 20:28
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Ulisse 47 Offline
Senior utente

Messaggi: 3.485
Registrato: Jan 2008 Online
Messaggio: #26
Brutte pieghe sulla randa
<font face='Arial][color='Arial]
Sono contento che ancora vi interessate alla mia randa. Anche io più volte ho pensato che ci fosse un problema di regolazione. Seguendo i consigli di tutti, Albert in testa, ho armeggiato su stecche, paterazzo, base ecc., ma senza grossi risultati. Voglio provare anche a cazzare il caricabasso, che in realtà non c'è perchè ha il boma fisso, ma mettendo una cima nella bugna e facendola arrivare ad un winch dovrei riuscirci. Nel we, se il tempo me lo consente, voglio fare altre prove. Chi la dura la vince.
06-11-2009 23:31
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
tiger86 Offline
Senior utente

Messaggi: 3.312
Registrato: Nov 2008 Online
Messaggio: #27
Brutte pieghe sulla randa
Ma, hai provato a flettere l'albero? Cosa succede alle pieghe?

Tra me e il mare comanda il tempo...
Leandro
06-11-2009 23:39
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
albert Offline
Vecio ADV

Messaggi: 8.661
Registrato: Jun 2008 Online
Messaggio: #28
Brutte pieghe sulla randa
<blockquote id='quote][size='1' face='Verdana,Arial,Helveti' id='quote]Citazione:<hr height='1' noshade id='quote]Messaggio inserito da Ulisse 47
Seguendo i consigli di tutti, Albert in testa, ho armeggiato su stecche, ...., ma senza grossi risultati.

... Nel we, se il tempo me lo consente, voglio fare altre prove. Chi la dura la vince.
<hr height='1' noshade id='quote]</blockquote id='quote][color='quote]

Non ci credo !!!

Se le pieghe passano attraverso le stecche come se queste non ci fossero, vuol dire che non sono tensionate.


Problemi possibili:

* non hai capito come funzionano quei puntastecche con la cinghietta e il cuneo (oppure hai i cunei prima versione senza il blocca cinghietta ?)

* se hai capito come funzionano, le stecche sono corte, dunque il tensionatore non arriva a metterle in tensione.

Il resto sono s...e mentali !!!

Con questo concordo con tiger86 e non voglio assolutamente sostenere che tolte le pieghe tu abbia una bella randa, ma solo segnalarti la vera origine del problema.

Ciao
06-11-2009 23:56
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
vento forza10 Offline
Amico del Forum

Messaggi: 384
Registrato: Oct 2007 Online
Messaggio: #29
Brutte pieghe sulla randa
Oltre a interrogarsi su come stirare quella randa io mi chiederei anche cosa cambierà una volta eliminate le pieghe.
Sarà tutta un’altra randa e tutta un’altra barca (ovviamente non solo sotto il profilo estetico)....o no? Wink
07-11-2009 02:27
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Ulisse 47 Offline
Senior utente

Messaggi: 3.485
Registrato: Jan 2008 Online
Messaggio: #30
Brutte pieghe sulla randa
<font face='Arial][color='Arial]
Approfittando della bella giornata, ieri ho vinto il desiderio di farmi due bordi e mi sono dedicato ad alcuni lavoretti, tra cui ulteriori tentativi di eliminazione delle pieghe della randa. Per prima cosa voglio rispondere alla giusta domanda di chi mi domandava: Ma una volta eliminate le pieghe avrai una randa più bella? Bè, credetemi, quelle pieghe sono proprio brutte. Quando c'è poco vento si evidenziano particolarmente e mi fanno venire la malinconia. Ma torniamo ai tentativi di eliminarle. Ebbene, combinando i consigli di tutti ed anche i bonari cazziatoni di Albert, la situazione è migliorata di molto. Devo dire che ciò che più ha fatto effetto è stato agire sul caricabasso, seguendo quanto detto da Mckwoi, o come diavolo si scrive. Ho passato una cima in successione negli occhielli delle brancarelle dei terzaroli (non sono sicuro di aver usato i termini giusti), e ho tirato verso il basso utilizzando il paranco del vang. Ho anche tirato il tessuto con le dita lungo il gratile per togliere le arricciature. L'effetto c'è stato, al punto che pensavo di utilizzare permanentemente come punto di bugna l'occhiello che si trova 15 cm. sopra l'attuale e che penso abbia la funzione di smagritore. Si accettano, anzi si apprezzano commenti.
Per Mcwoi: Ti sei meritato proprio un buon caffè. Dove sei ormeggiato? Da Alta Marea? Io sto a Riva di Traiano. Le distanze non mi sembrano infinite. Il caffè se lo sono meritato pure gli altri, ma sono un pò troppo lontani.Smile Comunque questo forum è proprio una forza. Se hai un problema sai che qui c'è chi ha la soluzione ed ha voglia di comunicartela. BV a tutti
08-11-2009 16:27
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
einstein Offline
Senior utente

Messaggi: 4.981
Registrato: Dec 2008 Online
Messaggio: #31
Brutte pieghe sulla randa
Ulisse, e usare il cunningham? Wink
ciao

"Quelli che s'innamoran di sola pratica senza scienza, son come il nocchiere, ch'entra in naviglio senza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada. Sempre la pratica dev'esser edificata sulla bona teorica". Leonardo da Vinci.
08-11-2009 23:47
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Ulisse 47 Offline
Senior utente

Messaggi: 3.485
Registrato: Jan 2008 Online
Messaggio: #32
Brutte pieghe sulla randa
<blockquote id='quote][size='1' face='Verdana,Arial,Helveti' id='quote]Citazione:<hr height='1' noshade id='quote]Messaggio inserito da einstein
Ulisse, e usare il cunningham? Wink
ciao
<hr height='1' noshade id='quote]</blockquote id='quote][color='quote]<font face='Arial][color='Arial]
Avendolo.....In realtà la mia barca ha il boma incernierato sull'albero in un punto fisso.BV
09-11-2009 01:45
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Offline
Vecio AdV

Messaggi: 6.521
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #33
Brutte pieghe sulla randa
<blockquote id='quote][size='1' face='Verdana,Arial,Helveti' id='quote]Citazione:<hr height='1' noshade id='quote]Messaggio inserito da Ulisse 47
<blockquote id='quote][size='1' face='Verdana,Arial,Helveti' id='quote]Citazione:<hr height='1' noshade id='quote]Messaggio inserito da einstein
Ulisse, e usare il cunningham? Wink
ciao
<hr height='1' noshade id='quote]</blockquote id='quote][color='quote]<font face='Arial][color='Arial]
Avendolo.....In realtà la mia barca ha il boma incernierato sull'albero in un punto fisso.BV
<hr height='1' noshade id='quote]</blockquote id='quote][color='quote]
L'occhiello di cui tu parli a 15 cm dal punto di mura, se non fosse della prima mano, è quello che dovresti/potresti usare come cunningham.

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno Sir Peter Blake
N.B.J.S. Erik Aanderaa Chi è in mare naviga, chi è a terra giudica
09-11-2009 03:04
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
einstein Offline
Senior utente

Messaggi: 4.981
Registrato: Dec 2008 Online
Messaggio: #34
Brutte pieghe sulla randa
<blockquote id='quote][size='1' face='Verdana,Arial,Helveti' id='quote]Citazione:<hr height='1' noshade id='quote]Messaggio inserito da Ulisse 47
<blockquote id='quote][size='1' face='Verdana,Arial,Helveti' id='quote]Citazione:<hr height='1' noshade id='quote]Messaggio inserito da einstein
Ulisse, e usare il cunningham? Wink
ciao
<hr height='1' noshade id='quote]</blockquote id='quote][color='quote]<font face='Arial][color='Arial]
Avendolo.....In realtà la mia barca ha il boma incernierato sull'albero in un punto fisso.BV
<hr height='1' noshade id='quote]</blockquote id='quote][color='quote]

Ulisse dai un'occhiata qui, costruirlo e' una cosa semplicissima, ed e' una manovra che puoi rinviare tranquillamente in pozzetto.


Immagine: Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI . 33,38&nbsp;KB

ciao

"Quelli che s'innamoran di sola pratica senza scienza, son come il nocchiere, ch'entra in naviglio senza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada. Sempre la pratica dev'esser edificata sulla bona teorica". Leonardo da Vinci.
09-11-2009 03:18
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Ulisse 47 Offline
Senior utente

Messaggi: 3.485
Registrato: Jan 2008 Online
Messaggio: #35
Brutte pieghe sulla randa
<blockquote id='quote][size='1' face='Verdana,Arial,Helveti' id='quote]Citazione:<hr height='1' noshade id='quote]Messaggio inserito da einstein
<blockquote id='quote][size='1' face='Verdana,Arial,Helveti' id='quote]Citazione:<hr height='1' noshade id='quote]Messaggio inserito da Ulisse 47
<blockquote id='quote][size='1' face='Verdana,Arial,Helveti' id='quote]Citazione:<hr height='1' noshade id='quote]Messaggio inserito da einstein
Ulisse, e usare il cunningham? Wink
ciao
<hr height='1' noshade id='quote]</blockquote id='quote][color='quote]<font face='Arial][color='Arial]
Avendolo.....In realtà la mia barca ha il boma incernierato sull'albero in un punto fisso.BV
<hr height='1' noshade id='quote]</blockquote id='quote][color='quote]

Ulisse dai un'occhiata qui, costruirlo e' una cosa semplicissima, ed e' una manovra che puoi rinviare tranquillamente in pozzetto.


Immagine: Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI . 33,38 KB

ciao
<hr height='1' noshade id='quote]</blockquote id='quote][color='quote]<font face='Arial][color='Arial]
E' proprio ciò che ho intenzione di fare. Prima mi sono espresso male, confondendo il cunningham con il caricabasso. L'occhjello del cunningam è quello che ho chiamato smagritore. Ciao
09-11-2009 06:11
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
albert Offline
Vecio ADV

Messaggi: 8.661
Registrato: Jun 2008 Online
Messaggio: #36
Brutte pieghe sulla randa
Allora oltre a quello delle stecche hai anche un altro problema.

Se non riesci a drizzare correttamente la randa con poco vento (ovvero a far scomparire le pieghe), vuol dire che o è lunga ed arriva a fine corsa in testa d'albero, o, probabilmente, se prima andava bene, la ralinga si è accorciata e va in tensione prima del tessuto, richiedendo una tensione esagerata della drizza per distendere le pieghe.

Soluzioni:

se arriva in testa, vedere se si può recuperare qualche cm. tra nodo e grillo della drizza.

se arriva in testa, far accorciare la vela abbassando e sostituendo la tavoletta con una più larga (veleria).

se il problema è della ralinga, scucirla ad una estremità, piombarci una prolunga e rimettere tutto in tensione (ovviamente questa operazione comporterà un allungamento della vela, che potrebbe accentuare l'altro problema.

Il cunningham è una manovra che si usa con vento forte, per recuperare l'imbando che nasce in inferitura a causa dell'allungamento della vela causato dalla tensione sulla balumina......con poco vento cazzare il cunningham equivale a tirare il freno a mano.... ovviamente su una vela già drizzata correttamente.....poi vedi tu.

Ciao
09-11-2009 16:51
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Offline
Vecio AdV

Messaggi: 6.521
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #37
Brutte pieghe sulla randa
<blockquote id='quote][size='1' face='Verdana,Arial,Helveti' id='quote]Citazione:<hr height='1' noshade id='quote]Messaggio inserito da albert
...

con poco vento cazzare il cunningham equivale a tirare il freno a mano.... ovviamente su una vela già drizzata correttamente.....poi vedi tu.

Ciao
<hr height='1' noshade id='quote]</blockquote id='quote][color='quote]


Nel senso che con poca aria conviene lasciare la randa un po' grassa ?
O c'è qualche altra motivazione per renderlo ' un freno a mano' .

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno Sir Peter Blake
N.B.J.S. Erik Aanderaa Chi è in mare naviga, chi è a terra giudica
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 09-11-2009 20:13 da lord.)
09-11-2009 17:40
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Ulisse 47 Offline
Senior utente

Messaggi: 3.485
Registrato: Jan 2008 Online
Messaggio: #38
Brutte pieghe sulla randa
<font face='Arial][color='Arial]
Per Albert: Il gratile della ralinga , nella parte inferiore, quasi all'attacco del boma, è interrotto. Toccando con le dita, si sente che non c'è continuità tra il gratile dell'inferitura sull'albero e quella della base. E' normale? Spero di essermi espresso correttamente ed in modo comprensibile. La vela, quando viene alzata, va su regolarmente e cazzando la drizza si tende regolarmente. ma la tensione deve scaricarsi sulla vela o sul gratile? Il gratile serve a d assorbire lo sforzo o solo a non far sfilare la vela dalla canalina dell'albero? Grazie, Prof.
Ciao
09-11-2009 17:55
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lucianodb Offline
Senior utente

Messaggi: 3.596
Registrato: Aug 2008 Online
Messaggio: #39
Brutte pieghe sulla randa
è rotto.
di conseguenza la vela si allunga, ed ecco le pieghe.

saluti, Luciano
09-11-2009 18:41
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
albert Offline
Vecio ADV

Messaggi: 8.661
Registrato: Jun 2008 Online
Messaggio: #40
Brutte pieghe sulla randa
<blockquote id='quote][size='1' face='Verdana,Arial,Helveti' id='quote]Citazione:<hr height='1' noshade id='quote]Messaggio inserito da Ulisse 47
<font face='Arial][color='Arial]
Per Albert: Il gratile della ralinga , nella parte inferiore, quasi all'attacco del boma, è interrotto. Toccando con le dita, si sente che non c'è continuità tra il gratile dell'inferitura sull'albero e quella della base. E' normale? Spero di essermi espresso correttamente ed in modo comprensibile. La vela, quando viene alzata, va su regolarmente e cazzando la drizza si tende regolarmente. ma la tensione deve scaricarsi sulla vela o sul gratile? Il gratile serve a d assorbire lo sforzo o solo a non far sfilare la vela dalla canalina dell'albero? Grazie, Prof.
Ciao
<hr height='1' noshade id='quote]</blockquote id='quote][color='quote]

La ralinga non necessariamente è solidale col gratile di base come veniva fatto una volta, o ancora adesso sulle vele d'epoca.

Usualmente viene saldato sul rinforzo di penna e su quello di mura con una cucitura.

Nel caso di vela a garrocci (come la tua) non serve nemmeno a tenere la vela nella canalina, ma solo a dare una certa consistenza al bordo d'entrata, cosa che si può fare anche raddoppiando la fettuccia, ma a costo superiore.

Purtroppo, tutte le cime ritorte hanno il problema che quando assorbono acqua si ispessiscono e si accorciano ('acqua alle corde' ti ricorda niente ?) perchè le fibre si comportano come una spugna. Se si asciugano quando non sono in tensione restano gonfie e corte.

Per sapere se la vela 'si tende regolarmente' il tessuto nei pressi della ralinga deve essere liscio ed esente da pieghe orizzontali/diagonali.

Ribadisco comunque che se si forma una piega tra la fine prodiera della tasca stecca e il puntastecca in plastica (vedi seconda foto) il problema sta nella tensione della stecca, dunque nel tensionatore o nella lunghezza (o anche nella consistenza) della stecca.

Ciao

P.S. Purtroppo sei distante, altrimenti venivo a vedere e a bere un caffè !!
09-11-2009 19:07
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  Carrello genoa sulla tuga ccomelato 4 287 17-09-2021 17:57
Ultimo messaggio: bullo
  Pieghe sul nuovo genoa Ulisse 47 112 9.287 04-05-2021 14:26
Ultimo messaggio: GARIBALDI
  2 domande sulla drizza gennaker Navax 18 1.618 26-06-2019 18:11
Ultimo messaggio: einstein
  bozzelli drizze sulla mastra, me ne manca uno... consigli? marcofailla 18 1.573 13-04-2019 15:15
Ultimo messaggio: oudeis
  carico sulla borosa gennarino 44 4.933 30-12-2017 15:11
Ultimo messaggio: soravia
  quando le rotaie sono brutte CkDre 19 3.000 17-04-2017 22:53
Ultimo messaggio: CkDre
  Problema sulla randa square top iomagico 8 2.090 19-03-2017 19:29
Ultimo messaggio: iomagico
  fenomeno upwash e suoi effetti sulla lettura dell'anemometro m4ur0 5 1.890 13-03-2017 22:25
Ultimo messaggio: albert
  pieghe bugna - prima stecca perchè? KARLO 58 5.947 08-12-2016 11:09
Ultimo messaggio: KARLO
  Randa e fiocco o randa e genoa? TeoV 23 7.226 13-10-2016 15:00
Ultimo messaggio: einstein

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)