Rispondi 
Scelta fuoribordo ausiliario
Autore Messaggio
longjohnsilver Offline
Amico del Forum

Messaggi: 106
Registrato: Sep 2015 Online
Messaggio: #1
Scelta fuoribordo ausiliario
Mi date una mano a capire qual è la miglior strategia per scegliere un motore fuoribordo da usare come motore di rispetto?
Per esempio: su una barca di 33 piedi con un dislocamento di 4000kg che monta un entrobordo di 10cv che considerazioni dovrei fare?

Grazie
09-04-2016 22:08
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Franzdima Offline
Senior utente

Messaggi: 4.724
Registrato: Jan 2011 Online
Messaggio: #2
RE: Scelta fuoribordo ausiliario
Usare le vele. Con 2-3 cv riesci a spingere la barca solo con calma piatta, che poi così sarebbe il fuoribordo del tender da poter montare a poppa magari con una slittina.
Un motore più grosso non avrebbe senso, a quel punto meglio fare le cose fatte bene e rimotorizzare con un entrobordo diesel da 20-30cv.
09-04-2016 22:50
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
BeppeZ Offline
Senior Utente

Messaggi: 3.642
Registrato: Oct 2013 Online
Messaggio: #3
RE: Scelta fuoribordo ausiliario
D'accordissimo
09-04-2016 23:04
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
franco53 Offline
Senior utente

Messaggi: 1.986
Registrato: Mar 2010 Online
Messaggio: #4
RE: Scelta fuoribordo ausiliario
Non ho capito se il fuoribordo è in alternativa all'entrobordo o lo devi usare solo in caso di emergenza?nel secondo caso allora và bene il fuoribordo del tender 2-3 cv per spingere la barca in porto fino all'ormeggio,metti un supporto basculante a poppa e il problema è risolto,fai in modo che pesca bene,se invece vuoi rimotorizzare con un fuoribordo allora la cosa è più complessa,per un 33 piedi con un dislocamento di 4000 kg avrai bisogno di un 15 cv gambo extralungo da piazzare su un suppoto a poppa,meglio una slitta in modo che scende molto altrimenti appena hai un po' di onda l'elica fuoriesce e avrai problemi,questo sempre che fai brevi navigazioni costiere e prevedi l'uso del motore per qualche ora,se inveci prevedi traversate anche di 10-15 ore a motore allora togli il molare e rimotorizza con almeno un 18-20 cv entrobordo diesel,cosi vai sicuro e sereno.BV

si diventa vecchi quando si smette di sognare ed io non ho smesso.
09-04-2016 23:39
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
longjohnsilver Offline
Amico del Forum

Messaggi: 106
Registrato: Sep 2015 Online
Messaggio: #5
RE: Scelta fuoribordo ausiliario
Franco,
il fuori bordo non è un'alternativa all'entrobordo, ma solo una precauzione in caso di emergenza. Non ho un tender sulla barca, ma ormai mi sembra chiaro, anche da precedenti discussioni, che l'utilizzo del motore del tender è la soluzione più gettonata... quindi mi metto alla ricerca di un tender!
10-04-2016 08:57
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
franco53 Offline
Senior utente

Messaggi: 1.986
Registrato: Mar 2010 Online
Messaggio: #6
RE: Scelta fuoribordo ausiliario
ti consiglio l'honda 2,3 cv gambo lungo,l'ho comprato da poco ed è un vero gioellino,raffreddato ad aria non hai problemi se fuoriesce dall'acqua,spinge che è una favola...

si diventa vecchi quando si smette di sognare ed io non ho smesso.
10-04-2016 09:23
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
grossifs Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.271
Registrato: Nov 2014 Online
Messaggio: #7
RE: Scelta fuoribordo ausiliario
Parsun 2.6 indistruttibile...o la versione 4 cv

Inviato dal mio SM-G7102 utilizzando Tapatalk
10-04-2016 11:07
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
franco53 Offline
Senior utente

Messaggi: 1.986
Registrato: Mar 2010 Online
Messaggio: #8
RE: Scelta fuoribordo ausiliario
(10-04-2016 11:07)grossifs Ha scritto:  Parsun 2.6 indistruttibile...o la versione 4 cv

Inviato dal mio SM-G7102 utilizzando Tapatalk
troppo pesante per un tender 18 kg contro i 12 dell'hondino

si diventa vecchi quando si smette di sognare ed io non ho smesso.
10-04-2016 11:18
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
longjohnsilver Offline
Amico del Forum

Messaggi: 106
Registrato: Sep 2015 Online
Messaggio: #9
RE: Scelta fuoribordo ausiliario
Io e il mio socio stavamo pensando di optare per un fuoribordo da 8/10cv - potenza suggerita da un meccanico di un cantiere di Giulianova - da fissare a poppa, magari sulla scaletta, con qualche sistema empirico.
Allego un paio di foto della scaletta e qui si intuisce la forma della poppa in sezione.
La vedete troppo complicata?

------

Qui si vede un Polaris - non il mio - per bene di poppa.
Secondo me la scaletta si presta a questo giochetto.


.jpg  IMG_0219.jpg (Dimensione: 106,23 KB / Download: 71)


Allegati
.jpg  IMG_3612.jpg (Dimensione: 106,16 KB / Download: 69)
.jpg  IMG_3714.jpg (Dimensione: 115,72 KB / Download: 64)
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 11-04-2016 15:46 da longjohnsilver.)
11-04-2016 15:34
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Franzdima Offline
Senior utente

Messaggi: 4.724
Registrato: Jan 2011 Online
Messaggio: #10
RE: Scelta fuoribordo ausiliario
(11-04-2016 15:34)longjohnsilver Ha scritto:  Io e il mio socio stavamo pensando di optare per un fuoribordo da 8/10cv - potenza suggerita da un meccanico di un cantiere di Giulianova - da fissare a poppa, magari sulla scaletta, con qualche sistema empirico.
La vedete troppo complicata?

Si, un inutile spreco di denaro e dal dubbio risultato.
Così a sbalzo con un po' di mare, poi, è più il tempo in cui l'elica è fuori dall'acqua che dentro.

Inoltre un 10cv costa, non capisco perché incaponirsi a volerlo installare in malo modo. A questo punto fatti fare un preventivo per un motore nuovo da 20-30cv, entrobordo diesel, e campi sereno.

Tanto se il motore molla possono succedere due cose: c'è vento ed allora vai a vela, non c'è vento, la barca rimane immobile, ed allora bastano 2-3 cv.
11-04-2016 17:01
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
andros Offline
Vecio AdV

Messaggi: 21.286
Registrato: Oct 2007 Online
Messaggio: #11
RE: Scelta fuoribordo ausiliario
Thumbsupsmileyanim
(11-04-2016 17:01)Franzdima Ha scritto:  
(11-04-2016 15:34)longjohnsilver Ha scritto:  Io e il mio socio stavamo pensando di optare per un fuoribordo da 8/10cv - potenza suggerita da un meccanico di un cantiere di Giulianova - da fissare a poppa, magari sulla scaletta, con qualche sistema empirico.
La vedete troppo complicata?

Si, un inutile spreco di denaro e dal dubbio risultato.
Così a sbalzo con un po' di mare, poi, è più il tempo in cui l'elica è fuori dall'acqua che dentro.

Inoltre un 10cv costa, non capisco perché incaponirsi a volerlo installare in malo modo. A questo punto fatti fare un preventivo per un motore nuovo da 20-30cv, entrobordo diesel, e campi sereno.

Tanto se il motore molla possono succedere due cose: c'è vento ed allora vai a vela, non c'è vento, la barca rimane immobile, ed allora bastano 2-3 cv.
Thumbsupsmileyanim

quando muori,non sai di essere morto,non soffri tu ma soffrono gli altri. la stessa cosa quando sei un imbe..lle

11-04-2016 17:41
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
franco53 Offline
Senior utente

Messaggi: 1.986
Registrato: Mar 2010 Online
Messaggio: #12
RE: Scelta fuoribordo ausiliario
(11-04-2016 17:01)Franzdima Ha scritto:  
(11-04-2016 15:34)longjohnsilver Ha scritto:  Io e il mio socio stavamo pensando di optare per un fuoribordo da 8/10cv - potenza suggerita da un meccanico di un cantiere di Giulianova - da fissare a poppa, magari sulla scaletta, con qualche sistema empirico.
La vedete troppo complicata?

Si, un inutile spreco di denaro e dal dubbio risultato.
Così a sbalzo con un po' di mare, poi, è più il tempo in cui l'elica è fuori dall'acqua che dentro.

Inoltre un 10cv costa, non capisco perché incaponirsi a volerlo installare in malo modo. A questo punto fatti fare un preventivo per un motore nuovo da 20-30cv, entrobordo diesel, e campi sereno.

Tanto se il motore molla possono succedere due cose: c'è vento ed allora vai a vela, non c'è vento, la barca rimane immobile, ed allora bastano 2-3 cv.
giusto...quoto al 100%

si diventa vecchi quando si smette di sognare ed io non ho smesso.
12-04-2016 07:17
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
longjohnsilver Offline
Amico del Forum

Messaggi: 106
Registrato: Sep 2015 Online
Messaggio: #13
RE: Scelta fuoribordo ausiliario
(11-04-2016 17:01)Franzdima Ha scritto:  Si, un inutile spreco di denaro e dal dubbio risultato.
Così a sbalzo con un po' di mare, poi, è più il tempo in cui l'elica è fuori dall'acqua che dentro.
Inoltre un 10cv costa, non capisco perché incaponirsi a volerlo installare in malo modo. A questo punto fatti fare un preventivo per un motore nuovo da 20-30cv, entrobordo diesel, e campi sereno.
Scusate, forse il mio 'metodo empirico' è stato frainteso. Non volgiamo piazzarlo in malo modo, ma stiamo cercando una soluzione efficiente ed efficace. Ovviamente cercheremo di mantenere il motore alla giusta distanza dalla linea d'acqua per garantire ia corretta immersione dell'elica.
Il dubbio è sulla potenza. Magari basta un piccolo ed economico 4/5cv che, essendo di rispetto appunto, non dovrà farci planare, ma aiutarci in caso di avaria del motore entrobordo.
Bella l'idea della motorizzazione, peccato che da un paio di preventivi che abbiamo fatto ci vogliono 9000€.
12-04-2016 11:59
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Franzdima Offline
Senior utente

Messaggi: 4.724
Registrato: Jan 2011 Online
Messaggio: #14
RE: Scelta fuoribordo ausiliario
(12-04-2016 11:59)longjohnsilver Ha scritto:  
(11-04-2016 17:01)Franzdima Ha scritto:  Si, un inutile spreco di denaro e dal dubbio risultato.
Così a sbalzo con un po' di mare, poi, è più il tempo in cui l'elica è fuori dall'acqua che dentro.
Inoltre un 10cv costa, non capisco perché incaponirsi a volerlo installare in malo modo. A questo punto fatti fare un preventivo per un motore nuovo da 20-30cv, entrobordo diesel, e campi sereno.
Scusate, forse il mio 'metodo empirico' è stato frainteso. Non volgiamo piazzarlo in malo modo, ma stiamo cercando una soluzione efficiente ed efficace. Ovviamente cercheremo di mantenere il motore alla giusta distanza dalla linea d'acqua per garantire ia corretta immersione dell'elica.
Il dubbio è sulla potenza. Magari basta un piccolo ed economico 4/5cv che, essendo di rispetto appunto, non dovrà farci planare, ma aiutarci in caso di avaria del motore entrobordo.
Bella l'idea della motorizzazione, peccato che da un paio di preventivi che abbiamo fatto ci vogliono 9000€.

Un fuoribordo messo là sarà installato in malo modo per forza, non c'è modo di fare un lavoro ben fatto, anche se il cantiere ti dirà che spingere un 10 metri dalla spiaggetta posticcia è la soluzione ideale, così prende il lavoro.
Inoltre i 10cv gambo lungo mi sa che non ne fanno, quindi o salta fuori l'elica od appozzi il motore, il margine è poco.
Comunque tra acquisto del fuoribordo ed enorme lavoro di adattamento della spiaggetta partono tante migliaia di euro, per questo ti dicevo di fare le cose fatte bene e rimotorizzare.
Valuta anche Lombardini, costa molto meno dei soliti noti e va benissimo.

Se c'è mare per spingere una barca da 4T servono almeno 20cv entrobordo, con 3, 5 o 10 fuoribordo, con l'elica che salta dentro e fuori l'acqua non fai nulla.
In più avresti 40kg montati a sbalzo e fare un bagno diventerebbe un'impresa.

Senza contare i problemi "secondari", come l'ormeggio. Il fuoribordone sarebbe sempre montato in posizione sollevata, quindi la prima volta che arrivi lungo in banchina (e capita a tutti) ti giochi 5.000€ di motore.
Impensabile montare 10cv là in caso di necessità.

Insomma, come ti ho già detto secondo me è una cazzata, e ne è prova il fatto che nessuna barca di quelle dimensioni gira con 10cv di fuoribordo appiccicati dietro. Un motivo ci sarà.
12-04-2016 12:16
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
DADA 3 Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 57
Registrato: Jun 2013 Online
Messaggio: #15
RE: Scelta fuoribordo ausiliario
Ma perchè arrovellarsi per una cosa che non serve.....Abbiamo delle barche a vela o dei motoschifi? Se si rompe il motore si va a vela, e se ci dovessero essere dei problemi seri si chiama il 1530, in fin dei conti servono anche a questo.
Inoltre non ho mai visto una barca a vela con un motore di rispetto, quindi deduco che un motivo ci debba essere....?
12-04-2016 17:47
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
corradino Offline
Senior utente

Messaggi: 1.150
Registrato: Aug 2011 Online
Messaggio: #16
RE: Scelta fuoribordo ausiliario
Bhe insomma il1530 non ti rimorchia di certo...

LA TERRA la madre terra.. non ci sopporta più..ma la nostra economia funziona solo sulla crescita continua siamo un treno lanciato verso il binario morto
12-04-2016 19:01
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
franco53 Offline
Senior utente

Messaggi: 1.986
Registrato: Mar 2010 Online
Messaggio: #17
RE: Scelta fuoribordo ausiliario
(12-04-2016 12:16)Franzdima Ha scritto:  
(12-04-2016 11:59)longjohnsilver Ha scritto:  
(11-04-2016 17:01)Franzdima Ha scritto:  Si, un inutile spreco di denaro e dal dubbio risultato.
Così a sbalzo con un po' di mare, poi, è più il tempo in cui l'elica è fuori dall'acqua che dentro.
Inoltre un 10cv costa, non capisco perché incaponirsi a volerlo installare in malo modo. A questo punto fatti fare un preventivo per un motore nuovo da 20-30cv, entrobordo diesel, e campi sereno.
Scusate, forse il mio 'metodo empirico' è stato frainteso. Non volgiamo piazzarlo in malo modo, ma stiamo cercando una soluzione efficiente ed efficace. Ovviamente cercheremo di mantenere il motore alla giusta distanza dalla linea d'acqua per garantire ia corretta immersione dell'elica.
Il dubbio è sulla potenza. Magari basta un piccolo ed economico 4/5cv che, essendo di rispetto appunto, non dovrà farci planare, ma aiutarci in caso di avaria del motore entrobordo.
Bella l'idea della motorizzazione, peccato che da un paio di preventivi che abbiamo fatto ci vogliono 9000€.

Un fuoribordo messo là sarà installato in malo modo per forza, non c'è modo di fare un lavoro ben fatto, anche se il cantiere ti dirà che spingere un 10 metri dalla spiaggetta posticcia è la soluzione ideale, così prende il lavoro.
Inoltre i 10cv gambo lungo mi sa che non ne fanno, quindi o salta fuori l'elica od appozzi il motore, il margine è poco.
Comunque tra acquisto del fuoribordo ed enorme lavoro di adattamento della spiaggetta partono tante migliaia di euro, per questo ti dicevo di fare le cose fatte bene e rimotorizzare.
Valuta anche Lombardini, costa molto meno dei soliti noti e va benissimo.

Se c'è mare per spingere una barca da 4T servono almeno 20cv entrobordo, con 3, 5 o 10 fuoribordo, con l'elica che salta dentro e fuori l'acqua non fai nulla.
In più avresti 40kg montati a sbalzo e fare un bagno diventerebbe un'impresa.

Senza contare i problemi "secondari", come l'ormeggio. Il fuoribordone sarebbe sempre montato in posizione sollevata, quindi la prima volta che arrivi lungo in banchina (e capita a tutti) ti giochi 5.000€ di motore.
Impensabile montare 10cv là in caso di necessità.

Insomma, come ti ho già detto secondo me è una cazzata, e ne è prova il fatto che nessuna barca di quelle dimensioni gira con 10cv di fuoribordo appiccicati dietro. Un motivo ci sarà.
10 cv gambo extralungo lo fa la Selva modello Pirana sail monocilindrico pesa appena 32 kg l'ho comprato per rimotorizzare una barca da 8 mt

si diventa vecchi quando si smette di sognare ed io non ho smesso.
11-06-2016 22:26
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Franzdima Offline
Senior utente

Messaggi: 4.724
Registrato: Jan 2011 Online
Messaggio: #18
RE: Scelta fuoribordo ausiliario
(11-06-2016 22:26)franco53 Ha scritto:  
(12-04-2016 12:16)Franzdima Ha scritto:  
(12-04-2016 11:59)longjohnsilver Ha scritto:  
(11-04-2016 17:01)Franzdima Ha scritto:  Si, un inutile spreco di denaro e dal dubbio risultato.
Così a sbalzo con un po' di mare, poi, è più il tempo in cui l'elica è fuori dall'acqua che dentro.
Inoltre un 10cv costa, non capisco perché incaponirsi a volerlo installare in malo modo. A questo punto fatti fare un preventivo per un motore nuovo da 20-30cv, entrobordo diesel, e campi sereno.
Scusate, forse il mio 'metodo empirico' è stato frainteso. Non volgiamo piazzarlo in malo modo, ma stiamo cercando una soluzione efficiente ed efficace. Ovviamente cercheremo di mantenere il motore alla giusta distanza dalla linea d'acqua per garantire ia corretta immersione dell'elica.
Il dubbio è sulla potenza. Magari basta un piccolo ed economico 4/5cv che, essendo di rispetto appunto, non dovrà farci planare, ma aiutarci in caso di avaria del motore entrobordo.
Bella l'idea della motorizzazione, peccato che da un paio di preventivi che abbiamo fatto ci vogliono 9000€.

Un fuoribordo messo là sarà installato in malo modo per forza, non c'è modo di fare un lavoro ben fatto, anche se il cantiere ti dirà che spingere un 10 metri dalla spiaggetta posticcia è la soluzione ideale, così prende il lavoro.
Inoltre i 10cv gambo lungo mi sa che non ne fanno, quindi o salta fuori l'elica od appozzi il motore, il margine è poco.
Comunque tra acquisto del fuoribordo ed enorme lavoro di adattamento della spiaggetta partono tante migliaia di euro, per questo ti dicevo di fare le cose fatte bene e rimotorizzare.
Valuta anche Lombardini, costa molto meno dei soliti noti e va benissimo.

Se c'è mare per spingere una barca da 4T servono almeno 20cv entrobordo, con 3, 5 o 10 fuoribordo, con l'elica che salta dentro e fuori l'acqua non fai nulla.
In più avresti 40kg montati a sbalzo e fare un bagno diventerebbe un'impresa.

Senza contare i problemi "secondari", come l'ormeggio. Il fuoribordone sarebbe sempre montato in posizione sollevata, quindi la prima volta che arrivi lungo in banchina (e capita a tutti) ti giochi 5.000€ di motore.
Impensabile montare 10cv là in caso di necessità.

Insomma, come ti ho già detto secondo me è una cazzata, e ne è prova il fatto che nessuna barca di quelle dimensioni gira con 10cv di fuoribordo appiccicati dietro. Un motivo ci sarà.
10 cv gambo extralungo lo fa la Selva modello Pirana sail monocilindrico pesa appena 32 kg l'ho comprato per rimotorizzare una barca da 8 mt

Da 8 a 10 metri è un bel salto, 8 metri possono ancora essere spinti da un fuoribordo, 10 no.
Rimango quindi della mia idea, meglio fare le cose fatte bene e mettere un entrobordo affidabile anziché due mezzi motori.
12-06-2016 16:13
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Alessandro. Offline
Amico del Forum

Messaggi: 393
Registrato: Mar 2016 Online
Messaggio: #19
RE: Scelta fuoribordo ausiliario
L'idea del tender che traina la barca in condizione di avaria non risolvibile è a mio avviso molto valida. Cerca qualche amico con un 5CV, 10CV, 15CV... E prova!
12-06-2016 16:38
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
franco53 Offline
Senior utente

Messaggi: 1.986
Registrato: Mar 2010 Online
Messaggio: #20
RE: Scelta fuoribordo ausiliario
(12-06-2016 16:13)Franzdima Ha scritto:  
(11-06-2016 22:26)franco53 Ha scritto:  
(12-04-2016 12:16)Franzdima Ha scritto:  
(12-04-2016 11:59)longjohnsilver Ha scritto:  
(11-04-2016 17:01)Franzdima Ha scritto:  Si, un inutile spreco di denaro e dal dubbio risultato.
Così a sbalzo con un po' di mare, poi, è più il tempo in cui l'elica è fuori dall'acqua che dentro.
Inoltre un 10cv costa, non capisco perché incaponirsi a volerlo installare in malo modo. A questo punto fatti fare un preventivo per un motore nuovo da 20-30cv, entrobordo diesel, e campi sereno.
Scusate, forse il mio 'metodo empirico' è stato frainteso. Non volgiamo piazzarlo in malo modo, ma stiamo cercando una soluzione efficiente ed efficace. Ovviamente cercheremo di mantenere il motore alla giusta distanza dalla linea d'acqua per garantire ia corretta immersione dell'elica.
Il dubbio è sulla potenza. Magari basta un piccolo ed economico 4/5cv che, essendo di rispetto appunto, non dovrà farci planare, ma aiutarci in caso di avaria del motore entrobordo.
Bella l'idea della motorizzazione, peccato che da un paio di preventivi che abbiamo fatto ci vogliono 9000€.

Un fuoribordo messo là sarà installato in malo modo per forza, non c'è modo di fare un lavoro ben fatto, anche se il cantiere ti dirà che spingere un 10 metri dalla spiaggetta posticcia è la soluzione ideale, così prende il lavoro.
Inoltre i 10cv gambo lungo mi sa che non ne fanno, quindi o salta fuori l'elica od appozzi il motore, il margine è poco.
Comunque tra acquisto del fuoribordo ed enorme lavoro di adattamento della spiaggetta partono tante migliaia di euro, per questo ti dicevo di fare le cose fatte bene e rimotorizzare.
Valuta anche Lombardini, costa molto meno dei soliti noti e va benissimo.

Se c'è mare per spingere una barca da 4T servono almeno 20cv entrobordo, con 3, 5 o 10 fuoribordo, con l'elica che salta dentro e fuori l'acqua non fai nulla.
In più avresti 40kg montati a sbalzo e fare un bagno diventerebbe un'impresa.

Senza contare i problemi "secondari", come l'ormeggio. Il fuoribordone sarebbe sempre montato in posizione sollevata, quindi la prima volta che arrivi lungo in banchina (e capita a tutti) ti giochi 5.000€ di motore.
Impensabile montare 10cv là in caso di necessità.

Insomma, come ti ho già detto secondo me è una cazzata, e ne è prova il fatto che nessuna barca di quelle dimensioni gira con 10cv di fuoribordo appiccicati dietro. Un motivo ci sarà.
10 cv gambo extralungo lo fa la Selva modello Pirana sail monocilindrico pesa appena 32 kg l'ho comprato per rimotorizzare una barca da 8 mt

Da 8 a 10 metri è un bel salto, 8 metri possono ancora essere spinti da un fuoribordo, 10 no.
Rimango quindi della mia idea, meglio fare le cose fatte bene e mettere un entrobordo affidabile anziché due mezzi motori.
Sono d'accordo con te,rispondevo solo alla tua affermazione che non facevano 10 cv gambo lungo...ciao

si diventa vecchi quando si smette di sognare ed io non ho smesso.
12-06-2016 19:01
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  Fuoribordo Ozeam riccardo250154 25 2.143 19-04-2021 21:07
Ultimo messaggio: Discola
  Motore per Tonic 23 LFT 7,30 (fuoribordo incassato a poppa) Andrea- 26 820 21-03-2021 13:21
Ultimo messaggio: Andrea-
  Scelta elica Sun Odyssey 35 Pla 28 2.210 14-02-2021 00:12
Ultimo messaggio: JARIFE
  Fuoribordo Yamaha 8cv attilio.magni@coni.it 5 350 28-01-2021 23:02
Ultimo messaggio: attilio.magni@coni.it
  fuoribordo crescent 5 hp anno 1970 cap.nemo 4 331 08-12-2020 16:15
Ultimo messaggio: rosama
  stranezze su fuoribordo BornFree 3 375 21-11-2020 17:52
Ultimo messaggio: BornFree
  Fuoribordo Honda che si spegne. Zaurac 19 683 12-11-2020 21:32
Ultimo messaggio: Zaurac
  fuoribordo yamaha F2.5A 4T scud 8 579 22-09-2020 16:48
Ultimo messaggio: st00042
  Fuoribordo Ozeam Pietro. 17 13.811 20-09-2020 19:37
Ultimo messaggio: sabrulela
  Ma quanto consuma il mio fuoribordo 2T ? sgiulio 9 538 17-09-2020 09:41
Ultimo messaggio: sgiulio

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)