Rispondi 
Batterie a piastra positiva tubolare
Autore Messaggio
matteo Offline
Senior utente

Messaggi: 3.863
Registrato: Nov 2005 Online
Messaggio: #61
RE: Batterie a piastra positiva tubolare
Io ho capito uguale: Bulk 14.40 V, Float 13,44 V, Equalization 15,90 V
E così ho impostato lo Sterling (equalizzazione a parte, dato che non la prevede)
14-12-2022 19:08
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
kavokcinque Offline
Vecio AdV

Messaggi: 7.317
Registrato: Nov 2015 Online
Messaggio: #62
RE: Batterie a piastra positiva tubolare
(13-12-2022 08:01)AndreaB72 Ha scritto:  Renogy fa roba buona. Io ho l'inverter ed è un ottimo prodotto (l'ho aperto...).
Il 50A è interessante, anche considerando che ha l'mppt integrato. Non so però se i 50A sono tutti allocabili al dcdc o sono 25A per il dcdc e 25A per il solare (o qualsiasi altra allocazione statica).

Se il dcdc si rompe si può bypassare con un cavo con i coccodrilli. Si torna al parallelatore di una volta.

Sulla semplificazione evidentemente io e ... la vediamo in maniera differente. Per lui semplicare vuol dire tirare via fili, per me vuol dire evitare logiche complesse.
Per esempio, l'algoritmo di victron per capire se il motore è accesso è una complicazione e un point of failure. Per ... è l'occasione di tirare via i fili del ripartitore.
Punti di vista...

Sull'affidabilità direi che un sistema tradizionale è più affidabile a fronte di rischi (overcharge) e prestazioni modeste. Più i banchi sono grandi e più diventa inaccettabile e pericoloso.
Un sistema più complesso è più sensibile (marginalmente) ma ha anche le stesse strategie di fallback del sistema stupido, quindi la probabilità di rovinarti la gita è la stessa.



Sent from my SM-G991B using Tapatalk

Se il DC DC si rompe:
ho il separatore Mosfet, per cui in caso di installazione del DC DC lascerei quindi il collegamento positivo alla bm, mentre staccherei e isolerei il terminale del cavo verso la bs. In caso di guasto del DC DC basta ricollegare il cavo alla uscita bs del separatore.
Fantasia o possibilità?
15-12-2022 00:46
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
... Offline
Senior utente

Messaggi: 2.678
Registrato: Dec 2017 Online
Messaggio: #63
RE: Batterie a piastra positiva tubolare
(15-12-2022 00:46)kavokcinque Ha scritto:  Se il DC DC si rompe:
ho il separatore Mosfet, per cui in caso di installazione del DC DC lascerei quindi il collegamento positivo alla bm, mentre staccherei e isolerei il terminale del cavo verso la bs. In caso di guasto del DC DC basta ricollegare il cavo alla uscita bs del separatore.
Fantasia o possibilità?

Fantasia complicata 99

Considera che c’è chi è andato avanti una vita con il BOTH …
Una sofisticazione del BOTH è il parallelatore automatico che, raggiunto un certo voltaggio, mette i banchi in parallelo (e a quel punto, non c’è nessuna separazione).
La corrente … e’ come l’acqua … se alternatore produce tensione più alta, la corrente fluirebbe verso entrambi i banchi (come col separatore anzi meglio che si elimina il suo Drop di 0,3-0,4 volt).

In caso di rottura del DC-Dc …. per ricaricare con alternatore, metti un coccodrillo e via …
Importante (unica cosa) : prima di spengere motore, rilevi il cavo (cioè il parallelo alias BOTH) . Punto.

Con questo, non sto certo dicendo che si deve tornare al passato (che è una porcatatella eh … Mi scusino i tanti che utilizzano i parallelatori ancora oggi), ma se ti trovi in mezzo all’oceano e si è rotto il DC-DC … perdi solo la sua efficacia e torni ad utilizzare la vecchia tecnologia del parallelo fra i banchi (manualmente : attacca/stacca).

Puoi anche, al limite, installare il vecchio Rotary Switch ma quello con solo 2 posizioni come ho fatto x un amico (che tendeva a riusare il BOTH ed ho dovuto levarglielo Smiley36 per convincerlo ) :
Posizione 1, cavo alternatore va su BM
Posizione 2, cavo alternatore va su BS
ed eviti di staccare attaccare il coccodrillo …
Però, unico obbligo, DOVRESTI fare questa operazione a motore spento … (1-2 a differenza del 1-2-off ha un momento di vuoto) e nello start le DEEP-CYCLE del BS non gradirebbero …. ma in emergenza (vera eh) … tutto fa.

Oppure, più sicuro per alternatore, anche avere un parallelatore Cyrix (48 euro) da “attivare” alla bisogna (cioè accendere, con un semplice interruttore con su scritto “EMERGENZISSIMA”).

E anche altre fantasie … ma mi fermo qua.

Stay simple !

BV
15-12-2022 07:52
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
AndreaB72 Offline
Senior utente

Messaggi: 2.365
Registrato: Nov 2012 Online
Messaggio: #64
RE: Batterie a piastra positiva tubolare
Io ho tenuto l'impianto come dici tu per due anni. Quindi si, va benissimo.
La mia batteria motore, dopo 8 anni di servizio, ha iniziato una nuova vita come gruppo di continuità in casa, quindi non gli fai male. Il drop è irrilevante.
O puoi sostituirlo con uno switch manuale che è ancora meno sensibile a guasti.
Non ho capito però se vuoi montare un solo d dc o due (per arrivare a una 60ina di A).
Se ne monti 2 da 30, hai già ridondanza.
(15-12-2022 00:46)kavokcinque Ha scritto:  Se il DC DC si rompe:
ho il separatore Mosfet, per cui in caso di installazione del DC DC lascerei quindi il collegamento positivo alla bm, mentre staccherei e isolerei il terminale del cavo verso la bs. In caso di guasto del DC DC basta ricollegare il cavo alla uscita bs del separatore.
Fantasia o possibilità?

Sent from my SM-G991B using Tapatalk

La semplicità è la suprema sofististicazione. LdV
15-12-2022 09:17
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
kavokcinque Offline
Vecio AdV

Messaggi: 7.317
Registrato: Nov 2015 Online
Messaggio: #65
RE: Batterie a piastra positiva tubolare
Per ora cerco solo di chiarire le idee grazie alle Vs conoscenze. Non so, 30 é poco, due costano e complicano, vedrò più avanti. Mi sembra interessante anche la tua futura configurazione. Intanto visto la percentuale di uso con il solare, 365 gg,, prendo un secondo regolatore Victron Smart Solar per il pannello fisso in tuga (per sostituire il Genasium che non ha regolazione) che regolero' con le tensioni che mi dirà il fabbricante delle nuove batterie in arrivo per gennaio. In realtà, anche relativo a quanto dice ..., ho parecchio timore a modificare lo status quo,sia per mia incompetenza sia per la complicazione esistente sulla mia barca di un impianto elettrico intricato, difficilmente accessibile. Per dirne una non si sa come accedere ai collegamenti degli staccabatterie.
15-12-2022 10:20
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
... Offline
Senior utente

Messaggi: 2.678
Registrato: Dec 2017 Online
Messaggio: #66
RE: Batterie a piastra positiva tubolare
(15-12-2022 10:20)kavokcinque Ha scritto:  ... ho parecchio timore a modificare lo status quo,sia per mia incompetenza sia per la complicazione esistente sulla mia barca di un impianto elettrico intricato, difficilmente accessibile. Per dirne una non si sa come accedere ai collegamenti degli staccabatterie.

Giustamente le valutazioni si fanno mettendosi nei panni di ...
Se ritieni/valuti che le modifiche eventuali siano troppo invasive Smiley29 ... (o peggio infattibili causa immodificabilita', in nascita, da cantiere) ... ma chi te lo fa fare ?!?

Proxima barca ... compri le batterie ... e ci costruisci la barca intorno !!! Smiley36

BV
15-12-2022 10:48
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
kavokcinque Offline
Vecio AdV

Messaggi: 7.317
Registrato: Nov 2015 Online
Messaggio: #67
RE: Batterie a piastra positiva tubolare
Faccio domanda forse banale, premettendo che ho il filo sensore tra alternatore e bs.
Le lunghe smotorata rovinano le batterie anche se caricate con pochi amp perché cmq il voltaggio in uscita dell alternatore é sempre superiore a 14,2/14,3 volt?
15-12-2022 12:13
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
... Offline
Senior utente

Messaggi: 2.678
Registrato: Dec 2017 Online
Messaggio: #68
RE: Batterie a piastra positiva tubolare
Si, certo.
Diciamo che si consumicchia perche' e' in costante charge (forse anche overcharge ... dipende da come stanno le altre ... le compagne DEEP-CYCLE che essendo sulla stessa linea di carica ... chi piu' chiede ... piu' il regolatore da' ... e non sa che sulla stessa linea ci sono anche le BM che magari non han bisogno di nulla ... e non pigliano nulla perche' il piombo e' capace di tirare quanto gli serve ... da se) ...
Un banco al piombo (che sia VRLA o Acido libero o AGM o GEL) per star bene, dovrebbe andare nella sua corrente di FLOAT (13,5 ca. ma dipende dalle varie tipologie).
Il FLOAT e' universalmente considerata una corrente non reputata dannosa ...

Ma lascierei anche la risposta a esperti che possono meglio motivare magari con parole piu' corrette ... che io sono solo un praticone che ha semplicemente eliminato il problema sia rivendendo il "separatore" sia mettendo la batteria BM con caratteristiche "mulo" tipo la Optima che e' sicuramente meno delicata che non una "sigillata" ... che son tutte cosi' (VRLA) ... da supermercato (e sulle auto van benissimo per i 2-3-4 anni di vita previsti in fase di progetto).
Il DC-DC ... semplifica ... secondo me anche ai cantieri ... se lo capissero fino in fondo (oh ... imho eh !!!).

Ho montato la Optima anche sulla automobile eh ... (li' il problema e' la alta temperatura del vano motore all'arrivo, soprattutto nel periodo estivo).

BV
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 15-12-2022 13:04 da ....)
15-12-2022 12:34
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
kavokcinque Offline
Vecio AdV

Messaggi: 7.317
Registrato: Nov 2015 Online
Messaggio: #69
RE: Batterie a piastra positiva tubolare
Mi domando se non esiste un regolatore intelligente (tipo il Balmar che vorrebbe montare Andrea) da in serire al posto del ripartitore ma che possa regolare bm e bs insieme e non un solo banco.
15-12-2022 14:13
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
AndreaB72 Offline
Senior utente

Messaggi: 2.365
Registrato: Nov 2012 Online
Messaggio: #70
RE: Batterie a piastra positiva tubolare
No. Le sorgenti di ricarica sono sempre ottimizzate per un solo banco.
Purtroppo senza un doppio alternatore o un dcdc non riesci a non penalizzare uno dei due banchi.
Cmq, vedi anche questo: Renogy Caricabatterie 40A DC-DC https://amzn.eu/d/8Kwxtmn
Costa poco, li fanno anche da 20A quindi potresti metterne uno da 20 e uno da 40 (o due da 40).
La batteria motore purtroppo si prende sempre l'output del regolatore stupido, ma ci si vive più o meno tutti.
(15-12-2022 14:13)kavokcinque Ha scritto:  Mi domando se non esiste un regolatore intelligente (tipo il Balmar che vorrebbe montare Andrea) da in serire al posto del ripartitore ma che possa regolare bm e bs insieme e non in solo banco.

Sent from my SM-G991B using Tapatalk

La semplicità è la suprema sofististicazione. LdV
15-12-2022 14:26
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
kavokcinque Offline
Vecio AdV

Messaggi: 7.317
Registrato: Nov 2015 Online
Messaggio: #71
RE: Batterie a piastra positiva tubolare
Ma sempre montati con lo schema dell Orion oppure potrei mettere un 40 amp solo per le bs e uno da 20 per la bm?
Nel senso che scollego da bs il cavo che viene dal ripartitore inserisco il Renogy da 40 e lo collego alla bs.
Cosa analoga per la bm.
15-12-2022 15:35
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
... Offline
Senior utente

Messaggi: 2.678
Registrato: Dec 2017 Online
Messaggio: #72
RE: Batterie a piastra positiva tubolare
Il DC-DC che sia Orion o Renogy va montato idem.
C'e' forse un'unica differenza (se vuoi eh) di connessione fra le varie filosofie :
- quelli che attacchi al D+ sull'alternatore ... (anche il Renogy)
mentre :
- l'Orion puoi fare a meno di qualunque altro filo (se utilizzi la sua "intelligenza" ... poca, rozza la stessa dei parallelatori ... per me funzionante ma non per tutti [dipende da comportamento alternatore]).

Secondo me dovresti pero' decidere se e quante modifiche fare ... perche' il separatore lo toglierei proprio semplificando tutte le connessioni.
Inoltre il DC-DC non dovresti metterlo nell'ambiente caldo dove hai adesso il separatore (che mi pare sia nel vano motore) ma lasciarlo vicino alle batterie (nei pressi, all'esterno, che e' ventilato ed anche piu' efficiente).

BV
15-12-2022 17:02
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
AndreaB72 Offline
Senior utente

Messaggi: 2.365
Registrato: Nov 2012 Online
Messaggio: #73
RE: Batterie a piastra positiva tubolare
No, schema classico. Dall'alternatore alla batteria motore e dalla batteria motore ai servizi tramite i due DCDC (in parallelo). Il vantaggio di Renogy è che costa meno a fronte di buona qualità costruttiva ma senza la configurabilità di Victron.
La batteria motore non sta peggio di prima (in realtà sta un po' meglio perché sposteresti il "cavetto giallo" dell'alternatore sulla batteria servizi, che quindi piloterebbe il regolatore).
Le batterie servizi sono contente perché hanno tanta corrente (40+20 o 20+40) e una curva ottimizzata.
L'alternatore è anche contento perché limiti la corrente, quindi la temperatura.

Il ripartitore lo puoi togliere o no a seconda del gusto. Io non lo toglierei (anche se in questo caso useresti solo una uscita).
Il vantaggio di averlo è che hai un backup nel caso in cui tutto vada a schifio e hai un punto dell'impianto che ha tensione solo quando l'alternatore sta producendo corrente. È ottimo per pilotare i DCDC senza andare a vedere i contatti particolari dell'alternatore.
Se decidi di lasciarlo non lo dire ad ... che ti toglie il saluto Smile

(15-12-2022 15:35)kavokcinque Ha scritto:  Ma sempre montati con lo schema dell Orion oppure potrei mettere un 40 amp solo per le bs e uno da 20 per la bm?
Nel senso che scollego da bs il cavo che viene dal ripartitore inserisco il Renogy da 40 e lo collego alla bs.
Cosa analoga per la bm.

La semplicità è la suprema sofististicazione. LdV
20-12-2022 11:24
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
... Offline
Senior utente

Messaggi: 2.678
Registrato: Dec 2017 Online
Messaggio: #74
RE: Batterie a piastra positiva tubolare
(20-12-2022 11:24)AndreaB72 Ha scritto:  ...
Se decidi di lasciarlo non lo dire ad ... che ti toglie il saluto Smile

Vero ... verissimo !!!

Non tolgo il saluto ma insomma ... le complicazione in piu' ... oramai inutili (in quanto sorpassate) ... van tolte senza se e senza ma (imho eh ...).

Su questo :
Citazione:La batteria motore non sta peggio di prima (in realtà sta un po' meglio perché sposteresti il "cavetto giallo" dell'alternatore sulla batteria servizi, che quindi piloterebbe il regolatore).
imho direi che il cavo giallo lo sposto non sul BS (che ha gia' il DC-DC che magari tien su la tensione per sua curva) ma sul B+ dell'alternatore stesso (idem automobile).
Come gia' detto da @andreab72 in questa conf. la BM non sta bene ma neppure peggio ed ha tutta la corrente che vuole per andare a dar energia al DC-DC che (con attivazione sul D+ o meccanismo intelligente che sia) succhia ... e carica il BS (anche al minimo in ambo i casi ... il che richiede un'alternatore "allegro" e una "giovane" BM buona, non spompata).

P.S. per queste feste ... troviamoci per un caffe' che ci si fan due risate rileggendo i vari post 43

BV
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 20-12-2022 11:42 da ....)
20-12-2022 11:40
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
kavokcinque Offline
Vecio AdV

Messaggi: 7.317
Registrato: Nov 2015 Online
Messaggio: #75
RE: Batterie a piastra positiva tubolare
Proponete una data.
Luogo: porto di Pisa, uno dei bar...
20-12-2022 21:51
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
kavokcinque Offline
Vecio AdV

Messaggi: 7.317
Registrato: Nov 2015 Online
Messaggio: #76
RE: Batterie a piastra positiva tubolare
(20-12-2022 11:24)AndreaB72 Ha scritto:  No, schema classico. Dall'alternatore alla batteria motore e dalla batteria motore ai servizi tramite i due DCDC (in parallelo). Il vantaggio di Renogy è che costa meno a fronte di buona qualità costruttiva ma senza la configurabilità di Victron.
La batteria motore non sta peggio di prima (in realtà sta un po' meglio perché sposteresti il "cavetto giallo" dell'alternatore sulla batteria servizi, che quindi piloterebbe il regolatore).
Le batterie servizi sono contente perché hanno tanta corrente (40+20 o 20+40) e una curva ottimizzata.
L'alternatore è anche contento perché limiti la corrente, quindi la temperatura.

Il ripartitore lo puoi togliere o no a seconda del gusto. Io non lo toglierei (anche se in questo caso useresti solo una uscita).
Il vantaggio di averlo è che hai un backup nel caso in cui tutto vada a schifio e hai un punto dell'impianto che ha tensione solo quando l'alternatore sta producendo corrente. È ottimo per pilotare i DCDC senza andare a vedere i contatti particolari dell'alternatore.
Se decidi di lasciarlo non lo dire ad ... che ti toglie il saluto

Si già lo scorso anno parlammo di non eliminare il ripartitore che tra l'altro ora è nuovo a mosfet. Piace anche a me dato che nella mia ignoranza preferisco aver cose retrofittabili e modificare o togliere il meno possibile.
C'è anche da 60 amp
Renogy Caricatore batteria 12 V 20 A DC a DC con carica multi-coperchio per batteria AGM, in gel, Inundata e al litio in autocaravan, barche, Yates https://amzn.eu/d/9sWI73C

Ho trovato in rete un italiano che fa il test del 40 amp. Certo che è veramente ingombrante.
20-12-2022 22:02
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
santicuti Offline
Amico del forum

Messaggi: 724
Registrato: Feb 2009 Online
Messaggio: #77
RE: Batterie a piastra positiva tubolare
PER AQUILA

in breve dopo la semplificazione che hai adottato tu hai:
- alternatore direttamente collegato a motorino d'abbiamento (immediate vicinanze)
- tra bm (caricata da alternatore) e bs hai un dc-dc di amperaggio 1/10 delle bs
- caricamatterie 220 collegato solo alla bs
- tra bs e bm un combinatore tipo citrix
è così ?
posto che sarebbe effettivamente una buona e significativa semplificazione, hai riscontrato qualche problema negli anni ?
ed inoltre il regolatore fotovoltaico, se ce l'hai, dove e collegato ?
infine il cavo giallo che da alternatore andava a bs - per "sentire" la carica - lo hai messo direttamente su motorino d'avviamento?

"Parce que je suis heureux en mer, et peut-être pour sauver mon ame"
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 25-12-2022 20:38 da santicuti.)
25-12-2022 20:36
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
... Offline
Senior utente

Messaggi: 2.678
Registrato: Dec 2017 Online
Messaggio: #78
RE: Batterie a piastra positiva tubolare
Confermo quanto hai elencato salvo il parallelatore (a che servirebbe ?!?).

Mi spiego meglio (punto x punto) :

- il motore vede solo la BM (Optima BlueTop DC 4.2 da ben 870 A di spunto in MCA) attaccata sul motorino avviamento (2 mt ca. ?!? vi e' interposto solo lo SWITCH ON-OFF che praticamente accende/ spenge anche il DC-DC che prende alimentazione lato BM)
Non e' interposto nessun fusibile (come nelle automobili).
Se c'e' un guasto o ci fosse da partire in emergenza si attacca un Jump starter (o i cavi con coccodrilli) direttamente sulla BM (sul suo SWITCH ON-OFF)

- alternatore direttamente collegato a motorino d'abbiamento (immediate vicinanze).
Ha il cavo del positivo B+ di poche decine di cm (da alternatore a motorino avviamento, dove poi raggiunge la BM)

- tra bm (caricata da alternatore) e bs hai un dc-dc di amperaggio 1/10 delle bs
interposto fra BM e rotary switch dei BS (ne ho due di BS [entrambi Trojan con batterie semitrazione] ma non cambia la sostanza) c'e' il DC-DC da 30 A
La potenza del DC-DC e' da 30 A nei limiti della sk tecnica batterie del costruttore (che prevede max. 13% della capacita' del banco in C20 : uno dei banchi [quello interessante] e' da 225 Ah ed il 13% fa ca. 29 A)

- non c'e' nessun parallelatore (non c'e' bisogno) perche' la ricarica dei BS si fa col DC-DC oppure col CB di banchina o il solare o l'eolico (ho anche quello)

- entrambi i BS, hanno un fusibile ANL, con cassa ventilata, da 100 A (mi pare)

- il regolatore del fotovoltaico e' attaccato DIRETTAMENTE (con suo circuito, protetto da fusibile) al BS2 (e BS1 che ne ho 4 di pannelli, divisi fra estivi ed invernali di mantenimento)

- il regolatore dell'eolico IDEM (va diretto al BS1)

- caricamatterie 220 collegato solo alla bs
Assolutamente si ... il 220 DEVE caricare solo il BS con sua curva ottimale dedicata e ben configurata [quest'ultimo e' un fatto NON proprio secondario che a volte viene tralasciato vanificando o, ancor peggio, "rovinando" ottimi banchi BS].
Questo a parte uscitine del CB dedicate BM minoritarie tipo 2 A, che p.e. hanno i top di gamma sia Victron che MasterVolt e forse altri CB [pochi]).
Il CB (Victron ATLAS COMBI 50 A) di banchina va diretto sul ROTARY SWITCH dei BS perche' fa anche da INVERTER e quando lascio la barca (ROTARY SWITCH in OFF) voglio spengerlo completamente

- il cavo giallo dell'alternatore e' stato riattaccato sul B+ (sull'apposito fastom) come nasce in origine. Il regolatore alternatore vede solo la BM che essendo vicinissima non ha praticamente cadute di tensione (minime dovute alla vicinanza : cavo di 2 mt da 35 mmq + 30 cm da 16 mmq [non ricordo potrebbe anche essere da 25 mmq])

- non e' tantissimo che ho semplificato (varie puntate in 3 anni ca.) e non ho avuto problemi dovuti a questa configurazione (altri problemi si ... p.e. si e' spento completamente il DC-DC a Settembre di quest'anno ... e boh ... sara' nato male ... [spero ma anche CREDO])

Sono arrivato a questa configurazione con varie modifiche (batterie, etc.) ma soprattutto eliminando il "separatore" (ed anche altro tipo il regolatore intelligente che non ha piu' senso). Il "separatore" fra i banchi BM e BS (nelle varie ere geologiche : inizialmente con il rotary switch manuale, poi separatore a diodi, a mosfet, zero volt drop, combinatore intelligente tipo cyrix, altro ...) credo sia la base di partenza delle inefficienze nella ricarica (e per questo ... l'ho eliminato [imho con soddisfazione]).

Alternatore e' stato sostituito da originale da 60 A ad uno da 70 A (in occasione di un normale upgrade) e poi con uno da 120 A di targa (rivelatosi da 100 A effettivi). Per quanto riguarda la potenza dell'alternatore ... sarebbe stata sufficiente e ben dimensionato quello da 70 A ma volevo poter salpare con tranquillità' senza attingere dalle batterie e prepararmi (in futuro ?!? forse mai) anche ad uno switch verso uno dei due BS in LifePO4 dove la potenza dell'alternatore e' importante (soprattutto per diminuire i tempi di ricarica a motore che e' uno dei miei scopi principali).

La ricarica del BS e' al meglio mentre invece, ovviamente, la ricarica della BM non e' ottimale (non puo' esserlo salvo montare un regolatore intelligente su alternatore) ma ha il suo regolatore dedicato e lei sta li' buonina a farsi maltrattare ESATTAMENTE COME NELLE NOSTRE AUTOMOBILI.
In ogni caso ho montato un "mulo" di batteria da START. Ce ne saranno anche di meglio ma credo che la Optima BlueTop DC 4.2 (idem YellowTop solo piu' cara) oppure la RedTop che ha ancora piu' spunto (ben 1000 A in MCA) con idem peso/dimensioni (che ho monatto in macchina) ... credo siano un ottimo compromesso.
Per i piu' attenti : la scelta della Optima BlueTop che e' anche una deep-cycle invece che RedTop [start] e' dovuta solo al fatto che ho montato il salpa sulla BM (cosa opinabile non oggetto di questa ns. discussione [altrimenti ciao ...]). Gli 870 A di start della mia Bm sono oltre il 50% in piu' rispetto alla BM che avevo prima che aveva ... mi pare sui 500 A (il motore, senza candelette, ha un motorino di avviamento da 1,4 kw che puppa [temperature italia] i 200 A ?!?).

Non e' stato chiesto ma ti dico che tengo tutto sotto controllo con circuito shuntato dotato di Battery Monitor (Merlin vecchiotto ma idem funzionalità' del Victron BMV712).

BV
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 25-12-2022 23:26 da ....)
25-12-2022 23:06
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
santicuti Offline
Amico del forum

Messaggi: 724
Registrato: Feb 2009 Online
Messaggio: #79
RE: Batterie a piastra positiva tubolare
(25-12-2022 23:06)... Ha scritto:  Confermo quanto hai elencato salvo il parallelatore (a che servirebbe ?!?).

Mi spiego meglio (punto x punto) :

- il motore vede solo la BM (Optima BlueTop DC 4.2 da ben 870 A di spunto in MCA) attaccata sul motorino avviamento (2 mt ca. ?!? vi e' interposto solo lo SWITCH ON-OFF che praticamente accende/ spenge anche il DC-DC che prende alimentazione lato BM)
Non e' interposto nessun fusibile (come nelle automobili).
Se c'e' un guasto o ci fosse da partire in emergenza si attacca un Jump starter (o i cavi con coccodrilli) direttamente sulla BM (sul suo SWITCH ON-OFF)

- alternatore direttamente collegato a motorino d'abbiamento (immediate vicinanze).
Ha il cavo del positivo B+ di poche decine di cm (da alternatore a motorino avviamento, dove poi raggiunge la BM)

- tra bm (caricata da alternatore) e bs hai un dc-dc di amperaggio 1/10 delle bs
interposto fra BM e rotary switch dei BS (ne ho due di BS [entrambi Trojan con batterie semitrazione] ma non cambia la sostanza) c'e' il DC-DC da 30 A
La potenza del DC-DC e' da 30 A nei limiti della sk tecnica batterie del costruttore (che prevede max. 13% della capacita' del banco in C20 : uno dei banchi [quello interessante] e' da 225 Ah ed il 13% fa ca. 29 A)

- non c'e' nessun parallelatore (non c'e' bisogno) perche' la ricarica dei BS si fa col DC-DC oppure col CB di banchina o il solare o l'eolico (ho anche quello)

- entrambi i BS, hanno un fusibile ANL, con cassa ventilata, da 100 A (mi pare)

- il regolatore del fotovoltaico e' attaccato DIRETTAMENTE (con suo circuito, protetto da fusibile) al BS2 (e BS1 che ne ho 4 di pannelli, divisi fra estivi ed invernali di mantenimento)

- il regolatore dell'eolico IDEM (va diretto al BS1)

- caricamatterie 220 collegato solo alla bs
Assolutamente si ... il 220 DEVE caricare solo il BS con sua curva ottimale dedicata e ben configurata [quest'ultimo e' un fatto NON proprio secondario che a volte viene tralasciato vanificando o, ancor peggio, "rovinando" ottimi banchi BS].
Questo a parte uscitine del CB dedicate BM minoritarie tipo 2 A, che p.e. hanno i top di gamma sia Victron che MasterVolt e forse altri CB [pochi]).
Il CB (Victron ATLAS COMBI 50 A) di banchina va diretto sul ROTARY SWITCH dei BS perche' fa anche da INVERTER e quando lascio la barca (ROTARY SWITCH in OFF) voglio spengerlo completamente

- il cavo giallo dell'alternatore e' stato riattaccato sul B+ (sull'apposito fastom) come nasce in origine. Il regolatore alternatore vede solo la BM che essendo vicinissima non ha praticamente cadute di tensione (minime dovute alla vicinanza : cavo di 2 mt da 35 mmq + 30 cm da 16 mmq [non ricordo potrebbe anche essere da 25 mmq])

- non e' tantissimo che ho semplificato (varie puntate in 3 anni ca.) e non ho avuto problemi dovuti a questa configurazione (altri problemi si ... p.e. si e' spento completamente il DC-DC a Settembre di quest'anno ... e boh ... sara' nato male ... [spero ma anche CREDO])

Sono arrivato a questa configurazione con varie modifiche (batterie, etc.) ma soprattutto eliminando il "separatore" (ed anche altro tipo il regolatore intelligente che non ha piu' senso). Il "separatore" fra i banchi BM e BS (nelle varie ere geologiche : inizialmente con il rotary switch manuale, poi separatore a diodi, a mosfet, zero volt drop, combinatore intelligente tipo cyrix, altro ...) credo sia la base di partenza delle inefficienze nella ricarica (e per questo ... l'ho eliminato [imho con soddisfazione]).

Alternatore e' stato sostituito da originale da 60 A ad uno da 70 A (in occasione di un normale upgrade) e poi con uno da 120 A di targa (rivelatosi da 100 A effettivi). Per quanto riguarda la potenza dell'alternatore ... sarebbe stata sufficiente e ben dimensionato quello da 70 A ma volevo poter salpare con tranquillità' senza attingere dalle batterie e prepararmi (in futuro ?!? forse mai) anche ad uno switch verso uno dei due BS in LifePO4 dove la potenza dell'alternatore e' importante (soprattutto per diminuire i tempi di ricarica a motore che e' uno dei miei scopi principali).

La ricarica del BS e' al meglio mentre invece, ovviamente, la ricarica della BM non e' ottimale (non puo' esserlo salvo montare un regolatore intelligente su alternatore) ma ha il suo regolatore dedicato e lei sta li' buonina a farsi maltrattare ESATTAMENTE COME NELLE NOSTRE AUTOMOBILI.
In ogni caso ho montato un "mulo" di batteria da START. Ce ne saranno anche di meglio ma credo che la Optima BlueTop DC 4.2 (idem YellowTop solo piu' cara) oppure la RedTop che ha ancora piu' spunto (ben 1000 A in MCA) con idem peso/dimensioni (che ho monatto in macchina) ... credo siano un ottimo compromesso.
Per i piu' attenti : la scelta della Optima BlueTop che e' anche una deep-cycle invece che RedTop [start] e' dovuta solo al fatto che ho montato il salpa sulla BM (cosa opinabile non oggetto di questa ns. discussione [altrimenti ciao ...]). Gli 870 A di start della mia Bm sono oltre il 50% in piu' rispetto alla BM che avevo prima che aveva ... mi pare sui 500 A (il motore, senza candelette, ha un motorino di avviamento da 1,4 kw che puppa [temperature italia] i 200 A ?!?).

Non e' stato chiesto ma ti dico che tengo tutto sotto controllo con circuito shuntato dotato di Battery Monitor (Merlin vecchiotto ma idem funzionalità' del Victron BMV712).

BV


se la bm la carichi solo da alternatore perchè vedi male un citrix da bs a bm che possa dargli una mano anche da cb 220 in banchina e da cb fotovoltaico/eolico ?

"Parce que je suis heureux en mer, et peut-être pour sauver mon ame"
27-12-2022 12:03
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
... Offline
Senior utente

Messaggi: 2.678
Registrato: Dec 2017 Online
Messaggio: #80
RE: Batterie a piastra positiva tubolare
(27-12-2022 12:03)santicuti Ha scritto:  se la bm la carichi solo da alternatore perchè vedi male un citrix da bs a bm che possa dargli una mano anche da cb 220 in banchina e da cb fotovoltaico/eolico ?

La curva di ricarica del BS la decide :
- il CB di banchina
- il DC-DC
- il regolatore solare SmartSolar
- etc.
Ognuno ha la curva impostata (IuOu e similari) ad hoc per il BS.

Se installassimo un "parallelatore" ... inganneremmo il sistema di ricarica con il parallelo su una BM che :
- non la stessa chimica (nel mio caso AGM contro acido libero ... ma potrebbe essere piombo AGM per la BM e LIFEPO4 per il BS ... idem)
- non ha la stessa capacita'
- non ha la stessa vetusta'
- non ha avuto la stessa vita (la BM e' da START, il BS e' DEEP-CYCLE)

La BM (imho eh ...) non ha da essere inficiata MAI dal BS .
Son due cose differenti che han da rimanere "separate" e la configurazione (per me "semplice") fa esttamente questo : la separazione completa dando ad ognuno dei diversi banchi BS e BM cio' di cui han bisogno (la BM soffre un po' con alternatore che tiene sempre sui 14,00 - 14,50 ... cioe' non va mai in FLOAT ... ma cosi' e' ... come sulle automobili da cui deriva la ricarica da alternatore / regolatore).

Ci sono anche altri sistemi interessanti eh ... (tipo "rigirare il tutto ma a quel punto lo farei con un alternatore dotato di regolatore intelligente etc. etc.).

Ognuno poi decida come crede per carita' ... queste son le mie oppppinioni ... cosi' pensate anche perche', in questa mia attuale configurazione, potrei passare ad una logica del BS (uno dei due) in LifePO4 (come sta facendo @pepe in altro thread) senza sconvolgere nulla.
Magari ... al posto del DC-DC (o in aggiunta se solo su uno dei due banchi BS1 / BS2) metterei probabilmente uno SmartBMS che "limiti" la ricarica da alternatore e NON un parallelatore che vedrei altresi' bene ... ma solo con alternatore di potenza perche' il mio probabilmente "friggerebbe".
E cosi' via ... hai voglia a configurazioni ...
Per ora io rimarrei cosi' ... sul sempliciotto ... ma con ricariche ottimali (passatemelo ... che non c'e' limite al meglio ... pero' "poi il meglio e' nemico del bene" ...).

BV
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 27-12-2022 12:54 da ....)
27-12-2022 12:52
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  Cambiare batterie con pannello solare Comet800 2 212 22-03-2024 15:39
Ultimo messaggio: Comet800
  Caricare le batterie al litio al 100% Canadese 15 792 08-03-2024 21:26
Ultimo messaggio: Canadese
  Batterie IanSolo 776 752.079 08-03-2024 11:33
Ultimo messaggio: DrakeRnC
  Morsetti batterie FIL 22 1.299 10-02-2024 22:33
Ultimo messaggio: Gabriele
  Stacca Batterie Bavaria 30c MAXDV 0 154 02-02-2024 08:53
Ultimo messaggio: MAXDV
  Vale prendere batterie AGM? UMdB 1 336 23-01-2024 15:06
Ultimo messaggio: Najapico
  Aggiungere delle batterie Servizi IlBlucaliffo 9 725 03-12-2023 23:47
Ultimo messaggio: AndreaB72
  Batterie elica di prua Salvatorecorradi 1 306 19-11-2023 17:28
Ultimo messaggio: Dato
  Batterie sempre cariche scornaj 4 594 29-10-2023 15:40
Ultimo messaggio: AndreaB72
  batterie OPTIMA BLUETOP Frangi 49 15.024 01-10-2023 18:21
Ultimo messaggio: davidevet

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)