Rispondi 
Deriva e prigionieri [Kudu]
Autore Messaggio
Goriboy Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 59
Registrato: Apr 2016 Online
Messaggio: #1
Deriva e prigionieri [Kudu]
Buongiorno,

premetto che non conosco il termine tecnico per indicare la cava che, nella deriva, ospita i prigionieri e il dado di riscontro, per cui non ho potuto fare ricerche approfondite nel Forum.

Ho varato il mio Kudu dopo tre lunghi anni di ristrutturazione e tre giorni dopo, purtroppo ho dovuto alarlo perché ha ceduto un passa scafo di plasitca del log della NASA. ma di questo parlerò in un altro Post.

Al momento dell'alaggio, ho notato che si sono manifestate subito delle fuoriuscite di acqua e ho aperto per verificare. diciamo un decilitro tanto per sporcare la deriva.

   

   

   


.jpg  IMG_20200530_173023.jpg (Dimensione: 30,6 KB / Download: 345)


.jpg  IMG_20200530_173023.jpg (Dimensione: 30,6 KB / Download: 345)

Aprendo queste cave, ho trovato effettivamente umido e ancora acqua ad uscire.

temo che dalle fessure , sia entrata acqua marina e abbia riempito i fori che contengono verticalmente i prigionieri che sono serrati in sentina da altrettanti dadi.

Per fortuna i prigionieri sono, a mio parere integri, e perfettamente conservati dopo tanti anni e adesso devo solo riempire nuovamente queste cave.


Pensavo di pulire bene, dare un prodotto antiruggine epoxy, riempire le cave con stucco epoxy, pareggiare bene la superficie e poi completare il ciclo protettivo , isolante e antivegetativa.

in questa foto si vede abbastanza bene il distacco/ crepa credo dovuto a ritiro dello stucco dalle pareti della cava.

Faccio bene con questo procedimento? Consigli per miglioreare?

infine, visto che mi ci andrebbe almeno 2 kg di stucco che non è regalato... è proprio necessario riempirlo di stucco oppure potrei riempire dia altro materiale solo allo scopo di evitare il vuoto e poi fare solo l'ultimo strato di stucco di un cm di spessore solo per fare chiusura e struttura a "mo' di tappo"?

grazie per i consigli.


Allegati Anteprime
       
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 01-06-2020 11:30 da Goriboy.)
01-06-2020 10:33
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ibanez Offline
Amico del Forum

Messaggi: 542
Registrato: Mar 2007 Online
Messaggio: #2
RE: Deriva e prigionieri
A questo punto meno male che ha ceduto passascafo...
01-06-2020 16:06
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Novecento Offline
Senior utente

Messaggi: 3.833
Registrato: Oct 2008 Online
Messaggio: #3
RE: Deriva e prigionieri
Scusami ma tutta la situzione da te esposta e anche le foto sono abbastanza bizzarre!! Cominciamo con il dire quelle "finestre" intorno ai perni del bulbo sul bulbo stesso le hi aperte tu? L'acqua che dicevi (pochi cc) da dove "sgorgavano" nella dinette?
Prima ancora che tu mi dia una risposta ti posso anticipare con un po' di prudenza, che i lavori ai perni del bulbo non si fanno aprendo delle finestre riempendole poi di stucco nella maniera più assoluta. Facciamo così spiegati meglio e poi ne riparliamo Smiley6
Bob

Safe returns to port with grace, not drama. Seamanship skills really do begin before you hit the water.
01-06-2020 16:35
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
giulianotofani Offline
Senior utente

Messaggi: 1.764
Registrato: Nov 2010 Online
Messaggio: #4
RE: Deriva e prigionieri
Per fortuna i prigionieri sono, a mio parere integri, e perfettamente conservati dopo tanti anni e adesso devo solo riempire nuovamente queste cave.

E come fai a sapere come stanno senza averli sfilati??

Trovati un buon perito o un buon cantiere e fai fare un controllo serio. E non paciugare con gli stucchi..
01-06-2020 16:36
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
nape Offline
Senior utente

Messaggi: 1.253
Registrato: Aug 2016 Online
Messaggio: #5
RE: Deriva e prigionieri
Controlla bene perché le finestrature dovrebbero essere passanti per cui, per risigillare tutto a nuovo, intanto le si dovrebbero aprire da parte a parte. Erano le pinne costruite (bene) di un tempo. Se devi sostituire i perni di tenuta o testarli con la dinamometrica il sistema era molto razionale. Io però non mi metterei a giocare con delle pinne che, notoriamente, pesano parecchio e farei fare il tutto ad un cantiere.

"Hell, you're not a real maxi owner yet, you're still on your first keel"
01-06-2020 18:17
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Goriboy Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 59
Registrato: Apr 2016 Online
Messaggio: #6
RE: Deriva e prigionieri
(01-06-2020 18:17)nape Ha scritto:  Controlla bene perché le finestrature dovrebbero essere passanti per cui, per risigillare tutto a nuovo, intanto le si dovrebbero aprire da parte a parte. Erano le pinne costruite (bene) di un tempo. Se devi sostituire i perni di tenuta o testarli con la dinamometrica il sistema era molto razionale. Io però non mi metterei a giocare con delle pinne che, notoriamente, pesano parecchio e farei fare il tutto ad un cantiere.

Grazie per il tuo contributo Nape, hai ragione e le finestre sono chiaramente passanti ma per fortuna tutto è integro e saldo e devo solo ripristinare le sigillature delle finestre, nessun altro mestiere ( o gioco ) sarà necessario.

Tornerei alla domanda principale rivolta a chi ha già visto e/o fatto questi lavori di ripristino:
a vs parere è necessario usare solo lo stucco epoxy come quello originale oppure è possibile "imbunire" con altro materiale tipo resina caricata a microsfere o altre soluzioni che non mi vengono in testa in sto momento?

Ti confermo che ovviamente il trattamento finale sarebbe con ultimo strato di stucco, isolante AV ...

grazie
02-06-2020 20:26
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Lupicante Offline
Amico del Forum

Messaggi: 361
Registrato: Mar 2017 Online
Messaggio: #7
RE: Deriva e prigionieri
Se sei sicuro che dai prigionieri non fa acqua in sentina il problema sembrerebbe soltanto la sigillatura delle feritoie che va rimpiazzata.
Io direi pulizia più accurata possibile, primer epossidico e poi stucco epossidico superleggero a riempire. La rifinitura ľ hai già descritta tu, ricorda soltanto che sopra lo stucco carteggiato devi mettere di nuovo il primer perché ľ antivegetativa non ci attacca bene. Se fai lo stucco con epossidica addensata rischi che ti venga molto difficile da rimuovere in caso di necessità.
03-06-2020 10:06
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Goriboy Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 59
Registrato: Apr 2016 Online
Messaggio: #8
RE: Deriva e prigionieri
(03-06-2020 10:06)Lupicante Ha scritto:  Se sei sicuro che dai prigionieri non fa acqua in sentina il problema sembrerebbe soltanto la sigillatura delle feritoie che va rimpiazzata.
Io direi pulizia più accurata possibile, primer epossidico e poi stucco epossidico superleggero a riempire. La rifinitura ľ hai già descritta tu, ricorda soltanto che sopra lo stucco carteggiato devi mettere di nuovo il primer perché ľ antivegetativa non ci attacca bene. Se fai lo stucco con epossidica addensata rischi che ti venga molto difficile da rimuovere in caso di necessità.

Grazie, Ti confermo che dai prigionieri NON fa acqua in sentina e che devo rifare solo la sigillatura delle finestre / feritorie.

Cos'è lo stucco superleggero? uno stucco addizionato a microsfere? ho trovato qcosa ma è poliestere e non conosco la compatibilità su un fondo epoxy e la finitura in epoxy.

Ipotizzavo una resina molto caricata a micro sfere perchè, per mia esperienza ( minima ) l'ho visto + elastica e più "leggera" dello stucco; chiaramente da fare un cm di strato alla volta per compensare il ritiro durante la polimerizzazione.



Grazie
03-06-2020 11:37
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Lupicante Offline
Amico del Forum

Messaggi: 361
Registrato: Mar 2017 Online
Messaggio: #9
RE: Deriva e prigionieri [Kudu]
Stucco superleggero lo trovi anche alla voce epoxy light filler, epossidico bicomponente a basso peso specifico. Di solito i componenti hanno colori diversi, si impastano con la spatola fino ad ottenere un colore intermedio omogeneo, è fatto per applicazioni a grande spessore (4/5 cm) e non ha ritiro durante la polimerizzazione perché senza solventi.
Quello che avevi ora probabilmente era poliestere poco adatto a stare in immersione continuativa, infatti si è impregnato e degradato.
03-06-2020 21:08
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
andros Offline
Vecio AdV

Messaggi: 21.132
Registrato: Oct 2007 Online
Messaggio: #10
RE: Deriva e prigionieri [Kudu]
ma perchè usare epoxi che costa un botto?
era tappato con stucco da riempimento poliestere e ha retto per quasi 40 anni.
non lavora,non è sottoposto a tensioni stà lì bello tranquillo senza far niente..
mah!


quando muori,non sai di essere morto,non soffri tu ma soffrono gli altri. la stessa cosa quando sei un imbe..lle

09-06-2020 19:40
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Lupicante Offline
Amico del Forum

Messaggi: 361
Registrato: Mar 2017 Online
Messaggio: #11
RE: Deriva e prigionieri [Kudu]
Vabbe' Andros, in quest' ottica puoi chiudere anche con ľ intonaco. Io non guarderei la spesa, in fondo se non cerchi le marche più blasonate con 25/30 € prendi un buon prodotto epossidico e non ci pensi più.
10-06-2020 05:47
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
andros Offline
Vecio AdV

Messaggi: 21.132
Registrato: Oct 2007 Online
Messaggio: #12
RE: Deriva e prigionieri [Kudu]
(10-06-2020 05:47)Lupicante Ha scritto:  Vabbe' Andros, in quest' ottica puoi chiudere anche con ľ intonaco. Io non guarderei la spesa, in fondo se non cerchi le marche più blasonate con 25/30 € prendi un buon prodotto epossidico e non ci pensi più.
questa è una bella provocazione.
ho solo detto che i materiali in poliestere usati sono durati quasi quaranta anni
a dimostrazione del fatto che non sono cacca e costano il giusto e che non sono un sostenitore dell'epoxi ovunque.
l'epoxi ha caratteristiche di legagione molto superiori ma non è detto che serva ovunque.
ho visto tante riparazioni con poliestere e sono lì che girano tranquille.
poi ognuno è libero di fare.


quando muori,non sai di essere morto,non soffri tu ma soffrono gli altri. la stessa cosa quando sei un imbe..lle

10-06-2020 11:31
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  Verniciare deriva mobile in ghisa dibotto 18 240 30-06-2020 08:11
Ultimo messaggio: zarzero3
  Deriva mobile bloccata felletti 12 2.300 29-06-2020 20:28
Ultimo messaggio: andros
  Stato prigionieri palla5000 20 1.435 07-06-2020 17:10
Ultimo messaggio: BornFree
  Oceanis 361 Crepe Controstampo Vicino Prigionieri Bulbo honey 9 474 26-05-2020 12:46
Ultimo messaggio: GIOVANNI 69
  Attacco deriva-scafo Antonio Galasso 2 284 21-03-2020 09:00
Ultimo messaggio: Najapico
  Riparare falla in scassa deriva di un Classe A eiasu 4 261 24-02-2020 23:46
Ultimo messaggio: eiasu
  Sigillatura congiunzione deriva a scafo bacchus 11 1.043 20-12-2019 09:53
Ultimo messaggio: Lupicante
  Ispezione prigionieri Dullia 108 spin 4 369 04-11-2019 10:15
Ultimo messaggio: spin
  prigionieri "sospetti" giampiero 6 614 17-08-2019 09:40
Ultimo messaggio: kermit
Big Grin Bisso two da rimettere in mare...antivegetativa deriva mobile su carrello luca borgia 10 800 16-07-2019 21:54
Ultimo messaggio: maurotss

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)