Rispondi 
Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
Autore Messaggio
ste.fano Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.109
Registrato: Nov 2014 Online
Messaggio: #1
Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Ho gia parlato più volte del mio MD22 in vari post ma siccome poi molti problemi e interventi sono tra loro connessi e dipendenti, ha più senso raccontarli e considerarli insieme in una unica cronistoria che voglio mettere insieme in questa discussione.
Il motore è montato su una Beneteau Oceanis 381 del 1998 acquistata da me ad agosto 2015 con motore a circa 1500 ore.
Il motore aveva un ottimo aspetto: pulitissimo, vernice intatta, nessuna perdita di acqua ne di olio, sentina sempre pulita, partenza sempre al primo colpo anche in inverno senza candelette.
Unica cosa che si notava era una leggera fumosità in accelerazione ed ad alto numero di giri, per il consumo di olio il vecchio armatore mi disse che ne consumava un pochino.
Nella prima crociera per trasferirla nel mio porto notai subito che la temperatura era un po’ sopra la norma.
…continua

Stefano
07-11-2019 22:47
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
gorniele Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.966
Registrato: May 2011 Online
Messaggio: #2
RE: Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
Oh, mò vogliamo il secondo capitolo di questa Storia!89
07-11-2019 23:40
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
magia Offline
Amico del Forum

Messaggi: 151
Registrato: Jul 2010 Online
Messaggio: #3
RE: Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
a quando il seguito? sono curioso
08-11-2019 11:30
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
orsopapus Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 313
Registrato: Jun 2014 Online
Messaggio: #4
RE: Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
Stefano ci incuriosisci....
L'inizio e degno dei romanzi di appendice del secolo scorso che venivano pubblicati a puntate sui quotidiani; a quando il proseguo della storia?
Dall'incipt sembrerebbe una triste e lacrimevole storia con il perfido venditore che nulla ti disse dei misteriosi trascorsi del motore !!!53
Dai non lasciarci sulle spine22
08-11-2019 12:25
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ste.fano Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.109
Registrato: Nov 2014 Online
Messaggio: #5
RE: Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
OK OK ci sono..19
…Ero rimasto alla temperatura un po’ sopra la norma.
In verità anche se non ci avevo fatto caso ne io ne l’amico più esperto che mi aveva accompagnato avrei dovuto accorgermene alla prima visita e veleggiata di prova prima dell’acquisto, infatti tra le tante foto scattai questa (ritrovata casualmente questi giorni) che indicava gia una temperatura di 90 gradi
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Era la mia prima barca, e quindi alla mia prima esperienza con tutta la tecnologia marina, anche di meccanica e motori non avevo mai avuto nessuna conoscenza ed esperienza significativa.
Comunque dicevo che la comperai in agosto, per la precisione ad inizio agosto, quindi giusto il tempo di dare una profonda pulita e dopo 1 settimana partivo per la mia prima traversata e crociera in Croazia, tutto andò a meraviglia ma al ritorno mi ricordai del “pochino” di consumo di olio e quindi controllai e mi resi conto che era un po’ più del pochino che mi aspettavo.
Cercai quindi a chi potere affidare la manutenzione del mio prezioso motore, il primo meccanico appena vide il motore solo a vista mi disse che era in ottime condizioni, il problema di temperatura? Probabilmente lo strumento sballato…
Per il consumo di olio? Forse la valvola di recupero vapori, oppure … portare il motore in officina con la prospettiva di una rettifica.
Chiesi ad altro meccanico che mi sostituì la valvola di recupero vapori dell’olio, spesa 160 euro ma senza nessun risultato…
I 2 anni successivi provai 2 diverse officine, ma anche i nuovi meccanici non si preoccuparono ne della temperatura ne del consumo olio, quindi non me ne preoccupai nemmeno io.
Nel 2018 vista la prospettiva di pagare 400 euro per il solo cambio olio, girente e filtri feci il mio promo cambio olio e filtri da solo, poi quando portai la barca in cantiere per fare carena si accorsero che c’era una perdita nella pompa dell’acqua di mare così mi cambiarono il paraolio, nell'occasione approfittai anche per chiedere un parere sulla temperatura e mi proposero un lavaggio del circuito di raffreddamento. Feci fare il lavaggio ma la temperatura non diminuì .
Per il consumo olio e fumo provai anche 2 prodotti per il lavaggio interno del motore e per ammorbidire i paraolio delle valvole ma senza apprezzabili risultati, mi sembrava solo una leggera diminuzione del fumo.
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Continua…

Stefano
08-11-2019 22:57
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
maurotss Offline
Amico del Forum

Messaggi: 3.563
Registrato: Feb 2010 Online
Messaggio: #6
RE: Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
La prossima puntata quando??????
08-11-2019 23:33
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ste.fano Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.109
Registrato: Nov 2014 Online
Messaggio: #7
RE: Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
3a puntata....
Smile
Per chi non sapesse qual'è la valvola di recupero dei vapori dell'olio è questa:
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Il dubbio del meccanico era che siccome nel tubo che porta i vapori al filtro di aspirazione del motore si condensava una parte liquida, si supponeva che la valvola non bloccasse la parte liquida riportando dell'olio nel motore e quindi da qui il consumo.
Da quando è stata cambiata in effetti non ho più visto olio liquido nel tubo, che era comunque una quantità minima, comunque non era questa la causa del consumo.

Siamo al 2019, anno in cui si sono concentrati vari interventi...
Quest'anno riporto a fare il tagliando e controllo motore nel cantiere (con officina) che nel 2018 erano stati un po' più zelanti degli altri, sperando che dato che avevano fatto un primo passo approfondissero un po'. Fatto tagliando ma nulla tutto a posto.
Prima di partire per la crociera estiva richiedo un parere ad altro meccanico che si limita ad osservare il flusso dell'acqua di mare in uscita e mi dice che è a posto.
Crociera estiva quest'anno con più ore motore del solito ma nessun problema..
La temperatura si avvicina però ora ai 100 gradi
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
(In pratica è aumentata di circa 2 gradi all'anno!!)
Quindi al ritorno so che in qualche modo dovrò intervenire...
Prima cosa dovrò verificare la precisione dello strumento, quindi mi procuro un pentolino dove portare dell'acqua a 100 gradi, un termometro da cuoco per verifiacarla + un termometro ad infrarossi.
Ora devo solo capire qual'è il sensore di temperatura per metterlo nel pentolino, dagli esplosi e dal manuale non riesco con certezza a distingure qual'è il sensore-termometro e il termostato, quindi cerco in rete informazioni...

Continua...

Scusate ma se scrivo solo non riesco a portare avanti i lavori (che sono ancora in corso...)Smiley4

Stefano
09-11-2019 10:07
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ste.fano Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.109
Registrato: Nov 2014 Online
Messaggio: #8
RE: Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
4a puntata
... navigando per cercare informazioni (e una foto) del sensore di temperatura ritorno qui nel forum (qualsiasi cosa di nautica si cerchi in italiano è impossibile non arrivare qui 19), noto la discussione di enio.rossi sul consumo di olio del MD22 (http://forum.amicidellavela.it/showthrea...id=138378) e mi intrometto con un post racontando anche del mio problema della temperatura. A questo punto mi riporta la sua esperienza Orteip, a lui era capitato che l'aumento di temperatura era causato dal pescaggio di aria nel circuito acqua di mare. Controllo il mio filtro e noto che anche da me ci sono bolle d'aria, essendo il filtro abbastanza vecchio e un po' malandato decido di cambiarlo e di cambiare anche il tubo dalla presa a mare.
Facendo questo intervento mi accorgo però di una nuova perdita nella pompa di acqua di mare che fra l'altro ha causato diversa ruggine.
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Come avevo raccontato il paraolio era stato cambiato l'anno prima ma smontando la pompa mi accorgo che ho un cuscinetto distrutto dalla ruggine e l'alberino rigato
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Continua...
(nel frattempo i lavori proseguono con ... lo smontaggio della testata26 ... dettagli e foto fra qualche puntata...)

Stefano
09-11-2019 16:37
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Vittorio Camino Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 229
Registrato: Oct 2017 Online
Messaggio: #9
RE: Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
Complimenti per il racconto e....buon lavoro, credo che ti seguano in tanti.
B.V.
12-11-2019 22:22
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ste.fano Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.109
Registrato: Nov 2014 Online
Messaggio: #10
RE: Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
Grazie Vottorio.

5a puntata
Smontata la pompa in ogni sua parte decido di sostituire:
- I cuscinetti con SKF 6003-2RSH (che reperisco facilmente in un negozio locale di meccanica)
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
- Il paraolio con SKF 16X28X7 HMSA10 V che ha la molla inox ma questo che dalle ricerche che ho fatto è uno dei pochi con doppio labbro e parti metalliche in inox (non c'è solo la molla in metallo ma anche il telaio) non riesco a reperirlo nemmeno da un grosso concessionario locale SKF, quindi mi oriento su altro modello sostituendo la molla con oring.
- L'abero lo porto a rettificare ma resta una piccola rigatura, probabilmente non influente, ma preferisco tenerlo di rispetto e ordinarne uno nuovo alla Ancor.
- Il coperchio, era un po' consumato e quindi preferisco cambiarlo ordinandolo alla Parts4engines.com
- chiaramente nell'occasione sostituisco anche la girante e l'oring e do una bella pulita e riverniciata.
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Prima di rimontare la pompa cerco di pulire ruggine e ossidazione create dall'acqua di mare e riverniciare dove serve.
Controllando per bene le varie parti mi accorgo che il sale si è insinuato anche dentro la scatola elettrica, quindi devo smontare tutto e pulire, il telaio però è troppo rovinato quindi decido di farlo zincare assieme alla staffa del filtro Vetus.
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Lavorando nella parte dietro del motore e leggendo varie discussioni sui temi mi imbatto nella discussione di Edolo che spiega che la perdita della pompa era probabilmente causata dall'ostruzione del riser, osservo il mio riser... si forse meglio svitare quelle 2 viti e dare un'occhiata dentro...
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Continua...

Stefano
12-11-2019 23:55
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
orsopapus Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 313
Registrato: Jun 2014 Online
Messaggio: #11
RE: Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
Ciao Stefano racconto più avvincente di un giallo di Agata Christie. A quando la conclusione della storia ed il nome dell'assassino?
Buon vento
13-11-2019 13:31
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
orteip Offline
Amico del Forum

Messaggi: 3.313
Registrato: Mar 2013 Online
Messaggio: #12
RE: Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
(12-11-2019 23:55)ste.fano Ha scritto:  [...]

Prima di rimontare la pompa cerco di pulire ruggine e ossidazione create dall'acqua di mare e riverniciare dove serve.

[...]

Prima di riassemblare la pompa che hai revisionato (asse, cuscinetti, corteco paracqua, girante e tutto il resto), controlla bene il fondo di battuta del corteco paracqua che sta dietro la girante.
A me si era consumato diventando una sfoglia che si è crepata quando ho rimesso il nuovo paracqua e purtroppo, dopo aver cambiato tutto (asse, cuscinetti, ecc..) me ne sono accorto solo dopo averla rimontata sul motore.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 13-11-2019 14:08 da orteip.)
13-11-2019 14:07
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ste.fano Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.109
Registrato: Nov 2014 Online
Messaggio: #13
RE: Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
(13-11-2019 14:07)orteip Ha scritto:  Prima di riassemblare la pompa che hai revisionato (asse, cuscinetti, corteco paracqua, girante e tutto il resto), controlla bene il fondo di battuta del corteco paracqua che sta dietro la girante.
A me si era consumato diventando una sfoglia che si è crepata quando ho rimesso il nuovo paracqua e purtroppo, dopo aver cambiato tutto (asse, cuscinetti, ecc..) me ne sono accorto solo dopo averla rimontata sul motore.

Grazie per il consiglio, la pompa è gia riassemblata ma prima di fissarla farò questo controllo. Smile

Stefano
14-11-2019 21:33
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ste.fano Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.109
Registrato: Nov 2014 Online
Messaggio: #14
RE: Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
6a puntata
appena tolte le 2 viti del collettore di entrata mi sono subito reso conto di avere una altro problema
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
anche la curva di attacco del tubo quasi completamente ostruita
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Smonto completamente il riser e lo porto a casa cercando di togliere le incrostazioni, che mi sembrano un mix di sale, sedimenti vari cristallizzati e calcare. All'interno del riser, dove passa il fumo, ci sono invece incrostazioni nere di depositi del tubo di scarico carbonizzati, dove si incrocia acqua e fumo ci sono i maggiori depositi tanto che uno dei 2 fori interni è completamente ostruito e nell'altro era rimasta una piccola fessura di passaggio. Dedico diverso tempo a cercare di pulire ...
Il passaggio del fumo si riesce a fatica a pulire con spazzole di acciaio e caccciavite, l'intercapedine dove scorre l'acqua riesco a pulirla utilizzando un pezzo di cavo di acciaio come spazzola
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
La curva la raschio con cacciavite e riesco a pulirla ma la ghisa, gia ossidata si è spaccata in un punto causando un foro.
A questo punto passo all'dea di cambiare il riser con uno inox, e lo ordino alla Sermar.

Resta un altro problema
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
il collettore è un po' corroso, non mi sembra una corrosione importante quindi decido di stuccare con resina epossidica per alte temperature, prima di stuccare pulisco la superfice con dreamel ma tolto lo strato più rovinato la corrosione assume un aspetto più importante
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Decido quindi di smontare tutto il collettore-scambiatore e portare a ripristinare in centro rettifiche che con 70 euro mi riporta l'allumio mancante e rispiana il collettore.

Del rafffreddameto mi resta solo da controllare lo scambiatore e il circuito del liquido refrigerante, avevo gia tentato di sfilare l'inserto con collettore su ma senza riuscirci per le incrostazioni, ora con collettore smontato dovrebbe essere più semplice...
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Continua...

Stefano
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 14-11-2019 22:39 da ste.fano.)
14-11-2019 22:32
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ste.fano Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.109
Registrato: Nov 2014 Online
Messaggio: #15
RE: Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
7a parte
Smontare lo scambiatore non è stato semplicissimo, il coperchio nel lato posteriore è venuto quasi subito, scoprendo anche nel mio caso alcuni pezzi di girante rimasti li intrappolati, un po' più difficile è stato smontare il coperchio nel lato anteriore e la flangia sotto, c'era del calcare che bloccava un po' tutto, sono riuscito poi a smuoverlo incastrandoci un raschietto da imbianchino. Una volta tolti i pezzi sul davanti, per estrarre l'inserto scambiatore ci ho appoggiato un blocco di legno ed ho dato qualche colpo con un martello.
Un volta sfilato sono rimasto abbastanza sorpreso, l'inserto era intasato di fanghiglia!
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Riguardando, la fanghiglia non è solo nell'inserto ma anche nel resto del circuito... Mi chiedo come faceva il circuito a raffreddare!!!
Immergo l'inserto in acqua e aceto ma la fanghiglia non viene via.
Vado da un autoricambi a comprare un liquido per la pulizia dei radiatori (Arexons) ma nulla, leggendo meglio è solo un disincrostante per il calcare.
Mi metto alla ricerca di altri prodotti, non tanto per lo scambiatore, che in qualche modio si riesce a pulire essendo a vista, ma per il resto del circuito.
Scopro che ci sono 2 tipi di liquidi per la pulizia dei radiatori e circuiti refrigeranti, alcuni sono solo decalcificanti ed altri sono per decalcificare e pulizia, questi ultimi spesso dichiarano proprio che eliminano questi sedimenti di fango ed eventuali tracce di olio presenti nel circuito. Dato che ho fatto una piccola ricerca, riporto qui i prodotti che ho trovato adatti ad una pulizia completa del circuito:
PROTEC - Radiator Flush
BARDHAL - Radiator Cleaner
WYNN’S - Extreme Cooling System Degreaser
RYDLYME Marine descaler
Liqui-Moly - Radiator Cleaner
La fanghiglia da quello che ho letto si creerebbe da un insieme di cose: Residui dell'acqua eventualmente messa nel circuito, residui metallici e di ruggine/ossidazioni del circuito, depositi dei liquidi refrigeranti lasciati più tempo del dovuto...
Io ho acquistato il prodotto della PROTEC, solo perchè è quello che ho trovato disponibile in tempi veloci.
Fortunatamente la parte dove scorre acqua di mare (l'interno dei tubicini di rame) non era troppo sporca o per lo meno si è pulita abbastanza facilmente, comunque anche dentro i tubicini ho trovato dei piccoli pezzi della gomma nera delle giranti (!)

Questa parte di lavoro (rimontaggio collettore scambiatore e pulizia circuito) l'ho lasciata comunque in standby perche mi sto occupando di tentare di risolvere il secondo problema di questa storia... IL CONSUMO DI OLIO...
Continua...

Stefano
17-11-2019 23:59
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ste.fano Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.109
Registrato: Nov 2014 Online
Messaggio: #16
RE: Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
8° Parte
I PARAOLIO DELLE VALVOLE
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Da sinistra:
1- Paraolio originale smontato dal mio motore
2 -Paraolio acquistato su parts4engines.com (con circa 40 euro ho acquistato tutte le guarnizioni e paraolio della parte alta del motore)
3 -Paraolio acquistato su marinepartseurope.com (circa 10 euro l'una)

Dopo avere smontato l'originale mi accorgo che quella che avevo in precedenza acquistato con il kit guarnizioni su parts4engines.com non sono del tutto uguali e nemmeno della stessa qualità, quindi per non sbagliare ordino quelle originali, che hanno la gomma verde!Smiley4
Dopo averle ordinate a 10 euro l'una vedo che si trovano anche a 1 euro circa (con la gomma bluSadsmiley)
Al momento posso solo notare che l'originale ha la gomma un po' slabbrata e il foro un po' consumato (il diametro è circa mezzo millimetro più grande del nuovo)
Continua...

Stefano
22-11-2019 21:21
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ste.fano Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.109
Registrato: Nov 2014 Online
Messaggio: #17
RE: Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
Parte 9
Dopo aver smontato il collettore-scambiatore notavo l’accumulo di depositi carboniosi nei condotti della testata, principalmente chiaramente nelle valvole di scarico, ma anche in quelle di aspirazione
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Decisi quindi di controllare le valvole, cambiare i paraolio e pulire per bene i condotti di entrata e uscita.
Come procedere? Leggendo il manuale di officina e cercando più info possibile in rete mi chiarii meglio le due ipotesi:
Ipotesi A: smontaggio testata
Vantaggi
1. Possibile cambiare paraolio
2. Possibile controllo completo e pulizia valvole
3. Possibile controllo gioco valvole
4. Possibile controllo parte superiore dei pistoni
5. Possibile affidare il lavoro al centro rettifiche
Svantaggi
1. Tempo superiore
Serve
- Estrattore molle valvole
- Estrattore paraolio valvole
- Detergente x depositi carbonizzati su valvole e collettori
- Spessimetro
- Paraolio valvole UAM 7497
- Chiave dinamometrica
- Eventualmente spessori valvole
- Comparatore per controllo gioco valvole

Ipotesi B: apertura coperchio valvole
Vantaggi
1. Possibile cambiare paraolio
2. Posso pulire i condotti e steli valvole dai collettori
3. Possibile controllo gioco valvole
Svantaggi
6. Impossibile controllo completo e pulizia accurata valvole e chiusura
Serve
- Estrattore molle valvole
- Estrattore paraolio valvole
- Detergente x depositi carbonizzati su valvole e collettori
- Spazzole per collettori valvole
- Spessimetro
- Eventualmente spessori valvole
- Paraolio valvole
- Chiave dinamometrica
- Comparatore per controllo gioco valvole

Decisi per lo smontaggio della testata.
Mi procurai tutto il necessario ma al momento di svitare la prima vite mi imbattei subito nella prima difficoltà: la vite non era per niente facile da svitare, provai con una buona chiave a bussola più prolunga ma... nulla nessun cenno del minimo movimento.
Come scritto nel manuale del proprietario le viti della testata vengono strette a 80NM + ulteriori 90 gradi di rotazione, evidentemente però dopo 20 anni l’ossidazione crea un attrito ben superiore alla forza di serraggio. Cercando informazioni e pareri si trovano casi di rottura delle viti quindi penso che è un rischio che non voglio correre dato che implicherebbe quasi certamente lo sbarco del motore.
Decido quindi di procedere con l’opzione B
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Continua...

Stefano
23-11-2019 01:41
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ffortuna Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 289
Registrato: Oct 2013 Online
Messaggio: #18
RE: Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
Pensa un po'!
Ad un esame esterno il Volvo sembrava nuovo... Guardando le prime foto ho pensato: "avercelo un motore così!". Vatti a fidare.
Complimenti per quello che stai facendo e grazie per la scelta di condividerlo.
dimenticavo: buon lavoro e in bocca al lupo.
Smiley32
23-11-2019 12:23
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ste.fano Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.109
Registrato: Nov 2014 Online
Messaggio: #19
RE: Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
grazio ffortuna e crepi il lupo Smile

Parte 10
Nel frattempo mi è arrivato dalla Sermar un nuovo Riser “personalizzato”che ho fatto modificare su mie indicazioni.
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Le modifiche riguardano:
• l’attacco del tubo di ingresso acqua marina con curva raggiata invece che a squadro
• la direzione dei fori di uscita dell’acqua dentro il riser: notando che quasi tutti i riser di altri motori gettano l’acqua nella stessa direzione di uscita dei fumi ho riprodotto anche qui lo stesso concetto, invece sia il riser originale VP che quello Sermar gettano l’acqua perpendicolarmente ai fumi.

Il riser, in alcuni motori Volvo Penta a quello che si legge è un punto critico, sembra che in molti casi il modello originale in ghisa non duri più di 4-5 anni, in pratica si intasa di incrostazioni e si corrode indebolendo la struttura fino a spaccarsi.
Quello che è strano è che si legge (anche qui su questo forum), di casi che è durato tranquillamente 15 anni senza particolari problemi. Sicuramente le incrostazioni e corrosioni, come anche la corrosione del collettore dello scambiatore, avvengono solo in presenza di determinate circostanze, non so dire quali ma mi viene di fare qualche ipotesi:
Se tutto l’impianto di raffreddamento (ad acqua salata ed a refrigerante) funziona correttamente, tutto viene mantenuto “fresco” a temperatura di progetto, ed i flussi di acqua circolano come previsto.
Se intervengono 2-3 fattori insieme come nel mio caso:
• bolle d’aria nell’acqua salata
• pompa acqua salata non mantenuta in efficienza
• liquido refrigerante mescolato a sedimenti di fanghiglia
La temperatura inevitabilmente sale e sale in particolare dove passano i fumi di scarico, quindi collettore e riser, l’aumento di temperatura accelera la formazione di depositi: calcare + sale + altri sedimenti presenti nell’acqua marina e nei fumi, quindi si creano incrostazioni nel riser, le incrostazioni restringono il passaggio dell’acqua marina e ne deviano il flusso, meno acqua marina uguale ancora aumento di temperatura, contemporaneamente gli schizzi d’acqua marina e la temperatura innescano anche la corrosione galvanica che inizia a mangiarsi il collettore dello scambiatore, se la pompa di acqua di mare fino a quel momento funzionava correttamente ora la pressione (a causa del passaggio ristretto nel riser) causerà la rottura anche della pompa con sversamento di acqua di mare nel motore che ne causerà la corrosione…
ecco che in pochi anni di mancanza di manutenzioni avremo danni importanti.22

Continua...

Stefano
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 24-11-2019 01:06 da ste.fano.)
24-11-2019 01:01
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
traballi carlo Offline
Amico del Forum

Messaggi: 2.027
Registrato: Oct 2014 Online
Messaggio: #20
RE: Storia di un Volvo Penta MD22L-B che scalda troppo e consuma olio
Ok , ok , vado a comperare subito un riser !
Grazie per questo post . Smiley32
Non riesco a definirne il genere letterario , giallo o horror ?91
24-11-2019 10:27
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  Olio sintetico 0w30 traballi carlo 15 341 05-12-2019 14:37
Ultimo messaggio: VincenzoDe
  cappucci stagni pannello motore Volvo Penta BornFree 8 378 24-11-2019 12:40
Ultimo messaggio: maxgasta22
  Olio Sail emulsionato Nanni64 14 482 13-11-2019 20:08
Ultimo messaggio: sventola
  volvo 2030 trafilo coppa olio nanni666 48 4.987 11-11-2019 18:20
Ultimo messaggio: planet86
  Tappo olio del sail drive AdryGS35 7 323 09-11-2019 11:14
Ultimo messaggio: angelo2
  Marmitta Volvo penta alby64 27 5.064 05-11-2019 17:55
Ultimo messaggio: libert
  Volvo MD22L consuma olio enio.rossi 96 2.608 03-11-2019 09:53
Ultimo messaggio: ste.fano
  HONDA BF 2.3 cambi olio scud 9 376 23-10-2019 15:01
Ultimo messaggio: Gigi57
  Motore volvo penta 2030 - si spegne con retromarcia Kortello 18 379 14-10-2019 00:17
Ultimo messaggio: Wally
  cambio olio piede vp 120 se bettin.nicola 7 182 30-09-2019 20:17
Ultimo messaggio: bettin.nicola

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)