Rispondi 
ferrocemento
Autore Messaggio
MANGROVIA Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 62
Registrato: Aug 2010 Online
Messaggio: #41
ferrocemento
Ciao Musonero, ebbene sì i tuoi dati sono giusti, e mio malgrado devo disfarmene perchè lavoro per le grosse compagnie di navi da crociera e quindi quasi sempre negli USA, quindi sono più lì che quì e a ottobre inizio il trasloco a Miami, credimi è difficilissimo distaccarsi da questa creatura che mi ha dato molto da pensare ma anche molte soddisfazioni, 3 giorni fa è stata vista dal perito Perinetti esperto in barche in ferrocemento, proprio quello di cui sopra ed ha fatto i test sul cemento dello scafo per valutare il grado di acidità per poterne valutare lo stato, a breve mi manderà la perizia ma appena fatto il test con il tornasole, mi ha guardato un po male perche non poteva essere così ancora perfetto come in origine infatti mi ha chiesto tutti i trattamenti eseguiti che sono...nessuno. e lo scafo ha quasi 40 anni!. Sono stato contattato da diverse persone e vedi bene a che prezzo è in vendita ( PS c'è anche quì su ADV ) ma molti apprezzano l'enormità di spazi e lo stato della barca ma sono diffidenti...
03-09-2010 01:38
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
MANGROVIA Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 62
Registrato: Aug 2010 Online
Messaggio: #42
ferrocemento
caro Estrovelico
ti potrei raccontare mille aneddoti per farti capire perchè non le costruiscono in ferrocemento ma ci si pùò arrivare benissimo pensando a tutti gli interessi che si muovono attorno al business del diporto, le barche da lavoro infatti adottavano molto spesso il ferrocemento, ma ha uno svantaggio, sarebbe stato alla portata di troppi autocostruttori, meglio puntare su prodotti che hanno bisogno di strutture che non siano 'fai da te' e di conseguenza...vedi anche di conseguenza il terrore della vetroresina, L'OSMOOOOOSI, ma come mai non hanno cambiato tipologia di meteriale? perchè c'è un business sulle riparazioni e sulla vendita dei prodotti ecc.ecc.ecc.Ricorda che per ogni economia bisogna creare una diseconomia....
03-09-2010 01:46
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
wind e sea Offline
Senior utente

Messaggi: 1.488
Registrato: Aug 2008 Online
Messaggio: #43
ferrocemento
una barca in ferrocemento sarebbe più protetta dai fulmini?...con i nuovi cementi quanto si potrebbe risparmiare sul peso? e la struttura metallica è la stessa delle costruzioni edili? quando si parla di maggiore resistenza rispetto all'acciaio a che cosa si fa riferimento? agli urti, alla flessione, trazione? e si fa a parità di peso?
03-09-2010 07:09
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Pierr Offline
Banned

Messaggi: 4.296
Registrato: Nov 2007 Online
Messaggio: #44
ferrocemento
Senza voler dar contro a nessuno e senza polemizzare pro o contro questo tipo di costruzione riporto le mie conoscenze. Quindi non si deve arrabbiare chi non la pensa come me - ne offendersi e ne offendere - sia chiaro. Io dico la mia e lui dica la sua. Le foto della barca in ferrocemento che ho inserito sopra, come dicevo, sono di un mio amico di S.mauro Pascoli. Ovviamente conosco tutta la storia di quella barca. L'ha costruita da solo in venti anni ( 20 ) cadendo varie volte in depressione. Il ferro utilizzato come armatura non era zincato e poco prima di cederla fece un foro per un passascafo costatando che il ferro dentro non esisteva più mangiato dalla ruggine. Conosco esattamente anche la storia del ' Nuova Idea' barca ' gettata' ad Otranto in una sola notte da una squadra di venti muratori utilizzando la vecchia malta tradizionale che non consentiva riprese. ' Nuova Idea' giace affondata al largo di Pesaro per un errore di giunzione nella zona del paramezzale. I suoi due motori e parte dell'attrezzatura furono prontamente recuperati e riciclati su ' Idea Due', sempre 24 metri ma questa volta in acciaio, da Lele Coluccia fondando un altra società di charter. Anni fa , sempre nell'ottica del progetto che sto portando avanti,
mi sono recato a Bagno a Ripoli nelle studio presso l'abitazione di Rodolfo Foschi
e mi sono informato bene anche con cantieri del veneto sui costi di costruzione. Secondo il mio parere è una ottima costruzione soloper barche grandi o molto grandi come nella costruzione di barche d'acciaio e se fatta con i materiali buoni e le malte epossidiche odierne. La costruzione in europa di una barca di ferrocemento, anche a detta degli stessi cantieri veneti che ho interpellato, è indubbiamente più costosa perchè richiede molte ore. Andrebbe costruita con calma tipo in Indonesia ma con materiali europei dove un operaio ti costa un euro al giorno anzichè cento e dove lo spazio a terra per costruirla non costa nulla. Viviamo comunque in un mondo dove la fretta ha preso il potere sugli uomini ed il 99% delle persone vogliono la barca in un giorno quindi lo stampo in serie, per fare migliaia di copie identiche di 'barche' senza anima, ha preso piede.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 03-09-2010 15:57 da Pierr.)
03-09-2010 15:36
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
wind e sea Offline
Senior utente

Messaggi: 1.488
Registrato: Aug 2008 Online
Messaggio: #45
ferrocemento
pierr: ...[] "Il ferro utilizzato come armatura non era zincato e poco prima di cederla fece un foro per un passascafo costatando che il ferro dentro non esisteva più mangiato dalla ruggine"...[]

ma nel tempo la zincatura da garanzie di durata? si potrebbero utilizzare reti metalliche in inox? ma poi aderiscono al cemento? ci sono in commercio reti metalliche a buon prezzo trattate per non arrugginire? ma alla fine uno scafo ben strutturato in ferrocemento quanto metallo ha in proporzione al peso?
03-09-2010 17:08
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Pierr Offline
Banned

Messaggi: 4.296
Registrato: Nov 2007 Online
Messaggio: #46
ferrocemento
Faccio una eccezione...di solito non rispondo per principio agli anonimi Wink Big Grin
La rete zincata a caldo e poi murata in assenza di ossigeno e di umidità perchè isolata da una malta con resine è praticamente eterna. Il processo di ossidazione dell'acciaio dolce ( ruggine)è praticamente immediato e se non opportunamente isolato dall'umidità come ad esempio in un pilastro con grossi spessori continua distruggendolo. Come già detto la proporzione ideale di peso si ottiene su imbarcazioni grandi. Personalmente penso almeno 15 metri. La rete inox costa troppo, meccanicamente è inferiore all'acciaio al carbonio e non aderisce quindi è da escludere. La migliore rete quindi , per questo impiego, rimane quella zincata a caldo. Ripeto il mio parere e dato dalle informazioni che ho acquisito nel tempo da persone informate tipo Rodolfo Foschi ma ognuno la può pensare come vuole non mi ritengo ' Il verbo' come qualcuno. Wink
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 03-09-2010 18:50 da Pierr.)
03-09-2010 18:46
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
wind e sea Offline
Senior utente

Messaggi: 1.488
Registrato: Aug 2008 Online
Messaggio: #47
ferrocemento
pierr: 'Faccio una eccezione...di solito non rispondo per principio agli anonimi'...ringrazio a nome di tutti gli anonimi Big Grin
03-09-2010 20:12
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
MANGROVIA Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 62
Registrato: Aug 2010 Online
Messaggio: #48
ferrocemento
Vi posso dare qualche indicazione riferitami da Perinetti e da Foschi...la rete elettrosaldata ' da pollaio ' inserita nel cemento ( oggi si usano dei cementi miscelati con resine ) anche 'tradizionale ', subisce un fenomeno di ossidazione ( ruggine ) che viene contrastato dalla capacità intrinseca del cemento di creare un fenomeno di ossidoriduzione, ma tutto dipende dal grado di acidità del cemento che degrada con il passare degi anni se non protetto dall'umidità. Il cemento nel corso degli anni se a contatto con l'umidità, diventa mammano sempre più duro, ma non è un aspetto migliorativo, anzi, diventa un blocco durissimo e quindi molto fragile perchè perde le sue caratteristiche di elasticità.Ne deriva che con una semplice prova di acidità del cemento, si può stabilire la bontà dello scafo ( prova eseguita da Perinetti nel mio scafo ) facendo dei semplici forellini da 5mm profondi 2-3 mm in diversi puntio dello scafo e si stabilisce la 'bontà ' del cemento. Se però non abbiamo cura di proteggere con resine epossidriche l'opera viva e la sentina, potrebbero insorgere dei fenomeni di infiltrazione di umidità che provocano un addolcimento del cemento e a lungo andare un processo di ossidazione della struttura.
03-09-2010 22:44
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
gourmet Offline
Senior utente

Messaggi: 2.844
Registrato: Jun 2008 Online
Messaggio: #49
ferrocemento
rete elettrosaldata sì ma NON da pollaio...! bensì da armatura...! scusate la precisazione ma c'è stato chi, nell'intento d'alleggerire la struttura, ha veramente usato la rete da pollaio ! Comunque come in tutti i campi ci sono strutture ben progettate e ben costruite secondo tutti i crismi della nautica e delle costruzioni mentre ci sono stati anche esperimenti un po' improvvisati. la differenza? quelle buone navigano ancora...le altre...Cool a chi fà notare la differenza di peso e di velocità io dico semplicemente meglio una supercar...o una buona berlina...? è vero che NON sempre il peso è garanzia di buona navigabilità ma è altrettanto vero che la leggerezza NON garantisce nulla di meglio...e quando Nettuno è in...o io preferisco avere i piedi sul solido ferrocemento ! Cool
10-09-2010 06:09
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
MANGROVIA Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 62
Registrato: Aug 2010 Online
Messaggio: #50
ferrocemento
Approvo
10-09-2010 13:23
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Bonoz Offline
Amico del Forum

Messaggi: 152
Registrato: Apr 2009 Online
Messaggio: #51
ferrocemento
ciao a tutti,
io di ferrocemento non so nulla, però mi ero fatto l'opinione che le barche siffatte non fossero sicure, perchè mi sembra di aver visto che le assicurazioni si rifiutino di assicurarle, voi sapete per quale motivo?
11-09-2010 15:16
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Frappettini Offline
Vecio AdV

Messaggi: 10.883
Registrato: Oct 2007 Online
Messaggio: #52
ferrocemento
mi sembra strano che non si vogliano assicurare ferrocement con polizza kasko...
11-09-2010 15:35
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
gourmet Offline
Senior utente

Messaggi: 2.844
Registrato: Jun 2008 Online
Messaggio: #53
ferrocemento
Ciao Michele
NON mi risulta ! anzi...il problema è che certe imbarcazioni sono in mano a chi generalmente 'naviga' in diversi mari e diverse latitudini e le compagnie hanno 'oggettive' difficoltà a calcolare i rischi che, come noto, variano al variare delle zone di navigazione...se tu navighi in mediterraneo non hai problemi se esci dalle colonne d'ercole...le compagnie Italiane cominciano a fartene...se poi ti sposti ai caraibi o sul pacifico non se ne parla proprio ! a meno di non voler pagare cifre aberranti ! Questo con QUALSIASI barca Per saperne di più sulle barche in ferrocemento leggi la storia dell'Ing. Nervi Italianissimo Padre del ferrocemento nostrano. Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI . Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
Ed infine divertiti e...DIVERTITEVI a Googlare qui...Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI . Bhè...se poi vi resta qualche ancora dubbio...chiedete Cool
11-09-2010 15:46
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
MANGROVIA Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 62
Registrato: Aug 2010 Online
Messaggio: #54
ferrocemento
@Bonoz Personalmente non ho avuto grossi problemi ad assicurare con la kasco la mia che è in ferrocemento, è solamente perchè nei moduli informatici delle assicurazioni non compare come materiale di costruzione e quindi le agenzie non si vogliono prendere la responsabilità di modificare la voce.
11-09-2010 17:02
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Bonoz Offline
Amico del Forum

Messaggi: 152
Registrato: Apr 2009 Online
Messaggio: #55
ferrocemento
A me era sembrato di averlo visto su una polizza delle Generali (genmar), però se la trovo ancora guardo meglio. Grazie per i link sull'argomento.
11-09-2010 17:13
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Estrovelico Offline
Senior utente

Messaggi: 1.776
Registrato: Mar 2007 Online
Messaggio: #56
ferrocemento
Citazione:MANGROVIA ha scritto:
caro Estrovelico
ti potrei raccontare mille aneddoti per farti capire perchè non le costruiscono in ferrocemento ...[]

In questa discussione ho letto un mare di 'cavolate', ma sorvolo su queste, perchè penso siano dettate da quella passione che rende ciechi e sordi chiamata 'fanatismo' e quindi son certo che a nulla varrebbe confrontarsi e ragionare sui pro e contro (sopratutto contro) di una barca in cemento armato. Resta il fatto che fortunatamente le barche le fanno con materiali piu performanti e sicuri, per la gioia di noi che andiamo per mare, e i pochissimi fanatici del calcestruzzo hanno comunque la possibilità di armarsi di berretto di carta e cazzuola e divertirsi come meglio credono! Il mondo è bello perchè è vario!
11-09-2010 18:47
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
gourmet Offline
Senior utente

Messaggi: 2.844
Registrato: Jun 2008 Online
Messaggio: #57
ferrocemento
Bhè...hai ragione il mondo è vario per fortuna la gente sa leggere e se tu avessi avuto il tempo / la voglia di leggere anche solo la metà dei link segnalati adesso avresti sicuramente un'altra opinione sul 'calcestruzzo' così come ce l'ha quella moltitudine di 'fanatici' che sanno cosa vuol dire andare per mare seriamente e ci vanno in tutta tranquillità...Materiali più performanti? può darsi...ma con questi non ci costruiscono VERE barche oceaniche. ci fanno degli splendidi monumenti da esibire nei marina... magari saranno anche più belli più lucidi più leggeri più veloci...ma per andare dovem? chi naviga non ha fretta...vuol navigare! tu ci andresti in pista con un suv??? o in fuoristrada con una F1? ecco più o meno il principio è lo stesso ad ognuno il suo...per l'uso che ne vuol fare.! poi anch'io, a volte, tento d'ingaggiare la vela davanti o poggio quando qualcuno cerca d'ingaggiarmi...Smile tanto io non ho fretta Cool Comunque il confronto civile delle proprie idee non è mai fanatismo...lo diventa se si portano avanti preconcetti, rifiutandosi di documentarsi sulle tesi opposte! Io prima di sposare il ferrocemento mi son documentato per oltre un anno e non solo in rete...tu probabilmente non hai avuto nemmeno il tempo/voglia di leggere i titoli dei vari link...leggili (e non solo i titoli) poi ne riparliamo civilmente con dati di fatto alla mano.
12-09-2010 04:21
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
polimeri Offline
Amico del Forum

Messaggi: 103
Registrato: Dec 2007 Online
Messaggio: #58
ferrocemento
@MANGROVIA piu' o meno e' giusto spiego meglio se interessa:

il conglomerato cementizio e' basico per effetto principalmente di sali di calcio e calcio libero che si forma durante la prese e l'indurimento, questo ambiente alcalino e' un naturale protettivo nei confronti del ferro ivi annegato...pensate che le barre d'armatura prima dell'invenzione della zigrinatura delle barre che ha portato al ferro ad aderenza migliorata erano tondini lisci ed i vecchi capi mastri le lasciavano depositate all'aperto perche' cominciassero ad arrugginirsi diventando pier effetto della ruggine piu' ruvide migliorando l'aggrappo con il cls appena poste in opera il processo ossidativo si fermava appunto per la protezione del calcestruzzo pero, purtroppo c'e' un pero': la maggiorparte dei sali che determinano la basicita' protettiva del cls sono solubili in acqua e quindi se il manufatto e' sottoposto alla penetrazione dell'acqua vengono lentamente dilavati questo fenomeno e' noto come carbonatazione del cemento armato (da non confondersi con la carbonatazione delle epoxy) ed e' quello che vediamo quando ci capita di vedere frontalini rotti e ferri in vista in edilizia provando fino a che punto il cls si e' inacidito noi possiamo verificare fino a che punto e' giunto il degrado e valutare gli interventi opportuni l'aumento della rigidita' nel tempo di un conglomerato cementizio invece e' privo di ogni fondamento tecnico anzi il problema nella costruzione nautica e' proprio la rigidita' notevole dei cementizi anche all'inizio del ciclo vitale che comporta un sovradimensionamento delle sezioni con conseguente aumento di peso oggi pero' ci sono tecnologie all'avanguardia(oddio beh all'avanguardia non proprio perche' sono tecnologie nate negli anni 60 ma ancora poco diffuse oggi) che permettono sia la riduzione che addirittura l'assenza di armature metalliche, si tratta di reti polimeriche o fibre lunghe che abbinate a conglomerati resino cementizi (in questo caso gli epoxy cementizi si rivelano ancora una volta i migliori) permetterebbero di ridurre le sezioni ed i pesi, migliorare l'impermeabilita' e donare una certa elasticita' al manufatto queste tecnologie trovano bassa diffusione nell'edilizia civile per ovvi motivi di costo, ma probabilmente nella costruzione nautiche si potrebbero rivelare convenienti , ma credo che la ricerca in tal senso non riceva la necessaria spinta perche' per ora le esigenze sono soddisfatte dalle poliestere
12-09-2010 23:18
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
gourmet Offline
Senior utente

Messaggi: 2.844
Registrato: Jun 2008 Online
Messaggio: #59
ferrocemento
Ogni spiegazione qualificata è utile e ben accetta...
così come utile e ben accetto è il confronto tra persone con le proprie idee,
ma informate e senza pregiudizi... (altrimenti son solo parole al vento...)
grazie a chi vuole approfondire... l'argomento è moooolto interessante....
12-09-2010 23:41
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
fanfulla Offline
Amico del Forum

Messaggi: 128
Registrato: Dec 2008 Online
Messaggio: #60
ferrocemento
Un grande limite del ferrocemento,per il costruttore amatoriale,era che la
cementificazione doveva avvenire in una sola seduta.
Domanda:è vero solo per le malte tradizionali o rimane valida anche per quelle
epossidiche?Insomma,sarebbe attualmente fattibile cementificare un poco alla volta?
Grazie a chi risponde con competenza
13-09-2010 02:54
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  barca in ferrocemento Robertkastle 38 28.663 24-11-2011 18:16
Ultimo messaggio: lfabio

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)