Rispondi 
Drifter
Autore Messaggio
Giada0959 Offline
Senior utente

Messaggi: 1.547
Registrato: Jul 2010 Online
Messaggio: #1
Drifter
Una domandina:

Potrei fare a meno di comprare un bompresso con frullone o calza per un code 0, acquistando al posto del code 0 un drifter da armare sul mio avvolgifiocco?

A.
11-12-2016 14:50
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
sailflyer Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 77
Registrato: Oct 2016 Online
Messaggio: #2
RE: Drifter
Ciao,
tra un code zero e un drifter la differenza è molto sottile, spesso solo di nomenclatura da veleria a veleria.
Nell'uso più comune, il "drifter" o "windseeker" è una vela di prua molto leggera, che si arma sullo strallo al posto delle altre vele di prua (il genoa roller nel tuo caso), e serve ad avanzare nelle ariette leggerissime. E' quasi sempre più piccola del fiocco o genoa più grande, perché deve poter "volare" quando praticamente non c'è vento.
Il code zero invece è sempre una vela di prua leggera ma grande, che si monta davanti allo strallo su un cavo autoportante e con un sistema di avvolgitore (non con la calza, quella è per spinnaker e asimmetrici) . Serve sulle barche che non hanno vele di prua grandi per aumentare la superficie con aria leggera e nelle andature non troppo strette. Per le barche da regata viene realizzato con una larghezza a metà molto grande in modo da poter essere stazzato come spinnaker o come "flying headsail" e non penalizzare troppo il rating. Il bompresso non è indispensabile, ma occorre comunque che il punto di mura e l'uscita della drizza siano sufficientemente distanti dallo strallo, altrimenti la vela rischia di non potersi avvolgere.

Detto questo, se hai voglia di montare e smontare il genoa dallo strallo ogni volta che devi usare questa vela leggera puoi fare a meno di frullino, bompresso, cavo antitorsione e quant'altro, viceversa temo di no.
11-12-2016 16:05
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Giada0959 Offline
Senior utente

Messaggi: 1.547
Registrato: Jul 2010 Online
Messaggio: #3
RE: Drifter
Grazie quindi poca differenza fra code 0 e drifter ma armabile sul mio avvolgifiocco.
Non ho problemi a cambiare la vela... Forse.
Ma il punto di scotta dove va a finire? Non ho una rotaia dietro. Hai qualche foto?
11-12-2016 17:10
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
sailflyer Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 77
Registrato: Oct 2016 Online
Messaggio: #4
RE: Drifter
Senza sapere di che barca parliamo e quanto è grande la vela di prua attuale è difficile dire qualcosa di sensato...



(11-12-2016 17:10)Giada0959 Ha scritto:  Grazie quindi poca differenza fra code 0 e drifter ma armabile sul mio avvolgifiocco.
Non ho problemi a cambiare la vela... Forse.
Ma il punto di scotta dove va a finire? Non ho una rotaia dietro. Hai qualche foto?
11-12-2016 17:15
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
TeoV Offline
Senior utente

Messaggi: 1.073
Registrato: Nov 2007 Online
Messaggio: #5
RE: Drifter
Scusate, mi inserisco solo per chiedere di che materialii sono fatte in genere le due vele.
Code 0 sempre laminato e drifter nylon?
Grazie.
11-12-2016 19:40
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
sailflyer Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 77
Registrato: Oct 2016 Online
Messaggio: #6
RE: Drifter
I code zero da regata sono sempre in laminato, ma anche i drifter o windseeker.
Le versioni da crociera di entrambe le vele possono essere in laminato, in nylon o in poliestere da spinnaker (meglio del nylon in questo caso)



(11-12-2016 19:40)TeoV Ha scritto:  Scusate, mi inserisco solo per chiedere di che materialii sono fatte in genere le due vele.
Code 0 sempre laminato e drifter nylon?
Grazie.
11-12-2016 20:00
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
albert Offline
Vecio ADV

Messaggi: 8.666
Registrato: Jun 2008 Online
Messaggio: #7
RE: Drifter
Direi che, nell'accezione "comune", il windseeker è una vela con LP intorno al 105% di J, il drifter invece è un genoa con LP come quello del genoa 1, dunque tra il 140 ed il 160% di J ed il punto di scotta sul carrello del genoa, mentre il code zero è un reacher con LP intorno al 160/170 % di TSP ed il punto di scotta sui bozzelli dello spi/gennaker.

Tre vele di superficie, forma ed utilizzo diversi.

@TeoV: il drifter è una vela "vecchia" di derivazione ior ed allora veniva realizzata in nylon; ora la si può realizzare anche in tessuto poliestere o laminato, come il più attuale code zero (o frullone o furling reacher).

@giada0959: temo che dopo un paio di cambi di vela il drifter resterà per sempre nel gavone dentro il suo sacco. Un'alternativa potrebbe essere quella di realizzarlo (come si faceva al tempo delle vele coi garrocci) con il cavo di ghinda "autoportante" in modo da non doverlo inferire così da poter lasciare il genoa avvolto sull'avvolgifiocco. Inoltre in un secondo tempo potrai sempre montarlo su un avvolgitore e su un piccolo bompresso.
11-12-2016 20:15
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ZK Offline
Vecio AdV

Messaggi: 11.445
Registrato: Dec 2005 Online
Messaggio: #8
RE: Drifter
anche io mi trovo con la definizione di Albert sul drifter.

sul farlo allunato (come i code 0 per capirsi) non ne vedo la necessita se non hai problemi di compenso (se non ci fai regate) fatti un bel genova leggero su garrocci per le ariette. se hai a disposizione due drizze in testa libere.. ne usi una come strallo e una per tirare su la vela.. ovvero ti fai uno strallo in tessile e te en freghi del frullone.. un pelo di bompresso ti si vorra comunque temo.

amare le donne, dolce il caffe.
11-12-2016 20:42
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Giada0959 Offline
Senior utente

Messaggi: 1.547
Registrato: Jul 2010 Online
Messaggio: #9
RE: Drifter
Grazie a tutti

La barca è un Bav 36 del 2011.
Il problema del Genoa sono le sartie che arrivano alla falchetta L' albero avanzato e le crocette poco acquartierate.... Ci sta solo un fiocco.
Pensavo a qualcosa che passasse fuori dalle sartie.

L' uso è croceristico in estate, quasi sempre al traverso ....
11-12-2016 22:16
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ZK Offline
Vecio AdV

Messaggi: 11.445
Registrato: Dec 2005 Online
Messaggio: #10
RE: Drifter
(11-12-2016 22:16)Giada0959 Ha scritto:  Grazie a tutti

La barca è un Bav 36 del 2011.
Il problema del Genoa sono le sartie che arrivano alla falchetta L' albero avanzato e le crocette poco acquartierate.... Ci sta solo un fiocco.
Pensavo a qualcosa che passasse fuori dalle sartie.

L' uso è croceristico in estate, quasi sempre al traverso ....

senti pure gli altri, io da solo questa responsabilita non me la prendo.. so sicuro che un bel genova, bello grosso anche di base ci stia.. il non essere allunato.. vuol dire poterci stringere un po di bolina anche senza una regolazione raffinata in poppa rispetto alle vele allunate perdi qualche centesimino.

amare le donne, dolce il caffe.
11-12-2016 22:33
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
sailflyer Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 77
Registrato: Oct 2016 Online
Messaggio: #11
RE: Drifter
Ho capito, è il 36C con la rotaia del fiocco sulla tuga. Un genoa come lo pensi tu non mi sembra una soluzione: non hai un punto di scotta, a meno di non usare il rinvio dello spinnaker e montare un barber ad esempio sulle gallocce d'ormeggio a metà barca, ma soprattutto con le sartie a murata una vela a sovrapposizione dovrebbe stare tutta sopra alle draglie, quindi con la mura una sessantina di cm sopra la coperta.
Per fare quello che vuoi tu, cioè una vela più grande e leggera da usare al traverso al posto del fiocchino di serie, la soluzione più funzionale e pulita è un code zero da crociera in poliestere, senza allunamento, con frullino e cavo antitorsione, issato sulla drizza dello spi e murato su un bompressino a prua dello strallo, fuori dal pulpito. E' anche la soluzione più onerosa dal punto di vista dell'hardware, però la puoi sfruttare anche per montarci uno spinnakerino asimmetrico per le andature più larghe.




(11-12-2016 22:16)Giada0959 Ha scritto:  Grazie a tutti

La barca è un Bav 36 del 2011.
Il problema del Genoa sono le sartie che arrivano alla falchetta L' albero avanzato e le crocette poco acquartierate.... Ci sta solo un fiocco.
Pensavo a qualcosa che passasse fuori dalle sartie.

L' uso è croceristico in estate, quasi sempre al traverso ....
11-12-2016 22:55
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ZK Offline
Vecio AdV

Messaggi: 11.445
Registrato: Dec 2005 Online
Messaggio: #12
RE: Drifter
un code 0 non allunato? e' come una pentola con il bordo basso.. sicuro che non si chiami padella?

amare le donne, dolce il caffe.
11-12-2016 23:05
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
sailflyer Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 77
Registrato: Oct 2016 Online
Messaggio: #13
RE: Drifter
(11-12-2016 23:05)ZK Ha scritto:  un code 0 non allunato? e' come una pentola con il bordo basso.. sicuro che non si chiami padella?

Chiamalo come vuoi, hai capito di che vela stiamo parlando, per l'uso che vuole farne lui. Non voglio citare il nome commerciale e il produttore... se me lo chiede glielo do in privato.
11-12-2016 23:37
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
giorgio minganti Offline
Amico del Forum

Messaggi: 121
Registrato: Aug 2015 Online
Messaggio: #14
RE: Drifter
Ciao a tutti
mi inserisco in questa discussione in quanto possessore di un drifter tagliato appositamente anni fa da una ormai non più il lavoro veleria di Trieste. Era stato pensato per poter coprire con una vela leggera (oltre ad un bel gennaker) i gradi di prua che rimanevano scoperti (bolina larga e traverso) il tutto per i leggeri venti dell'adriatico. Vi assicuro che la vela è stata sfruttata a dovere (in senso crocieristico) in quanto attaccata alla base dell'avvolgifiocco e issata (senza garrocci in quanto nella ralinga viene cucita una cima in dyneema) con la drizza dello spy e cazzata a ferro, fa il suo onesto lavoro. Le scotte vengono fatte passare in bozzelli (raddoppiati) sulla rotaia del genoa eimprontare o togliere il tutto è un attimo. Per le scotte uso quelle del gennaker. Ora con il mio comet 111 sono in Sardegna e non ho molte occasioni di usare questa vela ma quando posso non esito a farlo.
A disposizione per ulteriori chiarimenti
Giorgio

Tra vent’anni sarete più delusi per le cose che non avete fatto che per quelle che avete fatto.
Quindi mollate le cime. Allontanatevi dal porto sicuro.
Prendete con le vostre vele i venti.
Esplorate. Sognate. Scoprite.

sipuoparlare.blogspot.it
13-12-2016 13:06
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Giada0959 Offline
Senior utente

Messaggi: 1.547
Registrato: Jul 2010 Online
Messaggio: #15
RE: Drifter
Grazie. Quindi il fiocco rimane al suo posto avvolto e issi il drifter libero ?
13-12-2016 16:07
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
zankipal Offline
Senior utente

Messaggi: 3.791
Registrato: Jan 2009 Online
Messaggio: #16
RE: Drifter
Forse è più semplice murarlo al golfare in coperta, dopo il problema è strambare o virare.....
13-12-2016 16:44
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
sailflyer Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 77
Registrato: Oct 2016 Online
Messaggio: #17
RE: Drifter
(13-12-2016 16:44)zankipal Ha scritto:  Forse è più semplice murarlo al golfare in coperta, dopo il problema è strambare o virare.....

... ma anche trovare un punto di scotta (non c'è rotaia), far girare la balumina intorno alle sartie a murata, far passare tutta la vela sopra i candelieri...
13-12-2016 17:37
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
zankipal Offline
Senior utente

Messaggi: 3.791
Registrato: Jan 2009 Online
Messaggio: #18
RE: Drifter
(13-12-2016 17:37)sailflyer Ha scritto:  
(13-12-2016 16:44)zankipal Ha scritto:  Forse è più semplice murarlo al golfare in coperta, dopo il problema è strambare o virare.....

... ma anche trovare un punto di scotta (non c'è rotaia), far girare la balumina intorno alle sartie a murata, far passare tutta la vela sopra i candelieri...

Ma infatti... se uno vuole giocare un pò con una vela nuova, ci sta tutto

Con frullino e bompresso queste vele in crociera diventano facili da gestire e molto utili in tante condizioni, dalle brezzoline in tutte le andature ai laschi anche al posto degli spi asimmetrici, ma se non si attrezza bene la barca ci si gioca un giorno e poi finiscono nel gavone insieme allo spi....
13-12-2016 17:52
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
giorgio minganti Offline
Amico del Forum

Messaggi: 121
Registrato: Aug 2015 Online
Messaggio: #19
RE: Drifter
(13-12-2016 16:07)Giada0959 Ha scritto:  Grazie. Quindi il fiocco rimane al suo posto avvolto e issi il drifter libero ?

Si, in pratica lo usi come un genoa normale solo che non è inferito. si mura sotto l'avvolgifiocco e le scotte sono sovrapposte a quelle del genoa (due carrucole sulla rotaia). E' di una semplicità estrema senza frulli, bompressi o altro!
Giorgio

Tra vent’anni sarete più delusi per le cose che non avete fatto che per quelle che avete fatto.
Quindi mollate le cime. Allontanatevi dal porto sicuro.
Prendete con le vostre vele i venti.
Esplorate. Sognate. Scoprite.

sipuoparlare.blogspot.it
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 13-12-2016 20:12 da giorgio minganti.)
13-12-2016 19:55
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lupo planante Offline
Vecio AdV

Messaggi: 8.310
Registrato: Nov 2007 Online
Messaggio: #20
RE: Drifter
(11-12-2016 23:37)sailflyer Ha scritto:  
(11-12-2016 23:05)ZK Ha scritto:  un code 0 non allunato? e' come una pentola con il bordo basso.. sicuro che non si chiami padella?

Chiamalo come vuoi, hai capito di che vela stiamo parlando, per l'uso che vuole farne lui. Non voglio citare il nome commerciale e il produttore... se me lo chiede glielo do in privato.

Scusate, un Code 0 allunato è un A0 con MG 75%della base
Cosi non si paga... Se chi disegna la vela sa fare il fatto suo ti disegna un A0 ma tu hai un code 0
13-12-2016 23:47
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  First 20, drifter (o code zero) in T.A. kobold 11 1.093 22-08-2019 12:26
Ultimo messaggio: Klaus
  Tessuti laminati leggeri per drifter/code 0 iomagico 4 1.623 02-02-2018 17:06
Ultimo messaggio: iomagico
  Drifter inferito o ghindato.... LOKA 3 1.364 30-06-2017 09:03
Ultimo messaggio: LOKA
  drifter? alx 8 3.718 29-09-2015 19:03
Ultimo messaggio: alx
  drifter in Orc dal 2014 m4ur0 4 1.868 06-12-2013 02:03
Ultimo messaggio: einstein
  il drifter del principiante rmnmrc 3 2.352 28-07-2013 15:22
Ultimo messaggio: Marisco
  drifter o code 0 perez 11 5.835 13-03-2012 17:16
Ultimo messaggio: barcapolacca
  Drifter da vento leggero - consiglio ugo 25 8.925 04-11-2011 15:46
Ultimo messaggio: ugo
  DRIFTER: chi era costui? ... ed altre questioni andante 19 5.421 03-05-2010 19:17
Ultimo messaggio: Napoli
  Drifter studiodip 3 1.961 31-10-2009 15:16
Ultimo messaggio: bullo

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)